Bob lo sfigato

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

~Nigeris.

Zoidberg
Cap 1

Bob, chiamato da tutti Bobby, era un trentenne qualuncue. Con una ragazza, anche se un pochino brutta, con un lavoro, anche se lo pagavano 50 € al mese e con i suoi giorni si e i suoi giorni no.

Bobby era appena uscito dal lavoro, dove non gli avevano neanche dato la paga mensile, e stava pensando "Che bella giornata!". Dopo poco un nuvolone nero si mise propio sopra la città e cominciò a piovere e dopo pochissimio a grandinare. Bob cominciò a correre per evitare la pioggia ma scivolò e si sporcò tutto. Rialzandosi e dandosi una scrollata si riparò dentro ad un bar.

Lì prese un caffè pensando "Rimango qui finchè non piove. Tanto, non può piovere in eterno!". Dopo aver bevuto il caffè andò a pagare e li scoprì che quello era il bar più costoso di tutta la città. "Oggi mi sa che non è la mia giornata!" disse tra se e se. Uscendo vide che pioveva sempre, ma molto meno forte. Allora uscì, e con una corsetta arrivò a casa in poco più di 5 minuti.

Bobby diventava triste al pensiero di quella brutta giornata ma il pensiero di trovare la sua ragazza lo rallegrava. Dopo aver salito la lunga gradinata di casa non vide Jessica, la sua ragazza.

In compenso c'era un bigletto con soprascritto <Bob, io ti voglio bene, ma non possiamo continuare a vivere così. E' da 10 anni che siamo findanzati ed ancora tu non ti sei deciso a chiedermi di sposarti.Tua madre chiama ogni minuto ed ogni volta che gli doco che sei al lavoro lei mi sgrida dandomi della bugiarda.Io me ne vado con un altro. La tua ex Jessica.>.

"Perchè??? Perchè a me?" cominciò a gridare piagnucolando Bobby guardando il tetto.

Un voce molto profonda e calma disse "Non ti preoccupare. Tutto potrà risolversi. Tu avrai un incarico migliore a lavoro. Troverai il vero amore."

"Cosa? Ma chi sei tu? Dove sei? E poi, perchè dovrei crederti? Come fai ad essere certo di questo?" chiese tuto ad un fiato Bob.

La voce, sempre calmissima, rispose "Tanquillizzati Bob, o meglio, Bobby, ti spiegherò tutto con calma ma prima ti devo dire una cosa molto importante..."

Fine prima parte

lo inventata così, sul momento

se vi piace la continuo

ma se piace a pochissimi neanche la continuo

insomma. che ve ne pare?
 

Syrio

Appesità
la grammatica fa skifo....

migliorala e migliora anke i contenuti e diventa udibile

e da quando in qua un uomo ke guadagna 50 € al mese si può permettere la casa, la fidanzata, e soprattutto un caffè?! Al bar pergiunta
 

Falkon

Zoidberg
Non è questo lo spirito. Continua, migliorando di passo in passo. Fregatene se qualcuno fa commenti acidi, e usali per costruire il tuo futuro. Impara dall'ignoranza, ignora l'insapienza. Le sofferenze di oggi sono l'edificio di domani. Il futuro sta nelle prove, nel sudore della fronte, nel pane guadagnato col sudore della fronte.

Continua, e impegnati di migliorare.

[me=Falkon]si commuove[/me]
 

DottorSam

or not?
Sirius ha scritto:
la grammatica fa skifo....

migliorala e migliora anke i contenuti e diventa udibile

e da quando in qua un uomo ke guadagna 50 € al mese si può permettere la casa, la fidanzata, e soprattutto un caffè?! Al bar pergiunta
Anche se, volendo essere corretti, uno che scrive con "ke", "anke" e cazzi vari non si dovrebbe permettere di commentare il livello grammaticale degli altri.
 
Ultima modifica di un moderatore:
S

Super Warrior

O_o :)

La storia potrebbe pure essere carina,magari prendi qualche altro spunto per fare i prossimi capitoli,che così è un po' troppo semplice..
 

The King

Zoidberg
Falkon ha scritto:
Non è questo lo spirito. Continua, migliorando di passo in passo. Fregatene se qualcuno fa commenti acidi, e usali per costruire il tuo futuro. Impara dall'ignoranza, ignora l'insapienza. Le sofferenze di oggi sono l'edificio di domani. Il futuro sta nelle prove, nel sudore della fronte, nel pane guadagnato col sudore della fronte.

Continua, e impegnati di migliorare.

[me=Falkon]si commuove[/me]
Sono con Falkon...bella frase.....
 

~Nigeris.

Zoidberg
Cap. 2

"Su di te e su di altre 9 persone al mondo si è abbattuta una stregoneria"  disse la voce.

"Ma quale maledizione e maledizione? Credi che sia un bambino che crede ancora a queste cose?" disse in modo sgarbato Bob.

La voce, con un tono da rimpovero disse "Io ti ho avvertito e tu non mi hai creduto. Capisco che non ti fidi di me quindi smetto di parlare. Addio"

Bob per qualche strano motivo dopo quelle semplici parole rabbrividi. Per calmarsi un pò si fece un té caldo. La notte non riusci a dormire. Continuava a pensare a le parole pronunciate da quella misteriosa voce. La mattina dopo Bob prese almeno 5 caffé ed andò al lavoro.

In quel momento...

"Ho cercato di avvertirlo Supremo, ma lui non mi ha creduto!" disse Colonius.

"Non mi interessano le tue scuse Colonius. Ti avevo detto di portarlo qui e tu non ci sei riuscito. Sei sempre stato e rimmarrai sempre un incapace" disse il Suprmemo molto arrabbiato.

Quest'ultimo dopo una piccola pausa continuò "Anche gli altri staranno avendo problemi, ma nessuno di loro è tornato perchè sanno che devbono obbidire agli ordini!".

"Ma..".

"Niente ma! Ti ho detto di fare una cosa e tu non l'hai fatta! La maledizione fatta su quei terrestri potrebbe condannare l'intero universo che noi dobbiamo proteggere. Lo capisci ? Si o no? Comunque ora vai a allenarti nelle atri magiche. Ci dobbiamo preparare al peggio grazie a te!" disse sempre più arrabbiato il Supremo.

Colonius si dirisse verso il corridoio.

Intanto Bob era stato licensiato perchè aveva versato involontariamente del caffé sul capo. Era tornato a casa distrutto e si era messo a dormire.

Bob era stato svegliato da un rumore che in un primo momento non aveva riconosciuto ma in un secondo momento individuò: era il campanello.

Dopo aver aperto la porta Bobby vide ciò che non avrebbe mai voluto vedere.

Era sua madre che subito cominciò a sgridarlo perchè non chiama mai e perchè le si sente sola.

"Bobbuccio mio, perchè non chiami mai? Non ti sei mica dimenticato della tua cara ma omrai sola mamma? Vero tesoro?"

Bob penso di aver capito il motivo per cui la sua fidanzata se ne era andata ma poi rispose a sua madre "Mamma! Perchè sei venuta? Il dottore ha detto che non ti devi alzare! E poi, che ti interessa di quello che faccio? Ormai sono adulto!".

La madre rispose in tono secco " E' così? sei crescuto tutto ad un tratto? Va bene. Io me ne vadoma tu ricordati di come mi hai trattato oggi quando ti troverai in seri guai!" e con questo chiuse la porta e se ne andò.

Fine seconda parte

com'è? è più bella della prima?
 

Syrio

Appesità
Samus ha scritto:
Anche se, volendo essere corretti, uno che scrive con "ke", "anke" e cazzi vari non si dovrebbe permettere di commentare il livello grammaticale degli altri.
fuori dalla fic si può far passare un comportamento del genere ma in una fic è essenziale una grammatica ben fatta

(anke xkè nn ho tempo di scrivere bene XD)

X TL si è molto meglio della la prima sia x grammatica ke per contenuti cmq surpmemo nn credo ke esista mentre atri è una città

XD ki ha letto capisce
 

~Nigeris.

Zoidberg
Falkon ha scritto:
Non è questo lo spirito. Continua, migliorando di passo in passo. Fregatene se qualcuno fa commenti acidi, e usali per costruire il tuo futuro. Impara dall'ignoranza, ignora l'insapienza. Le sofferenze di oggi sono l'edificio di domani. Il futuro sta nelle prove, nel sudore della fronte, nel pane guadagnato col sudore della fronte.

Continua, e impegnati di migliorare.

[me=Falkon]si commuove[/me]
ho letto ora questa frase

[me=The Legend]si commuove insieme a Falkon e gli presta un fazzolettino
 

~Nigeris.

Zoidberg
Cap. 3

Colonius si era molto offeso dopo la discussione con il Supremo ma sapeva che aveva perfettamente ragione quando lo rimproverava. Non c'era alcun dubbio: aveva fatto un errore che poteva costare la vita a miliardi di esseri viventi nell'universo e doveva ripararlo.

Per strada Bobby intanto...

"Ieri ho avuto un sogno. Ho sognato che una voce mi parlava e mi diceva qualcosasu una maledizione ma io gli ho detto che non credevo a nulla e lui se ne andato." raccontava Bob al suo amico Alfredo.

"Cosa!?!? Anche io ho avuto lo stesso sogno solo che gli ho creduto e mi ha fatto vedere attraverso lo specchio che ho nel mio bagno due donne bruttissime e molto vecchie!" disse Alfredo.

"Veramente?" chiese Bobby stupito

"Si si!" rispose velocemente Alfredo.

In un'altra galassia in tanto ...

"Ermenegilda! Che fai? Non si mette mai un occhio di tritone in una pozione Stratislava!" dicevo con tono di rimprovero Castania.

"Scusami tanto. Non me lo ricordavo. La vecchiaia si fa sentire. Ma abbiamo fatto un ottimo lavoro con quegli umani.... Neanche sanno cosa li aspetta...." rispose  Ermenegilda.

Allora Castania disse tutto ad un fiato "Non ne sarei così sicura! Ci sono sempre quei guastafeste di Ralox..."

"Hai ragione"

Ermenegila e Castania erano due sorelle nonchè le più potenti emanatrici di maledizioni sulla piazza. Erano famose in tutto l'universo apparte che sulla terra. Per questo avevano scelto in quel pianeta le propie vittime.
 

SuperBowser

洪荒之力
Sei molto bravo però noto delle imperfezioni nella grammatica XD.

Posso dire che la seconda parte è più bella e più interessante e invece il motivo per cui Jessica ha lasciato Bob è un po'... stupido.

Correzioni

"Su di te e su di altre nove persone al mondo si è abbattuta una stregoneria"  disse la voce.

"Ma quale maledizione e maledizione? Credi che sia un bambino che crede ancora a queste cose?" disse in modo sgarbato Bob.

La voce, con un tono da rimpovero, disse: "Io ti ho avvertito e tu non mi hai creduto. Capisco che non ti fidi di me quindi smetto di parlare. Addio"

Bob per qualche strano motivo dopo quelle semplici parole rabbrividì. Per calmarsi un po' si fece un caldo. La notte non riuscì a dormire. Continuava a pensare alle parole pronunciate da quella misteriosa voce. La mattina dopo Bob prese almeno 5 caffè e andò al lavoro.

In quel momento...

"Ho cercato di avvertirlo, Supremo, ma lui non mi ha creduto!" disse Colonius.

"Non mi interessano le tue scuse, Colonius. Ti avevo detto di portarlo qui e tu non ci sei riuscito. Sei sempre stato e rimmarrai sempre un incapace" disse il Suprmemo molto arrabbiato.

Quest'ultimo, dopo una piccola pausa, continuò: "Anche gli altri avranno dei problemi, ma nessuno di loro è tornato perché sanno che devono ubbidire agli ordini!".

"Ma...".

"Niente ma! Ti ho detto di fare una cosa e tu non l'hai fatta! La maledizione fatta su quei terrestri potrebbe condannare l'intero universo che noi dobbiamo proteggere. Lo capisci? o no? Comunque ora vai a allenarti nelle atri magiche. Ci dobbiamo preparare al peggio grazie a te!" disse sempre più arrabbiato il Supremo.

Colonius si dirisse verso il corridoio.

Intanto Bob era stato licenziato perchè aveva versato involontariamente del caffè sul capo. Era tornato a casa distrutto e si era messo a dormire.

Bob era stato svegliato da un rumore che in un primo momento non aveva riconosciuto ma in un secondo momento individuò: era il campanello.

Dopo aver aperto la porta Bobby vide ciò che non avrebbe mai voluto vedere.

Era sua madre che subito cominciò a sgridarlo perché non chiama mai e perché si sente sola.

"Bobbuccio mio, perché non chiami mai? Non ti sei mica dimenticato della tua cara ma ormai sola mamma? Vero tesoro?"

Bob penso di aver capito il motivo per cui la sua fidanzata se ne era andata ma poi rispose a sua madre "Mamma! Perché sei venuta? Il dottore ha detto che non ti devi alzare! E poi, che ti interessa di quello che faccio? Ormai sono adulto!".

La madre rispose in tono secco " E' così? Sei cresciuto tutto ad un tratto? Va bene. Io me ne vado ma tu ricordati di come mi hai trattato oggi quando ti troverai in seri guai!" e con questo chiuse la porta e se ne andò.

Fine seconda parte

Rileggendola mi sembra ancora più bella  :)

Se sono stato un po' troppo critico sgridami pure  :D

Attenzione: mentre scrivevi la risposta, è stato aggiunto un nuovo post. Verifica il tuo messaggio!

Mentre correggevo le tue cose è saltato fuori pure il terzo capitolo 
Lo leggerò più tardi!
 

Gkx

Admin
scusate, eh, ma mettersi a correggere l'ortografia di una fic il cui autore è scomparso da tre anni...
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top Bottom