Pirateria (split da "i peggiori artisti ecc.")

dav

Zoidberg
Il fatto che si combatta la pirateria mi sembra del tutto legittimo, ed e' chiaro che e' proprio a causa della pirateria che, come ho gia' detto, x sopravvivere  i cantanti tentano di emergere con l'immagine piu' che con la musica.

E poi la pirateria nn ha ucciso solo il rap, ma tutta la musica in generale... e x questo che le Rihanne e le Hilary Duff saltano fuori come funghi... loro sono ''attitude'' piu' che musica... Fabri Fibra fa la moda rap, Mondo Marcio Idem, Uomo di Prestigio idem....
 
L

Larm

dav ha scritto:
Il fatto che si combatta la pirateria mi sembra del tutto legittimo, ed e' chiaro che e' proprio a causa della pirateria che, come ho gia' detto, x sopravvivere  i cantanti tentano di emergere con l'immagine piu' che con la musica.

E poi la pirateria nn ha ucciso solo il rap, ma tutta la musica in generale... e x questo che le Rihanne e le Hilary Duff saltano fuori come funghi... loro sono ''attitude'' piu' che musica... Fabri Fibra fa la moda rap, Mondo Marcio Idem, Uomo di Prestigio idem....
Veramente l'esistenza della pirateria è un danno proprio per l'industria dell'immagine. Se prima le major potevano permettersi di confezionare un singolo bello patinato e venderlo assieme ad un disco fatto di scarti, adesso il furbo ascoltatore che può sentirsi le canzoni prima di comprarle non si comprerebbe mai un disco per una sola canzone gradevole.

Quello che accade sui p2p è il fenomeno della "condivisione musicale" che erroneamente viene chiamata "pirateria". Anche quando c'erano i vinili la gente si prestava i dischi solo per condividere l'ascolto di bella musica e di certo ciò non costituiva reato; oggi viene fatto su scala mondiale e curiosamente viene definito tale.

Tanto per citare qualche mistico del nostro tempo: "Ti lamenti che i dischi che escono sono tutti uguali? Dovrebbe uscire qualcosa di nuovo, ma sei tu che dovresti ascoltare meglio i dischi che già possiedi e non rompere i coglioni"
 

dav

Zoidberg
Quello che accade sui p2p è il fenomeno della "condivisione musicale" che erroneamente viene chiamata "pirateria". Anche quando c'erano i vinili la gente si prestava i dischi solo per condividere l'ascolto di bella musica e di certo ciò non costituiva reato; oggi viene fatto su scala mondiale e curiosamente viene definito tale.
I file musicali vengono duplicati i vinile nn venivano duplicati ... Non vedo cosa ci sia di strano sul fatto ke sia reato.. Anche quando c'erano le musicassette si potevano duplicare le canzoni, ma nn era legale distribuirle.. Solo ki possiede una cassetta originale puo' averne anche delle copie..

Veramente l'esistenza della pirateria è un danno proprio per l'industria dell'immagine. Se prima le major potevano permettersi di confezionare un singolo bello patinato e venderlo assieme ad un disco fatto di scarti, adesso il furbo ascoltatore che può sentirsi le canzoni prima di comprarle non si comprerebbe mai un disco per una sola canzone gradevole.
E come la mettiamo con le ragazzine che si fanno il set completo del diario dei Blue, astuccio dei Blue, mutande dei Blue, foto dei blue (contenute nel disco originale)?
 
Ultima modifica di un moderatore:

Thug Life

Zoidberg
dav ha scritto:
Il fatto che si combatta la pirateria mi sembra del tutto legittimo, ed e' chiaro che e' proprio a causa della pirateria che, come ho gia' detto, x sopravvivere  i cantanti tentano di emergere con l'immagine piu' che con la musica.

E poi la pirateria nn ha ucciso solo il rap, ma tutta la musica in generale... e x questo che le Rihanne e le Hilary Duff saltano fuori come funghi... loro sono ''attitude'' piu' che musica... Fabri Fibra fa la moda rap, Mondo Marcio Idem, Uomo di Prestigio idem....
Preconcetti. Niente altro. Non devo neppure dimostrarti il contrario, perché ti rifiuterai di accettarlo.

Quello che accade sui p2p è il fenomeno della "condivisione musicale" che erroneamente viene chiamata "pirateria".
Vabbè... è esplicitamente vietata la condivisione di files protetti da copyright... e mi pare che tale reato sia annoverato nella pirateria...

E come la mettiamo con le ragazzine che si fanno il set completo del diario dei Blue, astuccio dei Blue, mutande dei Blue, foto dei blue (contenute nel disco originale)?
Il merchandising degli artisti non è così estremizzato. Quando accade roba del genere, semplicemente non è musica, e non va considerata. Se è solo una metafora che si riferisce a chi veste largo, sappi che non lo si fa per scimmiottare qualcuno. E' identificarsi con una cultura.
[/QUOTE][/QUOTE]
 

liuton2005

sono qui solo di passaggio
Gli artisti sono destinati a soccombere perché le nuove tecnologie sono queste e loro non possono farci nulla a proposito..

La pirateria è un reato ma è come non raccogliere la cacca del cane.. Anche quello è un reato ma si cerca sempre di nascondere..
 

berek88

Zoidberg
◄']Gli artisti sono destinati a soccombere perché le nuove tecnologie sono queste e loro non possono farci nulla a proposito..

La pirateria è un reato ma è come non raccogliere la cacca del cane.. Anche quello è un reato ma si cerca sempre di nascondere..
io penso che la maggior parte dei cantanti emergenti o cmq contemporanei soccombano nn per colpa della pirateria ( che cmq è sempre esistita), bensì a causa della mancanza di fantasia nel creare nuovi dischi, basti pensare ai cantanti rap o hip hop. Al contrario cantanti del calibro di peter gabriel  ancora producono dischi dopo 30 anni di carriera musicale ( da ricordare che il prossimo disco di peter uscirà esclusivamente su internet al fine di boicottare le case discografiche ), quindi nn penso che siano le tecnologie a danneggiare la musica bensì i cantanti stessi oltre che alle case discografiche.

P.S. se la musica di oggi dovesse soccombere sarebbe solo un bene, mi fa schifo solo chiamarla musica  :D    
 
Top Bottom