Esperimento in seconda persona

Orion919303

Hell bent for leather!
Wiki
Posto questa shot che ho scritto qualche tempo fa perché vorrei sentire ulteriori pareri sull'utilizzo della seconda persona singolare. So che è una tecnica insolita e rischiosa, ma proprio per questo ho bisogno di sapere come si presenta agli occhi di altri lettori. Siate cattivi se necessario.

Titolo: Tra le spire di Arbok

Dimmi.Ti è mai capitato di avventurarti in praterie erbose alla ricerca di Pokémon da studiare o catturare?In tal caso, hai mai avuto il coraggio di avvicinarti alla tana degli Ekans?Bene, adesso immagina di farlo in primavera, nel periodo in cui questi Pokémon sono da poco usciti dal letargo.Decidi d'intraprendere una ricerca sul campo per osservare il comportamento di questi serpenti, con te solo il compagno Dodrio e una videocamera. Trovi una tana, sicuramente è la loro. T'inginocchi facendo luce con il flash del cellulare: non si vede la fine.Metti la testa dentro ma dopo qualche secondo senti soffiare e ti allontani di scatto. Uno scatto che agita ancor di più la creatura, della quale cominci ad intravedere il luccichio degli occhi che si avvicinano sempre più. Ben presto ti accorgi, però, che quelle pupille non appartengono ad un Ekans: sono più eleganti, meno vacue. Non fai in tempo a realizzare di aver avuto l'immensa sfortuna di aver snidato un Arbok che provi a svignartela più veloce che puoi. Cerchi di salire in groppa al tuo Dodrio ma sei troppo lento: l'Arbok ti disarciona quasi subito. Senti le urla dello struzzo a tre teste che vuole difendere te e se stesso, lo vedi attaccare il cobra con un Perforbecco senza, però, riuscire a portare a termine la carica, immobilizzato improvvisamente dalle mostruose sembianze che il modello sul corpo del rettile aveva assunto. Basta quest'attimo di tentennamento per far sì che Dodrio venga scaraventato via lontano con una violenta codata.Ora immaginati così, ancora a terra per la botta subita alla schiena cadendo da Dodrio, l'Arbok che avvicina la sua fronte alla tua quanto basta per solleticarti il naso con la lingua biforcuta e che lentamente comincia ad arrotolarsi intorno a te.Siete squame contro pelle.Il sole è sparito.La morsa stringe sempre più.Cominci a sentire i primi scricchiolii delle tue ossa.Una goccia di veleno ti cade in testa. Brucia.Inizia a mancarti il respiro.Davanti ai tuoi occhi altri occhi, quelli del disegno orribile che ormai sa di morte sulle costole del cobra viola.D'un tratto senti urlare da lontano il tuo compagno Dodrio e pochi secondi dopo riesci a vedere solamente un bagliore di luci blu, gialle e rosse, sentendo al contempo freddo, piccole scosse e caldo. Con le briciole di razionalità che ti sono rimaste capisci che l'Arbok è stato colpito in pieno dall'attacco Tripletta di Dodrio e questo è sufficiente perché il rettile rinunci al pranzo e batta in ritirata.Ora c'è uno strano silenzio.Il tuo corpo sfoga tutto ciò che ha accumulato in questi cinque minuti concedendoti la grazia di svenire a terra.Ti risvegli al Centro Pokémon qualche ora più tardi, professionalmente medicato in compagnia dell'eroe pennuto che, vedendoti riprendere i sensi, riesce a far sorridere anche la sua testa più brontolona.Non avvicinarti mai e poi mai alla tana del serpente da poco uscito dal letargo.
 

Veemon Tamer

Momentai
Io ho apprezzato. La lettura è stata piacevole, è scorsa via velocemente. È una cosa diversa dal solito, quindi ben venga. Il racconto era anche abbastanza breve, non ti so dire a lungo andare se la seconda persona funziona, anche perché non sono per nulla bravo come critico. Per quello che vale, il mio è un pollice in su  :)
 

IchiaI

Passante
Siete squame contro pelle.Il sole è sparito.La morsa stringe sempre più.Cominci a sentire i primi scricchiolii delle tue ossa.Una goccia di veleno ti cade in testa. Brucia.Inizia a mancarti il respiro.
Allora, per quel che può valere, a me non è dispiaciuta affatto come lettura.
Certo, magari è ancora un po' "acerba", ma è scorrevole e lineare: non ci sono troppi fronzoli, e questo mi piace.

Per quanto riguarda la descrizione in seconda persona, l'ho trovata gradevole. Forse un po' forzata in alcuni punti, ma senza ombra di dubbio interessante.
Personalmente, credo sia più adatta a racconti brevi, perché riesci a tenere ben incollato il lettore alla trama.

E beh, il pezzo che ho citato è quello che più mi è piaciuto. Davvero davvero tanto.
 
Ultima modifica di un moderatore:

R.o.v.o.

_Colder than ice_
Ciao.

Devo dire che questo esperimento è venuto molto bene. Scrivere in seconda persona non è affatto facile, ma sei riuscito a cavartela in modo egregio: è una lettura veloce e la storia in sé l'ho apprezzata. In un punto in particolare sei riuscito a raggiungere un buon livello di suspense, soprattutto grazie alle frasi brevi e concise. Complimenti davvero. 
 

Orion919303

Hell bent for leather!
Wiki
Grazie a tutti per le vostre critiche positive, le apprezzo parecchio e mi danno quella sicurezza che mi serve per riprendere finalmente a scrivere qualcosina 
 
Ultima modifica di un moderatore:
Top Bottom