Pokémon Focus - Clobbopus, Grapploct!

Eccomi qua! Stavo lavorando a questi due da un po' ma tra vacanze, mezzi traslochi e esami universitari a settembre mi ci è voluto più del previsto. Per il resto dico solo che hanno dei nomi orribili.

Clobbopus, Grapploct

1598549806255.png
1598549810853.png

Clobbopus, noto come Pokémon Bizze, è un pokémon di tipo Lotta. L’evoluzione Grapploct, il Pokémon Jujitsu, mantiene lo stesso tipo della pre-evoluzione.

Fisionomia

Clobbopus è un piccolo pokémon polpo. Presenta una colorazione bianca avorio. Ha una testa molto grande sorretta da un minuscolo corpicino dotato di piccoli tentacoli di cui due più grandi che usa come "braccia". Possiede occhi celesti con pupille blu scuro di forma rettangolare; attorno a essi si sviluppa una maschera arancione che va via via sfumando verso i bordi con un'arancione pesca; lo stesso succede per quattro pallini disposti a formare un quadrato proprio sopra i suoi occhi. Ai lati della testa sono presenti quelle che sembrano orecchie abbozzate attorniate da una membrana rotonda arancione; il medesimo colore si trova sulle due protuberanze poste sulle zampe anteriori: le due più esterne sono più grandi mentre quelle più interne sono più minute. I tentacoli più grossi sono gonfi, di colore blu scuro che sfuma verso una colorazione più simile all'indaco per poi passare al bianco dell'intero corpo; la parte interna dei tentacoli più piccoli sembra essere dello stesso colore dei "guantoni". La sua altezza media è di 0.6 m mentre il suo peso medio di 4.0 Kg.
Grapploct assume una forma più umanoide. Il suo aspetto è più longilineo e meno bitorzoluto se non fosse per la testa un po' più pronunciata. Di base presenta una colorazione blu elettrica, in particolare nella parte della testa e del retro del corpo. I suoi occhi incattiviti e imbronciati sono di colore celeste con iride blu scura e pupille rettangolari bianche; attorno a essi si sviluppa una maschera di colore verde lime che sfuma verso un verde pera più scuro. Dello stesso colore sono le sue "orecchie" poste ai lati della testa e le due ventose presenti su ogni tentacolo; questi sono tutti della stesa lunghezza e grandezza; quattro sono usati come zampe anteriori, tre come posteriori e uno è posto attorno alla vita come una cintura da boxe. La sua bocca posta sul collo è a forma di "V" e da essa parte il blu elettrico che va verso la schiena. La sua altezza media è di 1.6 m mentre il suo peso medio di 39.0 Kg.

Biologia

I Clobbopus sono pokémon biologicamente molto singolari. La caratteristica maggiormente degna di nota è la capacità, a differenza di molti altri cefalopodi, di poter restare fuori dall’acqua per prolungati periodi di tempo.
Immersi in mare i Clobbopus respirano utilizzando le branchie come i loro cugini più prossimi; la struttura delle branchie però collassa su se stessa a contatto con l’atmosfera e per questo diviene inutilizzabile. Questi pokémon hanno perciò sviluppato una secondo metodo di respirazione: attraverso il sottilissimo derma, il cui spessore e la cui porosità facilitano gli scambi gassosi con l’esterno. I Clobbopus non possono in ogni caso rimanere fuori dall’acqua troppo a lungo in quanto necessitano di idratazione continua.
L’accesso alla terraferma ha aperto a queste creature un vastissimo ventaglio di opportunità, da spostamenti più rapidi fino alla caccia di crostacei di terra. Nel corso delle generazioni la selezione naturale ha fatto sì che emergessero alcuni tratti utili alla lotta sul suolo. I Clobbopus hanno perso il tipo Acqua in favore del tipo Lotta proprio perché geneticamente improntati a ricercare lo scontro fisico con pokémon terrestri (questo non vuol dire però che abbiano abbandonato l’habitat marino, del quale non possono fare a meno).
La maggior parte delle tecniche apprese da Clobbopus si basano per l’appunto sul combattimento corpo a corpo: Spaccaroccia, Breccia, Sottomissione, Contropiede e Troppoforte oltre che le mosse Normale Fintoattacco e Legatutto (mediante l’utilizzo dei tentacoli).
Sono creature estremamente intelligenti; nonostante il loro cervello non sia ancora pienamente sviluppato hanno dimostrato poter disporre delle capacità intellettive di un bambino umano di circa tre anni. Questo permette loro di utilizzare varie mosse di stato: cercando di intimidire l’avversario (Fulmisguardo), stuzzicandolo (Provocazione) o concentrandosi al massimo per aumentare il tono muscolare (Granfisico). Dispongono inoltre di ottimi riflessi (Individua).
Nonostante abbiano dimostrato di possedere capacità rigenerative (tramite processi di tipo epimorfico, che prevedono cioè la generazione di nuovo tessuto che andrà a specializzarsi sono in un secondo momento, hanno dimostrato di poter risanare interi arti) queste sono troppo lente per essere utilizzare in battaglia.
Il sistema nervoso dei Clobbopus può essere organizzato secondo due differenti assetti. Il primo prevede un encefalo più grande e fibre nervose (che trasmettono gli impulsi al resto del corpo) meno spesse; ciò rende i muscoli meno sensibili al dolore e ai crampi rendendoli di fatto immuni a stati come la paralisi ma anche più difficili da contrarre, risultando in una generale difficoltà nel dosare la propria forza (Scioltezza).
Al contrario il secondo assetto prevede fibre nervose più spesse che comunicano meglio con i muscoli dei tentacoli; il maggior dominio sul proprio corpo permette di aumentare la potenza degli attacchi più deboli come Spaccaroccia, Fintoattacco e Legatutto (Tecnico).
I Clobbopus non sono pokémon molto longevi e vivono tra i tre e i cinque anni. Non raggiungono l’ultimo stadio dello sviluppo a un età precisa: tutto dipende dalla crescita del cervello, che a sua volta è influenzata dagli stimoli esterni. In linea di massima l’evoluzione in Grapploct è preclusa a quegli esemplari che non sono in grado di stuzzicare l’avversario tramite la mossa Provocazione (ma non è vero il contrario: un Clobbopus con Provocazione non necessariamente dispone della maturità cerebrale per evolversi!).
La massa muscolare della creatura aumenta quasi quanto il suo desiderio di lottare. Tutte le mosse precedentemente apprese aumentano considerevolmente di potenza; inoltre ha accesso ad alcune nuove tecniche.
L’approccio al combattimento favorito dai Grapploct è l’utilizzo dei lunghi e forti tentacoli per immobilizzare la vittima e stritolarla lentamente fino alla morte per soffocamento: è la mossa peculiare Tentacolock. Dal funzionamento simile e forse ancora più brutale è Sottosopra: gli arti del polpo trafiggono l’avversario e si fanno strada all’interno del suo corpo per poi afferrarne e rigettarne all’esterno le interiora. Entrambe queste tecniche sono utilizzabili nelle competizioni ufficiali solo in una variante molto meno pericolosa; Sottosopra in particolare assume la mera funzione di invertire le modifiche delle statistiche tramite speciali recettori artificiali aggiunti sui tentacoli dalla Poké Ball.
Rimasuglio del suo antico tipo Acqua è poi Octazooka, mossa che oltre Grapploct può apprendere soltanto Octillery. Specifiche ghiandole poste all’interno della bocca secernono una sostanza nera e velenosa che se rilasciata offusca la vista e danneggia il bersaglio. Funziona però meglio se diluita in acqua e per questo perde molto del suo potenziale offensivo.

Una rara variante di Clobbopus presenta un corpo di colore prevalentemente azzurro con le estremità dei tentacoli bianche anziché viola. Evolvendosi assume una tonalità rosata nella parte interna dei tentacoli e rossa all’esterno a sostituire il normale blu elettrico. Probabilmente si tratta di una mutazione genetica casuale dovuta alla sintetizzazione inusuale di alcuni pigmenti; a discapito della rarità sembra essere piuttosto utile in natura: i colori sgargianti, spesso riconducibili al veleno, allarmano anche i predatori più impavidi.

Per quanto curiosa e ammirevole sia l’attitudine di Clobbopus e Grapploct di sfidare pokémon di terraferma la cosa non porta automaticamente a risultati soddisfacenti nello scenario competitivo. La forma base ha statistiche mediocri nonostante un attacco e una difesa non terribili e viene facilmente sconfitta da avversari evoluti.
Grapploct dispone di un ottimo attacco e di una buona difesa ma deve fare i conti con la scarsissima velocità fuori dall’acqua e con l’impossibilità di ricorrere a Tentacolock e Sottosopra a pieno regime. Se si vuole utilizzare questa famiglia evolutiva nella propria squadra occorre una strategia di spessore!

Tassonomia

Clobbopus e Grapploct sono molluschi cefalopodi appartenenti all’ordine Octopoda, alla famiglia Enteroctopodidae e al genere Grapploctopus.

Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Mollusca
Classe Cephalopoda
Ordine Octopoda
Famiglia Enteroctopodidae
Genere Grapploctopus
Specie
  • Grapploctopus rabiosus [Clobbopus]
  • Grapploctopus giugitsuensis [Grapploct]

Riproduzione

Clobbopus e Grapploct appartengono ai gruppi uova Acqua 1 e Umanoide e le loro uova impiegano circa 25 cicli per la schiusa. Anche se la riproduzione è una prerogativa dei Grapploct i Clobbopus hanno già raggiunto la maturità sessuale.
Nel gruppo Acqua 1 l’accoppiamento è possibile a livello naturale con i molluschi Omanyte, Omastar, Octillery, Clamperl, Shellos, Gastrodon, Inkay e Malamar. Per gli altri membri è necessario un trapianto di cellule riproduttive.
Più peculiare è il discorso del gruppo Umanoide. Le cellule riproduttive dei Grapploct non sono realmente compatibili, senza interventi umani, con quelle dei membri di questo gruppo. Tuttavia è stato osservato come diversi esemplari provino forti pulsioni sessuali nei confronti degli avversari Umanoidi che sfidano sulla terraferma. Si è a lungo pensato che ciò fosse un effetto collaterale dell’aumento di adrenalina durante il combattimento ma recenti studi hanno dimostrato che sia più che altro una questione di gusti.

Comportamento

I Clobbopus sono pokémon molto curiosi e vivaci. Amano esplorare la terraferma e colpiscono con i tentacoli qualsiasi cosa capiti loro a tiro. Sono così spensierati che non si accorgono neanche quando uno dei propri arti si stacca: non se ne curano consapevoli che ricrescerà a distanza di qualche giorno.
I Grapploct sono invece più irruenti. Estremamente sicuri di loro stessi, perlustrano la terra ferma in cerca di avversari contro cui rivolgere i tentacoli. Nonostante ciò preferiscono trascorrere le ore di riposo immersi in acqua.

Dieta

Clobbopus e Grapploct sono pokémon prevalentemente carnivori, pur non rifiutando vari tipi di bacche all’occorrenza. Si nutrono principalmente di crostacei come Krabby, Corphish, Clauncher e anche il terrestre Wimpod dei quali spaccano l’esoscheletro con le potenti tecniche di lotta.
Per quanto riguarda la catena alimentare i Clobbopus vengono occasionalmente predati da grandi pokémon acquatici come Gyarados o Sharpedo; i Grapploct godono invece di grande rispetto sia nei mari che sulla terraferma.

Distribuzione

I Clobbopus sono pokémon relativamente rari che vivono nei mari della regione di Galar (Percorso 9) e della riserva naturale dell’Isola dell’Armatura (Grotta Grinta, Baia Circolare).
Ancora più rari i Grapploct: praticamente assenti sull’Isola dell’Armatura sono però stati avvistati in piccoli gruppi anche presso il Lago Dragofuria.

Etimologia

La specie Grapploctopus rabiosus viene chiamata Clobbopus, dal galariano “clobber” (picchiare) e “octopus” (polpo), nelle regioni di Unima, Alola, Galar, Auros e Guyana e nelle città autonome di Pokétopia e Ryme City.
Nelle regioni di Kanto, Settipelago, Johto, Hoenn, Sinnoh, Fiore, Almia, Oblivia e Ransei il pokémon è invece conosciuto come Tatakko, che dal kantoniano può essere tradotto come “polpo che attacca”. A Kalos e a Carmonte il suo nome è Poulpaf, dal kalosiano “poulpe” (polpo) e “paf” (onomatopea del pugno). Nella regione di Ferrum è noto come Ttaettaemuno, letteralmente “polpo che colpisce”.
In altre parti del mondo sono in uso le denominazioni Klopptopus e Quánquánxiāo.

La specie Grapploctopus giugitsuensis viene chiamata Grapploct, dal galariano “grapple” (presa) e “octopus”, nelle regioni di Unima, Alola, Galar, Auros e Guyana e nelle città autonome di Pokétopia e Ryme City.
Nelle regioni di Kanto, Settipelago, Johto, Hoenn, Sinnoh, Fiore, Almia, Oblivia e Ransei il pokémon è invece conosciuto come Otosupus, che dal kantoniano può essere tradotto come “polpo che butta giù”. A Kalos e a Carmonte il suo nome è Krakos, da “kraken” e “Kratos” (vedi Nella cultura di massa). Nella regione di Ferrum è noto come Ke-opeoseu, letteralmente “polpo da KO”.
In altre parti del mondo sono in uso le denominazioni Kaocto e Bāzhuǎwǔshī.

Nella cultura di massa

Sembra che alcuni esemplari di Clobbopus e Grapploct arrivarono secoli fa nella regione di Kanto, probabilmente introdotte dai mercanti come bestie esotiche. Lo stile di lotta della creatura ha ispirato in parte la nascita del jujitsu.
Fino a pochi decenni fa questi pokémon erano vittime del fenomeno conosciuto come “Octopus Wrestling”, particolarmente in voga nella regione di Unima. Un sub trascinava a forza un Clobbopus o un Grapploct a riva nel tentativo di metterlo KO a mani nude prima che questo fosse riuscito a prevalere e a tornare in acqua. La pratica è successivamente stata bandita a livello globale per salvaguardare sia i pokémon che gli stessi esseri umani, che non di rado terminavano lo scontro con più di qualche osso rotto.
 

BlazePower

"È dell'artista il fin la maraviglia"
"Harry, dovresti smetterla di usare sempre Expelliarmus. Sei diventato riconoscibile"
"Cosa dovrei usare allora?"
" Grapploctopus giugitsuensis!"
 
Top Bottom