Rems il Rosso

Vivere con 1200€ al mese in 4

105 risposte in questa discussione

(modificato)

Diploma al liceo scientifico e rivenditore di auto usate:
Da commerciante mi rendo conto delle abitudini di tutte le persone che vengono nel nostro salone e ho tratto diverse conclusioni:

 

La prima è sicuramente che non è l'euro ad aver rovinato la gente, ma il modo in cui è stato trattato dal momento della ''sparizione'' del cartelletto con la valuta delle lire affianco, cosa che a parer mio doveva perdurare. Le aziende di prodotti si sono tutte adeguate ad un sistema proveniente da altri stati che però avevano una moneta con valore diverso: ad esempio in germania, per esperienza diretta familiare, un operaio in fabbrica guadagna 2400 euro al mese, e i prezzi dell'alimentazione sono simili ai nostri (escluse alcune cose a marchio italiano che non si sa il perchè costano meno, come la nutella da 1kg a 3 euro ma vabbe!) ma da noi un operaio in fabbrica guadagna la metà: questo perchè al momento della conversione lira/euro è stato convertito lo stipendio e la gestione in modo pari, ma non si è considerato che molti dei prodotti di utilizzo vengono acquistati anche da quei paesi come la germania che avevano una valuta ''piu alta'' di conversione. Tutto ciò ha creato confusione che ci ha svantaggiati;
 

Altro difetto principale, è che la gente non sa che con 1200 euro SI PUO VIVERE.

Ebbene si anche se sembra una cosa difficile, si può vivere dignitosamente ma un italiano non ci riesce per diversi motivi. Amministrando con equilibrio 1200 euro ne viene che in un mese una famiglia media di 4 persone spende 350/400 euro per l'affitto/mutuo, 150/200 euro per i costi elettrici e 50/80 per il gas, 50/100 per internet e telefono, 50 per l'assicurazione auto/bollo e circa 100 per i costi di carburante; avanzano circa 300 euro con cui uno riesce a fare la spesa; il problema sorge però se:

-Si vogliono comprare prodotti di qualità estrema, cosa che negli altri stati non si acquistano  ma qui in italia c'è sta fissa della marca;

-Ci si veste solo con roba di marca

- Si comprano tutti i giochi dei pokemon appena escono (mentre dopo 5 mesi costano la metà , io l'ho acquistato a 29 euro nuovo per esempio) e anche se ironico intendo l'acquisto di qualsiasi gioco, e attività ludica come l'abbonamento per le partite di calcio;
-non si rinuncia alle uscite festose settimanali

-si hanno vizi importanti come il fumo e l'alcol che portano via buona parte dello stipendio, tra questi c'è anche il caffè al bar che molti bevono come l'acqua, 3 caffè al giorno sono 90 euro al mese anche se non si direbbe :P in germania il caffè è acqua sporca e infatti nessuno ne beve.

-e altre cose che ora non mi vengono in mente, potete anche suggerirle voi!

Inoltre cè anche da dire che se le persone che hanno reddito in casa sono 2 (cosa che dovrebbe cercare di esistere in ogni famiglia) l'incasso mensile è anche superiore. 

 

E voi direte: ma allora ci dobbiamo privare di tutto? io dico che chi vuole vivere bene può privarsi dei vizi, chi vuole lamentarsi può proseguire coi suoi vizi. Io sono tra quelli che non manda il suo lavoro in fumo, e quando compro una cosa lo faccio con la testa e non con le fisse.

E anche una macchina hyundai ha un motore come una bmw: parola di venditore d'auto
;)

Modificato da Rems il Rosso
Piace a 8 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Scusa eh, ma se metti un motore BMW in una Hyundai non so mica che affarone ci fai! :D

Forse è meglio il contrario :awesome:

A parte gli scherzi comunque è vero, io ci faccio caso tutti i giorni, molti soldi sono davvero spesi male, per esempio scarpe firmate, con materiali scadenti, manodopera da terzo mondo ma con prezzo da boutique. Abbonamenti televisivi, e poi neanche un paio di libri decenti in salotto. Sigarette. Ristoranti e pizzerie sempre strapiene nei weekend. Gente che tutte le mattine fa colazione ai bar (sembra una cavolata ma pensiamoci un attimo: un cappuccino e una brioche almeno 20 giorni su 30 sono minimo minimo 50 euro al mese!) ecc. ecc.

Sia chiaro, lo shopping fa bene all'umore, ma si deve anche saper dire di no...

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Altro difetto principale, è che la gente non sa che con 1200 euro SI PUO VIVERE.

Ebbene si anche se sembra una cosa difficile, si può vivere dignitosamente ma un italiano non ci riesce per diversi motivi. Amministrando con equilibrio 1200 euro ne viene che in un mese una famiglia media di 4 persone spende 350/400 euro per l'affitto/mutuo, 150/200 euro per i costi elettrici e 50/80 per il gas, 50/100 per internet e telefono, 50 per l'assicurazione auto/bollo e circa 100 per i costi di carburante; avanzano circa 300 euro con cui uno riesce a fare la spesa; il problema sorge però se:

-Si vogliono comprare prodotti di qualità estrema, cosa che negli altri stati non si acquistano  ma qui in italia c'è sta fissa della marca;

-Ci si veste solo con roba di marca

- Si comprano tutti i giochi dei pokemon appena escono (mentre dopo 5 mesi costano la metà , io l'ho acquistato a 29 euro nuovo per esempio) e anche se ironico intendo l'acquisto di qualsiasi gioco, e attività ludica come l'abbonamento per le partite di calcio;

-non si rinuncia alle uscite festose settimanali

-si hanno vizi importanti come il fumo e l'alcol che portano via buona parte dello stipendio, tra questi c'è anche il caffè al bar che molti bevono come l'acqua, 3 caffè al giorno sono 90 euro al mese anche se non si direbbe :P in germania il caffè è acqua sporca e infatti nessuno ne beve.

-e altre cose che ora non mi vengono in mente, potete anche suggerirle voi!

Inoltre cè anche da dire che se le persone che hanno reddito in casa sono 2 (cosa che dovrebbe cercare di esistere in ogni famiglia) l'incasso mensile è anche superiore. 

 

Mentre sono vagamente d'accordo su quanto affermi prima, questo pezzo qua pecca di diverse imprecisioni gravi.

Le "4 persone" chi sono? Immagino due adulti, ma il resto possono essere bambini o anziani con esigenze che neanche prendi in considerazione. Si tratta comunque di meno di 75€ euro a settimana per persona!

 

Tanto per iniziare nel tuo nucleo familiare "medio" mi pare che vaghino per il mondo tutti come mamma li ha fatti: manca infatti una voce vestiti e scarpe che, in caso di bambini o ragazzi, che hanno la "brutta" abitudine di crescere, sono da cambiare abbastanza spesso. Poi è chiaro che quello che si può ce lo si passa, ma prova a ricordare ad esempio come si riducevano le calzature quando eri piccolo per renderti conto che qualcosa devi comunque spendere. Se poi i bambini sono piuttosto piccoli, un minimo di pannolini va messo in conto, come pure alcuni alimenti particolari.

 

Sempre in caso di bambini o ragazzi, c'è "il vizio" di dover frequentare la scuola dell'obbligo (tralasciamo nido/materna che, con un genitore a spasso possono essere superflue, almeno il nido). Scuola dell'obbligo con obbligo di spese per libri, materiale di cartoleria e tasse di iscrizione.

 

Non consideri spese mediche, anche queste non proprio qualificabili come "vizi". Per quanto uno possa stare bene e senza sfighe particolari, anche solo un antipiretico penso che chiunque si trovi a doverlo comprare. Immagino che almeno una volta all'anno una visita dal dentista si farà. Se poi c'è un problema di vista (e nei bambini è abbastanza normale averne qualcuno che poi con l'adolescenza scompare), gli oculisti hanno il vizio di farsi pagare, anche quelli della sanità pubblica con ticket non proprio popolari (in ogni caso con costo > 0€).

 

Se invece sono tutti adulti e anziani, non ci saranno spese di istruzione, ma indubbiamente saranno più abbondanti quelle mediche.

 

Tralascio altre spese che hai omesso e non proprio voluttuarie con cui ti scontrerai il giorno che eventualmente avrai tu una famiglia di 4 persone o dovessi sfortunatamente (spero vivamente di no) trovarti a campare con 300€ al mese (1200 diviso 4), però ritengo che un'analisi più lucida sia assolutamente necessaria prima di generalizzare "in media",  prima di trascinare il lettore ad intendere che se non si campa con 1200 euro al mese basta ridurre spese per vestiti di marca, videogiochi, fumo, alcol, belle donne e velociferi a motore (cit.) è un problema esclusivamente di spese lussuose, inutili ed evitabili.

 

Tieni inoltre conto che, il costo dei beni "essenziali" è assai differente se ti sposti da una metropoli ad un paese di provincia e da nord a sud dell'Italia.

 

Ti posso assicurare che 4 persone con 1200€ al mese in tutto non riescono a vivere in maniera dignitosa. Certo è che se comunque si tratta dell'unico reddito disponibile si fa di necessità virtù ma della tua lista si rinuncia subito all'auto ed a internet ed a buona parte degli strumenti elettrici. Articoli di marca, videogiochi e compagnia bella, sono e restano un sogno in questa ipotetica (ma neanche tanto) famiglia.

Piace a 7 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

4 persone con 1200 euro? Neanche se è piovuta la casa dal cielo e quindi non c'è affitto... Spostamenti solo in bici (auguri), vestiti nuovi solo quando cominciano ad arrivare i buchi, ogni due mesi lottare con luce e gas, e poi spese scolastiche, mediche, dentista...

Niente shopping...

Niente vacanze...

Niente hobbies...

Non lo chiamerei esattamente "vivere".

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

Mentre sono vagamente d'accordo su quanto affermi prima, questo pezzo qua pecca di diverse imprecisioni gravi.

Le "4 persone" chi sono? Immagino due adulti, ma il resto possono essere bambini o anziani con esigenze che neanche prendi in considerazione. Si tratta comunque di meno di 75€ euro a settimana per persona!

 

Tanto per iniziare nel tuo nucleo familiare "medio" mi pare che vaghino per il mondo tutti come mamma li ha fatti: manca infatti una voce vestiti e scarpe che, in caso di bambini o ragazzi, che hanno la "brutta" abitudine di crescere, sono da cambiare abbastanza spesso. Poi è chiaro che quello che si può ce lo si passa, ma prova a ricordare ad esempio come si riducevano le calzature quando eri piccolo per renderti conto che qualcosa devi comunque spendere. Se poi i bambini sono piuttosto piccoli, un minimo di pannolini va messo in conto, come pure alcuni alimenti particolari.

 

Sempre in caso di bambini o ragazzi, c'è "il vizio" di dover frequentare la scuola dell'obbligo (tralasciamo nido/materna che, con un genitore a spasso possono essere superflue, almeno il nido). Scuola dell'obbligo con obbligo di spese per libri, materiale di cartoleria e tasse di iscrizione.

 

Non consideri spese mediche, anche queste non proprio qualificabili come "vizi". Per quanto uno possa stare bene e senza sfighe particolari, anche solo un antipiretico penso che chiunque si trovi a doverlo comprare. Immagino che almeno una volta all'anno una visita dal dentista si farà. Se poi c'è un problema di vista (e nei bambini è abbastanza normale averne qualcuno che poi con l'adolescenza scompare), gli oculisti hanno il vizio di farsi pagare, anche quelli della sanità pubblica con ticket non proprio popolari (in ogni caso con costo > 0€).

 

Se invece sono tutti adulti e anziani, non ci saranno spese di istruzione, ma indubbiamente saranno più abbondanti quelle mediche.

 

Tralascio altre spese che hai omesso e non proprio voluttuarie con cui ti scontrerai il giorno che eventualmente avrai tu una famiglia di 4 persone o dovessi sfortunatamente (spero vivamente di no) trovarti a campare con 300€ al mese (1200 diviso 4), però ritengo che un'analisi più lucida sia assolutamente necessaria prima di generalizzare "in media",  prima di trascinare il lettore ad intendere che se non si campa con 1200 euro al mese basta ridurre spese per vestiti di marca, videogiochi, fumo, alcol, belle donne e velociferi a motore (cit.) è un problema esclusivamente di spese lussuose, inutili ed evitabili.

 

Tieni inoltre conto che, il costo dei beni "essenziali" è assai differente se ti sposti da una metropoli ad un paese di provincia e da nord a sud dell'Italia.

 

Ti posso assicurare che 4 persone con 1200€ al mese in tutto non riescono a vivere in maniera dignitosa. Certo è che se comunque si tratta dell'unico reddito disponibile si fa di necessità virtù ma della tua lista si rinuncia subito all'auto ed a internet ed a buona parte degli strumenti elettrici. Articoli di marca, videogiochi e compagnia bella, sono e restano un sogno in questa ipotetica (ma neanche tanto) famiglia.

Per rispondere, in caso di anziani accuditi in un nucleo familiare c'è da tenere conto che hanno anch'essi un reddito minimo (anche 400 euro di pensione minima) e le spese mediche sono esenti dai 65 anni di età;

In caso di bambini, credo che la difficoltà economica maggiore sia nei primi 5 anni di vita, e se uno che ha uno stipendio di 1200 euro spera di fare shopping e viversela alla grande con un bambino piccolo, fa meglio a non farne. Inoltre per quanto riguarda i vestiti, ci sono diversi negozi che ti riescono a vestire con poco ad esempio al Decathlon con 35 euro hai un cambio completo: Maglie da 5-6 euro, pantaloni da 10-12 euro - scarpe da 10-15 euro e calze e intimo (slip e canotte) costano 5 euro la confezione da 3 pezzi. Ovviamente di marca decathlon, per tornare al discorso che non bisogna fissarsi sulla marca, e per l'alimentazione esistono anche i discount e con alcune accuratezze di risparmio si riesce a portare a casa parecchio.

Qualche esempio sull'acquisto di alimentari :

-i Salumi già confezionati costano più di quelli che ti vengono affettati al banco; I pezzi di salumi che trovi nei banco frigo (quello da 500 gr o 1 kg) da affettare costano meno di quelli che ti affettano al banco; 

-Il pane costa meno in panificio che al supermercato;

- La carne e il pesce costano almeno il 25% in meno se acquistati da allevatori diretti e pescatori, in caso non si conoscano questi, si ha un risparmio, anche se più lieve, al mercato cittadino o dal macellaio con macelleria ; nei supermercati approfittano del fatto che li c'è tutto per alzare i prezzi;

- Stesso discorso per frutta e verdura, da un contadino diretto costa meno, ma si risparmia anche nei mercati cittadini o quelli settimanali; inoltre esistono anche piante da appartamento come limoni , mandarini e qualche ortaggio, che con la loro piccola produzione portano risparmi accumulati in un anno molto sostanziosi.

- Detersivi, saponi e igiene sono più economici nei distributori senza contenitore; rispettano l'ambiente e basta avere una tanica e riempirla (costa dai 40 ai 60 cent per litro contro 1,5 -2 dei prodotti già confezionati) . 

- I negozi di ingrosso vendono la maggior parte delle cose che si utilizzano quotidianamente come tovaglie, posate ecc, e costano la metà se acquistate in gran numero; si comprano una volta solo, e durano per diversi anni.

 

Inoltre è buona abitudine avere un bel freezer per acquistatare prodotti in offerta  in stock e conservarli.

 

Questo è ciò che riguarda fare la spesa, seguendo questi piccoli passi si ha un risparmio che non si direbbe di oltre il 40% annuo. Se dico ciò che scrivo sopra, è perchè ci sono passato, io convivo da 3 anni ormai (ebbene si, ho iniziato a 20 anni..!) e quando ho iniziato ero anch'io un ragazzo come gli altri, con le sue fisse, con i suoi sprechi e la sua voglia di festeggiare ogni giorno. Ma quando si prende la decisione di mettere su una famiglia il discorso cambia, e la mia mente si è evoluta nel trovare il modo di risparmiare anche perchè quando iniziai avevo a disposizione 700 euro per 2 senza l'affitto che (fortunatamente) non pago perchè abito in una casa dei miei genitori (di cui ho sempre riluttato ogni tipo di altro aiuto economico, perchè volevo imparare ad essere indipendente).

 

Detto questo, ribadisco che con 1200 euro si può vivere benissimo e dico anche che normalmente prima di pensare ad avere 2 figli bisognerebbe avere una situazione lavorativa più o meno stabile di entrambi i genitori o per lo meno avere degli hobby redditizi. Le cose si fanno con la testa non tanto per farle, ed avendo due figli mi farei in 4 per garantirgli qualcosa in più anche con lavoretti extra fuori orario.

 

 

Concludo dicendo:

Se la società non si adegua a noi, noi ci dobbiamo adeguare alla società.

 

  :P

Modificato da Rems il Rosso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Niente shopping...

Niente vacanze...

Niente hobbies...

Non lo chiamerei esattamente "vivere".

This.

 

Semplicemente senza un minimo di svago non si vive, si sopravvive.

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

C'è una cosa in particolare di cui non tieni conto: le spese impreviste.

Un guasto alla macchina e i soldi volano via, senza contare tagliandi e revisioni. Nell'appartamento dove abito io si è deciso di sistemare il tetto e sono dei bei soldi che se ne vanno. Con uno stipendio di quel tipo te la cavi solo se hai soldi da parte o se hai parenti che ti aiutano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

4 persone con 1200 euro? Neanche se è piovuta la casa dal cielo e quindi non c'è affitto... Spostamenti solo in bici (auguri), vestiti nuovi solo quando cominciano ad arrivare i buchi, ogni due mesi lottare con luce e gas, e poi spese scolastiche, mediche, dentista...

Niente shopping...

Niente vacanze...

Niente hobbies...

Non lo chiamerei esattamente "vivere".

Si può vivere con hobby e vacanze in maniera economica, non per forza viaggi da 15 giorni ai caraibi, ci sono cose raggiungibili in macchina nei pressi di dove si abita che manco si conoscono; ci sono diversi svaghi sia sul web con giochi free to play, anche su facebook o altro, oppure dopo l'acquisto oneroso di una console (che non acquisterei mai il giorno di lancio ma almeno un anno dopo)  spendere 30-40 euro su un gioco che dura qualche tempo si riesce a fare; esistono svaghi gratuiti anche nella vita extra tecnologica, come passeggiate, giri in bici, e io non sono di certo un atleta ma vi assicuro che rilassa molto. Altri hobby si possono inventare o sono a basso costo, ma una volta tornati da 8 ore di lavoro, in 2 ore al giorno non si può di sicuro pretendere di avere migliaia di hobbies.

 

C'è una cosa in particolare di cui non tieni conto: le spese impreviste.

Un guasto alla macchina e i soldi volano via, senza contare tagliandi e revisioni. Nell'appartamento dove abito io si è deciso di sistemare il tetto e sono dei bei soldi che se ne vanno. Con uno stipendio di quel tipo te la cavi solo se hai soldi da parte o se hai parenti che ti aiutano.

Un lavoratore assicurato che guadagna 1200 euro al mese sà che riceverà la tredicesima a natale (quasi uno stipendio), di cui la metà partirà tra spese lasciate accumulate nell'arco dell'anno, una parte per soddisfare qualche sfizio dei propri bambini e ciò che avanza va tenuto da parte per le evenienze: se ciò non dovesse bastare, si può attingere nei casi più estremi al TFR (Trattamento di fine rapporto) dell'azienda in cui si lavora: il vostro capo non vi negherà un anticipo (parlando di cifre con 2 zeri), perchè lo avrà in meno al momento che finirete di lavorare li (anche nel momento che andrete in pensione ad esempio) .

 

Per quanto riguarda l'auto è vero che capitano i guasti: forse è la parte che potrebbe più impensierire un lavoratore, ma se ragionata con la testa una buona parte della spesa dovrebbe averla conservata.

Per tagliandi e revisioni, un tagliando FAI DA TE costa 40 euro e un pò di pazienza sotto l'auto: l'olio costa 6 euro al kg  x 3kg in un'auto media(benzina 1000-1200cc o diesel massimo 1500cc), il filtro olio costa intorno ai 10 euro non originale ma identico all'originale, il filtro aria intorno ai 5-10 euro e in caso dell'auto gasolio ci sarà da aggiungere il filtro gasolio di circa 15-20 euro. Trovate qualsiasi ricambio sul web inserendo il codice motore dal vostro libretto auto (P.5). Cambiare l'olio poi è semplice con internet , ci sono spiegazioni per ogni auto.

La revisione costa 65,60 ogni 2 anni, 3 euro al mese insomma.

 

Quindi l'auto costa 7 euro al mese, quanto un happy meal con una coca cola media.

 

Giustamente per il tagliando fatto fare da altri i prezzi diventano di 120 euro sul benzina e 150 euro sull'auto a gasolio. Tutto ciò per non inchinarsi e impegnarsi un pò. E visto che si cerca qualche hobby.... 

Modificato da Xtrems22

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per rispondere e chiudo L'OT, in caso di anziani accuditi in un nucleo familiare c'è da tenere conto che hanno anch'essi un reddito minimo (anche 400 euro di pensione minima) e le spese mediche sono esenti dai 65 anni di età;

Sì, in effetti se sono già in pensione hanno un minimo; occorrerebbe giusto un distinguo sull'età visto che anziano = pensionato non è un'equazione sempre vera, soprattutto con i limiti attuali.

 

In caso di bambini, credo che la difficoltà economica maggiore sia nei primi 5 anni di vita, e se uno che ha uno stipendio di 1200 euro spera di fare shopping e viversela alla grande con un bambino piccolo, fa meglio a non farne.

Fino ai primi 5 anni di vita? Tu non hai figli, vero?

Mai sentito parlare di scuola dell'obbligo? Il materiale scolastico mica lo regalano. Chiaro che i libri non li compri ogni mese, ma anche prendendoli usati quando li trovi o quando non ti hanno appena cambiato l'edizione, qualcosa come 30+€/mese in media li devi mettere ed ecco che la tua disponibilità di 300€ per la spesa cala. I quaderni e le matite poi di certo non li puoi prendere usati, quindi nel caso migliore, mettiamoci altri 5-10€/mese in media. Poi ci sono i contributi scolastici obbligatori, questi variabili da città a città, e sto parlando di scuola pubblica. Cosa fai in questo caso? Mandi il figlio a studiare al discount?

Per inciso, i figli incidono in modo non trascurabile sul budget di casa minimo fino alla maggiore età (la scuola dell'obbligo termina con i 17 anni) ed in genere anche per un po' dopo perché non è così facile inventarsi un lavoro, sebbene non sia impossibile. Tralasciamo studi ulteriori perché sarebbero solo spese voluttuarie o vizi e quindi frivolezze.

 

Inoltre per quanto riguarda i vestiti, ci sono diversi negozi che ti riescono a vestire con poco ad esempio al Decathlon con 35 euro hai un cambio completo: Maglie da 5-6 euro, pantaloni da 10-12 euro - scarpe da 10-15 euro e calze e intimo (slip e canotte) costano 5 euro la confezione da 3 pezzi. Ovviamente di marca decathlon, per tornare al discorso che non bisogna fissarsi sulla marca, e per l'alimentazione esistono anche i discount e con alcune accuratezze di risparmio si riesce a portare a casa parecchio.

Qualche esempio sull'acquisto di alimentari :

-i Salumi già confezionati costano più di quelli che ti vengono affettati al banco; I pezzi di salumi che trovi nei banco frigo (quello da 500 gr o 1 kg) da affettare costano meno di quelli che ti affettano al banco;

-Il pane costa meno in panificio che al supermercato;

- La carne e il pesce costano almeno il 25% in meno se acquistati da allevatori diretti e pescatori, in caso non si conoscano questi, si ha un risparmio, anche se più lieve, al mercato cittadino o dal macellaio con macelleria ; nei supermercati approfittano del fatto che li c'è tutto per alzare i prezzi;

- Stesso discorso per frutta e verdura, da un contadino diretto costa meno, ma si risparmia anche nei mercati cittadini o quelli settimanali; inoltre esistono anche piante da appartamento come limoni , mandarini e qualche ortaggio, che con la loro piccola produzione portano risparmi accumulati in un anno molto sostanziosi.

- Detersivi, saponi e igiene sono più economici nei distributori senza contenitore; rispettano l'ambiente e basta avere una tanica e riempirla (costa dai 40 ai 60 cent per litro contro 1,5 -2 dei prodotti già confezionati) .

- I negozi di ingrosso vendono la maggior parte delle cose che si utilizzano quotidianamente come tovaglie, posate ecc, e costano la metà se acquistate in gran numero; si comprano una volta solo, e durano per diversi anni.

Inoltre è buona abitudine avere un bel freezer per acquistatare prodotti in offerta in stock e conservarli.

Ok, nei posti che frequento costa meno l'ipermercato/discount della bottega ma il concetto è condiviso: trovare un rapporto qualità/prezzo un minimo decente. Immagino che gli ortaggi come piante da appartamento sia una battuta. Il resto, dipende molto dalla zona geografica e non ha molto senso buttare lì una lista della spesa estraniata da dove si viva e dove la spesa la si faccia.

 

Questo è ciò che riguarda fare la spesa, seguendo questi piccoli passi si ha un risparmio che non si direbbe di oltre il 40% annuo. Se dico ciò che scrivo sopra, è perchè ci sono passato, io convivo da 3 anni ormai (ebbene si, ho iniziato a 20 anni..!) e quando ho iniziato ero anch'io un ragazzo come gli altri, con le sue fisse, con i suoi sprechi e la sua voglia di festeggiare ogni giorno. Ma quando si prende la decisione di mettere su una famiglia il discorso cambia, e la mia mente si è evoluta nel trovare il modo di risparmiare anche perchè quando iniziai avevo a disposizione 700 euro per 2 senza l'affitto che (fortunatamente) non pago perchè abito in una casa dei miei genitori (di cui ho sempre riluttato ogni tipo di altro aiuto economico, perchè volevo imparare ad essere indipendente).

Non voglio dire che volendo non si possa risparmiare, ma siamo proprio all'osso. Comunque, se ho capito bene, ti faccio i miei complimenti perche voi in quattro riuscite a cavarvela con 800/850€ al mese (ho tolto dai 1200 la tua ipotesi di affitto che dici di non dover pagare). Sul serio, non per polemica ma come consiglio spassionato: perché non ci scrivi sopra un libro? Andrebbe a ruba.

 

Detto questo, ribadisco che con 1200 euro si può vivere benissimo e dico anche che normalmente prima di pensare ad avere 2 figli bisognerebbe avere una situazione lavorativa più o meno stabile di entrambi i genitori o per lo meno avere degli hobby redditizi. Le cose si fanno con la testa non tanto per farle, ed avendo due figli mi farei in 4 per garantirgli qualcosa in più anche con lavoretti extra fuori orario.

Mi pare abbastanza scontato che se uno non ha una situazione economica stabile non metta intenzionalmente al mondo una creatura. Tuttavia basta un po' di crisi prolungata e le "situazioni stabili" di quattro o cinque anni prima, non lo siano più e si sia naturalmente perso potere di acquisto. Trovami chi, prima di mettere al mondo un figlio, pensi a come sarà la sua situazione anni ed anni a venire, soprattutto se al momento se la passa bene! Come si fa a dire se fra quattro o cinque anni si starà ancora bene e ci si può quindi permettere un figlio? La conclusione di un simile ragionamento può solo essere di non fare figli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

No io non ho figli, con 700 euro senza affitto ci vivevo in 2 non in 4 l'ho scritto xD

 

Io non ho figli e non so i costi scolastici, lo devo ammettere; penso solo che una famiglia che ha due figli non dovrebbe stare con le mani in mano con l'unico stipendio che arriva, ed io per come sono fatto rinuncerei a TUTTO per garantire benessere o per lo meno, una vita serena ai miei figli. Io sono dell'idea che nel 2014 una famiglia con un solo stipendio possa permettersi al massimo un figlio per vivere bene, 2 sono troppi. Ma per chi ne ha 2 le soluzioni esistono e le ho scritte sopra. Io per esempio molte di quelle cose le faccio già senza avere figli :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Boh, anche a me sembra un po' un'utopia, va bene comprare da decathlon&co., ma anche tralasciando completamente il discorso di crescita dei bambini, gli abiti di decathlon non andranno bene in qualunque occasione. Non dico che uno debba per forza spendere miliardi, ma se ad esempio domani dovessi andarmi a comprare un completo per un'occasione da Primark (in assoluto la catena con i prezzi più bassi, almeno in UK), spenderei almeno 60£ per vestirmi da capo a piedi, che con il budget di cui stiamo parlando non sono esattamente un'inezia.

E non sto parlando di un capriccio, eh, ti sto facendo un esempio da parte di una persona come me che si veste senza pretese ma potrebbe avere bisogno periodicamente di una rinfrescata al guardaroba, anche per impegni di lavoro.

 

Questo è solo un esempio, cmq, Ombra ti ha parlato di spese mediche, medicine... anche le cose che si comprano "una tantum" non è che piovano dal cielo, e magari ogni tanto vanno pure rinnovate. Io vivo da sola e praticamente ogni mese c'è qualcosa che mi ricordo che devo comprare, e non parlo di svaghi e oggetti "inutili" tipo videogiochi, ma di cose per la casa, utensili per cucinare, materiali per l'università ecc.

Per quanto riguarda la spesa, condivido che bisogna cercare di fare acquisti in modo intelligente, ma chi avrebbe il tempo di andare da una parte all'altra per ogni singolo prodotto?

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

 

Quindi l'auto costa 7 euro al mese, quanto un happy meal con una coca cola media.

 

 

Piu la benzina, il bollo e l'assicurazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

Questo è solo un esempio, cmq, Ombra ti ha parlato di spese mediche, medicine... anche le cose che si comprano "una tantum" non è che piovano dal cielo, e magari ogni tanto vanno pure rinnovate. Io vivo da sola e praticamente ogni mese c'è qualcosa che mi ricordo che devo comprare, e non parlo di svaghi e oggetti "inutili" tipo videogiochi, ma di cose per la casa, utensili per cucinare, materiali per l'università ecc.

Per quanto riguarda la spesa, condivido che bisogna cercare di fare acquisti in modo intelligente, ma chi avrebbe il tempo di andare da una parte all'altra per ogni singolo prodotto?

 

Per rispondere a questo, è tutta una questione organizzativa: Gestire il proprio stipendio è fondamentale.

Il mio metodo che non per modestia ma credo sia tra i migliori come gestione, consiste nel dividere ogni spesa fissa ogni mese, anche le spese che verranno di anno in anno.

Mi spiego meglio:

Ho una cassettina con chiave dove al suo interno ho messo diverse buste da lettera con sopra scritto Luce, in un'altra Telefono + internet, in un altra Gasolio, in un altra Gas, Assicurazione Auto, bollo auto, spazzatura, acqua ecc e poi la fantastica busta del Varie ed eventuali.

In ognuna di queste buste insacco dentro la quantità di soldi che ipoteticamente credo di spendere ogni mese: se per esempio l'assicurazione si paga ogni 6 mesi e nel mio caso pago quasi 300 euro ogni 6 mesi, metto 50 euro al mese; per la luce che ormai so che spendo intorno ai 160-180 euro, metto 100 euro al mese e cosi via per tutte le buste togliendo la quota fissa ogni mese. Quindi mi ritrovo a inizio mese con la stessa cifra di soldi a disposizione: la prima cosa che faccio a questo punto è controllare insieme alla mia compagna la dispensa e scegliere cosa necessita. Da qui una consultata generale nella settimana che segue ai vari volantini pubblicitari dei negozi per vedere sconti ed occasioni, che in caso fossero convenienti verranno sfruttate; la seconda settimana è la settimana della spesa: scelte le cose utili, si comprano. E' logico che quasi mai siamo riusciti a non tornare in negozio successivamente nell'arco del mese, ma solitamente concludiamo con una spesa alimentare dai 120 ai 150 euro in base al mese (siamo 2 e non ci stringiamo piu di tanto), dove però in questi soldi molte delle cose sono cose in stock accumulate per i mesi successivi (scatolame, pasta, condimenti, roba congelabile ecc). Inoltre in questa seconda settimana il giorno libero lo dedico solo a questo, e se quindi c'è da passare da macellaio, pescivendolo, ortofrutta e varie, verranno fatti solo questi giri.

 

Dopo questa spesa il resto va nei Varie ed Eventuali: qualsiasi cosa serva, dalla pentola ad un soprammobile oppure una cosa più costosa, viene preso da li: in caso serva un articolo che costa più dei soldi disponibili in Varie ed eventuali si aspetta il mese successivo, oppure quanti mesi successivi necessitano per arrivare alla cifra. Ed ovviamente, ciò che si vuole comprare si prende alla fine del mese, poco prima dello stipendio successivo.

 

Seguendo questo metodo non sono mai rimasto in rosso, e se capita una spesetta come un medicinale o altro da 10-20 euro verrà preso da li. 

 

E la busta ti sorride :D

 

 

 

Piu la benzina, il bollo e l'assicurazione.

Si è chiaro, l'avevo scritto nel secondo commento i costi di assicurazione, bollo e benzina :)

Modificato da Xtrems22

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

un altro fattore di cui bisogna tenere conto è il tragitto da casa a lavoro, quanti km. e soprattutto con quale mezzo....

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io con una hyundai matrix 1500cc diesel percorro 50 km al giorno  25 ad andare e 25 di ritorno, e consumo circa 130-150 euro di gasolio, ma dubito che tutti facciano distanze come me per lavorare.. infatti ho scritto mediamente 100 euro, se poi uno usa una macchina benzina per viaggiare è già una cosa da correggere di base :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

Costi campati per aria

Non spendi soldi per riscaldarti?

Il mese scorso i miei hanno speso 15000€ per rifare il tetto (casa che ha compiuto i 40 anni), ora bisogna rifare il paraurti al q7 che mio padre distrattamente ha strisciato la colonna del portico parcheggiando (sono cose che capitano)... Queste sono le spese impreviste, non i 20€ per comprare una pentola

Vestiario lasciam stare poi, mica si può andare vestiti da decathlon in tutte le situazioni come detto sopra

Se fai un lavoro che richiede giacca e cravatta un minimo ce lo devi spendere...

Ah la macchina a benzina, per determinati kilometraggi, è una scelta migliore del diesel

Modificato da AMD
Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Concludo dicendo:

Se la società non si adegua a noi, noi ci dobbiamo adeguare alla società.

 

  :P

Quando la vita ti da limoni, non fateci una limonata. Fate riprendere alla vita i limoni! Infuriatevi! Non voglio i tuoi dannati limoni! Cosa dovrei farci con questi? Pretendete di vedere il manager della vita! Fate si che la vita rimpianga il giorno in cui ha pensato di dare limoni a Cave Johnson! Tu sai chi sono io? Sono l'uomo che brucerà la tua casa! Con i limoni! Metterò i miei scienzati ad inventare un limone combustibile che bruci la tua casa!

 

la frase di un grande uomo! Apparte gli scherzi, riprendendo il concetto espresso da questa frase (che in chiave umoristica alla fine continene comunque un insegnamento): non è che se le tue condizioni economiche (e non) sono schifose, vuol dire che ti devi adattare. O meglio, cerchi di ottimizzare le risorse e di dimunuire gli sprechi, ma sta di fatto che bisognerebbe sempre puntare a migliorarsi e non a chiudersi su questi concetti cercando di adattarci, come in questo caso, alla società.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Costi campati per sria

Non spendi soldi per riscaldarti?

Il mese scorso i miei hanno speso 15000€ per rifare il tetto (casa che ha compiuto i 40 anni), ora bisogna rifare il paraurti al q7 che mio padre distrattamente ha strisciato la colonna del portico parcheggiando (sono cose che capitano)... Queste sono le spese impreviste, non i 20€ per comprare una pentola

Vestiario lasciam stare poi, mica si può andare vestiti da decathlon in tutte le situazioni come detto sopra

Se fai un lavoro che richiede giacca e cravatta un minimo ce lo devi spendere...

Sh la macchina a benzina, per determinati kilometraggi, è una scelta migliore del diesel

Non ho mai detto che le spese impreviste non capitino, ma anche con 2000 euro al mese spendere 15000 euro per il tetto non sarebbe stato facile, e ci sarebbe comunque voluto un prestito; 

Seconda cosa i miei costi li traggo dalla mia vita quotidiana. dato che convivo da 3 anni e lavoro da 4. Se ci riesco io a spendere cosi ci può riuscire chiunque.

Terza cosa, il paraurti raschiato non è un'emergenza, è solo estetica: se uno può sistemarlo appena succede non ha problemi economici, e il discorso verte al '' potere vivere'' (inteso come sopravvivere) con 1200 euro.

Quarta cosa: chi deve viaggiare in giacca e cravatta fisso non credo deba avere 40 giacche e 120 cravatte; inoltre lo stipendio medio di chi gira cosi è mediamente + alto e permette anche quel tipo di abbigliamento.

Ultima cosa, da venditore di auto posso esserne convinto al 100% che con una macchina benzina anche 1000 di cilindrata non farai piu di 17 km con un litro,mentre con undiesel 1500 ne fai 23. Se non credi a me documentati sul web riguardo al consumo dei carburanti; E' poi ovvio che se devi percorrere 5 km al giorno una benzina è piu indicata, io ho messo il caso che uno percorra 40 km con un benzina, ed è sbagliato nella metodica del risparmio.

 

e poi sarei io che dico cose campate in aria..

 

 

 

Quando la vita ti da limoni, non fateci una limonata. Fate riprendere alla vita i limoni! Infuriatevi! Non voglio i tuoi dannati limoni! Cosa dovrei farci con questi? Pretendete di vedere il manager della vita! Fate si che la vita rimpianga il giorno in cui ha pensato di dare limoni a Cave Johnson! Tu sai chi sono io? Sono l'uomo che brucerà la tua casa! Con i limoni! Metterò i miei scienzati ad inventare un limone combustibile che bruci la tua casa!

 

la frase di un grande uomo! Apparte gli scherzi, riprendendo il concetto espresso da questa frase (che in chiave umoristica alla fine continene comunque un insegnamento): non è che se le tue condizioni economiche (e non) sono schifose, vuol dire che ti devi adattare. O meglio, cerchi di ottimizzare le risorse e di dimunuire gli sprechi, ma sta di fatto che bisognerebbe sempre puntare a migliorarsi e non a chiudersi su questi concetti cercando di adattarci, come in questo caso, alla società.

Sono della tua stessa opinione che uno debba cercare sempre di più nella sua vita, e creare degli hobby produttivi per il suo reddito; ma nel momento in cui la situazione si stalla nel poco reddito bisogna sopravvivere, ed io ho spiegato come :)

 

 

Da molte delle risposte che ho letto posso quindi capire che sono uno dei pochi con una mentalità diversa dall'italiano medio che si lamenta senza resistere. Io nel mio piccolo sono sempre sopravissuto senza chiedere nulla a nessuno, contando sul mio lavoro e su qualche extra fatto sempre da me. E' inutile parlare che è colpa di X se la situazione è Y, questo è e questo dobbiamo sopportare! e chi non riesce a sopportarlo sarà a lamentarsi accanto al suo caffè al bar, in attesa di essere chiamato da qualche curriculum

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

Gentile utente,

 

pur apprezzando e considerando valida la maggior parte dei consigli da lei dati per risparmiare ed organizzare/ ripartire le proprie spese, credo che abbia sottovalutato, innanzitutto, quanto l'affitto possa incidere sul budget familiare. Le faccio un esempio, vivendo in una città come Roma l'affitto minimo a cui si possa aspirare in periferia per un appartamento che molto difficilmente potrebbe ospitare 4 persone è di circa 800 euro al mese; le lascio immaginare a quanto si possa arrivare per appartamenti più spaziosi o localizzati  in zone più centrali. Se, poi, consideriamo una famiglia proprietaria di un appartamento, oltre alla rata mensile del mutuo, che potrebbe benissimo eccedere i 400 euro da lei preventivati ( l'ammontare della rata mensile dipende da così tanti fattori che mi sembra alquanto inutile dare delle cifre generali), bisogna considerare anche le varie tasse che i contribuenti si trovano a dover pagare ( TASI e TARI, tanto per citare le più importanti). Inoltre, come hanno fatto notare diversi altri utenti, ha considerato poco o niente anche quanto i figli possano incidere sul budget stesso in termini di vestiario, costi per la scuola, spese sanitarie e così via. Pertanto è mia convinzione che l'affermazione " con 1200 euro una famiglia di quattro persone può vivere dignitosamente" ( frase che ho estrapolato da quello che lei ha scritto e, se ho frainteso, mi scuso anticipatamente) sia alquanto azzardata, in quanto non considera molte delle "variabili" ( mi scuso, ma non mi viene in mente un termine migliore) che un nucleo familiare di quattro componenti è costretto ad affrontare. Con ciò non voglio sostenere che quanto da lei affermato non possa essere mai valido, ma di certo non lo può essere sempre, dipende da caso a caso. 

Modificato da Roland90
Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ora bisogna rifare il paraurti al q7 che mio padre distrattamente ha strisciato la colonna del portico parcheggiando (sono cose che capitano)...

Effettivamente tutti quelli che prendono 1200€ al mese girano col SUV da 50.000€......
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Tranquillo che rifarlo alla panda non costa di meno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

1500 euro per una "volgare" C3... (non è successo a me, per fortuna, ma lo so)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Tranquillo che rifarlo alla panda non costa di meno

Si ma ad esempio 800 euro hanno lo stesso peso per tutti e due considerando i redditi? Non credo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(ma infatti non si parlava di un Q7 nel conteggio dei 1200 euro al mese, naturalmente)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Da molte delle risposte che ho letto posso quindi capire che sono uno dei pochi con una mentalità diversa dall'italiano medio che si lamenta senza resistere. Io nel mio piccolo sono sempre sopravissuto senza chiedere nulla a nessuno, contando sul mio lavoro e su qualche extra fatto sempre da me. E' inutile parlare che è colpa di X se la situazione è Y, questo è e questo dobbiamo sopportare! e chi non riesce a sopportarlo sarà a lamentarsi accanto al suo caffè al bar, in attesa di essere chiamato da qualche curriculum

 

Chi è che si sta lamentando qui, scusa?

Si sta notando che sparare dei prezzi senza specificare il luogo geografico di dove li hai rilevati non ha senso.

Prendi ad esempio un chilo di peperoni. Lo stesso "modello" di peperone, preso a Bologna ha un costo, in Romagna costa circa il 20% in meno, a Milano circa il 30% in più, nelle Marche siamo sul 30% circa in meno (mi sono limitato ai posti in cui ho notato la cosa, a parità di tipologia di negozio, in questo caso un mercato). Questo per dire che sì, si può trovare a meno ogni cosa, ma occorre valutare dove ci si trova. Tuttavia, sicuramente nessuno si farà 200 km per andare a fare la spesa e risparmiare 10€ sullo scontrino, quindi la localizzazione geografica della spesa è rilevante.

Senza ombra di dubbio trovo molto buono ed efficace il tuo metodo di accantonare le risorse per le spese non mensili, quanto meno per non arrivare alla brutta sorpresa di non riuscire a pagare una bolletta in scadenza, ma da qui a generalizzare che con 1200€ si campi bene in 4 ovunque ce ne passa, oltretutto parlando solo in teoria, senza aver sperimentato effettivamente la situazione descritta.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

E' comprensibile che nelle grandi città i prezzi di affitto sono molto variabili, ma solo sfogliando due pagine di agenzie immobiliari su internet, ho potuto notare che case in affitto a Roma per 400 euro esistono, anche se non sono ville e sono poche, ma case di 55-65 mq che sono facilmente adattabili, per esempio con due bambini esiste la camera col letto a castello (per altro molto apprezzata dagli stessi bambini).

Poi io ho detto che con 1200 euro si può VIVERE, non vivere benissimo e senza pensieri. e Per dignitosamente intendo che non si ha il bisogno di chiedere nulla a nessuno (imprevisti gravi a parte), non significa che per dignità si prende una villa in costa smeralda, e non significa nemmeno che si riesca a risparmiare per andare avanti nel futuro; credo anche che il mio discorso mooolto generalizzato sia stato preso troppo alla lettera, è chiaro che ''posto che vai, prezzo che trovi'', ma in ogni luogo esiste sempre un posto più caro, e uno meno caro, oppure combinazioni di prodotti che ti fanno risparmiare (tipo carne in un luogo, frutta in un altro, vestiario in un altro ancora ecc.). l'importante è CERCARE e mai ARRENDERSI al discorso che '' ho pochi soldi e non ce la faccio'' e anzi sprono a coloro che si trovano in questa situazione ad inventare, a costruire , a vendere qualcosa, internet è un mercato aperto!

Modificato da Xtrems22

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

E' comprensibile che nelle grandi città i prezzi di affitto sono molto variabili, ma solo sfogliando due pagine di agenzie immobiliari su internet, ho potuto notare che case in affitto a Roma per 400 euro esistono, anche se non sono ville e sono poche, ma case di 55-65 mq che sono facilmente adattabili, per esempio con due bambini esiste la camera col letto a castello (per altro molto apprezzata dagli stessi bambini).

Poi io ho detto che con 1200 euro si può VIVERE, non vivere benissimo e senza pensieri. e Per dignitosamente intendo che non si ha il bisogno di chiedere nulla a nessuno (imprevisti gravi a parte), non significa che per dignità si prende una villa in costa smeralda, e non significa nemmeno che si riesca a risparmiare per andare avanti nel futuro; credo anche che il mio discorso mooolto generalizzato sia stato preso troppo alla lettera, è chiaro che ''posto che vai, prezzo che trovi'', ma in ogni luogo esiste sempre un posto più caro, e uno meno caro, oppure combinazioni di prodotti che ti fanno risparmiare (tipo carne in un luogo, frutta in un altro, vestiario in un altro ancora ecc.). l'importante è CERCARE e mai ARRENDERSI al discorso che '' ho pochi soldi e non ce la faccio'' e anzi sprono a coloro che si trovano in questa situazione ad inventare, a costruire , a vendere qualcosa, internet è un mercato aperto

Per quanto concerne il suo primo punto mi trovo a dissentire completamente, in quanto, in primis, bisogna vedere in quali zone si trovano gli appartamenti in questione ( non so lei, ma, personalmente, reputo che andare a vivere in un quartiere degradato e/o pieno di criminali  non sia molto raccomandabile), in secundis bisogna valutare la qualità degli appartamenti stessi e in terzis quello che dice riguardo all'adattabilità di un appartamento di 60-65 mq può andare bene solo finché i bambini sono molto piccoli ( e non è neanche detto che sia possibile, in quanto molto dipende anche dall'appartamento stesso), dopo diventerebbe estremamente problematico.

Detto questo, non nego che in certi casi sia possibile per una famiglia di quattro componenti vivere con 1200 euro al mese, ciò che critico e reputo assolutamente avulsa dalla realtà è l'idea che sia  sempre possibile farlo, come mi sembra di evincere dal suo ultimo intervento e da quelli precedenti. Con ciò non voglio assolutamente affermare che non sia necessario cercare, lottare senza mai arrendersi ed adattarsi alle situazioni che si vengono a creare nella vita, tuttavia sono altrettanto convinto del fatto che sia necessario anche e sopratutto guardare in faccia alla realtà senza abbandonarsi ad un eccessivo ottimismo.

Modificato da Roland90

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

55mq in 4?

Ma stiamo parlando di vivere o sopravvivere?

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(ha editato)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(ha editato)

Cosa vuol dire la frase in sè?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per partecipare alla discussione

 

Crea un account

Registra un nuovo account sul forum. È facile e veloce.


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina.