Caldo.

#1
Catania, 16 febbraio.

Caldo. Troppo. Cielo limpido e sole spaccapietre degno di una giornata di giugno. Sono scemo io che vado in giro con felpa e giubbotto. Ora mi ritrovo seduto su un bus con giubbotto e felpa in grembo, mentre la maglietta di cotone indossata sotto la felpa da sola copre il mio torso, con le maniche adeguatamente arrotolate per cercare di dare frescura alle braccia. Caldo.

E se non si è ancora capito, a Catania fa caldo.
 
#5
Per intenderci: io odio il caldo. Da un paio d'anni detesto l'estate, grazie all'afa e le zanzare che porta, dalla quale difficilmente riesco a proteggermi. Il fatto che l'inverno vada in ferie prima del dovuto non mi va giù.

È FEBBRAIO, queste temperature le accetto a malapena ad aprile.

Vabè che sono in Sicilia, dove notoriamente è estate quasi tutto l'anno, ma qui si esagera.

Appena arrivo a casa, rimetto l'acqua minerale in frigo.

*delirio dovuto all'afa*

SEEEENTO IL MAAAAREEEE DENTRO UNA CONCHIGLIAAAAAAAA..
 
Ultima modifica da un moderatore:
#10
Catania, 16 febbraio.

Caldo. Troppo. Cielo limpido e sole spaccapietre degno di una giornata di giugno. Sono scemo io che vado in giro con felpa e giubbotto. Ora mi ritrovo seduto su un bus con giubbotto e felpa in grembo, mentre la maglietta di cotone indossata sotto la felpa da sola copre il mio torso, con le maniche adeguatamente arrotolate per cercare di dare frescura alle braccia. Caldo.

E se non si è ancora capito, a Catania fa caldo.
C'è io muoio dal freddo e il sole lo vedo ogni morte di papa, e tu ti lamenti?? 

Guarda con tutto il <3 ....

Fanculo <3  
 
 
 
#11
Come hai fatto a sopravvivere alle precedenti estati siciliane?
Infatti sono sopravvissuto, mi sono limitato a questo.

Mi spiace per il vostro freddo ragazzi, ma farei a cambio con voi in qualsiasi momento.

Edit: non chiamatemi però se siete in balia di alluvioni et similia. Quelle le detesto anche io.
 
Ultima modifica da un moderatore:

CiaobyDany

Gli @dmin sono delle brutte perso
Wiki
#14
Se qui invece passasse Rayquaza, avrei piacere che facesse un'Ascesa del Drago al tizio "tunz-tunz-tunz" che abita di fronte a casa mia e di cui devo sentire i rumori molesti dall'altra parte della strada se non voglio morire soffocato e aprire la finestra.