Politiche del 4 Marzo 2018

#62
Buonismo è pura neolingua orwelliana per tradurre empatia in qualcosa di cui vergognarsi. Nessuno trova controverso dire che i terremotati ne hanno passate di ogni e meriterebbero una vita dignitosa, ma se lo dici dei profughi di guerra siriani allora è buonismo. Non parliamo del vespaio del politically correct, che siamo arrivati al punto in cui se Aladdin fosse uscito oggi anziché vent'anni fa avremmo Twitter pieno di minorati che si lamentano di Jasmine come "ennesima mossa politically correct per farci accettare il marxismo culturale".

(Sì, sì, ho citato Orwell in una discussione politica, roba da terza liceo, che ci posso fare, sono giovane dentro.)
 
#63
secondo me utilizzare un determinato linguaggio, che si presenta come neutro ed entra nell'uso comune, ma è espressione di valori fondamentalmente autoritari e fascisti, è un'azione criptofascista.  ma dato che il termine non ha una definizione precisa e questo discorso lascia il tempo che trova, ti direi di chiuderla qui.
invocare il (cripto)fascismo significa solo fare un favore a quella moltitudine di persone di destra che ha idee xenofobe razziste ma non fasciste che si vede essere accusata (a torto) di essere anche fascista, garantendo loro uno status di vittima che non dovrebbe essere garantito. 
Solitamente non mi soffermo sulla forma perchè credo che la sostanza abbia la priorità, si può sbagliare ad usare un termine specifico facendosi comunque intendere, ma il termine fascista è abusato, per davvero, e questo per me non è assolutamente un bene. E la pagina di wikipedia da te linkata parla di 

Vi si identifica in genere un atteggiamento che presenti caratteristiche affini a quelle del fascismo (o genericamente del totalitarismo), tanto in termini teorici quanto applicativi, oppure ne segua in forma non palese (o addirittura con forme ufficialmente distinte, ma sostanzialmente coincidenti) obiettivi, modi o mentalità.
Cosa francamente non vera. Trump non era un criptofascista come non lo sono Salvini, la Meloni o Berlusconi.



 
 
Ultima modifica da un moderatore:

CiaobyDany

Gli @dmin sono delle brutte perso
Wiki
#64
Certamente: un po' prima delle elezioni, gli iscritti all'AIRE ricevono al proprio indirizzo una busta contenente la scheda (o schede) ed altri materiali. Questi sono sono un foglio di istruzioni, una lista dei pariti con i loro candidati, un tagliando che va spedito insieme alle schede (e che contiene i propri dati e il numero in registro dell'elettore - suppongo che svolga la stessa funzione del mostrare la tessera elettorale quando si arriva al seggio), la busta pre-affrancata per rispedire tutto al consolato di competenza, e una busta bianca anonima più piccola. A memoria, penso che il materiale mi sia arrivato attorno al 20 febbraio, e il voto doveva arrivare al consolato entro ieri pomeriggio.

Quindi, si vota comodamente a casa propria facendo la classica croce con penna nera o blu (peccato, speravo di ricevere una matita copiativa da leccare nel plico) e si inseriscono le schede nella busta anonima. Questa si inserisce insieme al tagliando identificativo nella busta pre-affrancata, e poi ovviamente si spedisce. 

Ho trovato una foto dei materiali elettorali, dalla quale si può vedere anche quali sono le liste che si sono presentate per camera e senato nella circoscrizione estero. Avevo comunque già scritto la mia intenzione di voto nel mio primo post, per cui c'è poco da (non) entrare nel merito suppongo  :D
Uh, grazie mille! Sinceramente non capisco perché il voto dall'estero venga conteggiato in modo diverso da quello in patria, ma va be'.

No? Ho votato la Lorenzin perché il logo del suo partito è fucsia, il mio colore preferito 
Quando si dice una scelta responsabile fatta con coscienza di causa
 

Steph

Great Teacher
Mod
#65
ancora nessuno commenta il disastro? La sinistra è ufficialmente sfasciata [che fosse frammentata lo sapevamo già]. Già da mezz'ora sono iniziate a circolare voci su Renzi dimesso e smentite.

i 5s, finiti i festeggiamenti, stanno ancora cercando di capire cosa dire ai microfoni oltre ad un implicito "please help us" [cioè: adesso voi di DX e di SX venite a flirtare con noi, perché non sappiamo che fare e dove andare, ma di sicuro al governo non ci possiamo ancora stare].

Contro i pronostici degli analisti [che con oggi dovrebbero darsi all'ippica], Berlusconi surclassato da Salvini [è ufficiale che Berlusconi non avrà altre occasioni]; LeU che perde nei suoi stessi territori [e non ottiene tanto più di quanto fece SEL, che ebbe molta meno visibilità] e viene schiacciata da Meloni.

L'italia spaccata a metà come al solito: il Nord si riconferma leghista come 20 anni fa. Un Sud scontento, che non ha imparato la lezione dalle comunali/provinciali e "vota di protesta" verso i novellini che non sanno governare. i voti per ripicca sono il male della democrazia, ne abbiamo avuto la ri-conferma solo per l'ennesima volta.

E che dire degli estremisti. Provo brividi lungo la schiena a sapere che 300 mila italiani [~1% dell'affluenza] hanno votato i nerissimi CasaPound [che fa un'epica figura di m da Mentana, dicendo che il loro partito è stato penalizzato poiché meno visibile degli altri durante queste elezioni, quando praticamente CP era sui giornali/televisioni quotidianamente], ed altri 300k circa hanno votato PdF con Adinolfi [che invece aveva praticamente visibilità 0, il che dimostra come il potere della chiesa estremista sia silente e pericoloso].

Personalmente, il Lunedì non è mai stato così nero. Anzi, verde e giallo.
 

Lucan(ba)ik

SIC PARVIS BARBA 1991-2079
#66
ancora nessuno commenta il disastro?
veramente io già stanotte ho commentato così nel topic delle barzellette e battute:

quindi nel 2018 il primo partito sarebbe uno il cui slogan è << tutti i politici sono ladri >> : concetto già espresso pari pari da Craxi addirittura nel 1992, che quindi risulta essere persino più antico del << tutti i magistrati sono comunisti >> portato avanti da qualcun altro sin dal 1994

ahah, questa era bella ma ora tocca a me

un uomo entra in un caffe...splash? Macchè, quella è ancora più vecchia!
Nota che manca l'accento sull'insegna, così lo aggiunge con un pennarello e se ne va. Et voilà, caffè corretto!
mi sembrava l'unica sede appropriata visto che il vincitore non sconfitto è stato fondato da un comico. Altrimenti have fun governing col 17% [chissà...magari quel numero gli porta sfiga] dei voti, salveenee

insomma come nel 2013 è ancòra una volta "governerei ma non posso" la sintesi della tornata elettorale
 
#67
ancora nessuno commenta il disastro? La sinistra è ufficialmente sfasciata [che fosse frammentata lo sapevamo già]. Già da mezz'ora sono iniziate a circolare voci su Renzi dimesso e smentite.
La tua è una buona analisi, anche se personalmente non parlerei di "disastro" perché sinceramente non credo che ci fosse un possibile buon esito di queste elezioni. Non so ovviamente quale sia la tua opinione personale, ma da persona che si sente molto distante da tutti e tre le forze politiche papabili, non sapevo proprio cosa sperare, come ho scritto nel mio primo post. Fra l'altro, personalmente ritengo che l'unica sorpresa sia il risultato dubbio del PD: il fatto che il paese sarebbe stato spaccato IMHO era prevedibile, c'era solo da determinare come. Io avevo anche il predetto che il cdx avrebbe avuto la maggioranza dei voti, e che la Lega l'avrebbe spuntata su FI, anche se pensavo che la situazione con il PD sarebbe stata un po' più equilibrata. LeU, +Europa & co. non hanno mai avuto una chance di andare oltre il 4-5% nell'attuale clima politico IMHO, poi che siano andati anche leggermente peggio non cambia moltissimo a questo punto. 

Insomma, il punto a cui voglio arrivare è che questo risultato, per quanto ridicolo, non è peggiore di altri che si prospettavano secondo me. Una spartizione più equa dei voti fra i tre poli (cdx - M5S - csn) sarebbe comunque risultata in una situazione di ingovernabilità, una maggioranza più netta di uno fra Lega e M5S è una cosa che nemmeno nei miei peggiori incubi. Il PD era indietro nei sondaggi rispetto a questi due, ma anche se così non fosse stato e avessero vinto, un altro governo dell'impopolare Renzi sarebbe semplicemente servito a dare nuova linfa ai suoi avversari politici.

Anzi, paradossalmente penso che questa situazione possa essere positiva. Ho pensato la stessa cosa quando c'è stato un risultato simile in UK un anno fa. Sinceramente penso che il risultato ottenuto allora (vittoria risicata dei Tories, che hanno dovuto allearsi con un partito Nordirlandese per governare) fosse il migliore possibile: se i Tories fossero stati sconfitti dai Laburisti, avrebbero passato i successivi X anni (dove X è la durata del governo) ad attribuire le colpe di una situazione irrimediabile creata dal loro stesso partito ai loro avversari. I Laburisti avrebbero avuto in eredità un paese allo sbando, e si sarebbero presi anche le colpe, dato che l'elettore medio ha una memoria a lungo termine pari a quella di un pesce rosso, e i Tories avrebbero probabilmente vinto le elezioni successive.

Stesso discorso per l'Italia: IMHO M5S e Lega si faranno a pezzi da soli cercando di trovare un accordo. Possono anche trovarlo (almeno sulla carta), ma una percentuale di elettori saranno scontenti, il che ovviamente causerà un calo di popolarità dei due partiti. Il resto del tempo verrà speso ad accusarsi gli uni gli altri: entrambi diranno che avevano delle idee geniali e attuabilissime - non so, roba del tipo "smontiamo il Viminale mattone per mattone e ricollochiamolo ad Cornate d'Adda (MB)", oppure "usciamo dall'Euro e rimpiazziamolo con i soldi del Monopoli che ognuno potrà stampare comodamente a casa propria" - e poi diranno che l'unico motivo per cui il piano è fallito è l'ostruzione dell'altro partito.
 

CiaobyDany

Gli @dmin sono delle brutte perso
Wiki
#68
Il mio mood non è migliorato particolarmente da stanotte in realtà.

Concordo con TD (a sto punto andiamo direttamente di #TDForPresident che GMod mi pare una carica un po' bassa). Vediamo il lato positivo: la sinistra distrutta ha la possibilità di rifondarsi (senza Renzi pls) mentre lega e m5s giocano a chi governa peggio. Dati i numeri in parlamento e l'incapacità dei 5 stelle credo che qualsiasi governo sarà fondato durerà un anno circa. Ora il tutto sta nel capire quanti danni possono fare in questo periodo. I vaccini non saranno più obbligatori, i diritti civili aboliti (Frozen uscirà in versione censurata e approvata dalla Lega con buona pace di Salvini), gli immigrati mandati al rogo e avremo un referendum per uscire dall'Euro. Il reddito di cittadinanza non penso che lo faranno subito ma in caso contrario avremmo un crollo più veloce dell'economia. Ma già il referendum sull'Euro mi fa molta paura, perché saremmo capaci di votare per uscire. Per il resto bisogna capire quanto potrà essere grande la crisi economica in cui verremo buttati da questi incoscienti.
 
#69
Ne ho parlato ad oltranza in altri posti quindi scusatemi ma non ho voglia di scrivere ulteriormente:

PD (di renzi) morto con necessità di cacciarlo a calci in culo e riformarsi, sinistra attualmente morta con necessità di rivedere le proprie posizioni (attualmente non frega ad un cazzo a nessuno della sinistra, e l'unico baluardo serio rimasto è il PD che ha preso il peggior risultato dal '94 ad oggi, chi parla di LeU +Europa o PaP come punti di partenza per ricostruirla per piacere taccia visto che i dati parlano chiaro).

Probabilmente si tornerà alle urne anche se pare che di maio abbia nuovamente cambiato idea e sia aperto alle consultazioni con qualunque forza politica. Il centro destra non ha la maggioranza e se eventualmente riuscisse ad ottenerla non riuscrebbe comunque a governare decentemente o fino alla fine della legislatura. 

Se il PD non andasse all'opposizione (duratura e ad oltranza) inizierò a votare lega nord per ripicca.

 
Ultima modifica da un moderatore:
#70
I vaccini non saranno più obbligatori, i diritti civili aboliti (Frozen uscirà in versione censurata e approvata dalla Lega con buona pace di Salvini), gli immigrati mandati al rogo e avremo un referendum per uscire dall'Euro. Il reddito di cittadinanza non penso che lo faranno subito [...]
Non so se tu stessi scherzando o no, cmq IMHO di queste cose l'unica possible è quella sui vaccini. Non che questa sia una buona notizia eh - forse è la cosa peggiore, perché ha più rischi concreti e conseguenze a lungo termine, ma per il resto nulla è realistico. Per la situazione degli immigrati, l'Italia è vincolata da trattati internazionali e protocollo UE. Non che questo sia positivo, ma l'Italia viene cagata già poco così, figuriamoci se quella blatta di Salvini, per di più con una maggioranza inconsistente, può permettersi di fare la voce grossa sul panorama internazionale.

Sui diritti per le coppie omosessuali, i 5 stelle non hanno mai espresso una posizione chiara, la Lega ovviamente sì, ma io penso che Salvini sia abbastanza intelligente da sapere quali battaglie combattere... E' chiaro che non ci saranno progressi durante il suo (loro) governo, ma dubito si metterà ad abolire le unioni civili o fare altro di concreto.

Per il referendum sull'Euro, non so se lo sai, ma dopo la Brexit sono diventati tutti un po' più europeisti  :D Il rischio più grosso viene dai 5 Stelle, ma nutro qualche speranza che nel partito ci sia qualcuno con una trentina di connessioni neuronali che si renda conto che toccare l'argomento Europa significa fare la fine di David Cameron (o Boris Johnson, Nigel Farage etc.)... Hanno indetto un referendum, ma sono stati costretti a scappare con le gambe levate dopo averlo vinto, dato che il loro piano finiva lì. Theresa May ha raccolto da dove aveva lasciato, e come risultato, la sua popolarità è sotto zero. Penso che sia ovvio che dopo di questa la sua carriera politica (e quella dei tizi citati prima, tranne forse Cameron) è finita, ma Di Maio è ancora giovane, per cui...
 

CiaobyDany

Gli @dmin sono delle brutte perso
Wiki
#71
Non so se tu stessi scherzando o no, cmq IMHO di queste cose l'unica possible è quella sui vaccini. Non che questa sia una buona notizia eh - forse è la cosa peggiore, perché ha più rischi concreti e conseguenze a lungo termine, ma per il resto nulla è realistico. Per la situazione degli immigrati, l'Italia è vincolata da trattati internazionali e protocollo UE. Non che questo sia positivo, ma l'Italia viene cagata già poco così, figuriamoci se quella blatta di Salvini, per di più con una maggioranza inconsistente, può permettersi di fare la voce grossa sul panorama internazionale.

Sui diritti per le coppie omosessuali, i 5 stelle non hanno mai espresso una posizione chiara, la Lega ovviamente sì, ma io penso che Salvini sia abbastanza intelligente da sapere quali battaglie combattere... E' chiaro che non ci saranno progressi durante il suo (loro) governo, ma dubito si metterà ad abolire le unioni civili o fare altro di concreto.

Per il referendum sull'Euro, non so se lo sai, ma dopo la Brexit sono diventati tutti un po' più europeisti  :D Il rischio più grosso viene dai 5 Stelle, ma nutro qualche speranza che nel partito ci sia qualcuno con una trentina di connessioni neuronali che si renda conto che toccare l'argomento Europa significa fare la fine di David Cameron (o Boris Johnson, Nigel Farage etc.)... Hanno indetto un referendum, ma sono stati costretti a scappare con le gambe levate dopo averlo vinto, dato che il loro piano finiva lì. Theresa May ha raccolto da dove aveva lasciato, e come risultato, la sua popolarità è sotto zero. Penso che sia ovvio che dopo di questa la sua carriera politica (e quella dei tizi citati prima, tranne forse Cameron) è finita, ma Di Maio è ancora giovane, per cui...
E di grazia a Salvini cosa gliene frega dei trattati internazionali e del protocollo UE?

Abolire le unioni civili era parte del programma della Lega e in generale credo di tutto il centrodestra, quindi potrebbero farlo in modo abbastanza facile. E scusami tanto, ma se devo basare la mia fiducia sui 5 stelle sto decisamente fresco.

Se la gente fosse europeista il 17% non avrebbe votato per un partito che ha come fulcro del suo programma uscire dall'Euro. E i 5 stelle l'hanno ampiamente criticato pure loro. Ancora, l'unica certezza che ho sui 5 stelle è che faranno casino.

Ora, l'unica cosa che bisogna veramente capire è che cosa abbiano intenzione di fare (se hanno intenzione di fare qualcosa), perché i 5 stelle non hanno uno straccio di idea propria e negli ultimi anni l'unica cosa che hanno fatto è stato dire di no a qualsiasi cosa venisse detta o fatta in parlamento.
 
#72
Abolire le unioni civili era parte del programma della Lega e in generale credo di tutto il centrodestra, quindi potrebbero farlo in modo abbastanza facile. E scusami tanto, ma se devo basare la mia fiducia sui 5 stelle sto decisamente fresco.
non hanno i numeri e non succederà mai. Non credo faccia parte del programma di FI (della Meloni forse si).

Il m5s è stato poco chiaro ma con il DDL Cirinnà hanno ostacolato in parte il voto, anche se si sono detti favorevoli ai diritti delle coppie omosessuali.

I 5stelle con Di Maio, dopo la pubblicazione della lista dei ministri del governo ombra, risultano molto molto MOLTO più moderati e ragionevoli della lega nord. Un governo composto da esperti del settore che non hanno collegamenti diretti con il movimento (ed anzi, all'istruzione c'è un tizio collegato alla Buona Scuola di Renzi). Ovviamente hanno persone di fiducia in alcuni ministeri come quello della giustizia, ma anche sull'europa hanno parlato abbastanza chiaramente: quella millantata idea dell'europa a più velocità interessa molto a Di Maio, che considera ora il referendum (che non si può fare perchè siamo entrati nell'europa tramite trattato internazionale e non si possono fare referndum su di essi causa articolo 75 della nostra costituzione*) una extrema ratio.

*Possono sicuramente cambiare la costituzione però... se hanno la maggioranza adeguata.
 
Ultima modifica da un moderatore:

CiaobyDany

Gli @dmin sono delle brutte perso
Wiki
#73
non hanno i numeri e non succederà mai. Non credo faccia parte del programma di FI (della Meloni forse si).

Il m5s è stato poco chiaro ma con il DDL Cirinnà hanno ostacolato in parte il voto, anche se si sono detti favorevoli ai diritti delle coppie omosessuali.

I 5stelle con Di Maio, dopo la pubblicazione della lista dei ministri del governo ombra, risultano molto molto MOLTO più moderati e ragionevoli della lega nord. Un governo composto da esperti del settore che non hanno collegamenti diretti con il movimento (ed anzi, all'istruzione c'è un tizio collegato alla Buona Scuola di Renzi). Ovviamente hanno persone di fiducia in alcuni ministeri come quello della giustizia, ma anche sull'europa hanno parlato abbastanza chiaramente: quella millantata idea dell'europa a più velocità interessa molto a Di Maio, che considera ora il referendum (che non si può fare perchè siamo entrati nell'europa tramite trattato internazionale e non si possono fare referndum su di essi causa articolo 75 della nostra costituzione*) una extrema ratio.

*Possono sicuramente cambiare la costituzione però... se hanno la maggioranza adeguata.
Il problema di fondo è capire chi fa il governo. Il PD resta a fare opposizione se Dio vuole e Renzi forse se ne sta andando dai coglioni, e la Lega ha detto che non farà mai alleanze con i 5 stelle. Eppure l'unica prospettiva sensata di governo è una grande coalizione destra + 5 stelle (o direttamente lega + 5 stelle), tutte le altre avrebbero un governo di minoranza che non penso sia una cosa sensata da fare. In ogni caso tutte le proposte fatte fino a due giorni fa sono carta straccia, perché impraticabili data la preannunciatissima mancanza di una maggioranza. Infatti in molti avevano richiesto a tutti cosa avevano intenzione di fare in caso di mancata maggioranza, ma sistematicamente la risposta era che si puntava al 40%. Secondo me non lo sanno manco loro cosa cazzo fare, tutti i partiti avevano come obiettivo comune di affossare il PD (PD incluso con Renzi che è stato quello che più si è impegnato allo scopo), ma niente che andasse oltre lo spoglio dei seggi.
 
#74
boh ma ragazzi io credo che un governo lega/m5s sia impossibile. al di là delle sparate sugli immigrati che mettono tutti d'accordo ma difficilmente sono traducibili in legge, uno vuole il reddito di cittadinanza e l'altro la flat tax, sulle cose serie mi sembrano proprio incompatibili alla base. e secondo me salvini in questo momento preferisce di gran lunga stare all'opposizione e accumulare consensi sull'impopolarità altrui rispetto a governare e dover rendere conto delle promesse irrealizzabili fatte in campagna elettorale. perché dovrebbe esporsi e oltretutto aprire una crisi diplomatica con FI, considerando anche tutti i comuni/province/regioni che governano insieme?

io credo che l'ipotesi più probabile, escludendo elezioni anticipate, sia un governo 5 stelle appoggiato dal pd senza renzi, magari con dei nomi "neutri" condivisibili dai due partiti e senza di maio premier per carità. (da questo punto di vista, come diceva ponty sopra, l'elenco dei ministri m5s non è neanche così irragionevole). in ogni caso tutto dipende da chi verrà dopo renzi.

aggiungo: le ipotesi su salvini premier che dà fuoco gli immigrati, abolisce le unioni civili e indice i referendum sull'euro francamente mi sembrano troppo catastrofiste, con i numeri che ha non riuscirà a fare niente di tutto questo. considerate anche che per fare un referendum sull'euro bisogna prima cambiare la costituzione; per cambiare la costituzione servono i 2/3 dei voti parlamentari OPPURE il 50% e un referendum... insomma, capite che è molto molto dura e comunque passerebbero anni prima di vedere un qualsivoglia risultato.

aggiungo ancora: m5s e lega sono in formissima e pronti a riprendere la campagna elettorale in qualsiasi momento, mentre il pd è ai minimi storici e non ha più un leader... gli conviene andare a elezioni anticipate tra 6 mesi, col rischio di perdere i pochi parlamentari che hanno e consegnare definitivamente il paese in mano a salvini? 
 
Ultima modifica da un moderatore:

CiaobyDany

Gli @dmin sono delle brutte perso
Wiki
#75
boh ma ragazzi io credo che un governo lega/m5s sia impossibile. al di là delle sparate sugli immigrati che mettono tutti d'accordo ma difficilmente sono traducibili in legge, uno vuole il reddito di cittadinanza e l'altro la flat tax, sulle cose serie mi sembrano proprio incompatibili alla base. e secondo me salvini in questo momento preferisce di gran lunga stare all'opposizione e accumulare consensi sull'impopolarità altrui rispetto a governare e dover rendere conto delle promesse irrealizzabili fatte in campagna elettorale. perché dovrebbe esporsi e oltretutto aprire una crisi diplomatica con FI, considerando anche tutti i comuni/province/regioni che governano insieme?

io credo che l'ipotesi più probabile, escludendo elezioni anticipate, sia un governo 5 stelle appoggiato dal pd senza renzi, magari con dei nomi "neutri" condivisibili dai due partiti e senza di maio premier per carità. (da questo punto di vista, come diceva ponty sopra, l'elenco dei ministri m5s non è neanche così irragionevole). in ogni caso tutto dipende da chi verrà dopo renzi.

aggiungo: le ipotesi su salvini premier che dà fuoco gli immigrati, abolisce le unioni civili e indice i referendum sull'euro francamente mi sembrano troppo catastrofiste, con i numeri che ha non riuscirà a fare niente di tutto questo. considerate anche che per fare un referendum sull'euro bisogna prima cambiare la costituzione; per cambiare la costituzione servono i 2/3 dei voti parlamentari OPPURE il 50% e un referendum... insomma, capite che è molto molto dura e comunque passerebbero anni prima di vedere un qualsivoglia risultato.

aggiungo ancora: m5s e lega sono in formissima e pronti a riprendere la campagna elettorale in qualsiasi momento, mentre il pd è ai minimi storici e non ha più un leader... gli conviene andare a elezioni anticipate tra 6 mesi, col rischio di perdere i pochi parlamentari che hanno e consegnare definitivamente il paese in mano a salvini? 
Renzi ha detto che il PD finisce all'opposizione e che si dimetterà dopo che gli altri faranno il governo. L'unico modo per riottenere dei consensi è stare all'opposizione e criticare il governo degli altri. Ben sapendo che la lega farà casini e che i 5 stelle non sanno governare avrebbero vita facile a riprendersi se Renzi se ne andasse davvero.

Il nodo cruciale è proprio questo: a tutti fa più comodo andare all'opposizione piuttosto che al governo, quindi al governo chi ci mandiamo?
 
#76
veramente renzi ha indetto il congresso del pd subito dopo l’insediamento del parlamento, e mi sembra logico che porti alla nomina di un nuovo segretario, quantomeno ad interim. a quel punto tutti i giochi sono aperti. 
 
#77
renzi ha aperto l'ennesia stagione delle lotte intestine al PD. L'unica cosa che condivido del suo discorso (chiaramente confusionario ed infatti è riuscito a far apparire di battista dalla parte del giusto) è che va fatta opposizione senza se e senza ma.

Storicamente parlando l'opposizione racimola sempre voti col passare della/e legislatura/e, ed al PD serve del tempo per capire come agire e dove agire.
Renzi credo che non debba avere spazio nel nuovo PD, ma ovviamente avendo blindato le liste con i fedelissimi, ormai il partito è pieno di essi (anche se c'è una rottura dovuta all'orripilante risultato, questo è certo). 

p.s. a Salvini basta pazientare perchè Berlusconi è finito ormai, racimolerà il testimone che Berlusconi lo voglia o meno, e sarà il leader del centrodestra. 
 

CiaobyDany

Gli @dmin sono delle brutte perso
Wiki
#78
Meanwhile la prima cosa che hanno fatto i 5 stelle in parlamento è stato eleggere un presidente del senato che
-ha supportato le leggi ad personam di Berlusconi
-ha trovato un posto in un consolato per la figlia
-ha affermato dopo la condanna per frode fiscale che Berlusconi era innocente "perché l'Italia l'aveva votato"
-ha affermato che Ruby era la nipote di Mubarak
-ha affermato che non è possibile comparare il matrimonio ai diritti civili citando il Papa

Grande risultato per i fascisti! Per chi voleva un po' di rivoluzione forse un po' meno buono, ma va be'...
Adesso vediamo al toto-Governo come andrà.
 

CiaobyDany

Gli @dmin sono delle brutte perso
Wiki
#79
Ai lor signori che hanno votato 5 stelle come protesta contro il PD, faccio notare che Di Maio dopo 5 anni di insulti è passato ad elogiare il partito democratico cercando di fare il governo con loro. Feltri l'ha messa in modo divertente in questo articolo: http://www.lastampa.it/2018/04/06/c...-e-di-maio-k27z68QUp6k0eB8XyGQChN/pagina.html

Meanwhile è stato negato l'accesso ad un convegno al giornalista della stampa per motivi personali. Chi scrive contro il regime non è degno di documentarne l'ascesa a quanto pare. Quando mi si diceva che la lega era peggio dei 5 Stelle... Be', almeno loro non hanno mai imposto la censura pubblica. http://www.lastampa.it/2018/04/07/i...iornalista-kJYwJ81daSvH8jdp0MGnON/pagina.html

Ma l'unico problema era sempre e solo il PD ovviamente, gli altri sono tutti bravi e belli. Auguri a tutti.