Sanremo 2015

Steph

Great Teacher
Mod
la vincita di sanremo è sempre stata raccomandata: guardate la mafia de filippi con i suoi talent, x-factor, chi si compra i televoti, ecc

comunque io non starei nella pelle di avere qui gli eurovision :) sperando di trovarmi ancora in italia lol!
 
Ultima modifica di un moderatore:

Strax

Smogon Loyalist

The average italian song, "ti amo amore sei amore non lasciarmi mai amore" (ripeti per 3 minuti e mezzo) <_<

Se me la spammano in radio con la stessa frequenza di "L'essenziale" di Mengoni torno ad usare la chiavetta USB :S
 
Ultima modifica di un moderatore:

Plautus

Umbra profunda sumus
Devo essere onesto. San Remo mi disgusta profondamente. Ormai non è altro che il naturale sbocco per gli "artisti"/prodotti dei talent. E le lyrics delle canzoni ormai sono da "ora della poesia-terapia per i bambini", con la rima cuore-amore che la fa da padrone. Non valuto la cosa dal punto di vista dello show-business (non lo guardo, e per quel che mi riguarda potrebbero anche chiamare il Papa come ospite), ma dal semplice punto di vista estetico. La qualità della canzone italiana non esiste più. Siamo passati da Battisti/Mogol, De Andrè, De Gregori e tanti altri ottimi cantori a qualcosa di ridicolo, commerciale oltre ogni immaginazione e privo di gusto.
 

ThunderShock

Yeah yeah yeah, fire
Mod
la vincita di sanremo è sempre stata raccomandata: guardate la mafia de filippi con i suoi talent, x-factor, chi si compra i televoti, ecc

comunque io non starei nella pelle di avere qui gli eurovision :) sperando di trovarmi ancora in italia lol!
L'unico lato positivo di un eurovision in italia è che non dovrei svenarmi per l'aereo (più o meno)....

Ehi, mi sono appena resa conto che non posso più dire "non ho ancora il volo per vienna" perché poi potrebbero fioccare battute orribili e scontate
 
Ultima modifica di un moderatore:

Gkx

Admin
Devo essere onesto. San Remo mi disgusta profondamente. Ormai non è altro che il naturale sbocco per gli "artisti"/prodotti dei talent. E le lyrics delle canzoni ormai sono da "ora della poesia-terapia per i bambini", con la rima cuore-amore che la fa da padrone. Non valuto la cosa dal punto di vista dello show-business (non lo guardo, e per quel che mi riguarda potrebbero anche chiamare il Papa come ospite), ma dal semplice punto di vista estetico. La qualità della canzone italiana non esiste più. Siamo passati da Battisti/Mogol, De Andrè, De Gregori e tanti altri ottimi cantori a qualcosa di ridicolo, commerciale oltre ogni immaginazione e privo di gusto.
beh, ma sanremo è sempre stato il festival della canzone pop italiana superficiale (preferibilmente d'amore), fin da quand'è nato, non mi sembra un cambiamento recente.  tant'è che i grandi cantautori del passato che citi il festival l'hanno frequentato ben poco...  la "qualità" nella canzone italiana al giorno d'oggi la puoi forse trovare nelle scene musicali indipendenti (anche se poi ti trovi certi cantautori "indie" tipo vasco brondi che forse era meglio albano), ma sicuramente non a sanremo

(tra l'altro avrò sopportato mezzora di festival in tutto, e mi sento proprio di dire che anche dal punto di vista dello spettacolo è terrificante)
 
Ultima modifica di un moderatore:

Plautus

Umbra profunda sumus
beh, ma sanremo è sempre stato il festival della canzone pop italiana superficiale (preferibilmente d'amore), fin da quand'è nato, non mi sembra un cambiamento recente.  tant'è che i grandi cantautori del passato che citi il festival l'hanno frequentato ben poco...  la "qualità" nella canzone italiana al giorno d'oggi la puoi forse trovare nelle scene musicali indipendenti (anche se poi ti trovi certi cantautori "indie" tipo vasco brondi che forse era meglio albano), ma sicuramente non a sanremo

(tra l'altro avrò sopportato mezzora di festival in tutto, e mi sento proprio di dire che anche dal punto di vista dello spettacolo è terrificante)
Chiaro, ma alcune canzoni che sono passate per quel festival avevano il loro buon coefficiente poetico (non voglio fare necessariamente di tutta l'erba un fascio); la mia polemica era più generale, anche se ho usato il festival come una sorta di cavallo di Troia dialettico. E non voglio nemmeno passare per il nostalgico che pensa ai bei tempi andati, anche perchè quei tempi non li ho nemmeno vissuti in prima persona. Ho avuto però la possibilità di ascoltare la produzione italiana del passato, e un raffronto con quella contemporanea mi porta a sancire una netta sconfitta (in termini di qualità) di quest'ultima. 
 

Rust

Sovietico di PCF
Chiaro, ma alcune canzoni che sono passate per quel festival avevano il loro buon coefficiente poetico
Sopratutto "io sono una finestra" di DiMichele Coruzzi. 

Aveva un testo davvero forte e attuale. Peccato che non se la sia cacata nessuno come canzone, dato che a cantarla era Platinette. 

E se la canta Platinette automaticamente è una brutta canzone. 

Non dico che avrebbe dovuto vincere, ma vedere Grignani e Alex Britti sopra di loro mi ha fatto rimanere un po' perplesso. 
 

Siebold Targaryen

Will you still love me when I'm no longer beautifu
Sopratutto "io sono una finestra" di DiMichele Coruzzi. 

Aveva un testo davvero forte e attuale. Peccato che non se la sia cacata nessuno come canzone, dato che a cantarla era Platinette. 

E se la canta Platinette automaticamente è una brutta canzone. 

Non dico che avrebbe dovuto vincere, ma vedere Grignani e Alex Britti sopra di loro mi ha fatto rimanere un po' perplesso. 
Guarda, personalmente non ho nulla contro Platinette. Era proprio il duetto che non andava... E la Di Michele non mi pare che spicchi per le sue doti canore. Al contrario, la Tatangelo, che secondo me ha una bella voce, la sfrutta male e se n'è uscita con testo da due soldi.

Però su Britti e Grignani ti do ragione: non li apprezzo di mio, però hanno steccato di brutto.
 
Ultima modifica di un moderatore:

Plautus

Umbra profunda sumus
Sopratutto "io sono una finestra" di DiMichele Coruzzi. 

Aveva un testo davvero forte e attuale. Peccato che non se la sia cacata nessuno come canzone, dato che a cantarla era Platinette. 

E se la canta Platinette automaticamente è una brutta canzone. 

Non dico che avrebbe dovuto vincere, ma vedere Grignani e Alex Britti sopra di loro mi ha fatto rimanere un po' perplesso. 
Non mi riferivo a canzoni di questa edizione. Degli ultimi dieci anni (almeno) di festival non mi ha colpito nulla in particolare.
 

Rust

Sovietico di PCF
Non mi riferivo a canzoni di questa edizione. Degli ultimi dieci anni (almeno) di festival non mi ha colpito nulla in particolare.
Irene Fornaciari. Il mondo piange festa nomadi.

Guarda, personalmente non ho nulla contro Platinette. Era proprio il duetto che non andava... E la Di Michele non mi pare che spicchi per le sue doti canore. Al contrario, la Tatangelo, che secondo me ha una bella voce, la sfrutta male e se n'è uscita con testo da due soldi.

Però su Britti e Grignani ti do ragione: non li apprezzo di mio, però hanno steccato di brutto.
Io infatti ho detto che il testo era meraviglioso e il fatto che fosse cantato da Platinette è stato penalizzante. 
 

Siebold Targaryen

Will you still love me when I'm no longer beautifu
Io infatti ho detto che il testo era meraviglioso e il fatto che fosse cantato da Platinette è stato penalizzante. 
Pensavo che tu intendessi dire che la gente l'avesse screditato perchè cantato da Platinette, ora ho capito che eri tu che ti stavi riferendo a lui XD

In tal caso ti quoto, anche se la melodia non mi ha fatto impazzire comunque...
 

aleterla

Sex Bomb
Io molte delle canzoni di questo festival le sto scoprendo pian piano e aggiungendo in playlist: Nek, Zilli, Ayane e Annalisa fino ad ora, in futuro vedrò.

Grande Amore più l'ascolto, più non mi piace.

#silenzipercena
 

Rust

Sovietico di PCF
Io molte delle canzoni di questo festival le sto scoprendo pian piano e aggiungendo in playlist: Nek, Zilli, Ayane e Annalisa fino ad ora, in futuro vedrò.

Grande Amore più l'ascolto, più non mi piace.

#silenzipercena
Quoto sia Annalisa che Nek. 

Il testo di Grande Amore è così brutto, banale e inutile che c'è da spararsi. 
 

Steph

Great Teacher
Mod
Irene Fornaciari. Il mondo piange festa nomadi.

Io infatti ho detto che il testo era meraviglioso e il fatto che fosse cantato da Platinette è stato penalizzante. 
platinette è stato simbolico... va interpretato anche quello, oltre al giudizio della tecnica (che aveva pure, ma ha proprio un filo di voce...).

(comunque ti piacciono proprio le lagne, prima la teoria del tutto, ora irene fornaciari xD avesse almeno preso lo stile da suo padre)
 
Ultima modifica di un moderatore:

aleterla

Sex Bomb
Il mondo piange era una bella canzone, eh. 

Ah, e comunque... Platinette era quello che era, ma neanche la Di Michele scherzava. L'avete sentita Alghero? 
 
Ultima modifica di un moderatore:

Rust

Sovietico di PCF
platinette è stato simbolico... va interpretato anche quello, oltre al giudizio della tecnica (che aveva pure, ma ha proprio un filo di voce...).

(comunque ti piacciono proprio le lagne, prima la teoria del tutto, ora irene fornaciari xD avesse almeno preso lo stile da suo padre)
No, le lagne non mi piacciono comunque ti dico le canzoni migliori dei sanremi che ho seguito, così ti fai un'idea. 

2010) Irene Fornaciari feat Nomadi - Il mondo piange 

2011) Luca Madonia feat Franco Battiato - Vivo 

2012) Samuele Bersani - Un pallone

2013) Elio e le Storie tese - La canzone mononota 

2014) Cristiano De Andrè - Il cielo è vuoto 

2015) Annalisa - Una finestra tra le stelle. (Diciamo pari merito con l'immenso Nek.)
 

Steph

Great Teacher
Mod
Il mondo piange era una bella canzone, eh. 
sì ma la trovo lagna, indipendentemente che sia bella o brutta (o sarebbe più opportuno dire: che piaccia o meno).

per dire, che io ascoltavo l'amoroso fino al suo secondo album... poi è diventata una lagna (idem tiziano ferro)
 
Ultima modifica di un moderatore:

aleterla

Sex Bomb
sì ma la trovo lagna, indipendentemente che sia bella o brutta (o sarebbe più opportuno dire: che piaccia o meno).

per dire, che io ascoltavo l'amoroso fino al suo secondo album... poi è diventata una lagna (idem tiziano ferro)
Ah... Stupida non era una lagna? Io la trovo meno lagna adesso, a dire il vero.

Quindi, in questo Sanremo, la lagna era la Fabian?
 
la mia polemica era più generale, anche se ho usato il festival come una sorta di cavallo di Troia dialettico. E non voglio nemmeno passare per il nostalgico che pensa ai bei tempi andati, anche perchè quei tempi non li ho nemmeno vissuti in prima persona. 
Devo essere onesto. San Remo mi disgusta profondamente. [...] La qualità della canzone italiana non esiste più. Siamo passati da Battisti/Mogol, De Andrè, De Gregori e tanti altri ottimi cantori a qualcosa di ridicolo, commerciale oltre ogni immaginazione e privo di gusto.
Vabbè, queste sono le classiche osservazioni che lasciano il tempo che trovano... Come ti hanno già fatto notare, De Andrè non è mai passato per il festival (a meno che tu non ti riferisca al figlio), e in generale mi pare che il trend non sia mai cambiato: è il festival della canzonetta italiana.

Ora si è aggiunto il fatto dei vincitori dei talent show, che in effetti è un po' autoreferenziale, ma non si può fermare il tempo e fare finta che questo fenomeno, che ha preso largamente piede e ha una vasta influenza sulla scena musicale internazionale, non esista.

Per altro quelli che hai citato sono cantautori, di nuovo, Sanremo non è il festival della canzone cantautorale, non tutti i cantanti sono autori delle loro canzoni, spesso solo coautori. 

Tralascio la supercazzola sul "cavallo di Troia dialettico" che è meglio.

Cmq, ovviamente ho seguito il festival! Mi spiace essermi persa questo topic mannaggia. Personalmente lo guardo principalmente per lo spettacolo e per seguire i vari commenti, non ho una grande opinione delle canzoni... La maggior parte non mi sono rimaste particolarmente impresse, così come, a distanza di un anno, non mi ricordo una sola canzone dell'anno scorso. Avevo pronosticato che avrebbe vinto il Volo, se non altro per una questione di trend (ultimamente vincono sempre giovani usciti dai reality), e la cosa non mi è dispiaciuta, mi piacciono comunque più loro della maggior parte degli altri concorrenti in gara.

Mi piaceva anche quella di Platinette e signora, se non sbaglio l'unica canzone non d'amore in gara (assieme a quella di Biggio e Mandelli), ma si è tipo piazzata ultima.
 
Ultima modifica di un moderatore:

Plautus

Umbra profunda sumus
Vabbè, queste sono le classiche osservazioni che lasciano il tempo che trovano... Come ti hanno già fatto notare, De Andrè non è mai passato per il festival (a meno che tu non ti riferisca al figlio), e in generale mi pare che il trend non sia mai cambiato: è il festival della canzonetta italiana.

Ora si è aggiunto il fatto dei vincitori dei talent show, che in effetti è un po' autoreferenziale, ma non si può fermare il tempo e fare finta che questo fenomeno, che ha preso largamente piede e ha una vasta influenza sulla scena musicale internazionale, non esista.

Per altro quelli che hai citato sono cantautori, di nuovo, Sanremo non è il festival della canzone cantautorale, non tutti i cantanti sono autori delle loro canzoni, spesso solo coautori. 

Tralascio la supercazzola sul "cavallo di Troia dialettico" che è meglio.
Infatti ho parlato di una situazione generale del panorama artistico italiano. Di qui la mia espressione "cavallo di Troia dialettico" (che mi sembrava alla portata di tutti per senso e forma). Che il festival sia sempre stato un festival della canzonetta è una semplificazione; non dimentichiamoci che ha visto, tra gli altri, personaggi come Modugno, Villa, Celentano (che rientrano a buon diritto nella categoria dei cantautori).  E io non ho mai negato che il fenomeno dei talent abbia una vasta influenza sull'ambiente, cionondimeno non lo esento da critiche (mie o di chiunque altro). Posso anche lasciare il tempo che trovano, ma solo finchè ci si rapporta in maniera passiva all'offerta del nostro repertorio musicale nazionale.

Se ho in qualche modo offeso la sensibilità di qualcuno mi scuso, ma io la vedo così.
 
Ultima modifica di un moderatore:

Steph

Great Teacher
Mod
Ah... Stupida non era una lagna? Io la trovo meno lagna adesso, a dire il vero.

Quindi, in questo Sanremo, la lagna era la Fabian?
ma appunto, tu ed io sono pronomi personali atti ad indicare la forma di opinione :P (A me piaciucchia quella della Fabian, a distanza di qualche giorno dalla sua però XD)
 

Gkx

Admin
Che il festival sia sempre stato un festival della canzonetta è una semplificazione; non dimentichiamoci che ha visto, tra gli altri, personaggi come Modugno, Villa, Celentano (che rientrano a buon diritto nella categoria dei cantautori).
il fatto che fossero dei cantautori non vuol dire niente, non è che se uno si scrive le canzoni da solo è automaticamente sopra agli altri - e comunque anche negli ultimi anni i "cantautori" sono stati presenti e non che abbiano spiccato particolarmente...

e poi modugno e villa facevano canzonette, eh... sicuramente ben arrangiate e di classe, ma comunque canzonette

comunque ripeto che non ha senso pensare che sanremo sia (o sia mai stato) particolarmente rappresentativo del "panorama artistico italiano", se non appunto per un certo tipo di genere/canzone

il 90% delle parole dei post di gkx è sostituibile con un gigantesco "anticonformismo" u_u
il mio punto di vista è sicuramente filtrato e distorto dal fatto che sono appassionato di musica che con in generale sanremo ha poco o niente a che fare, ma dire che al festival ci sono generalmente canzoni vuote e superficiali mi sembra un esercizio di buon senso più che di anticonformismo...  anche perché cose egualmente distanti dai miei gusti (tipo l'eurovision) me le godo molto di più
 
Ultima modifica di un moderatore:

Steph

Great Teacher
Mod
io non capisco come sia riuscito ad avere il tutto esaurito al mediolanum forum + diretta(o replica?) su mediaset... e c'è stata pure una mia conoscente, ma dico davvero c'è chi è andato ed HA pagato e non è STATO pagato per vederlo? xD

è simpatico sì, ma da qui all'avere un intero show personale...
 
Ultima modifica di un moderatore:
Top Bottom