Ultimo manga letto/anime visto

R.o.v.o.

_Colder than ice_


Nell'attesa della seconda stagione di Ushio to Tora, ho rivisto per la terza volta questo anime della passata stagione. Basato su una novel di Fujino Omori, l'anime segue le avventure di Bell Cranell nei dungeon della città di Orario. Coadiuvato da un ventaglio di personaggi quasi interamente femminile, il ragazzo si troverà ad affrontare diverse sfide durante le sue avventure. Come anime è piuttosto leggere e divertente, con diverse scene ben realizzate. Non è proprio un capolavoro, ma rimane comunque un buon prodotto IMHO. Inoltre si può trovare su Youtube sottotitolato in italiano. 
 

CiaobyDany

Pokémon Selvaggi Intensifies
Wiki
Saiyuki

Ho letto Gensoumaden Saiyuuki, Saiyuuki Gaiden, Saiyuuki Reload, Saiyuuki Reload Blast e Saiyuuki Ibun, quindi ho visto Saiyuuki, Gensoumaden Saiyuuki, Gensoumaden Saiyuuki Requiem, Gensoumaden Saiyuuki kibou no zaika, Saiyuuki Reload, Saiyuuki Reload Gunlock, Saiyuuki Reload burial e Saiyuuki Gaiden.

Sembra tantissima roba, ma in realtà sono meno di 30 volumi di manga e un centinaio di episodi di anime con un po' di speciali.

La trama è relativamente semplice (so già che verrà fuori un macello, ma è dovuto principalmente al fatto che non so scrivere, la storia è molto più lineare di quanto non sembri): esiste un universo parallelo ambientato vagamente qualche centinaio di anni fa (con parecchie inconsistenze che saranno chiare a breve), in cui, in una terra particolare (corrispondente grosso modo all'Asia), umani e demoni vivono in armonia, finché non iniziano ad essere prodotte delle "minus wave" (ho visto tutto in inglese/giapponese, i nomi italiani non li so) che fanno impazzire i demoni, che diventano assetati di sangue. La causa è da ricondurre agli esperimenti per far rinascere Gyumaoh, un potente demone ucciso 500 anni prima dal principe della guerra Nataku. Per questo viene assegnato dai Sanbutsushin (che sono tre dei in grado di comunicare con gli umani in terra) a Genjo Sanzo (Sanzo=più alto grado dei monaci buddisti. In questa serie perlomeno.) il compito di dirigersi verso ovest, in India (partono dalla Cina) ad interrompere questi esperimenti e riportare la pace. Ad accompagnarlo ci sono tre persone particolari, né umani né demoni: Cho Hakkai, umano diventato demone dopo essersi bagnato del sangue di 1000 demoni nel fallimentare tentativo di salvare la sua amata (e sorella, ma non stiamo a sottilizzare), mantiene comunque forma umana grazie a dei limitatori di potenza demoniaca (ovvero tre orecchini), Sha Gojyo, figlio taboo di un demone e di una donna, la manifestazione di questo sta negli occhi e nei capelli, di colore rosso sangue (o così dicono, i suoi capelli sono la cosa che più è cambiata nelle varie serie, passando da magenta a cremisi con tutte le sfumature in mezzo), Son Goku, ovvero il Seiten Taisei, una creatura eretica nata dalla terra, detiene poteri divini e demoniaci, pur non appartenendo a nessuna delle due categorie. Il suo segno distintivo sono gli occhi dorati, anche lui ha un limitatore di potenza, consistente in una corona dorata che però è intriso di potenza divina, se non lo avesse il suo aspetto cambierebbe e diventa un mostro spietato pressoché impossibile da controllare. Ah, giusto, Hakkai ha un "animaletto da compagnia", chiamato jeep o hakuryu (nel manga lo chiamano in un modo, nell'anime nell'altro), consistente in un pucciosissimo draghetto bianco sputafuoco, in grado di trasformarsi in una jeep a suo piacimento, che funge da mezzo di trasporto.

Ovviamente il viaggio non consiste in una scampagnata e molto spesso i 4 vengono attaccati da dei demoni mercenari che hanno il compito di ucciderli e rubare il sutra di Sanzo su ordine di Gyakumen Koshu, moglie di Gyumaoh (il megacattivone che stanno cercando di resuscitare). "E che minchia se ne fanno del sutra?" Ora ci arrivo. Il titolo di Sanzo viene assegnato ai monaci in carica di proteggere i 5 sutra del cielo e della terra, scritture che derivano dagli dei, con poteri immensi. I 5 sutra devono restare divisi, se fossero riuniti il loro potere potrebbe creare un nuovo universo. Per lo stesso motivo, i demoni vogliono riunirli per sfruttare il loro potere e resuscitare Gyumaoh. Genjo Sanzo ha ricevuto in eredità dal suo maestro la protezione di due sutra. Uno dei due tuttavia, è stato rubato la notte in cui è stato ucciso, e da allora lo sta cercando. (ma si scopre quasi subito che è già nelle mani dei cattivi). Un altro sutra viene ritrovato in mezzo ad un deserto random, sempre dai cattivi, un terzo, molto tempo dopo si scopre essere anch'esso in mano ai demoni, perché il loro ricercatore capo, Ni Jieni, in realtà è Ukoku Sanzo, conoscente del maestro di Genjo Sanzo. Sempre sul lato cattivi abbiamo un gruppo di 4 persone, consistente in Kougaiji, figlio di Gyumaoh, assiste Gyakumen Koshu solo perché con le ricerche spera di essere in grado di resuscitare anche la propria di madre, Dokugakuji, alias Sha Jien, fratellastro di Gojyo, Yaone, un'alchimista, e Lirin, sorellastra di Kougaiji, figlia di Gyumaoh e Gyakumen Koshu, ma vista da quest'ultima come mero strumento ai fini della resurrezione del marito. Ok, a questo punto è necessario fare un:

tl;dr: 4 tizi su una jeep devono andare ad ammazzare dei demoni, che a loro volta vogliono ammazzarli.

^perché questa è la trama effettivamente. Potrei parlare di diverse altre cose, ma sarebbe superfluo, mi limiterò a descrivere le differenze tra le varie serie e tra le stesse e l'anime.

Gensoumaden Saiyuuki, Saiyuuki Reload e Saiyuuki Reload Blast seguono la trama principale, con i protagonisti che vanno sempre più ad ovest e incontrano sempre più demoni, ogni tanto pure Kougaiji & Co., ma per un motivo o l'altro le loro lotte vengono sempre interrotte prima che le due parti possano uccidersi. Saiyuuki Gaiden si svolge 500 anni prima della serie principale, ha come protagonisti Son Goku e altri tre dei (di cui si scoprirà in seguito essere la reincarnazione gli altri tre protagonisti se la somiglianza fisica non fosse sufficiente. Come si può ben immaginare, i tre dei muoiono ribellandosi all'imperatore di Giada mentre cercano di scappare verso il mondo inferiore con Goku, che è l'unico a sopravvivere. È l'unica serie attualmente conclusasi, e riesce ad avere un senso anche senza leggere la serie principale, eviterò di scrivere una trama più dettagliata per non fare spoiler (il fatto che i tre muoiono era necessario per avere delle reincarnazioni, quindi non mi sento in colpa a dirlo). Saiyuuki Ibun invece racconta del passato di Koumyo Sanzo (il maestro di Genjo Sanzo), di come è riuscito ad ottenere due sutra al posto di uno come era tradizione che fosse. Purtroppo la serie è stata interrotta dopo pochi capitoli e non si sa quando sarà ripresa.

Passando all'anime.

Saiyuuki è un primo oav di due puntate creato per promuovere il manga. Sostanzialmente è un filler molto poco importante. Gensoumaden Saiyuuki è la serie più lunga, consta di 50 episodi ed è la trasposizione di parte dell'omonima serie del manga, più parte di Gaiden. Finché segue il manga è una serie decente (fatta eccezione per i disegni orribili e i demoni che si smaterializzano morendo), poi la seconda metà diventa una serie filler con personaggi inventati ed inconsistente con gli sviluppi futuri del manga. È anche la serie contenente l'inizio di Gaiden (la cui pubblicazione è stata contemporanea a Gensoumaden), in cui mi chiedo perché tutti i colori siano sballati. Konzen ha una veste viola anziché bianca, Kenren ha capelli fucsia al posto di neri, Nataku ha capelli viola e occhi dorati anziché essere biondo con occhi viola (e il fatto che abbia occhi non dorati è importante perché lo spacciano come eretico al pari di Goku nonostante non lo sia). La trama è stata opportunamente modificata per includere i personaggi del filler, cosa che mi ha alquanto irritato. Gensoumaden Saiyuuki Requiem è un film filler di cui ricordo poco, quindi non era granché, mentre Gensoumaden Saiyuuki kibou no zaika è un oav in due episodi, anch'esso filler inutile. Saiyuuki Reload è una serie di 25 episodi e si basa sull'omonima serie manga, ma la sua conclusione coincide con il finale di Gensoumaden Saiyuuki, non presente nella prima serie perché non ancora pubblicato al momento della trasmissione. La censura è stata ridotta, le pistole non fanno rumori strani quando sparano, i demoni muoiono decentemente, ma hanno la pelle di vari colori che vanno dal verde al blu, e anche il sangue ha un colore strano. Saiyuuki Reload Gunlock è il proseguimento della serie precedente (mi chiedo l'utilità del cambio di nome, essendo iniziata una settimana dopo la fine della di Saiyuuki Reload), continua con la storia del manga di Saiyuuki Reload, ma ha un finale non canonico perché ancora una volta il manga era ancora in corso. Ad essa sono seguite due serie di oav (le produzioni migliori a mio parere). Saiyuuki Reload burial è tratto dai capitoli burial del manga di Saiyuuki Reload e narra sostanzialmente le storie dei personaggi prima dell'inizio del viaggio. Il primo è dedicato ad Ukoku Sanzo e Genjo Sanzo, narra di come il primo ha acquisito il titolo, e della vita del secondo dalla morte del maestro al salvataggio di Goku dalla montagna in cui è stato rinchiuso per 500 anni. Il secondo è dedicato a Goku stesso, alla sua vita dal salvataggio dalla montagna fino a quando ha iniziato a seguire Sanzo su ordine dei Sanbutsushin, infine il terzo narra della vita di Gojyo e Hakkai dopo che quest'ultimo ha cambiato vita e nome (non specifico meglio sempre per gli spoiler). Ho molto apprezzato l'assenza di censure su demoni e sangue, finalmente. Saiyuki Gaiden infine è una serie di 3 oav (più uno speciale), riprende la storia dopo le puntate trasmesse nella serie Gensoumaden Saiyuuki, sostanzialmente racconta la fuga dei 4 dal paradiso. Se le prime serie erano eccessivamente censurate, in questo caso abbiamo praticamente uno splatter, con sangue ovunque.

La serie manga è ancora ongoing, come accennato, a causa di problemi di salute dell'autrice, ma lo consiglio come serie leggera (la trama influenza poco lo svolgimento che consiste perlopiù di filler ben fatti), soprattutto amo i disegni. Faccio notare la presenza di fanservice maschile, con ragazzi a torso nudo ogni due per tre senza motivazioni sensate.

Mi sono dilungato davvero troppo, lol :D
 
Ieri sera sono andato al cinema per vedere The boy and the beast.

Film molto carino e che ho visto più che volentieri, con una trama semplici ma che manda messaggi anche importanti, non ho sempre apprezzato l'inserimento di parti digitali, apprezzo molto di più lo stile "classico".

Secondo me rimane decisamente più bella l'altra sua opera, ma sono gusti personali, ed io ho adorato Wolf's Children.
 

Awake☆

Through the distorted lenses I found a cure
Attack on Titan, ovvero il primo anime ad appassionarmi così tanto da spingermi a rivederlo 3 volte (normalmente una mi basta e avanza, al massimo rivedo le OAV dei miei preferiti) .

E giuro che appena un anno fa non gli avrei dato un soldo perchè il titolo mi sembrava troppo trash, invece adesso...



Uhm..aspetto impaziente la seconda stagione 
 
Attack on Titan, ovvero il primo anime ad appassionarmi così tanto da spingermi a rivederlo 3 volte (normalmente una mi basta e avanza, al massimo rivedo le OAV dei miei preferiti) .

E giuro che appena un anno fa non gli avrei dato un soldo perchè il titolo mi sembrava troppo trash, invece adesso...



Uhm..aspetto impaziente la seconda stagione 
Non mi è piaciuto attack on titan ma la vignetta che hai postato merita tutto.

Sto finendo di leggere shaman king e di vedere plastic memories

Allora: sk è bello bello ma disegnato da cani. I combattimenti sono troppo brevi forse,ma comunque convincenti,specie all'inizio.

Nell'ultima parte rimane qualitativamente alto ma imho peggiora,troppa carne al fuoco,troppi power up insensati, gente che muore e resuscita a gogo, il protagonista e il cattivo che vanno a prendersi un caffè insieme (e naturalmente il cattivo ha pure scroccato)... Insomma,un macello. È bello ma confusionario,tuttavia piuttosto originale in certe scelte. Ah,provo una malsana attrazione contrastante con il mio orientamento sessuale verso faust.

La cosa buona di shaman king è che fa riflettere veramente e non su temi tipici come il coraggio e l'amicizia,bensì su un più originale e se vogliamo condivisibile concetto di pace interiore. Attraverso il personaggio principale, yoh, il manga cerca di indottrinare il lettore insegnandogli che non è mai bene farsi prendere dall'ansia, che bisogna sempre vivere sereni, anche nelle situazioni di merda; mai preoccuparsi del futuro perché esso è imprevedibile. La lungimiranza non coincide con l'ansia. 

Riguardo a plastic memories: bello bello bello bello bello. È esattamente lo stesso stile di angel beats, per intenderci, però senza particolari scene d'azione. Il mondo in cui si svolgono gli eventi narrati è un fittizio futuro prossimo, senza nulla di troppo particolare se non una tecnologia abbastanza avanzata da costruire androidi in grado persino di provare sentimenti

La storia ruota proprio attorno a questi androidi, ma non sto a parlare della trama. Come ho già detto, non c'è tanta azione nell'anime, non essendo proprio di genere action, in comune con angel beats ha il ritmo narrativo e la densità di emozioni che porta. Sfruttando la comicità ti fa affezionare ai personaggi,che poi saranno coinvolti in situazioni commoventi (non sempre tristi, a onor del vero. Io ho pianto per la dichiarazione d'amore di due personaggi,per dire)

Ah, isla è adorabile. Mi sono innamorato lol

Invece tsukasa mi somiglia un botto per come vive il suo amore per isla, quindi mi sono immedesimato un sacco(non è spoiler. Viene detto esplicitamente che è innamorato dopo 58 secondi dall'inizio del primo episodio.)

L'episodio 11 fa schifo però
 
Nichijou: quest'anime sta all'animazione come la poesia ermeneutica sta alla letteratura. E' un hit or miss, se non ti piace non c'è verso di riuscire a guardarsi 26 episodi, se ti prende è semplicemente basato su un nosense geniale. A prescindere dai gusti, è tecnicamente ineccepibile, per essere (relativamente) vecchietto. Alcuni jokes sono incomprensibili per noi e me ne rammarico, ma consultare la wiki aiuta molto. Decisamente il miglior kyoani che io abbia visto, alla faccia di hibike ed hyouka.

Shonen Shoujo: boh è il nisio, c'è da aggiungere qualcosa? Il tratto di akira akatsuki è pulitissimo, perfetto, è divino. Il nisio ha costruito una premessa interessantissima giocando con i tropi ed i canoni narrativi, è un genio ma si sapeva già. Ovviamente un manga da non perdere seppure sono usciti solo 5 capitoli che stanno ancora introducendo la storia. Di conseguenza consiglierei di aspettare qualche tempo prima di iniziare la lettura. Potenzialmente un capolavoro perchè non ha una partenza brutta/lenta a differenza di medaka box.
 


Appena finito di leggere Pluto, assolutamente da leggere e da recuperare appena possibile anche in forma cartacea, veramente molto bello e con un messaggio molto attuale.
 

CiaobyDany

Pokémon Selvaggi Intensifies
Wiki
Mi ero fermato a Saiyuuki, ma nel mentre ho recuperato altro:

Nabari no Ou, letto il manga e visto l'anime.

Indubbiamente la serie più rivalutata dei miei ricordi. Il manga è spettacolare e ti lascia costantemente col fiato sospeso, i personaggi sono caratterizzati benissimo e subiscono tutti o quasi una grossa evoluzione psicologica. Yoite best character ever (no, ok, in realtà viene dopo Homura, ma è in semi-Godlike tier). Ci sono i feels e ci sono i mindfuck.

Nota di demerito: alcune situazioni necessarie per il proseguimento della trama risultano parecchio surreali e c'è il classico dei protagonisti pressoché immortali che nonostante abbiano 14 anni fanno strage di nemici molto più esperti, nonché dei team buoni e team cattivi che si incontrano 8000 volte nel corso della serie e nonostante dovrebbero ammazzarsi si ritrovano immancabilmente a chiacchierare e a rimandare gli scontri.

Menzione a parte per il rapporto Raiko e Raimei: è ovvio, palese e scontato che la base sia Sasuke/Itachi, ma lo sviluppo della vicenda è drasticamente diverso, non credete ai dementi che hanno il coraggio di dire che è una brutta copia di Naruto questa serie. Le idee di fondo sono quelle, ma lo sviluppo è molto diverso.

Noto di non aver scritto nulla sulla trama: long story short.

Nel mondo reale e contemporaneo (anni 2000 circa) esistono ancora gli shinobi/ninja che vivono in Giappone nascosti al resto del mondo. Questi sono divisi in 5 villaggi e praticamente non hanno contatti tra di loro, inoltre ognuno di essi nasconde una tecnica segreta-super-figa-ecc. Il protagonista è un ragazzo che vive nel villaggio di Banten e scopre che racchiude dentro di sé lo Shinrabansho, la tecnica finale-super-figa-ultra-devastante-ecc. in grado di fare qualsiasi cosa che ovviamente non è in grado di controllare e rischia di ucciderlo e i villaggi nemici vogliono rubare.

Note sull'anime: la serie è stata fatta per pompare le vendite del manga ed è stata trasmessa ad opera in corso, ergo segue abbastanza fedelmente la serie fino all'episodio 22 circa, poi manda a puttane la trama e la stravolge con un finale opposto o quasi a quello reale. Inoltre accenna e basta al passato di Yoite che è tipo il fulcro della serie.

Ottimi anche i disegni, gli sfondi acquarello mi sono sempre piaciuti, e nell'anime il doppiaggio era buono così come le OST.

Domani scriverò di Nanatsu no Taizai e Boku no Hero Academia (forse)
 

CiaobyDany

Pokémon Selvaggi Intensifies
Wiki
Domani, mercoledì... Più o meno ci siamo dai...

Nanatsu no taizai: dopo aver seguito il manga più o meno costantemente da quasi un anno, visto che ad agosto inizia la nuova serie (che non ho ancora capito se è veramente composta da 4 miseri OVA o se continua dopo) ho deciso di recuperare anche la serie animata.

La prima serie recupera in 25 episodi i primi 100 capitoli del manga. Avendola guardata con un po' di distacco da quando ho letto il manga, non ho notato grosse differenze di trama (anche se controllando poi sulla wikia a tema ce ne sono, ma quasi nessuna particolarmente rilevante). Come era ovviamente prevedibile invece lo spazio lasciato ai gaiden è stato ridotto per esigenze di spazio, il che è da un certo punto un peccato visto che alcuni sono più belli della serie principale (tant'è che su quello di Ban e Elaine ci hanno fatto un OAD)

La trama la potete leggere nel topic apposito:



Come serie mi è piaciuta parecchio, l'animazione è ben curata e i disegni sono piacevoli, il doppiaggio rientra nella norma (escludendo gli orgasmi multipli quando ho realizzato che Meliodas lo fa Yuuki Kaji, ma quello è un mio fetish difficilmente condiviso), le OST mi sono piaciute parecchio, così come le sigle in generale. Forse la seconda ending è un po' anonima come canzone, ma resta orecchiabile. La seconda opening devo ancora capire perché mi piaccia così tanto nonostante sia abbastanza normale, lol.

Raccomando assolutamente anche i due OAD: il primo racconta di Ban e di Elaine in modo più esplicito di quanto non sia fatto nella serie, mentre il secondo è una raccolta di speciali molto divertente.

Consigliatissimo a chiunque voglia uno shonen senza troppe pretese con cui passare l'estate e prepararsi alla nuova serie :)

Boku no Hero Academia

Avevo iniziato a leggere questa serie quando ho letto della serie animata perché sostanzialmente volevo il mio shonen ignorante settimanale alla Naruto e visto che Kishimoto lo ha dichiarato come successore di Naruto mi pareva l'ideale. In realtà mi sono dovuto ricredere perché questo non è uno shonen ignorante, ma una serie con i controcazzi. Tralasciando la trama generale che è il solito trito e ritrito del protagonista pippa che ottiene i superpoteri così potenti da non riuscire nemmeno a controllarli e con cui dovrà presumibilmente salvare l'universo diventando il più forte di tutti, la sceneggiatura e i personaggi al contrario risultano spesso innovativi.

Ci troviamo in un universo contemporaneo in cui però da qualche anno nonricordoperché gli umani hanno sviluppato i superpoteri (chiamati quirk che non ho mai avuto sbatti di cercare cosa diavolo significhi). Ognuno ne ha uno diverso e sono tendenzialmente ereditari. O meglio, quasi ognuno, perché Izuku Midoriya è un raro caso di senza quirk. Come è facile immaginarsi, con l'avvento dei superpoteri sono arrivati anche i supercattivi (chiamati Villain) che usano i quirk per compiere azioni malvage, oltre che ovviamente i supereroi (Hero appunto). Quello di Hero è un lavoro vero e proprio certificato e per il quale esistono scuole apposite. Un giorno quasi per caso Izuku viene a scoprire che il suo idolo, l'eroe numero 1, All Might, in realtà è malato e non riesce a mantenere il suo aspetto da Hero (simil-superman biondo per intenderci) troppo a lungo, e diventa uno scheletrino. Inoltre, il suo quirk, One for All (aka superforza ignorantissima), può essere tramandato, e decide di affidarlo a Izuku stesso, che però non riesce a controllarlo e si sfracella le ossa ogni volta che tenta di usarlo. Nonostante questo Izuku riesce ad entrare nella scuola più elitaria per quanto riguarda il dipartimento di eroica, la UA, dove insieme ai suoi compagni imparerà a diventare un eroe. Tutto questo mentre un'associazione di cattivi decide che è giunto il momento di mostrare al mondo che gli eroi non valgono niente e complottano per uccidere All Might.

Non mi starò a dilungare ulteriormente sulla trama, basti sapere che in più occasioni gli studenti si troveranno ad affrontare i cattivi e che diversi scenari totalmente inaspettati si profilano all'orizzonte.

La cosa che ho più apprezzato di questa serie è il suo mantenersi nei limiti delle distorsioni del mondo creato, il più verosimile possibile. Ora, tralasciando i primi capitoli, dove sono presenti alcune situazioni palesemente create solo per far iniziare la storia e assolutamente inverosimili, con il proseguire della trama questa diventa molto solida. Inoltre la presenza di tantissimi personaggi principali tutti quanti ben sviluppati è un grande punto di forza della serie. Terzo, i superpoteri che variano dalla classicissima superforza e supervelocità ignoranti, al diventare giganti, all'avere una controparte oscura, al tizio con sei braccia, a quello con la coda, alla mezza rana, al tipo mezzo infuocato e mezzo ghiacciato, al far levitare oggetti, al creare oggetti, all'amplificare i suoni inserendo dei jack audio che pendono dalle orecchie, allo scaricare elettricità intorno a sé, al fare esplosioni, all'indurire il corpo ecc. ecc. La cosa molto divertente/interessante è che i superpoteri si riflettono nella personalità dei personaggi più delle volte, e in modo molto azzeccato: la tipa invisibile è molto timida, quello che fa esplosioni è una testa calda e così via.

In Giappone siamo appena arrivati al capitolo 100 dopo una serie di avvenimenti molto sconcertanti che personalmente mi chiedo come faranno proseguire la storia.

La serie animata di 13 episodi racchiude il primo arco, fino all'invasione dei villain nella UA, ma è stata annunciata una seconda stagione con lo sport festival non si sa quando. La trascrizione animata è stata anche in questo caso ben curata (anche in questo caso con orgasmi multipli perché Yuuki Kaji fa Todoroki Shouto che è automaticamente diventato il mio personaggio preferito).

Nota dolente: ho visto la traduzione italiana e devo ammettere che fa particolarmente pena. La scelta di mischiare termini inglesi/giapponesi in italiano ha portato a delle aberrazioni inguardabili ("un quirkless non può diventare un Hero" per dirne una, già la frase in sé è oscena, poi l'articolo davanti a Hero è il tocco finale per devastare il tutto). Online consiglio particolarmente le scan inglesi dei fallen angels (i link ve li mando in privata perché qui ovviamente non posso metterli), nonostante siano 3/4 giorni in ritardo rispetto agli altri siti, hanno spesso a fine capitolo una pagina extra in cui il traduttore spiega i vari giochi di parole presenti nel manga e che ovviamente con la traduzione vanno persi (in particolare ho apprezzato le spiegazioni dei nomi dei personaggi che ovviamente sono basati sui loro quirk e che altrimenti restano incompresi).

Consigliatissima a tutti gli amanti degli shonen!!!
 
Mi piace: Not


Prima delle tre parti dell'adattamento animato e cinematografico di Kizumonogatari, prima novel della serie Monogatari.
9/10, che non è 10 solo per sporadici CG su Araragi e per dispetto personale a Shaft, che è troia e divide il tutto in tre film da un ora l'uno, che danno il tipico e odioso effetto antipasto di quando vorresti semplicemente stare li quattro ore a goderti l'arte pura e invece un ora di prima parte e la seconda a chissà.

è uscito in Giappo da mesi, ma il bluray è out da poco e quindi i sub ad alta qualità pure. Fintanto che non l'avremo mai qui da noi, l'ho preso e potete prenderlo Akuma.
Ah, e visto sul TV grande. Grazie Chromecast.
 
Ultima modifica da un moderatore:
Fnito di vedere kizumonogatari tekketsu-hen, primo film dedicato all'adattamento della novel di kizumonogatari. C'è un fottio di roba da dire ma vorrei fare un post sul mio blog a riguardo. Si può definire una rivoluzione all'interno dell'adattamento della storia delle monogatari series, infatti se per le altre serie l'uso del dialogo era preponderante in tutti i sensi, e il flusso di coscienza non molto dissimile alla tecnica utilizzata da Joyce e la Woolf nel secolo scorso, qua avviene un capovolgimento completo. Non sono le parole a comunicare emozioni e pensieri, ma le immagini, sfruttando un comparto tecnico tra i migliori che io abbia mai avuto il piacere di guardare (secondo solo a redline [7 anni di produzione] e kaguya hime [10 anni di produzione]) . Kizumonogatari veicola i messaggi usando imput visivi e sonori, che siano messaggi di SOS con il codice morse, pianti di neonato o treni che acquistano velocità, tutto ha senso nell'economia dell'opera e ne impreziosisce la qualità. 2 difetti, ovvero alcune camminate in cgi (4/5 mi pare) che sono un pugno nell'occhio, ed una fin troppo scarsa presenza di dialoghi che danneggia un po' la personalizzazione di araragi, visto che 5 minuti in più di dialoghi avrebbero beneficiato un sacco, fanno guadagnare a questo film un 9 pieno al posto di un 10. Il fatto che il film duri 1 ora è perchè ci devono sicuramente guadagnare per giustificare gli anni di produzione, scelta un po' infelice ma sono il primo disposto ad accettarlo per avere una qualità del genere. Sicuramente questo film è solo un assaggio (ma neanche tanto visto che adatta le prime 90 pagine), e non vedo l'ora di scoprire le altre 2 parti.

Soon (tm) farò un post molto più completo ma come "assaggio" dovrebbe bastare.

Screens allegati





una delle pochissime scene fanservice (ma tra le meglio fatte che io abbia mai visto, a dimostrazione che anche il fanservice ecchi se saputo sfruttare è un ottimo mezzo per veicolare la risata.)



when u fap too hard on kizu



Come ha detto gggggggiova, vedetevelo dagli akuma seguendo il suo link.
 
@Mr Ponty vogliamo parlare di una Heart-Under-Blade disegnata talmente bene che seriamente, in certe inquadrature rimani pietrificato dalla sua bellezza e tutto ciò che pensi è "Come può un disegno essere così bello?".
E lasciamo stare la loli Kisshot che davvero più la guardavo e più volevo stritolarla di coccole.



 
io giusto qualche notte fa ho condiviso proprio la gif di shinobu pattata da araragi in kizu, nel topic dei nottambuli senza aver visto il film. So fucking good. E next film si evolve, cazzo sembra freezer.
 

Carmageddon

AGE IS JUST A NUMBER
Admin


La mia Maetel (3 volumi in tutto)

Parla di un 30enne hikikomori da 15 anni, orfano di madre. Suo padre si risposa con una sventola tettona più giovane del figlio.

Okay.

Ora, senza spoilerarvi niente, vi spiegherò perché sto manga è fatto a cazzo di cane, adoperando un paragone:

La massaia che lava i panni.

Primo volume: La massaia mette i panni in lavatrice. I panni vengono lavati correttamente, e fin qui tutto okay 

(La storia viene introdotta bene, il protagonista viene ben inquadrato e definito in questo primo volume, dove vengono adeguatamente esposti i sentimenti e il turbato stato d'animo del ragazzo, giorno dopo giorno)

Secondo volume: La massaia stende i panni, e anche qui tutto bene

(La trama entra nel vivo con l'interazione tra la novella sposa, e il ragazzo, tra le mille difficoltà di dialogo)

Ora col terzo volume doveva esserci un bel finale (i panni ritirati, stirati e riposti in armadio) e invece no! La massaia ritira in fretta e furia i panni, li ammucchia sull'asse da stiro e li molla lì!

Mantenendo il paragone col manga, certamente detti panni sono stati puliti e si possono indossare, ma appunto mancano le ultime due fasi. Panni ben stirati = storia col finale fatto bene. E invece no, è stata "conclusa" (metto le virgolette perché quello lí che diavolo di finale è?!) in maniera raffazzonatissima nel terzo volume. A mio avviso ci volevano altri due volumi, per far capire bene come saranno definiti i rapporti tra i due ragazzi.

Ne sconsiglio l'acquisto, ma solamente per come è stata conclusa questa serie. Poteva essere un capolavoro, peccato veramente.
 
Ultima modifica da un moderatore:

CiaobyDany

Pokémon Selvaggi Intensifies
Wiki
Me ne avevi parlato più approfonditamente, probabilmente la serie nei piani dell'autore sarebbe dovuta durare più volumi, ma ha presumibilmente dovuto chiudere tutto in fretta a causa di pressioni della casa editrice. Capita spesso purtroppo...

Nel mentre mi sono dimenticato di recensire Black Lagoon, che ho letto/visto subito dopo Nabari no Ou.

La serie è ben fatta, ma presenta grossi difetti, pur non avendo una trama ben definita, ma prosegue ad "episodi".

Un impiegato giapponese (Rokurou Okajima) viene rapito da una banda di pirati nel pacifico che vogliono un disco contenente informazioni riservate della sua azienda. L'azienda decide che l'impiegato è una pedina sacrificabile e piuttosto che pagare il riscatto manda dei mercenari a distruggere l'imbarcazione dei pirati. La ciurma (composta di due uomini e una donna) riesce a salvarsi dall'assalto nonostante uno svantaggio tattico grazie ad un'intuizione dell'impiegato che sfrutta una nave incagliata come rampa di lancio per la barca per poi lanciare un siluro contro l'elicottero che li stava inseguendo. Alla fine si scopre che in realtà l'azienda ha pagato il riscatto e chiede a Rokurou di tornare in Giappone, ma il ragazzo, poiché l'azienda l'aveva già considerato morto, decide di non voler continuare la propria miserabile vita e segue i pirati che lo accolgono nella ciurma iniziandolo a chiamare Rock, come segno del suo cambiamento di vita.

Nella ciurma abbiamo Dutch, sedicente veterano del Vietnam, che è il capo della Lagoon Company, un'azienda con base a Roanapur, cittadina fittizia, paradiso dell'illegalità, che si occupa di trasporto merci (dove con merci si intende qualsiasi cosa che passi da armi a bambini killer psicopatici), esperto di strategia diplomazia e in grado di sparare. Benny, il classico nerd, ex studente universitario californiano, si è unito alla Lagoon dopo che aveva combinato un pasticcio con l'FBI. Infine Revy/Reby, la coprotagonista della serie, nota come Two-Hand per la sua abilità nello sparare contemporaneamente con due pistole, genio delle armi, dal temperamento molto focoso, è la prima delle tante donne più forti degli uomini della serie.

Come detto, non c'è una trama di fondo, ma la serie procede ad episodi, nel manga ci sono 5 o 6 capitoli divisi in molte parti (El Baile de la Muerte arriva a 37 parti per intenderci), raccolti in 10 volumi. Ovviamente le storie sono connesse tra loro e c'è uno sviluppo del carattere dei personaggi, ma manca un fine ultimo che possa far capire dove deve andare a parare la serie (e questo è un enorme problema come spiego meglio dopo). C'è una buona dose di fanservice, la serie è piena di sparatorie e tendenzialmente le donne la fanno da padrone. Tra i personaggi secondari più rilevanti mi sento di dover parlare della:

-domestica ex cane da guerra che devasterà letteralmente la cittadina di Roanapur due volte per proteggere il suo padroncino prima e vendicare il suo padrone dopo (no, non è stato fatto per chi ha il fetish delle maid)

-suora della Violence Church, che porta sempre gli occhiali da sole, beve, fuma e porta sempre in giro almeno una pistola (no, non è stato fatto per chi ha il fetish delle suore)

-cinese esperta di coltelli, vestita alla orientale, che tagliuzza parecchie persone e appare più volte nella serie (no, non è stato fatto per chi ha il fetish delle asiatiche)

E non dimentichiamoci ovviamente dell'ex comandante militare russo ricoperta di cicatrici ora a capo della mafia russa che va sempre in giro con il suo sigaro in bocca e i suoi soldati (ed è una donna pure lei), dei due bambini gemelli transessuali addestrati a diventare macchine da guerra e a sfruttare i loro corpi per procurare piacere ai clienti (questo capitolo è stato parecchio crudo) e di tanta altra gente.

La trasposizione anime consta di due serie da 12 episodi l'una (dove con seconda serie intendo semplicemente che nella sigla è stato aggiunto "the second barrage" di fianco al titolo, ma è stata trasmessa insieme alla prima e non ci sono differenze tali da giustificare il cambio serie), più una serie di 5 OVA denominati Roberta's Blood Trail, che tratta del capitolo El Baile de la Muerte, in cui un'altra maid guerriera (che però usa la capoeira e non è molto brava con le armi) arriva a Roanapur a cercare la prima maid che vuole vendicare l'uccisione del suo padrone (creando l'unica incongruenza di trama che abbia notato, perché la prima volta che era apparsa era stato specificato essere l'unica domestica della famiglia).

L'ultimo capitolo del manga, The Wired Red Card invece è stato lasciato a metà dall'autore che non si sa bene cosa cazzo stia facendo da 5 anni a questa parte.

La serie è ottima, i disegni pure, la narrazione è ben fatta, la trasposizione in anime è impeccabile, peccato solo che lo stronzo non abbia più i coglioni di continuarla. Almeno finisse il capitolo in corso...
 
Finito neon genesis evangelion (+ ending of evangelion che per forza di cose VANNO visti e considerati un tutt'uno, altrimenti non si capisce nulla, ma proprio 0)


E' la mia prima opera di Hideaki Anno, quindi non posso chiamarla capolavoro (sarebbe come fare una classifica con un solo partecipante), ma posso dire che è probabilmente l'anime più interessante che io abbia mai visto. Non mancano difetti, questo è sicuro. Il problema è che nel grande insieme delle cose, evangelion riesce perfettamente a scamparla liscia, gli errori per quanto presenti (pacing dei primi 13 episodi, che sembrano un "monster of the week", alcune forzature della trama specialmente nei primi 10 episodi, budget delle animazioni che crolla verso gli ultimi epsiodi [gli ultimi due sono una roba vergognosa]) non rovinano l'insieme che conta molto di più delle singole parti.

Potrei scrivere righe su righe di analisi sia sui personaggi sia sulla storia, cominciando dalla scelta di insierire simbologia religiosa, finendo con lo stato psicologico di Anno in quel periodo. Non ricordo da quanto tempo non davo un 10, ma per evangelion fino ad un prossimo rewatch, ho deciso di evitare l'utilizzo di una tabella e mettere semplicemente il massimo voto perchè se lo merita. E' stata un esperienza quasi misticia e difficilmente dimenticabile, che ancora mi colpisce il cuore con delle stilettate di nostalgia, facendomi quasi sperare di non averlo mai visto per poterlo rivedere da 0 ancora una volta. Purtroppo in questo caso, ogni storia ha una fine, ed Evangelion è terminato nel modo più criptico possibile. Ma non in senso negativo, Anno voleva volutamente lasciare certe scene aperte all'interptretazione e per quanto generalmente non concordi con questa scelta, visto che preannuncia una sorta di pigrizia narrativa da parte dello sceneggiatore, in questo caso risulta più azzeccata che mai, visto che incredibile ma vero quasi tutto riesce a quadrare perfettamente. Si, ci sono alcune lievi imperfezioni dovute probabilmente all'incredibile quantitativo di carne al fuoco messa da Anno, ma si riesce miracolosamente (non me l'aspettavo ci riuscisse, son sincero) a far quadrare tutto all'interno del suo disegno.

E poi che dire, l'ost della serie+film contiene alcune musiche tra le migliori mai fatte per una serie animata, tali da rimanere scolpite nella storia. A cruel angel'thesis, fly me to the moon e come, sweet death sono indimenticabili ed hanno lasciato un segno nella mia anima, non posso negarlo per quanto queste parole possano sembrare un elogio fin troppo eccessivo. Eppure non lo sono.

In definitiva, evangelion va visto? Da qualsiasi fan dell'animazione giapponese, si. Ma in realtà direi che anche le persone avvezze ai live action dovrebbero necessariamente vederlo. E' un'opera che trascende i confini tra i vari media e riesce ad essere appetibile per tutte le persone che non adorano la pappa già pronta. Eva infatti è fatto per mettere in moto il cervello, anche il più piccolo particolare possiede un senso nello schema delle cose.

Per guardarlo sconsiglio fortemente la visione della platinum edition italiana, essendo ormai antiquata dopo l'uscita dei BD remaster giapponesi l'anno scorso.

Consiglio la semplice visione del batch di sephirotic presente su nyaa, che possiede anche i sottotitoli in italiano (per quanto con alcuni errori di typo e di timing che mi premurerò di correggere per sephirotic). E' un invito a piratare? Beh non penso. Io volevo davvero attendere il bd box italiano ma tarderà ad arrivare a causa di problemi contrattuali stando alla stessa dynit. Quindi per non attendere, ho preso il miglior batch in circolazione (e probabilmente da un punto di vista tecnico anche migliore del futuro bd box italiano [lo dico perchè sephirotic ha corretto alcuni episodi frame per frame prendendogli ore ed ore di lavoro, credo oltre le 50)  e me lo sono visto, CONSCIO però del fatto che per un dovere morale dovrò comprare il BD box italiano, avendo usufruito in parte dei sub ita (quasi la totalità della serie l'ho vista in inglese ad essere sinceri).

Voto: 10

---

Ed Asuka rimane semplicemente uno dei personaggi più belli che io abbia mai visto, amore a prima vista.
 
Ultima modifica da un moderatore:

Zago

Sister Radar
Mod
Finito neon genesis evangelion (+ ending of evangelion che per forza di cose VANNO visti e considerati un tutt'uno, altrimenti non si capisce nulla, ma proprio 0)


E' la mia prima opera di Hideaki Anno, quindi non posso chiamarla capolavoro (sarebbe come fare una classifica con un solo partecipante), ma posso dire che è probabilmente l'anime più interessante che io abbia mai visto. Non mancano difetti, questo è sicuro. Il problema è che nel grande insieme delle cose, evangelion riesce perfettamente a scamparla liscia, gli errori per quanto presenti (pacing dei primi 13 episodi, che sembrano un "monster of the week", alcune forzature della trama specialmente nei primi 10 episodi, budget delle animazioni che crolla verso gli ultimi epsiodi [gli ultimi due sono una roba vergognosa]) non rovinano l'insieme che conta molto di più delle singole parti.

Potrei scrivere righe su righe di analisi sia sui personaggi sia sulla storia, cominciando dalla scelta di insierire simbologia religiosa, finendo con lo stato psicologico di Anno in quel periodo. Non ricordo da quanto tempo non davo un 10, ma per evangelion fino ad un prossimo rewatch, ho deciso di evitare l'utilizzo di una tabella e mettere semplicemente il massimo voto perchè se lo merita. E' stata un esperienza quasi misticia e difficilmente dimenticabile, che ancora mi colpisce il cuore con delle stilettate di nostalgia, facendomi quasi sperare di non averlo mai visto per poterlo rivedere da 0 ancora una volta. Purtroppo in questo caso, ogni storia ha una fine, ed Evangelion è terminato nel modo più criptico possibile. Ma non in senso negativo, Anno voleva volutamente lasciare certe scene aperte all'interptretazione e per quanto generalmente non concordi con questa scelta, visto che preannuncia una sorta di pigrizia narrativa da parte dello sceneggiatore, in questo caso risulta più azzeccata che mai, visto che incredibile ma vero quasi tutto riesce a quadrare perfettamente. Si, ci sono alcune lievi imperfezioni dovute probabilmente all'incredibile quantitativo di carne al fuoco messa da Anno, ma si riesce miracolosamente (non me l'aspettavo ci riuscisse, son sincero) a far quadrare tutto all'interno del suo disegno.

E poi che dire, l'ost della serie+film contiene alcune musiche tra le migliori mai fatte per una serie animata, tali da rimanere scolpite nella storia. A cruel angel'thesis, fly me to the moon e come, sweet death sono indimenticabili ed hanno lasciato un segno nella mia anima, non posso negarlo per quanto queste parole possano sembrare un elogio fin troppo eccessivo. Eppure non lo sono.

In definitiva, evangelion va visto? Da qualsiasi fan dell'animazione giapponese, si. Ma in realtà direi che anche le persone avvezze ai live action dovrebbero necessariamente vederlo. E' un'opera che trascende i confini tra i vari media e riesce ad essere appetibile per tutte le persone che non adorano la pappa già pronta. Eva infatti è fatto per mettere in moto il cervello, anche il più piccolo particolare possiede un senso nello schema delle cose.

Per guardarlo sconsiglio fortemente la visione della platinum edition italiana, essendo ormai antiquata dopo l'uscita dei BD remaster giapponesi l'anno scorso.

Consiglio la semplice visione del batch di sephirotic presente su nyaa, che possiede anche i sottotitoli in italiano (per quanto con alcuni errori di typo e di timing che mi premurerò di correggere per sephirotic). E' un invito a piratare? Beh non penso. Io volevo davvero attendere il bd box italiano ma tarderà ad arrivare a causa di problemi contrattuali stando alla stessa dynit. Quindi per non attendere, ho preso il miglior batch in circolazione (e probabilmente da un punto di vista tecnico anche migliore del futuro bd box italiano [lo dico perchè sephirotic ha corretto alcuni episodi frame per frame prendendogli ore ed ore di lavoro, credo oltre le 50)  e me lo sono visto, CONSCIO però del fatto che per un dovere morale dovrò comprare il BD box italiano, avendo usufruito in parte dei sub ita (quasi la totalità della serie l'ho vista in inglese ad essere sinceri).

Voto: 10

---

Ed Asuka rimane semplicemente uno dei personaggi più belli che io abbia mai visto, amore a prima vista.
Finalmente sei pronto:

 
quello è sicuramente il rebuild, aka roba che non posso ancora vedere non avendo visto nessuno dei 3 film.

Il motivo è presto detto, oltre ad averne sentito parlare relativamente maluccio, voglio attendere che Anno pubblichi il quarto film e spararmeli di fila.
 
Me ne avevi parlato più approfonditamente, probabilmente la serie nei piani dell'autore sarebbe dovuta durare più volumi, ma ha presumibilmente dovuto chiudere tutto in fretta a causa di pressioni della casa editrice. Capita spesso purtroppo...

Nel mentre mi sono dimenticato di recensire Black Lagoon, che ho letto/visto subito dopo Nabari no Ou.

La serie è ben fatta, ma presenta grossi difetti, pur non avendo una trama ben definita, ma prosegue ad "episodi".

Un impiegato giapponese (Rokurou Okajima) viene rapito da una banda di pirati nel pacifico che vogliono un disco contenente informazioni riservate della sua azienda. L'azienda decide che l'impiegato è una pedina sacrificabile e piuttosto che pagare il riscatto manda dei mercenari a distruggere l'imbarcazione dei pirati. La ciurma (composta di due uomini e una donna) riesce a salvarsi dall'assalto nonostante uno svantaggio tattico grazie ad un'intuizione dell'impiegato che sfrutta una nave incagliata come rampa di lancio per la barca per poi lanciare un siluro contro l'elicottero che li stava inseguendo. Alla fine si scopre che in realtà l'azienda ha pagato il riscatto e chiede a Rokurou di tornare in Giappone, ma il ragazzo, poiché l'azienda l'aveva già considerato morto, decide di non voler continuare la propria miserabile vita e segue i pirati che lo accolgono nella ciurma iniziandolo a chiamare Rock, come segno del suo cambiamento di vita.

Nella ciurma abbiamo Dutch, sedicente veterano del Vietnam, che è il capo della Lagoon Company, un'azienda con base a Roanapur, cittadina fittizia, paradiso dell'illegalità, che si occupa di trasporto merci (dove con merci si intende qualsiasi cosa che passi da armi a bambini killer psicopatici), esperto di strategia diplomazia e in grado di sparare. Benny, il classico nerd, ex studente universitario californiano, si è unito alla Lagoon dopo che aveva combinato un pasticcio con l'FBI. Infine Revy/Reby, la coprotagonista della serie, nota come Two-Hand per la sua abilità nello sparare contemporaneamente con due pistole, genio delle armi, dal temperamento molto focoso, è la prima delle tante donne più forti degli uomini della serie.

Come detto, non c'è una trama di fondo, ma la serie procede ad episodi, nel manga ci sono 5 o 6 capitoli divisi in molte parti (El Baile de la Muerte arriva a 37 parti per intenderci), raccolti in 10 volumi. Ovviamente le storie sono connesse tra loro e c'è uno sviluppo del carattere dei personaggi, ma manca un fine ultimo che possa far capire dove deve andare a parare la serie (e questo è un enorme problema come spiego meglio dopo). C'è una buona dose di fanservice, la serie è piena di sparatorie e tendenzialmente le donne la fanno da padrone. Tra i personaggi secondari più rilevanti mi sento di dover parlare della:

-domestica ex cane da guerra che devasterà letteralmente la cittadina di Roanapur due volte per proteggere il suo padroncino prima e vendicare il suo padrone dopo (no, non è stato fatto per chi ha il fetish delle maid)

-suora della Violence Church, che porta sempre gli occhiali da sole, beve, fuma e porta sempre in giro almeno una pistola (no, non è stato fatto per chi ha il fetish delle suore)

-cinese esperta di coltelli, vestita alla orientale, che tagliuzza parecchie persone e appare più volte nella serie (no, non è stato fatto per chi ha il fetish delle asiatiche)

E non dimentichiamoci ovviamente dell'ex comandante militare russo ricoperta di cicatrici ora a capo della mafia russa che va sempre in giro con il suo sigaro in bocca e i suoi soldati (ed è una donna pure lei), dei due bambini gemelli transessuali addestrati a diventare macchine da guerra e a sfruttare i loro corpi per procurare piacere ai clienti (questo capitolo è stato parecchio crudo) e di tanta altra gente.

La trasposizione anime consta di due serie da 12 episodi l'una (dove con seconda serie intendo semplicemente che nella sigla è stato aggiunto "the second barrage" di fianco al titolo, ma è stata trasmessa insieme alla prima e non ci sono differenze tali da giustificare il cambio serie), più una serie di 5 OVA denominati Roberta's Blood Trail, che tratta del capitolo El Baile de la Muerte, in cui un'altra maid guerriera (che però usa la capoeira e non è molto brava con le armi) arriva a Roanapur a cercare la prima maid che vuole vendicare l'uccisione del suo padrone (creando l'unica incongruenza di trama che abbia notato, perché la prima volta che era apparsa era stato specificato essere l'unica domestica della famiglia).

L'ultimo capitolo del manga, The Wired Red Card invece è stato lasciato a metà dall'autore che non si sa bene cosa cazzo stia facendo da 5 anni a questa parte.

La serie è ottima, i disegni pure, la narrazione è ben fatta, la trasposizione in anime è impeccabile, peccato solo che lo stronzo non abbia più i coglioni di continuarla. Almeno finisse il capitolo in corso...

Non avevo notato la recensione! Siamo in due ad essere abbastanza incazzati, ma per fortuna me l'hanno praticamente regalata come serie e ho comprato solo il decimo volumetto, ma è da dire che anche se interrotta, ne varrebbe comunque la pena, personalmente tutto quello che è uscito per ora mi è sempre piaciuto molto, e sarei molto curioso di sapere dove andrà a parare il tutto.
 

CiaobyDany

Pokémon Selvaggi Intensifies
Wiki
Ah, sono assolutamente d'accordo, quanto pubblicato ha un'ottima qualità, i disegni poi sono fantastici (non so se hai visto, ma con il decimo volume Panini regalava anche l'artbook che è una figata allucinante), ma è fottutamente snervante che abbia preso una pausa a capitolo in corso, senza nemmeno dare una motivazione sensata per la cosa! Cioè, sto seguendo parecchie serie ormai che sono in stallo, ma si sa che è perché gli autori hanno problemi vari di famiglia/salute... E comunque pubblicano più spesso di Hiroe...

Entro fine mese scrivo anche su BECK, aspetto di finire l'anime, ma posso anticipare che il manga è decisamente un must read.
 
Sto guardando Fairy Tail ultimamente. Mi sta piacendo, ma c'è una cosa che mi turba molto e sono curioso di sapere se sono l'unico:

deve per forza esserci qualcuno che piange OGNI maledetta puntata? XD Davvero, è peggio di Naruto, che già mi aveva colpito sotto questo aspetto!
 
Sto guardando Fairy Tail ultimamente. Mi sta piacendo, ma c'è una cosa che mi turba molto e sono curioso di sapere se sono l'unico:

deve per forza esserci qualcuno che piange OGNI maledetta puntata? XD Davvero, è peggio di Naruto, che già mi aveva colpito sotto questo aspetto!
La vera domanda è perché leggere/guardare Fairy Tail, parte relativamente bene, ma poi si perde in maniera incredibile peggio di Bleach e Naruto, e già loro si perdono peggio di Stitch nella foresta.
 
La vera domanda è perché leggere/guardare Fairy Tail, parte relativamente bene, ma poi si perde in maniera incredibile peggio di Bleach e Naruto, e già loro si perdono peggio di Stitch nella foresta.
Ah boh, ti dirò, non sono arrivato ancora abbastanza avanti da avere quella sensazione! Su Naruto (Bleach l'ho lasciato un po' indietro) sono perfettamente d'accordo, dopo un po' diventa un degenero senza senso.

Grazie dell'avvertimento! Ora vedrò un po' come procede. Purtoppo a volte sono un po' ossessivo sul finire le cose iniziate, per cui spero vivamente di trovarmi in disaccordo con te e non patire cinquanta capitoli di "che palle...però chissà cosa succede dopo"!
 
Ah boh, ti dirò, non sono arrivato ancora abbastanza avanti da avere quella sensazione! Su Naruto (Bleach l'ho lasciato un po' indietro) sono perfettamente d'accordo, dopo un po' diventa un degenero senza senso.

Grazie dell'avvertimento! Ora vedrò un po' come procede. Purtoppo a volte sono un po' ossessivo sul finire le cose iniziate, per cui spero vivamente di trovarmi in disaccordo con te e non patire cinquanta capitoli di "che palle...però chissà cosa succede dopo"!
Guarda, pure io sono come te. infatti continuo ogni settimana a leggere Fairy Tail e ho letto fino alla fine Naruto e Bleach.
 
Top Bottom