Ultimo libro letto

Carmageddon

AGE IS JUST A NUMBER
Admin
3FA233B6-DB91-4125-809F-FE81FA3999CC.jpeg

Raccolta di pubblicità, meme, e anche spot fake riguardanti l'oramai famosa ironia di Taffo, agenzia di pompe funebri romana in via di espansione. Però il libro non si ferma affatto a ciò, ma offre anche delle riflessioni molto serie e chiarimenti su diversi temi di attualità come la violenza sulle donne, la deforestazione, il fumo, l'alcool, Pride, persone famose.
Si beve in un pomeriggio, ma è il classico libro che pur essendo breve si fa leggere e rileggere assai volentieri.
 

Unnamed

The future is Euro!
Ho riletto I dolori del giovane Werther di Goethe, uno dei più celebri classici della letteratura.

Che dire, ora lo vedo con occhi diversi. L'ho letto per la prima volta a sedici anni (quindi non tanto tempo fa) e allora pensavo: "Wow, com'è poetico! Quante emozioni! Povero protagonista!". Mi piacque abbastanza.
E invece, dopo la rilettura, lo trovo esageratamente carico di pathos; un romanzo bovarista, insomma. Credo che Werther sia, in effetti, la controparte maschile di Emma Bovary.
In ogni caso è scritto bene, su questo nulla da dire. Goethe è ineguagliabile. Il contenuto mi ha deluso.
 

Andrew01

[NSFW]
Be' a me un romanzo mi piace o meno per la storia che racconta non sto a guardare se critica o meno la società e altre cose così.
 

Hero of Sky

Wake up Link, open your eyes
Beh, ma il sottotesto è fondamentale. Per esempio, io posso leggere 1984 o Il Mondo Nuovo apprezzandone la storia, ma sarebbe alquanto errato ridurre libri che criticano pesantemente la società di massa e i suoi meccanismi alla semplice trama. Tra l'altro Brave New World è pure scritto male, ma sono i contenuti a renderlo sconvolgente. Ce l'ho in un cassetto sul comodino, il libro di Golding. Essendo io profondamente cinico e pessimista sull'umanità e le sue sorti da sempre, lo apprezzo molto, anche se non è tra i miei libri preferiti
 
Top Bottom