Banale curiosità

#1
Premetto che non gioco con le carte pokemon da molti anni né le colleziono più quindi sulle meccaniche di gioco sono rimasto a quelle delle prime due o tre serie, però volevo chiedervi una cosa che non ho mai concepito: perchè non esistono 18 tipi come nel gioco virtuale ma roccia, terra e lotta hanno lo stesso simbolino così come volante-normale o psico-veleno e altri ancora? 
 

Hige

Hexxus
Mod
#2
A parer mio così con un "mono" tipo team, avrai più tipi a disposizione, tipo con i terra-lotta che hanno debolezze diverse, ma un unica energia da utilizzare, senza dover fare per forza un doppio tipo per avere debolezze diverse e occupare spazio con energie diverse

Altri motivi non saprei, ma penso comunque per un fattore di energie (o almeno secondo me) qua dovranno entrare in argomento persone che giocano più nel competitivo magari
 

Lord Bel

prof Tarassaco Tassofrasso
Mod
#3
E' probabilmente una questione di numero di carte.
Ogni espansione ha un centinaio di carte, e ci sono circa 10 Pokémon per tipo (più qualche carta allenatore). Se ci fossero 18 tipi come nel VG, praticamente uscirebbe una sola famiglia di Pokémon per colore ad ogni espansione, mentre in questo modo possono lasciare una scelta più ampia
 
#4
A parer mio così con un "mono" tipo team, avrai più tipi a disposizione, tipo con i terra-lotta che hanno debolezze diverse, ma un unica energia da utilizzare, senza dover fare per forza un doppio tipo per avere debolezze diverse e occupare spazio con energie diverse

Altri motivi non saprei, ma penso comunque per un fattore di energie (o almeno secondo me) qua dovranno entrare in argomento persone che giocano più nel competitivo magari
E' probabilmente una questione di numero di carte.

Ogni espansione ha un centinaio di carte, e ci sono circa 10 Pokémon per tipo (più qualche carta allenatore). Se ci fossero 18 tipi come nel VG, praticamente uscirebbe una sola famiglia di Pokémon per colore ad ogni espansione, mentre in questo modo possono lasciare una scelta più ampi
Più che soddisfacente direi, grazie ad entrambi anche se non riuscirò mai a digerire i pokemon veleno col simbolo dello psico..
 

Steph

Great Teacher
Mod
#5
Penso sia per semplificare notevolmente il gioco che altrimenti sarebbe diventato troppo complicato per il pubblico a cui mirava (anche se il gioco competitivo è di nicchia e con un pubblico abbastanza maturo, quello del collezionismo e del fandom in generale è più orientato ai giovani invece).

Inoltre devi tenere conto delle meccaniche che hanno adottato per stilare il regolamento, come hanno già detto per le energie, altrimenti i mazzi diventerebbero una minestra ingestibile.
 
Ultima modifica da un moderatore:

Lord Bel

prof Tarassaco Tassofrasso
Mod
#7
Ma i veleno non vengono indicati col simbolo dell'erba? Almeno, quando ci giocavo io (cioè decinaia e decinaia di anni fa xD), era così.
Non è una distinzione universale, il criterio con cui viene scelto il colore delle carte varia spesso.

Alcuni veleno sono erba, altri sono psico, altri di un altro tipo ancora (magari legato al loro secondo tipo)
 

Steph

Great Teacher
Mod
#8
in effetti quella del tipo psiche tcg corrispondente al veleno vg è una novità abbastanza recente, se non sbaglio dalle espansioni di dppt :)
 

Plautus

Umbra profunda sumus
#9
Non è una distinzione universale, il criterio con cui viene scelto il colore delle carte varia spesso.

Alcuni veleno sono erba, altri sono psico, altri di un altro tipo ancora (magari legato al loro secondo tipo)
Si capisco. Inoltre, dopo l'espansione specie delta credo che si siano sbizzarriti parecchio. Bel, ma tu partecipi ai tornei? Credi che come gioco di carte sia valido? Io da piccolo lo trovavo un po' banalotto.
 
Ultima modifica da un moderatore:

Lord Bel

prof Tarassaco Tassofrasso
Mod
#10
Per quale motivo lo trovavi banale?

E' semplice, ma non per questo facile..
Sì, quando posso vado a fare qualche torneo, anche se sono fini a sé stessi perché non posso mai partecipare al nazionale e al mondiale, dato che sono sempre in staff. Il mio risultato migliore di quest'annata è stato Top8 al regionale di Venezia, con un mazzo Mew EX / Trevenant / Accelgor
 

Plautus

Umbra profunda sumus
#11
Per quale motivo lo trovavi banale?

E' semplice, ma non per questo facile..

Sì, quando posso vado a fare qualche torneo, anche se sono fini a sé stessi perché non posso mai partecipare al nazionale e al mondiale, dato che sono sempre in staff. Il mio risultato migliore di quest'annata è stato Top8 al regionale di Venezia, con un mazzo Mew EX / Trevenant / Accelgor
Così a pelle, rispetto ad altri tcg (come magic), mi sembrava un po' più alla buona. Poi io mi riferisco ai tempi delle prime espansioni, quando come gioco era relativamente giovane, quindi non sono aggiornato per quel che riguarda le meccaniche attuali. Ad esempio "mazzo mew ex/trevenant/accelgor" per me è arabo xD

Comunque, sia ben chiaro, non lo stavo dicendo in termini offensivi.
 

Lord Bel

prof Tarassaco Tassofrasso
Mod
#12
Ma certo, qui non si è offeso nessuno!
Ancora non capisco cosa intendi con "alla buona"... perché ha molte meno regole rispetto a Magic? "Semplice" e "Facile" hanno due significati ben diversi...

La differenza maggiore (oltre a vabbè il numero di regole) è la mancanza di magie istantanee, o in generale cose che puoi giocare durante il turno dell'avversario, sia per bloccarlo sia per sistemarti meglio. Ci sono state in formato solo un paio di carte (ti parlo di anni e anni fa) che lo permettevano, ma ora sono ruotate da un pezzo.

L'altra differenza è il dover prendere sei premi, il che impediscono alla partita di finire in un turno o due, cosa che è molto comune in YuGiOh ad esempio, dove si può tirare fuori 8000+ di attacco in un solo turno.

Sono due punti che obbligano a *giocare* la partita, e ti impediscono di bloccare il tuo avversario. Personalmente mi piacciono, anche se probabilmente non a tutti piace stare a guardare mentre l'avversario si sistema, senza poter fare niente
 

Plautus

Umbra profunda sumus
#13
Ma certo, qui non si è offeso nessuno!

Ancora non capisco cosa intendi con "alla buona"... perché ha molte meno regole rispetto a Magic? "Semplice" e "Facile" hanno due significati ben diversi...

La differenza maggiore (oltre a vabbè il numero di regole) è la mancanza di magie istantanee, o in generale cose che puoi giocare durante il turno dell'avversario, sia per bloccarlo sia per sistemarti meglio. Ci sono state in formato solo un paio di carte (ti parlo di anni e anni fa) che lo permettevano, ma ora sono ruotate da un pezzo.

L'altra differenza è il dover prendere sei premi, il che impediscono alla partita di finire in un turno o due, cosa che è molto comune in YuGiOh ad esempio, dove si può tirare fuori 8000+ di attacco in un solo turno.

Sono due punti che obbligano a *giocare* la partita, e ti impediscono di bloccare il tuo avversario. Personalmente mi piacciono, anche se probabilmente non a tutti piace stare a guardare mentre l'avversario si sistema, senza poter fare niente
Si, è proprio la distinzione tra "semplice" e "facile" che non condivido pienamente, poichè di solito ad uno stile semplice corrisponde un gioco più alla portata di tutti (poi è ovvio che ci sono giocatori più bravi di altri, ma quello vale per ogni cosa). Con più regole secondo me il gioco risulta essere più profondo (non per questo migliore, comunque). Ma è una mia idea. Lo dico dopo aver provato (anche se tutti tempo fa) i 3 giochi più diffusi :pokèmon, yu gi oh e magic. Dei tre, quello che più mi ha soddisfatto è l'ultimo. 
 
Ultima modifica da un moderatore: