ci credete agli alieni e all' area 51?

alex99

Come pensavo...gli umani sono divertenti
io sinceramente no e penso che l'area 51 sia una pista per gli aerei e che non ci fosse nessun alieno
 
alex99 ha scritto:
io sinceramente no e penso che l'area 51 sia una pista per gli aerei e che non ci fosse nessun alieno
Teoricamente, gli alieni potrebero esistere. Da alche parte nel cosmo.

A proposito dell'area 51, penso come te he sia una grandissima ca**ata e quegli alieni che hanno trovato in realtà sono delle bambole tinte di verde
 

gGiova

e-ehi.
Pokématenic ha scritto:
Teoricamente Sicuramente, gli alieni potrebero esistere. Da alche parte nel cosmo.
Non vorrei sembrare arrogante, ma in un sistema solare ci sono molti pianeti, in una galassia ci sono miliardi di sistemi solari e nell'universo ci sono miliardi di galassie ... Non ne abbiamo ancora visti perché non è detto che siano nel nostro sistema solare o nella nostra galassia ... e ricordo filosoficamente che anche loro ci reputano alieni.

Area 51? Non ci credo.
 

Steph

Great Teacher
Mod
area 51 =/= non per forza collegata ad alieni

che sia una pista d'atterraggio comunque non mi era mai venuto in mente prima, penso che d'ora in poi questo sarà il mio nuovo credo
 

XMandri

back from hell
Se davvero ci fosse stato qualcosa anni fa, ora sarebbe stato spostato. La 51 è uno specchio per le allodole.

Gli alieni esistono, semplicemente perchè la legge della probabilità rende scontato che esista un pianeta simile alla terra con essere simili agli umani, inoltre potrebbero essersi sviluppate forme di vita completamente diverse in ambienti completamente diversi dal nostro.
 

Lies

Zoidberg
Gli alieni esistono. L'area 51 pure.

Gli alieni sulla terra, ne dubito fortemente.

Anche a me sembra una cavolata che una base che dovrebbe essere supersegretissima007stoprightnow sia invece famosa in tutto il mondo.

Buona per sviare le attenzioni, se il governo americano vuole nascondere davvero qualcosa, stiamo certi che non lo verremmo mai a sapere, l'Area 51 sembra quasi una base militare turistica per quanto è famosa e per quanto certa gente dice di conoscerla.

In secondo luogo, dai, chi ci crede che non sia spuntato nemmeno uno stafilococco in tutti i miliardi di miliardi di sassi che ci sono nell'universo, non è nemmeno detto che debba essere un sasso uguale alla terra, potrebbe essere completamente diverso ed ospitare pertanto esseri diversi, non basati sul carbonio e blablabla.

Ci sono scienziati o presunti tali che dicono che siccome l'univero è infinito (cosa in realtà messa in discussione anche da gente del calibro di Hawking, non da filosofi che si improvvisano astrofisici), ci dovrebberò essere infinite civiltà, e tra di esse ci dovrebbero essere infnite civiltà con un livello tecnologico superiore al nostro, tale da poter raggiungere le altre civiltà, e quindi averci contattato.

Ora, innanzitutto, probabilmente l'universo non è infinito. Ed infinite non sono le civiltà. Poi c'è sempre chi sostiene che qualsiasi civiltà, arrivata ad un livello molto avanzato in tutti i campi, finisca sempre con l'autodistruggersi (certo, se stai a guardare gli esseri umani...). Poi, non è affatto detto che nonostante le inimmaginabili tecnologia che una data civiltà possa avere, esista davvero qualcosa in grado di farci comunicare per miliardi di anni luce di distanza. Potrebbe essere contrario alle leggi della fisica. Per finire, secondo me se una civiltà infinitamente evoluta ne trova una al livello di scimmie che sanno costruire qualche iPhone (per dire), potrebbe benissimo decidere di lasciarla incontaminata ad evolversi per i fatti propri, magari limitandoci a guardarci col superbinocolospaziale e parlare di noi nelle lezioni di biologia lol.

... magari ogni tanto rapiscono un paio di umani e ci vivisezionano in classe  :D ;
 

Giacomo Puccini

Vi ravviso o luoghi ameni
Non è da escludere che gli alieni esistano. il cosmo è molto grande e in quest'ultimo ci si può essere di tutto. Poi, chissà, magari un giorno loro visiteranno la terra, e noi svilupperemo tecnologie molto più alte se gli alieni sono pacifici e ci insegnano la loro meccanica ecc...

Insomma, io credo agli alieni.
 

DDX

Great!
Mod
Bagon2000 ha scritto:
Poi, chissà, magari un giorno loro visiteranno la terra, e noi svilupperemo tecnologie molto più alte se gli alieni sono pacifici e ci insegnano la loro meccanica ecc...
E poi noi li invaderemo e avremo manodopera a basso costo, nuove ricchezze e un nuovo pianeta da sfasciare (se vinciamo, se perdiamo sarà il contrario).

Pure io credo agli alieni, e se sono pacifici spero per loro che non ci contattino mai (pure se sono aggressivi).
 

What If The Green

Rappresentante di classe
Bagon2000 ha scritto:
Non è da escludere che gli alieni esistano. il cosmo è molto grande e in quest'ultimo ci si può essere di tutto. Poi, chissà, magari un giorno loro visiteranno la terra, e noi svilupperemo tecnologie molto più alte se gli alieni sono pacifici e ci insegnano la loro meccanica ecc...Insomma, io credo agli alieni.
Mi sembra anche giusto.
 
Giovva ha scritto:
Non vorrei sembrare arrogante, ma in un sistema solare ci sono molti pianeti, in una galassia ci sono miliardi di sistemi solari e nell'universo ci sono miliardi di galassie ... Non ne abbiamo ancora visti perché non è detto che siano nel nostro sistema solare o nella nostra galassia ... e ricordo filosoficamente che anche loro ci reputano alieni.
Anch'io non vorrei sembrare arrogante, ma veramente la probabilità degli alieni ipertecnoogiciè molto bassa perché per lo sviluppamento degli alinei occorno le segueni fasi:

a) Pianeta(non tutte le stelle hanno u paneta, figuramoci nove)

b) Comparsa sul pianeta di elementi necessari per vivere

c) Comprsa di molecole organiche

d) Comparsa di esseri viventi monocellulari

e) Passagio da "monocellulare" a "pluricelulare"

f) Evoluzione di una specie in una "senziente"

g) Comunità

h) Scoperta del fuoco

i) Scoperte varie di base

l) Scoperte i tipo "ipersupertecnologico"

m) Propulsore iperstellare

COnsierando tutte 'st fsi ce dovrbero essere state compiute in 10 mliardi di anni.. E un poco dificilotto XD
 

Porto

Amministratore di condominio
Io credo negli alieni, perché non mi sembra proprio plausibile che nell'universo esistiamo solo noi.

Non credo nell'area 51, perché e' troppo sponsorizzata per essere qualcosa di segreto.

Che gli alieni siano arrivati sulla Terra non e' da escludere. Non lo dico in base ai falsi avvistamenti, ma perché non molto tempo fa sul tg hanno affermato di aver trovato un batterio ( derivante molto probabilmente da un piccolo meteorite ) che, dopo esser stato bombardato di arsenico, e' cresciuto. Questo può far pensare che nello spazio ci siano forme di vita capaci ad adattarsi in alcuni pianeti "impraticabili" per l'uomo, come Venere ( questo e' un esempio ).

Dunque, che questa notizia sia falsa o vera, io ritengo che oltre a noi ci siano altri esseri viventi, con un organismo strutturato in modo diverso.
 

What If The Green

Rappresentante di classe
mewlegend ha scritto:
Io credo negli alieni, perché non mi sembra proprio plausibile che nell'universo esistiamo solo noi.

Non credo nell'area 51, perché e' troppo sponsorizzata per essere qualcosa di segreto.

Che gli alieni siano arrivati sulla Terra non e' da escludere. Non lo dico in base ai falsi avvistamenti, ma perché non molto tempo fa sul tg hanno affermato di aver trovato un batterio ( derivante molto probabilmente da un piccolo meteorite ) che, dopo esser stato bombardato di arsenico, e' cresciuto. Questo può far pensare che nello spazio ci siano forme di vita capaci ad adattarsi in alcuni pianeti "impraticabili" per l'uomo, come Venere ( questo e' un esempio ).

Dunque, che questa notizia sia falsa o vera, io ritengo che oltre a noi ci siano altri esseri viventi, con un organismo strutturato in modo diverso.
Oddio ma non starai parlando di:

 

Nova

Amico
Pokématenic ha scritto:
Anch'io non vorrei sembrare arrogante, ma veramente la probabilità degli alieni ipertecnoogiciè molto bassa perché per lo sviluppamento degli alinei occorno le segueni fasi:

a) Pianeta(non tutte le stelle hanno u paneta, figuramoci nove)

b) Comparsa sul pianeta di elementi necessari per vivere

c) Comprsa di molecole organiche

d) Comparsa di esseri viventi monocellulari

e) Passagio da "monocellulare" a "pluricelulare"

f) Evoluzione di una specie in una "senziente"

g) Comunità

h) Scoperta del fuoco

i) Scoperte varie di base

l) Scoperte i tipo "ipersupertecnologico"

m) Propulsore iperstellare

COnsierando tutte 'st fsi ce dovrbero essere state compiute in 10 mliardi di anni.. E un poco dificilotto XD
e noi come abbiamo fatto ad arrivare a questo punto della storia?

in tutti i miliardi di miliardi di miliardi di pianeti che ci sono nell'universo, è praticamente impossibile che on si siano sviluppate altre forme di vita intelligenti.
 

MC5

n00b ante litteram
Pokématenic ha scritto:
Anch'io non vorrei sembrare arrogante, ma veramente la probabilità degli alieni ipertecnoogiciè molto bassa perché per lo sviluppamento degli alinei occorno le segueni fasi:

a) Pianeta(non tutte le stelle hanno u paneta, figuramoci nove)

b) Comparsa sul pianeta di elementi necessari per vivere

c) Comprsa di molecole organiche

d) Comparsa di esseri viventi monocellulari

e) Passagio da "monocellulare" a "pluricelulare"

f) Evoluzione di una specie in una "senziente"

g) Comunità

h) Scoperta del fuoco

i) Scoperte varie di base

l) Scoperte i tipo "ipersupertecnologico"

m) Propulsore iperstellare

COnsierando tutte 'st fsi ce dovrbero essere state compiute in 10 mliardi di anni.. E un poco dificilotto XD
a) il numero di stelle nell'universo è talmente grande da non poterlo neanche immaginare. ergo il numero di sistemi solari è sicuramente enorme.

b) conosciamo solo la vita basata sul carbonio e menate varie. e possiamo semi-intuirne una basata sul silicio. forse.

ciò non toglie che ce ne possano essere di molti altri tipi. Per cui non per forza dev'esserci acqua e carbonio per la vita.

c) questo è un passaggio difficile, ci vogliono condizioni ben precise (certe temperature, pressioni, pH...).

Ricordando che però abbiamo a disposizione una miriade di pianeti con queste condizioni.

Cosa ben più importante, stiamo gia escludendo la possibilità di vita non organica (senza carbonio), da qui in poi facciam finta che la vita organica sia l'unica possibile.

d) il passaggio più difficile di tutti. E il meno compreso, tant'è vero che non sappiamo come si è formata la prima "cellula" sul nostro pianeta.

Verosimilmente il meccanismo su un altro pianeta dovrebbe essere lo stesso, ma nulla vieta che possa accadere in mille altri modi.

e) da qui parte a funzionare l'evoluzione, e fino al passaggio

g) sono conseguenze molto probabili.

h)i)l)m) se si forma una specie intelligente, anche qui son passaggi quasi obbligati.

noi siamo tra la fase i) ed l)...e ci abbiam messo non più di 2-3 miliardi di anni.

Considera che l'universo esiste da circa 14 miliardi di anni, che il numero di pianeti con le condizioni indicate (che son quelle per la vita organica) è sicuramente superiore all'ordine del migliaio...

Avrai la risposta più comune proposta dagli scienziati: molto probabilmente gli alieni esistono, dipende dal passaggio d e dalla nascita dell'intelligenza.
 

XMandri

back from hell
Edit: ho portato una tesi simile a quella di MC5, ma le sue conoscenze sono superiori alle mie. In sostanza è quello che penso anch'io :|
 

MC5

n00b ante litteram
Shikamandri ha scritto:
Edit: ho portato una tesi simile a quella di MC5, ma le sue conoscenze sono superiori alle mie. In sostanza è quello che penso anch'io :|
In effetti l'avevi gia detto...ma quando vedo un elenco puntato non riesco a trattenermi dal rispondere :D ;
 

Porto

Amministratore di condominio
In tutto l'universo, ammettendo la nostra sola esistenza nel sistema solare, in tutta l'immensita'  dello spazio altre forme di vita ci saranno, imho....
 

Connacht

:.::
Da un punto di vista biochimico, forme di vita basate su composti diversi dal carbonio sono più improbabili perché subentrano complicazioni di varia natura, anche se non è impossibile che esistano.

Comunque le forme di vita adattate ad ambienti ostili per noi, i cosidetti "estremofili", sono in realtà per l'appunto adattamenti, cioè si sono evoluti per poter sopravvivere in quel contesto, non è che si sono originati in esso. La comparsa della vita è un altro discorso e richiede condizioni di base un po' più restrittive.

Tutto il discorso sulla statistica e sulla probabilità per cui esistono miliardi di stelle che blabla è giusto e sacrosanto, io stesso se venisse annunciata la

scoperta di forme di vita extra-terrestri non mi stupirei affatto perché sarebbe una cosa che mi aspetto, ma dire comunque che l'esistenza di altre forme di vita è sicura o certa prima ancora di averla trovata è scorretto. In fondo, esistono anche miliardi di fattori senza i quali la vita non si potrebbe sviluppare, per quanto a mio avviso remota la possibilità che non si sia formata se non sul nostro pianeta non è da escludere categoricamente.
 

Porto

Amministratore di condominio
Connacht ha scritto:
Da un punto di vista biochimico, forme di vita basate su composti diversi dal carbonio sono più improbabili perché subentrano complicazioni di varia natura, anche se non è impossibile che esistano.

Comunque le forme di vita adattate ad ambienti ostili per noi, i cosidetti "estremofili", sono in realtà per l'appunto adattamenti, cioè si sono evoluti per poter sopravvivere in quel contesto, non è che si sono originati in esso. La comparsa della vita è un altro discorso e richiede condizioni di base un po' più restrittive.

Tutto il discorso sulla statistica e sulla probabilità per cui esistono miliardi di stelle che blabla è giusto e sacrosanto, io stesso se venisse annunciata la

scoperta di forme di vita extra-terrestri non mi stupirei affatto perché sarebbe una cosa che mi aspetto, ma dire comunque che l'esistenza di altre forme di vita è sicura o certa prima ancora di averla trovata è scorretto. In fondo, esistono anche miliardi di fattori senza i quali la vita non si potrebbe sviluppare, per quanto a mio avviso remota la possibilità che non si sia formata se non sul nostro pianeta non è da escludere categoricamente.
anche io non mi stupirei, anzi...... Da quel tipo di organismo o roba simile potrebbero essere nate altre forme di vita, alcune magari anche più vicine di quanto immaginiamo.....
 
MC5 ha scritto:
a) il numero di stelle nell'universo è talmente grande da non poterlo neanche immaginare. ergo il numero di sistemi solari è sicuramente enorme.

b) conosciamo solo la vita basata sul carbonio e menate varie. e possiamo semi-intuirne una basata sul silicio. forse.

ciò non toglie che ce ne possano essere di molti altri tipi. Per cui non per forza dev'esserci acqua e carbonio per la vita.

c) questo è un passaggio difficile, ci vogliono condizioni ben precise (certe temperature, pressioni, pH...).

Ricordando che però abbiamo a disposizione una miriade di pianeti con queste condizioni.

Cosa ben più importante, stiamo gia escludendo la possibilità di vita non organica (senza carbonio), da qui in poi facciam finta che la vita organica sia l'unica possibile.

d) il passaggio più difficile di tutti. E il meno compreso, tant'è vero che non sappiamo come si è formata la prima "cellula" sul nostro pianeta.

Verosimilmente il meccanismo su un altro pianeta dovrebbe essere lo stesso, ma nulla vieta che possa accadere in mille altri modi.

e) da qui parte a funzionare l'evoluzione, e fino al passaggio

g) sono conseguenze molto probabili.

h)i)l)m) se si forma una specie intelligente, anche qui son passaggi quasi obbligati.

noi siamo tra la fase i) ed l)...e ci abbiam messo non più di 2-3 miliardi di anni.

Considera che l'universo esiste da circa 14 miliardi di anni, che il numero di pianeti con le condizioni indicate (che son quelle per la vita organica) è sicuramente superiore all'ordine del migliaio...

Avrai la risposta più comune proposta dagli scienziati: molto probabilmente gli alieni esistono, dipende dal passaggio d e dalla nascita dell'intelligenza.
a) Il sistema solare è u no solo, dato che il sole è unico XD

b) Non ho detto che per forza ci devono essere acqua e carbonio :/ H detto che sostanze utili alla vita

c) Non abbiamo proprio miriadi di pianeti con queste condizioni. Poi che vita sarebbe, senza sostanze organiche?

Nei 14 miliardi di ani ell'universo ben 5-6 miliardi di anni sono sati attribuiti alla formazione di galassie e stelle

Lies ha scritto:
Buona per sviare le attenzioni, se il governo americano vuole nascondere davvero qualcosa, stiamo certi che non lo verremmo mai a sapere
Ad esempio delle piantagioni di Marigliana XD

mewlegend ha scritto:
Non lo dico in base ai falsi avvistamenti, ma perché non molto tempo fa sul tg hanno affermato di aver trovato un batterio ( derivante molto probabilmente da un piccolo meteorite ) che, dopo esser stato bombardato di arsenico, e' cresciuto
Sei sicuro che non è una grossa balla?
 

MC5

n00b ante litteram
Pokématenic ha scritto:
a) Il sistema solare è u no solo, dato che il sole è unico XD

b) Non ho detto che per forza ci devono essere acqua e carbonio :/ H detto che sostanze utili alla vita

c) Non abbiamo proprio miriadi di pianeti con queste condizioni. Poi che vita sarebbe, senza sostanze organiche?
a) vabbè ci siam capiti, è inutile complicare ulteriormente il discorso

b)forse mi sono espresso male ma non ti ho attribuito questa affermazione. ciò che volevo dire è che le condizioni in cui si forma la vita non per forza devono essere quelle che ci immaginiamo, ma possono essere anche diverse e inaspettate.

c)non ho mai contato i pianeti, ma applicando la statistica all'astrofisica (anche se non sono sicuro che sia proprio l'astrofisica ad occuparsi di queste cose, era una roba "simile") ottieni miriadi di pianeti con condizion adatte alla formazione di molecole organiche.

Queste condizioni non sono per forza 20 °C e un'atmosfera di pressione, ce ne sono alcune che resistono fino a 500 °C e svariate pressioni...

Che vita sarebbe senza sostanze organiche? Un organismo senza carbonio totalmente diverso da noi e da qualsiasi alieno verde di hollywood.

Pokématenic ha scritto:
Nei 14 miliardi di ani [ :D ; ] nell'universo ben 5-6 miliardi di anni sono sati attribuiti alla formazione di galassie e stelle
ne rimangono altri 8-9

Connacht ha scritto:
Da un punto di vista biochimico, forme di vita basate su composti diversi dal carbonio sono più improbabili perché subentrano complicazioni di varia natura, anche se non è impossibile che esistano.

Comunque le forme di vita adattate ad ambienti ostili per noi, i cosidetti "estremofili", sono in realtà per l'appunto adattamenti, cioè si sono evoluti per poter sopravvivere in quel contesto, non è che si sono originati in esso. La comparsa della vita è un altro discorso e richiede condizioni di base un po' più restrittive.

Tutto il discorso sulla statistica e sulla probabilità per cui esistono miliardi di stelle che blabla è giusto e sacrosanto, io stesso se venisse annunciata la

scoperta di forme di vita extra-terrestri non mi stupirei affatto perché sarebbe una cosa che mi aspetto, ma dire comunque che l'esistenza di altre forme di vita è sicura o certa prima ancora di averla trovata è scorretto. In fondo, esistono anche miliardi di fattori senza i quali la vita non si potrebbe sviluppare, per quanto a mio avviso remota la possibilità che non si sia formata se non sul nostro pianeta non è da escludere categoricamente.
Le complicazioni penso siano tutte legate alle condizioni terrestri (e non parlo solo di temperatura eccetera, ma anche di percentuale di elementi all'interno dell'ambiente).

Per dire, potrebbe esserci un pianeta pieno di silicio zolfo e alluminio, ma con pochissimi elementi più leggeri tipo carbonio e ossigeno. Situazione peraltro credibile in un pianeta molto vicino alla sua stella. In quell'ambiente la formazione di una biochimica del silicio potrebbe essere molto più facile.

Per quanto riguarda la statistica siamo d'accordo, l'unica differenza è che tu sei molto più categorico: finchè non vedi non credi.

Io invece mi lascio andare a speculazioni e dico che credo fortemente nell'esistenza degli alieni.
 
MC5 ha scritto:
c)non ho mai contato i pianeti, ma applicando la statistica all'astrofisica (anche se non sono sicuro che sia proprio l'astrofisica ad occuparsi di queste cose, era una roba "simile") ottieni miriadi di pianeti con condizion adatte alla formazione di molecole organiche.

Che vita sarebbe senza sostanze organiche? Un organismo senza carbonio totalmente diverso da noi e da qualsiasi alieno verde di hollywood.

ne rimangono altri 8-9

Le complicazioni penso siano tutte legate alle condizioni terrestri (e non parlo solo di temperatura eccetera, ma anche di percentuale di elementi all'interno dell'ambiente).

Per dire, potrebbe esserci un pianeta pieno di silicio zolfo e alluminio, ma con pochissimi elementi più leggeri tipo carbonio e ossigeno. Situazione peraltro credibile in un pianeta molto vicino alla sua stella. In quell'ambiente la formazione di una biochimica del silicio potrebbe essere molto più facile.

Per quanto riguarda la statistica siamo d'accordo, l'unica differenza è che tu sei molto più categorico: finchè non vedi non credi.

Io invece mi lascio andare a speculazioni e dico che credo fortemente nell'esistenza degli alieni.
n pochissimi elementi più leggeri tipo carbonio e ossigeno. Situazione peraltro credibile in un pianeta molto vicino alla sua stella. In quell'ambiente la formazione di una biochimica del silicio potrebbe essere molto più facile.Per quanto riguarda la statistica siamo d'accordo, l'unica differenza è che tu sei molto più categorico: finchè non vedi non credi.

Io invece mi lascio andare a speculazioni e dico che credo fortemente nell'esistenza degli alieni.

L'astrofisica i esto periodo si ocupa maggiormente delle particelle elementari. L'astronomia normale studia questo

Sbaglio o il carbonio non è l'unica sostasnza organica
 

MC5

n00b ante litteram
Astronomia e astrofisica si occupano di cose diverse dallo studio della vita nell'universo.

C'era una roba tipo astrobiologia che se ne occupa.

Ah, l'astrofisica assolutamente non si occupa delle particelle elementari, quella è la fisica delle particelle (non ricordo se abbia un nome più preciso).

Sostanza organica = sostanza le cui molecole hanno "scheletri" di carbonio, ovvero, se in una molecola c'è il carbonio è organica, sennò no.
 
MC5 ha scritto:
Astronomia e astrofisica si occupano di cose diverse dallo studio della vita nell'universo.
E io che ho detto?

MC5 ha scritto:
Ah, l'astrofisica assolutamente non si occupa delle particelle elementari, quella è la fisica delle particelle (non ricordo se abbia un nome più preciso).
Ho detto che in questo periodo si occupa delle particelle elementari ù.ù

MC5 ha scritto:
Sostanza organica = sostanza le cui molecole hanno "scheletri" di carbonio, ovvero, se in una molecola c'è il carbonio è organica, sennò no.
Ah, ok
 

Connacht

:.::
MC5 ha scritto:
b)forse mi sono espresso male ma non ti ho attribuito questa affermazione. ciò che volevo dire è che le condizioni in cui si forma la vita non per forza devono essere quelle che ci immaginiamo, ma possono essere anche diverse e inaspettate.
In realtà proprio condizioni simili alle nostre sono quelle più probabili di essere trovate in un altro pianeta dove c'è la vita.

Queste condizioni non sono per forza 20 °C e un'atmosfera di pressione, ce ne sono alcune che resistono fino a 500 °C e svariate pressioni...
A 500° proprio no...

Comunque, sia i batteri che vivono a temperatura di ebollizione che i pesci che vivono a 6 km di profondità sono adattamenti dell'evoluzione. Adattamento, forse non è chiaro cosa significa.

Non si sono originati lì, già pronti per sopravvivere in quelle condizioni, ma si sono evoluti per andare ad occupare quelle nicchie.

E' come pretendere di trovare reperti archeologici in Antartide solo perché noi, attualmente, grazie alle nostre invenzioni ci possiamo fare tappa quando ci pare.

Che vita sarebbe senza sostanze organiche? Un organismo senza carbonio totalmente diverso da noi e da qualsiasi alieno verde di hollywood.ne rimangono altri 8-9
Sì, ma prima devi trovarlo, e comunque non aspettarti per niente qualcosa che raggiunga la complessità della vita basata sul carbonio visto che le differenze chimiche non permettono certe cose che si possono fare con il carbonio.

Le complicazioni penso siano tutte legate alle condizioni terrestri (e non parlo solo di temperatura eccetera, ma anche di percentuale di elementi all'interno dell'ambiente).
No, sono condizioni universali.

Dimensione stelle, posizione del sistema solare nella galassia, presenza di fonti di radiazione nei "dintorni" del sistema, presenza di pianeti giganti nel sistema, numero degli stessi, presenza di comete, satelliti ecc.

Per dire, potrebbe esserci un pianeta pieno di silicio zolfo e alluminio, ma con pochissimi elementi più leggeri tipo carbonio e ossigeno. Situazione peraltro credibile in un pianeta molto vicino alla sua stella. In quell'ambiente la formazione di una biochimica del silicio potrebbe essere molto più facile.
Tanto per la cronaca il rapporto fra silicio e carbonio sulla Terra è di 925 a 1, eppure la biochimica si è sviluppata a partire dal carbonio. Evidentemente come composto ha caratteristiche che lo rendono molto più adatto e vantaggioso a sostenere la vita.

Comunque ho capito quello che intendi è, nel caso che ipotizzi, in cui per forza di cose non c'è carbonio sufficiente e solo il silicio è disponibile, partirebbero già un bel po' di grane, perché il silicio interagisce con molti meno atomi per generare molecole rispetto al carbonio e forma più difficilmente certi particolari legami molecolari presenti negli organismi. La nascita della vita sarebbe quindi molto più difficoltosa. Non impossibile, certo, ma da qui a fantasticarci su e aspettarsi con fiducia chissà quali forme di vita esotiche ce ne passa.

Per quanto riguarda la statistica siamo d'accordo, l'unica differenza è che tu sei molto più categorico: finchè non vedi non credi.Io invece mi lascio andare a speculazioni e dico che credo fortemente nell'esistenza degli alieni.
No, io dico che razionalmente parlando è ragionevole supporre che sia molto probabile che esista la vita su altri pianeti (appendice: è tuttavia improbabile che si sia originata da variabili diverse se non in minima parte da quelle terrestri). Tuttavia, finché non la si trova, stabilire categoricamente a priori che esiste per forza è come un atto di fede, il che è sgradevolmente ricordante teologi e religiosi.

Allo stesso modo se arrivasse uno a dirmi "la vita nello spazio non esiste" gli chiederei con sarcasmo se è andato in tutti i pianeti dell'universo ad accertarlo di persona.

Sostanza organica = sostanza le cui molecole hanno "scheletri" di carbonio, ovvero, se in una molecola c'è il carbonio è organica, sennò no.
Non proprio tutte le molecole contenenti carbonio sono organiche ma vabbè...
 
Top Bottom