Sonnolenza generale durante l'inverno

liuton2005

sono qui solo di passaggio
#1
Da un po' di anni mi accorgo che il mio rendimento scoltastico si abbassa drasticamente durante il periodo di Novembre-Dicembre.

Da quello che ho sentito potrebbe essere causa della mancanza di luce naturale (durante l'inverno il sole è più lontano dalla terra e le ore di luce sono di meno) e così viene provocata una specie di sonnolenza generale. In pratica sono come un rimbambito con poca reazione, poca concentrazione e vuoti di memoria frequenti. Qualcuno ne sa qualcosa a riguardo o ne è affetto?

P.S. Non sto per niente scherzando..
 
#2
Se fosse dovuto solo alla mancanza di luce naturale il periodo estivo dovrebbe essere il più fruttuoso di tutti; invece sappiamo benissimo che la maggior parte della gente nei mesi estivi ha un eguale calo di idee. Posso dire che in questo caso non si tratti solamente del fatto che la gente in quel periodo non studia e non legge niente: ho riscontrato queste difficoltà nonostante quest'estate io abbia studiato e letto parecchio.

L'idea da queste due osservazioni è che probabilmente si tratti più che altro dell'intensità estrema dei climi in gioco: in estate i raggi solari danno un surplus d'energia al corpo, il quale non può mantenerla in modo completo e dunque crea uno stress fisico; in inverno come da te notato i raggi solari arrivano molto meno, quindi le cellule del corpo prive di stimolo energetico tendono a rimanere assopite.

Il consiglio nelle stagioni "estreme" è semplicemente di rallentare i ritmi di studio per seguire molto più da vicino il proprio orologio biologico, nonché provvedere ad un'alimentazione corretta che possa fornire l'energia che il sole non può dare.
 
#5
Io di estate vado a letto tra l'una e le due in genere, per alzarmi (in media) verso le 11/12. Quando c'è la scuola vado a dormire prima, ma non abbastanza. Diciamo che mediamente vado a dormire a mezzanotte e qualcosa, e mi sveglio alle 7.

Perdendo tre ore al giorno di sonno è chiaro che sono meno sveglio... Infatti più si va avanti peggio è. L'anno scorso a Maggio ero uno zombie...

Secondo me dover essere a scuola alle 8 è terribile.
 

Pariston

马 炎 凯
Admin
#6
A chi lo dici... Io durante il fine settimana devo sempre recuperare qualche ora, pur andando a dormire verso le 23:00... Anche se, di solito, è con l' avvicinarsi delle vacanze estive che il mio rendimento scolastico cala leggermente. Eppure mantengo i soliti orari per quasi tutto l' anno scolastico!
 
#7
Mella ha detto:
A chi lo dici... Io durante il fine settimana devo sempre recuperare qualche ora, pur andando a dormire verso le 23:00... Anche se, di solito, è con l' avvicinarsi delle vacanze estive che il mio rendimento scolastico cala leggermente. Eppure mantengo i soliti orari per quasi tutto l' anno scolastico!
Perché, come già detto, gli orari influiscono in modo assai marginale. L'importante per un essere umano è dormire almeno x ore la notte (dove x va dalle 5 alle 8 ore, a seconda dell'età e della persona) e mangiare abbastanza per avere energia disponibile per la giornata.

Non bisogna però sottovalutare nemmeno quelli, perché anche se non lo vogliamo il nostro orologio biologico si regola tuttora per buona parte con il Sole.

Un altro fattore che influisce è la digestione, in quanto dopo esserti riempito a pranzo il tuo corpo impiega buona parte del sangue all'apparato digestivo e ne rimane poco per il cervello (da cui l'automatico "abbiocco" post-prandiale).

Sostanzialmente gli orari in cui siamo più svegli sono quelli tra la fine di un processo digestivo o di sonno e l'inizio dell'appetito per il pasto successivo. Si potrebbe dire che siano le ore tra le 10 e le 13 di mattina, tra le 16 e le 20 di sera e tra le 22 e le 24 prima di dormire - orari ovviamente da adattare a seconda delle abitudini alimentari e di vita della persona.
 

MC5

n00b ante litteram
#8
liuton2005 ha detto:
(durante l'inverno il sole è più lontano dalla terra [...])
cazzata, durante l'inverno boreale (cioè nel nostro emisfero) il Sole è più vicino alla Terra, ma rispetto al nord dell'equatore, i raggi solari arrivano più inclinati

Pigkappa ha detto:
Io di estate vado a letto tra l'una e le due in genere, per alzarmi (in media) verso le 11/12. Quando c'è la scuola vado a dormire prima, ma non abbastanza. Diciamo che mediamente vado a dormire a mezzanotte e qualcosa, e mi sveglio alle 7.

Perdendo tre ore al giorno di sonno è chiaro che sono meno sveglio... Infatti più si va avanti peggio è. L'anno scorso a Maggio ero uno zombie...

Secondo me dover essere a scuola alle 8 è terribile.
grazie per avermi risparmiato la fatica di scrivere...

non avrei potuto esprimerlo meglio...
 
#9
MC5 ha detto:
cazzata, durante l'inverno boreale (cioè nel nostro emisfero) il Sole è più vicino alla Terra, ma rispetto al nord dell'equatore, i raggi solari arrivano più inclinati
ehh si ha ragione l'ho studiato due anni fà in scienze...
 

liuton2005

sono qui solo di passaggio
#10
MC5 ha detto:
cazzata, durante l'inverno boreale (cioè nel nostro emisfero) il Sole è più vicino alla Terra, ma rispetto al nord dell'equatore, i raggi solari arrivano più inclinati
Lo so ma non me lo ricordavo al momento in cui ho postato..
 
Top Bottom