Boris

#1
l'inizio della terza stagione, passato ieri su FX, è davvero fenomenale: credo che nessun altro in italia (forse luttazzi?) abbia mai formulato una satira così feroce alla cultura televisiva contemporanea, facendo praticamente nomi e cognomi, e riuscendo anche a mantenere la leggerezza narrativa tipica della serie.  si ride (un sacco) e al contempo ci s'incazza perché tutto ciò che viene mostrato è, seppur esagerato nei toni, indiscutibilmente vero.

da vedere, anche recuperando le (ottime) prime due serie.  per chi ha sky: ogni lunedì sera su FX.
 
#8
Le prime due stagioni erano guardabili solo a tratti, le ho seguite anche più volte su Sky e la maggior parte delle puntate non aveva nulla di comico.

Darò un'occhiata alla terza...
 
#12
finale spettacolare, serie spettacolare, che mi è piaciuta anche più delle precedenti che in fondo, per quanto belle, erano delle raccolte quasi aneddotiche di avvenimenti slegati.  qui invece nella terza stagione c'è una satira pesantissima, che non risparmia nessuno, a partire dalla rivelazione (seppur senza nomi) che la fantomatica rete committente della serie è la rai stessa.

spero vivamente in una quarta stagione, nonostante il finale

tristissimo, rassegnato, che riporta tutto e tutti praticamente a due anni prima, con l'amara conclusione che un'altra fiction non è possibile né lo sarà mai
, perché di questa serie c'è bisogno oggi più che mai.

"un paese di musichette mentre fuori c'è la morte: questa è l'italia del futuro"
 
#16
avviso ai naviganti: oggi è uscito il film.  è molto bello, e, sì, è comprensibile anche a chi non ha mai visto la serie.  inoltre (per alcuni può essere un bonus, per altri meno) è cosparso da capo a fondo del leggero senso di diillusione che era caratteristico anche della terza stagione. 
 
Top Bottom