per voi....

#5
Ogni giorno mi alzo con la consapevolezza di essere solo un uomo, in mezzo a miliardi di miei simili. Come posso essere unico e diverso, se ci sono altre 6 miliardi di persone? Chissà quante sono migliori di me,  sotto ogni punto di vista.

Poi accendo il pc, vengo qui su pcf e leggo i tuoi post.

Almeno, non sono il peggio. Grazie dell'autostima che mi dai ogni giorno.
 

elmdor

666c657368 6973 7765616b
#13
Qual'è il senso? E' semplicemente un numero, che l'autore ha detto così, a random, perchè così la gente penserà "chissà qual'è il significato recondito di questa stronzata" e quindi fa figo.
Cito da Wikipedia:

Un gruppo di scienziati, i cui componenti sono in realtà la proiezione pandimensionale di una razza di esseri super-intelligenti esistenti su un piano dimensionale superiore, costruisce Pensiero Profondo, il secondo più grande computer di tutti i tempi e di tutti gli spazi, per ottenere la risposta alla "Domanda Fondamentale sulla Vita, sull'Universo e Tutto quanto" (in lingua inglese The Ultimate Question of Life, the Universe and Everything). Dopo sette milioni e mezzo di anni il computer fornisce la risposta: «42».

« "Quarantadue!" urlò Loonquawl. "Questo è tutto ciò che sai dire dopo un lavoro di sette milioni e mezzo di anni?""Ho controllato molto approfonditamente," disse il computer, "e questa è sicuramente la risposta. Ad essere sinceri, penso che il problema sia che voi non abbiate mai saputo veramente qual è la domanda." »
 
#14
Se volevate fare una discussione seria sul senso della vita, potevate creare un topic su Attualità, Cultura e Riflessioni, sezione che attualmente sta prendendo la polvere.

Dato che siamo in Vomitoteca e date le premesse, prevedo che questo topic chiuderà presto. O comunque lo spero.
 

Silez

Bravo, ma per me è no.
#17
Continuo a non vedere il senso.
(Ma questo topic non era in.... umpf  u_u )

Il senso sta non tanto nella risposta, ma nel perchè ce la poniamo. Perchè ci chiediamo quale sia il senso della vita? Quei scienziati hanno aspettato 7 milioni e mezzo di anni per scoprirla... tempo perso? Forse no, forse è prorio questo il senso della vita: aspettare. Aspettare qualcosa, un obbiettivo, un traguardo, un successo, un emozione. Vivi non tanto per avere quello che vuoi ma per raggiungerlo, nella vita la cosa più importante non è quello che abbiamo ottenuto ma come lo abbamo ottenuto.

Quando il computer risponde 42, poteva dire un qualsiasi numero, ma la risposta era nel far sperare quegli scienziate per così tanto tempo. "Ad essere sinceri, penso che il problema sia che voi non abbiate mai saputo veramente qual è la domanda"  e così la storia continuerà piena di speranze e delusioni.

E per chiudere il momento filosofico vi lascio con una favolina di Calvino (Lezioni Americane).

Un giorno l’imperatore chiede a Chuang-Tzu – il più bravo pittore della Cina – il disegno di un granchio. Chuang-Tzu risponde: “Ho bisogno di cinque anni di tempo e di una villa con dodici servitori!”. L’imperatore acconsente. Dopo cinque anni si reca nella villa per vedere l’opera di Chuang-Tzu, ma scopre che il disegno non è ancora cominciato.”Ho bisogno di altri cinque anni per finire il mio lavoro”, dice Chuang-Tzu. E l’imperatore acconsente di nuovo. Dopo altri cinque anni torna nella villa per vedere se il disegno è pronto. Chuang-Tzu allora prende in mano un pennello e in un momento, con un solo gesto, disegna un granchio, il più perfetto granchio mai visto. 
 
Ultima modifica da un moderatore:

Pariston

马 炎 凯
Admin
#20
« Zhuangzi e Huizi stavano passeggiando nei pressi della cascata di Hao quando Zhuangzi disse:

"Osserva come i pesci saltellano sull'acqua e poi si rituffano. Questo è ciò che ai pesci piace realmente!"

Huizi disse, "Tu non sei un pesce — come puoi sapere quello che piace ai pesci?"

Zhuangzi replicò, "Tu non sei me, quindi, come puoi sapere che io non so cosa piace ai pesci?"

Huizi, "Non sono te, e per questo non so di certo cosa tu sai.

D'altro canto, tu di certo non sei un pesce — quindi, questo prova che tu non sai cosa piace ai pesci!"

Zhuangzi disse, "Torniamo alla domanda originale, per favore.

Tu mi hai chiesto come so cosa piace ai pesci — quindi, tu già sapevi che lo sapevo quando mi hai posto quella domanda.

Io lo sapevo semplicemente stando qui vicino all'Hao". »

-- Zhuangzi
 
Ultima modifica da un moderatore:

Lord Pum

...the flavour of a life that fades away.
#24
Il senso della vita è postare boiate nella vomitoteca, ovviamente.

Ah ma tutta sta storia del 42 è una stronzata. Cioè, io pensavo che l'autore pensasse seriamente che il significato della vita è 42, invece è una roba del suo racconto.
Tipo informati prima di giudicare? T'han perfino linkato le pagine di wikipedia..
 
#25
@tutti quelli che si chiedono perché 42

« La risposta è molto semplice. Era uno scherzo. Doveva essere un numero, un normale, piccolo numero, e io scelsi quello. Rappresentazioni binarie, calcoli in base tredici, monaci tibetani sono solo una completa sciocchezza. Ero seduto alla scrivania, fissai il giardino e pensai '42 funzionerà'. Lo scrissi a macchina. Fine della storia. » (Douglas Adams, 2 novembre 1993)
 
Ultima modifica da un moderatore:

Pariston

马 炎 凯
Admin
#27
Mi state dicendo che la risposta alla domanda fondamentale sulla vita l'universo e tutto quanto, non è altro che una montatura?

Non ci credo.
 
#30
Il senso della vita è provare gioia nel cercare di catturare zapdos il 6 gennaio alle 18 quando il giorno dopo hai la simulazione della terza prova d'esame e ancora nessun libro è stato aperto
 
Top Bottom