Pokémon Index: Discussione Principale

BlazePower

"È dell'artista il fin la maraviglia"
Sono colpevole nei vostri confronti di avervi lasciato attendere tanto a lungo. Ormai il Pokédex è finito, quindi Pokémon Index sembra essersi conclusa, posata sul suo scaffale, impolverandosi come ogni altra raccolta di poesie.

E invece no!
Già al tempo delle pubblicazioni sul Forum la serie Pokémon Index è stata affiancata da un'apposita pagina Facebook. Dopo la conclusione del Pokédex il lavoro è stato portato anche su Patreon, un canale dove gli artisti possono pubblicare qualsiasi forma d'arte ed essere finanziati dagli stessi iscritti. E tra un mese Pokémon Index sarà presentata in live per la prima volta alla fiera del fumetto più importante del Nord Italia! Al Cartoomics 2019 troverete me dietro uno stand, pronto a presentare il lavoro svolto e a continuarlo. A breve seguiranno informazioni più precise

E sì, esatto, continuarlo, perché la regione di Kanto è stata ampiamente cantata in versi ma mancano ancora tutte le altre. È già iniziata la stesura di Pokémon Index, regione di Johto! Non posso promettere nessuna data d'uscita, né dire per bene a che punto sia il lavoro, ma voi giocatori di Pokémon che siete abituati a catturare 800 e passa specie diverse e schiudere centinaia di uova per ottenere Pokémon competitivi sapete bene cos'è la pazienza. Quindi abbiate pazienza e non sarete delusi, che le idee non mancano e il lavoro è lungo ma tutto fuorché noioso. Vi posso rimandare però, nell'attesa, sul canale Patreon, dov'è presente una serie esclusiva di poesie (in corso d'opera) sui Beta Pokémon, quelli presenti nella Beta di Pokémon Oro e successivamente scartati: poesie sulla seconda generazione che non abbiamo mai potuto vedere!

Pokémon Index va avanti, signore e signori, e continua a portare i Pokémon ad un livello più alto di cultura. In silenzio, ma senza dormire.

Chi si fosse perso l'intera serie è ancora in tempo per rimediare alla sua ignoranza leggendo questo topic. Ricordo che su quel topic NON sono permessi commenti, risposte e quant'altro, ma vanno fatti su questo di "discussione principale" per non disturbare la lettura delle poesie
 

BlazePower

"È dell'artista il fin la maraviglia"
Direttamente dalla pagina Facebook di Pokémon Index


Questo post non è lungo, è profondo.

In occasione dei recenti sollevamenti climatici in Europa e nel mondo mi è capitato sempre più spesso di pensare al modo più poetico con cui Game Freak abbia affrontato questo tema: la linea evolutiva di Manbo, Ikari e Grotesque.

Per chi non li conoscesse, Manbo è un Pokémon di tipo Acqua ispirato a un pesce luna, con un design che ricorda una boa galleggiante. Evolve in Ikari, uno squalo di tipo Acqua/Acciaio con un'ancora al posto della metà inferiore del corpo, il quale evolve ancora in Grotesque, sempre Acqua/Acciaio, un pesce degli abissi di forma storpiata, come quella di un sottomarino.

Manbo è curioso del genere umano, questa specie così diversa da lui che pure naviga i mari e sfrutta le acque in mille modi. Ma l'uomo non ha alcun interesse verso i Manbo e gli altri pesci: il traffico marino di Johto, ben testimoniato dalla M/N Acqua, dal Faro di Olivinopoli, dai Grimer selvatici negli stagni e nelle fogne, non fa che inquinare l'oceano con sostanze pericolose, artificiali. Metalli pesanti. È così che viene inteso l'Acciaio di Ikari e Grotesque, allora, come metallo inquinante che il Pokémon assorbe vivendo a contatto con l'uomo. Manbo evolve così in un Pokémon a metà, dalla coda meccanica, corrotta, e l'ingenua curiosità verso di noi lascia il posto a un acerbo rancore. Ikari, in giapponese, vuol dire sia "ancora" sia "rabbia". Ma non gli basta allontanarsi: l'inquinamento chimico continua a infiltrarsi dentro di lui fino a farlo evolvere nuovamente in qualcosa di sfigurato, mostruoso, grottesco. Grotesque. Dalla bocca stupida e spalancata, dal corpo grasso e senza pinne, senza più alcun legame con quello che era stato un tempo se non la lucerna sulla testa, che aveva quando era ancora un Manbo. Non più curiosità, non più rabbia, solo odio e vendetta per noi.

Pesce luna, squalo, pesce degli abissi; boa galleggiante, ancora, sottomarino. Vorrei far notare come sia le specie viventi sia gli oggetti a cui sono ispirati siano diversi e incompatibili tra loro, perché vivono o lavorano a profondità diverse: in superficie o acque basse, in alto mare o sui fondali, nelle fosse oceaniche. È come se il Pokémon affondasse crescendo, divenisse sempre più pesante, gravato dall'Acciaio. Molti Pokémon Acciaio vivono il loro tipo come un'armatura (Skarmory, Steelix, Aggron) o come il loro corpo naturale (Magnemite, Klink, Aegislash), Ikari e Grotesque invece ne sono succubi quasi fosse un veleno infiltrato in loro, una plastica ingoiata e mai digerita. Anche gli stessi colori dei Pokémon evidenziano il passaggio: Manbo è bianco e azzurro, Ikari è grigio chiaro, Grotesque è stato rappresentato blu oltremare da Rachel Briggs ma il suo sprite è nero puro. E la lanterna frontale del terzo stadio è quasi uno sforzo di recuperare la propria identità, un barlume di natura in quel corpo ormai irriconoscibile, fiorito come un germoglio sul marciapiede.

Perché non è stata mai rilasciata questa famiglia evolutiva? Perché inserita nella beta di Pokémon Oro e poi messa da parte? Forse gli sviluppatori dei giochi hanno pensato che la vena ambientale di questi Pokémon fosse troppo sottile, troppo complicata da inserire in un gioco fatto anche per bambini. Per lo stesso motivo hanno modificato il design di Porygon2, concepito completamente diverso da com'è ora. Chissà, forse se l'avessero creato nella settima generazione lo avrebbero messo, forse nell'ottava... Ma non ci spero. O forse è anche questo un dettaglio emblematico della loro storia: Manbo, Ikari, Grotesque non sono stati modificati, non sostituiti, non scartati. Si sono estinti.

Estinti. Per l'inquinamento. Di loro resta solo una demo del '97, qualche illustrazione e tre poesie nel canale Patreon di Pokémon Index (https://www.patreon.com/posts/22867188).

Anche altri Pokémon rischiano l'estinzione a causa dell'uomo: Farfetch viene cacciato, Corsola può vivere solo in acque pulite, pochissimi Lapras al mondo sono ancora vivi. Salviamo la biodiversità sulla Terra, altrimenti poi ci lamenteremo che inventano il Pokémon monnezza, il gelato, il portachiavi e il bullone.
 
Top Bottom