Pigkappa

Marijuana

31 risposte in questa discussione

[ndGika: comincia qui.]

Perchè, che tu sappia qualcuno è davvero morto per la marijuana?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Postato da: Pigkappa 

Inserisci Citazione

Perchè, che tu sappia qualcuno è davvero morto per la marijuana?

(tono ironico) No era una battuta.. La marijuana fa bene al corpo e allo spiritoOoOo..

:clap: :clap:

Purtroppo le droghe leggere spesso sono l'ingresso in un tunnel dal quale è molto difficile uscire... Si comincia con la canna e poi si va sulla roba che fa davvero male. Purtroppo c'è ignoranza su quest'argomento perchè chi ne parla si focalizza spesso sul "legalizzare o no le droghe leggere"(portando molti esempi a favore tipo quello che ho citato nel topic precedente)  e non sulla stupidità di cercare sicurezza o disinibizione in sostanze che creano dipendenza e danneggiano sia a livello fisico che a livello psichico. Tempo fa ho sentito gli Articolo31 che in un servizio delle Iene dicevano che anche lo zucchero è una droga leggera... Immaginatevi a quanta gente e a quanti giovani di età <18 arriva questo messaggio cretino...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Qualsiasi cosa può essere una droga, basta seccare le foglie di un albero e fumarsele ma non credo che questo topic si riferisca alle droghe ma alla noobbosità di alcuni post.. Giusto??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(tono ironico) No era una battuta.. La marijuana fa bene al corpo e allo spiritoOoOo..

è vero. la cannabis non provoca assuefazione e non ha effetti collaterali, se non la cosiddetta "fame chimica" dopo l'assunzione. o il vomito e qualche minuto di allucinazioni se si esagera. ma quello anche con l'alcol.

Purtroppo le droghe leggere spesso sono l'ingresso in un tunnel dal quale è molto difficile uscire... Si comincia con la canna e poi si va sulla roba che fa davvero male. Purtroppo c'è ignoranza su quest'argomento perchè chi ne parla si focalizza spesso sul "legalizzare o no le droghe leggere"(portando molti esempi a favore tipo quello che ho citato nel topic precedente)  e non sulla stupidità di cercare sicurezza o disinibizione in sostanze che creano dipendenza e danneggiano sia a livello fisico che a livello psichico.

la marijuana non dà assuefazione e non provoca danni né fisici né cerebrali. ti rimando alla sua voce su Wikipedia per gli effetti che dà.

e per la storia "si comincia dalla marijuana e poi si passa all'eroina", mi sembra un po' un discorso del cazzo. c'è chi lo fa e chi no. perché ci deve andare di mezzo un poveraccio che si fa una canna ogni tanto?

Tempo fa ho sentito gli Articolo31 che in un servizio delle Iene dicevano che anche lo zucchero è una droga leggera... Immaginatevi a quanta gente e a quanti giovani di età <18 arriva questo messaggio cretino...

beh, ogni cosa fa male se presa in eccesso. anche il caffè fa male se ne prendi 5 al giorno. viceversa, fumare una sigaretta al giorno non dà problemi. dipende da quanto uno sa limitarsi.

ah, ti sfido a trovarmi l'articolo di una persona morta per l'uso di marijuana.

(non vale che un tizio si era fatto sei cannoni e si era buttato in strada.)

edit: aggiungerei le somme parole dei Pitura Freska:

ogni anno in italia moion 30.000 persone de alcol

ogni anno in italia moion 20.000 persone de tabacco

ogni anno mor 1.000 persone di eroina

ricordete: di marijuana non xe mai morto nissuni!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
è vero. la cannabis non provoca assuefazione e non ha effetti collaterali, se non la cosiddetta "fame chimica" dopo l'assunzione. o il vomito e qualche minuto di allucinazioni se si esagera. ma quello anche con l'alcol.

Nessuno ha mai preso le difese dell'alcol, mi sembra.

la marijuana non dà assuefazione e non provoca danni né fisici né cerebrali. ti rimando alla sua voce su Wikipedia per gli effetti che dà.

e per la storia "si comincia dalla marijuana e poi si passa all'eroina", mi sembra un po' un discorso del cazzo. c'è chi lo fa e chi no. perché ci deve andare di mezzo un poveraccio che si fa una canna ogni tanto?

1)La droga dà assuefazione per definizione e gli effetti elencati su Wikipedia sono tutt'altro che benefici.

2)Quella, come la definisci tu, "storia" in realtà è la testimonianza di molte persone che conosco personalmente.

beh, ogni cosa fa male se presa in eccesso. anche il caffè fa male se ne prendi 5 al giorno. viceversa, fumare una sigaretta al giorno non dà problemi. dipende da quanto uno sa limitarsi.

ah, ti sfido a trovarmi l'articolo di una persona morta per l'uso di marijuana.

(non vale che un tizio si era fatto sei cannoni e si era buttato in strada.)

edit: aggiungerei le somme parole dei Pitura Freska:

ogni anno in italia moion 30.000 persone de alcol

ogni anno in italia moion 20.000 persone de tabacco

ogni anno mor 1.000 persone di eroina

ricordete: di marijuana non xe mai morto nissuni!

La cosa che più mi preoccupa è quanto vi impegnate per difendere la causa della droga e quanto minimizziate i suoi effetti sull'organismo e sulla mente. Il mito della marijuana è radicato nei giovani proprio perchè dettato da cantanti di successo come Kurt Cobain, Bob Marley &co. ... molti ragazzi si sentono "fighi" perchè trasgrediscono alle regole, si sentono più furbi di chi ,secondo il loro punto di vista, conduce una vita regolare, si sentono accettati, protetti dai giudizi da un qualcosa di così subdolo e inutile come la droga.....Drogarsi non è vivere, è ostacolare le propria libertà e le proprie potenzialità a scapito di una stupida insicurezza ..

Ma io per trasgredire lo sai cosa faccio?? Dico: ics al cubbo più cinque ics al quadrato piu' ccincue uguale a zero. Ehm professoressa, non ho studiato. Voto: Per ogni ics <5. E ora andiamo tutti da Vuitton dicendo bonjur madame, vorrei vedere le borse da mille euro a botta grazie signora la aspettomentrevainmagazzinoaprocurarsiloggettodelmiodesideriodipazzascriteriatachesivendeREBBELANIMAPERUNPORTAFOGLIZEBRATODIGUCCI. E poi diciamo: Ma Svetlana, comprati uno stura-bidet di Jenny B. Ce lo ha anche Ivana Spagna, in tinta con le sue mutandone da nonna papera, naturalmente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Nessuno ha mai preso le difese dell'alcol, mi sembra.

certo, ma, da un punto di vista puramente logico-giuridico, è assurdo che lo stato consenta che l'alcol venga consumato e la cannabis no.

1)La droga dà assuefazione per definizione

droga, s.f.

1 sostanza vegetale secca usata per aromatizzare le vivande (p.e. pepe, cannella)

2 in farmacologia, ogni sostanza o prodotto di origine naturale con azione terapeutica

3 denominazione generica di sostanze naturali o di sintesi con proprietà stupefacenti, allucinogene o eccitanti: fare uso di droga; spacciatore di droga; il traffico della droga | droghe pesanti (p.e. l'eroina, la cocaina), leggere (p.e. l'hascisc, la marijuana), in relazione agli effetti che provocano e all'insorgenza o meno del fenomeno della tossicodipendenza | uscire dalla droga, ((gerg.)) disintossicarsi, non farne più uso

4 (fig.) abitudine radicata a cui non si riesce a rinunciare: per lui la televisione è una droga.

a meno che tu non intenda il quarto significato, che è figurativo...

e gli effetti elencati su Wikipedia sono tutt'altro che benefici.

mmmh, mettiamola così: fatti una canna e ne riparliamo. non ti preoccupare, non diventerai un tossicodipendente.

(ah, è ovvio che gli effetti descritti sono solamente temporanei... ovvero dopo un po' si ritorna esattamente come prima ma un po' più allegri.)

2)Quella, come la definisci tu, "storia" in realtà è la testimonianza di molte persone che conosco personalmente.

beh, aggiungici la mia: oltre a hashish e cannabis non ho mai provato niente né ho la tentazione di farlo. come vedi, proseguo tranquillamente la mia vita e non faccio male a nessuno. neanche a me stesso.

La cosa che più mi preoccupa è quanto vi impegnate per difendere la causa della droga e quanto minimizziate i suoi effetti sull'organismo e sulla mente.

...che sono, appunto, nulli. secondo me ti stai confondendo con l'LSD o qualcos'altro.

Il mito della marijuana è radicato nei giovani proprio perchè dettato da cantanti di successo come Kurt Cobain, Bob Marley &co. ...

apparte che Kurt Cobain si faceva di ben altro che marijuana...

su Bob Marley ti posso dare ragione, ma non è che lui lo facesse per sentirsi figo... il rastafarianesimo, che lui predicava, include il consumo di marijuana come mezzo di elevazione spirituale per avvicinarsi a dio. poi che ci siano i giovani pirla che hanno equivocato il messaggio in "fatevi fino a non capire più un cazzo", beh, è un'altra storia.

molti ragazzi si sentono "fighi" perchè trasgrediscono alle regole, si sentono più furbi di chi ,secondo il loro punto di vista, conduce una vita regolare, si sentono accettati, protetti dai giudizi da un qualcosa di così subdolo e inutile come la droga.....Drogarsi non è vivere, è ostacolare le propria libertà e le proprie potenzialità a scapito di una stupida insicurezza ..

no ma, spiegami un attimo, tu mi vuoi venire a rompere i coglioni perché mi faccio le canne? ti do fastidio perché mi faccio le canne? non penso. distruggo me stesso? i miei voti sono buoni, ho una vita sociale attiva, una ragazza, una discreta famiglia e non potrei desiderare niente di meglio. sono felice, per quanto un essere umano possa considerarsi felice. e ciò nonostante ogni tanto mi piace uscire con gli amici e farmi una canna. devo venire considerato un disadattato, un povero idiota, uno con problemi psichici?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

L'erba ti fa male.. se la fumi senza stile.

Edit: Scusate stavo per uccidere il discorso con la mia asserzione.. Allora metto anche un argomentazione.

Conosco una combriccola di ex-amici che si spende 350 euro di fumo alla settimana e hanno un'età compresa tra 21 e 16 anni, stanno tutto il giorno rinchiusi in un garage e si narcotizzano di brutto, hanno lasciato perdere scuola, lavoro, amici e sport. E questo è un caso di demenza.

Poi c'è chi lo fa ogni tanto per passare una serata divertente stile "filosofia spiccia del sabato sera", ma neanche troppo perchè  se me la offrono ok ma di certo non ne cerco, e questo è un esempio di "non voglio fare il bigotto questa è gente giusta e me lo ricorderò ridendo a 70 anni".

Ora, la differenza principale è che i primi hanno scelto un'immagine di "consumatore di erba", mentre gli altri vivono la loro vita.

Ecco spiegata la mia frase, spero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Purtroppo le droghe leggere spesso sono l'ingresso in un tunnel dal quale è molto difficile uscire...

Qualsiasi droga lo è. E droga, come suggerito successivamente da Gkx, è proprio il quarto significato: un'abitudine a cui è difficile rinunciare perché ci risulta piacevole. Droga è la marijuana, droga è l'alcool etilico, droga è il sesso, droga è la televisione, droga è l'ascoltare musica; droga è anche giocare a carte, fare i cruciverba, leggere libri; perché tutto ciò che ci piace lo vorremmo rifare di nuovo. Di tutte queste cose si può fare overdose e quando la si fa si sta male, perché il piacere provocato da tali cose è bilanciato da una eguale sofferenza (= danno fisico e cerebrale, il più delle volte non permanente). Le droghe diventano pericolose solo quando non si conosce la loro natura, corrispondente al termine greco "pharmakon": significa allo stesso tempo "veleno" e "farmaco". I vaccini sono efficaci perché ti viene iniettato nel corpo proprio l'agente dannoso da cui ti stai proteggendo, ma in dose limitata, per far sì che il corpo lo combatta. Più che limitare l'uso delle droghe si dovrebbe fare un'adeguata educazione ad esse.

2)Quella' date=' come la definisci tu, "storia" in realtà è la testimonianza di molte persone che conosco personalmente.[/quote']

Le testimonianze di vita potrebbero venire da persone che non sono capaci di utilizzare le droghe. Allo stesso modo potrei portare alla tua conoscenza una buona parte dei miei amici: persone con cui mi diverto tantissimo, persone capaci di ragionare sul serio, che ogni tanto si riuniscono e in amicizia fumano qualcosa per passare il tempo. Forse da te vi sono altre abitudini sociali, ma dal momento che questa non danneggia direttamente nessuna persona (l'assunzione della droga implica solo il danno/piacere su chi la usa) non implica in sé una colpa.

La cosa che più mi preoccupa è quanto vi impegnate per difendere la causa della droga e quanto minimizziate i suoi effetti sull'organismo e sulla mente. Il mito della marijuana è radicato nei giovani proprio perchè dettato da cantanti di successo come Kurt Cobain' date=' Bob Marley &co. ... [/quote']

Droga ed alcolici erano in uso fin dai tempi dei Greci, e per quanto io non abbia approfondito è altamente plausibile che fossero in uso altre forme di droga anche nelle popolazioni preistoriche, in quanto gli uomini di allora avevano gli stessi bisogni di quelli di adesso.

molti ragazzi si sentono "fighi" perchè trasgrediscono alle regole' date=' si sentono più furbi di chi ,secondo il loro punto di vista, conduce una vita regolare, si sentono accettati, protetti dai giudizi da un qualcosa di così subdolo e inutile come la droga.....[/quote']

Trasgredire significa causare un danno alla società perché si sono infrante le regole. Nessuno deciderebbe di farsi del male assumendo le droghe solo per danneggiare gli altri.

Drogarsi non è vivere' date=' è ostacolare le propria libertà e le proprie potenzialità a scapito di una stupida insicurezza ..[/quote']

E' vero che immergersi nelle droghe ad un livello troppo alto può causare un'estraniazione da se stessi, ma il motivo è molto diverso dall'insicurezza (verso cosa?). Si usano l'alcool e le droghe leggere perché sono i mezzi più semplici, veloci e diffusi per raggiungere uno stato di piacere momentaneo, e si cerca tale stato solo perché noi cerchiamo il piacere.

certo' date=' ma, da un punto di vista puramente logico-giuridico, è assurdo che lo stato consenta che l'alcol venga consumato e la cannabis no.[/quote']

Veramente viene consentito un limitato uso personale per entrambe le cose (alcool-test, specie per i guidatori; dose per uso personale).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ho letto tante cose...

vorrei sapere se persone come "dav" o "liuton2005" parlono x esperienza o x ""sentito dire""....

certo, anke gika ke riporta a leggere la wikipedia x sapere ke effetti ha...

io non ho mai provato la droga... ke parolona... e neanke le canne o gli spinelli... molti miei amici si...

gli effetti sono davvero ridicoli... pensate ke dopo un tiro questi miei amici si credono degli uccelli e iniziano a saltare da delle finestre?? pensate ke al secondo tiro sono tutti svenuti?? vorrei proprio sapere ke idee avete a riguardo... dopo una o 2 canne sono tali e quali... un pò + allegri, certo, meno freni inibitori e tutto ciò ke ne consegue (ho detto meno, non ho detto totalmente assenti...)... ma appunto, nn è mai morto nessuno... OVVIAMENTE, si parla d un numero limitato di canne... se uno se ne fa 30 di fila magari poi nn avrà molti motivi x ridere :\

fare paragoni nn ha molto senso, ma di sicuro tra l'alcool e le canne... fa + male l'alcool

ma questo nn vuol dire osannare le droghe... le droghe sono solo merda, è ovvio! le canne sono una cosa diversa, ma io non voglio neanke osannare le canne!! fumare fa male, è scientificamente provato e minkiate varie... ma detto questo, ognuno può fare quello ke vuole con i propri polmoni, purchè rispetti i miei.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

vorrei sapere se persone come "dav" o "liuton2005" parlono x esperienza o x ""sentito dire""....

Diciamo che una volta..

Cmq secondo me le canne e gli spinelli fanno moolto male. Ti fumi uno o due spinelli e ti senti più allegro e più energico ma ti dico che il giorno dopo ti senti uno schifo e da quel giorno mi sono detto che non avrei mai più fumato roba strana (e non fumo nemmeno sigarette). Alcuni miei amici parlavano di allucinazioni dopo aver fumato qualcos'altro ma sai cosa ti dico? Ti dico di non toccare mai quella merda perché hai solo da perdere e non ti diverti per nulla piuttosto se hai voglia di sballarti prendi un drink alcoolico al massimo, ti sballi un po' e il giorno dopo è tutto passato. Basta non esagerare con l'alcool altrimenti ti risvegli in un fosso coi pantaloni bagnati ( :clap: :clap:)..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

se hai voglia di sballarti prendi un drink alcoolico al massimo, ti sballi un po' e il giorno dopo è tutto passato.

A quindi i postumi del fumo esistono, ma i postumi della sbornia no?... -_-

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ripeto: se non vuoi farti le canne buon per te... basta che non obblighi pure me.

(ah, per quanto mi riguarda il mattino dopo una sbronza è di gran lunga peggio del mattino dopo una canna...)

certo, anke gika ke riporta a leggere la wikipedia x sapere ke effetti ha...

beh supportavo le mie argomentazioni tramite link esterni. comunque basta che chiediate al vostro medico...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Alcuni miei amici parlavano di allucinazioni dopo aver fumato qualcos'altro...

Peccato che qui si parli di Marijuana, e l'unico effetto che ha in più della "normalissima" sigaretta è che addormenta temporaneamente le cellule cerebrali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mi soffermo su alcune affermazioni

Citato da: dav su Ieri alle 01:19

1)La droga dà assuefazione per definizione

droga, s.f.

1 sostanza vegetale secca usata per aromatizzare le vivande (p.e. pepe, cannella)

2 in farmacologia, ogni sostanza o prodotto di origine naturale con azione terapeutica

3 denominazione generica di sostanze naturali o di sintesi con proprietà stupefacenti, allucinogene o eccitanti: fare uso di droga; spacciatore di droga; il traffico della droga | droghe pesanti (p.e. l'eroina, la cocaina), leggere (p.e. l'hascisc, la marijuana), in relazione agli effetti che provocano e all'insorgenza o meno del fenomeno della tossicodipendenza | uscire dalla droga, ((gerg.)) disintossicarsi, non farne più uso

4 (fig.) abitudine radicata a cui non si riesce a rinunciare: per lui la televisione è una droga.

a meno che tu non intenda il quarto significato, che è figurativo...

Citato da: dav su Ieri alle 01:19

Spero che tu non intenda il primo!! Guardati il terzo piuttosto..

no ma, spiegami un attimo, tu mi vuoi venire a rompere i coglioni perché mi faccio le canne? ti do fastidio perché mi faccio le canne? non penso. distruggo me stesso? i miei voti sono buoni, ho una vita sociale attiva, una ragazza, una discreta famiglia e non potrei desiderare niente di meglio. sono felice, per quanto un essere umano possa considerarsi felice. e ciò nonostante ogni tanto mi piace uscire con gli amici e farmi una canna. devo venire considerato un disadattato, un povero idiota, uno con problemi psichici?

Non mi dà fastidio che tu ti faccia le canne ,anzi ,non me ne può fregà di meno...quello è un problema tuo, per carità.... Io dico solo qual è la mia opinione a proposito di questo argomento. Stop.

E' vero che immergersi nelle droghe ad un livello troppo alto può causare un'estraniazione da se stessi, ma il motivo è molto diverso dall'insicurezza (verso cosa?). Si usano l'alcool e le droghe leggere perché sono i mezzi più semplici, veloci e diffusi per raggiungere uno stato di piacere momentaneo, e si cerca tale stato solo perché noi cerchiamo il piacere

Spesso chi si droga lo fa perchè segue "il gregge" e per essere accettato nel gregge e decretato "pecora a tutti gli effetti". Quindi attraverso la droga cerca anche di appartenere ad un gruppo, fuggendo da quel naturale senso di vuoto e di solitudine creato dall'adolescenza.

certo, ma, da un punto di vista puramente logico-giuridico, è assurdo che lo stato consenta che l'alcol venga consumato e la cannabis no.

Secondo me non è corretto, da parte di molte persone fra cui anche cantanti o personaggi dello spettacolo che principalente si rivolgono a un pubblico giovanile, focalizzare l'attenzione sul fatto che la droga leggera vada legalizzata e non sul fatto che sia una sostanza tossica e dannosa. Da tutto ciò deriva una gran confusione: la "maria" compare sui polsini, sulle collanine, sulle spillette e diventa un idolo... Che penso? Che il vostro idolo ve lo siete scelto proprio insignificante....

vorrei sapere se persone come "dav" o "liuton2005" parlono x esperienza o x ""sentito dire""....

Per quanto mi riguarda parlo per esperienza personale, grazie alla quale posso affermare che la droga è totalmente inutile. Se la personificassimo, sarebbe un "essere nullo".

ripeto: se non vuoi farti le canne buon per te... basta che non obblighi pure me.

Non mi interessa che tu smetta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Spero che tu non intenda il primo!! Guardati il terzo piuttosto..

certo che intendo il terzo. e nel terzo non c'è scritto da nessuna parte che una droga dà per forza assuefazione. (o meglio, ogni cosa ne dà, ma alcune droghe non ti danno più assuefazione di quanta te ne può dare un pasticcino o un programma tv.)

Non mi dà fastidio che tu ti faccia le canne ,anzi ,non me ne può fregà di meno...quello è un problema tuo, per carità.... Io dico solo qual è la mia opinione a proposito di questo argomento. Stop.

beh mi sembra che tu sia contro la legalizzazione delle droghe leggere... in questo caso limiteresti me.

Secondo me non è corretto, da parte di molte persone fra cui anche cantanti o personaggi dello spettacolo che principalente si rivolgono a un pubblico giovanile, focalizzare l'attenzione sul fatto che la droga leggera vada legalizzata e non sul fatto che sia una sostanza tossica e dannosa.

mi sembrava di essere stato chiaro sopra, però lo ripeterò... esattamente, in che modo la marijuana sarebbe dannosa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
::']

A quindi i postumi del fumo esistono, ma i postumi della sbornia no?... -_-

..Basta non esagerare con l'alcool altrimenti ti risvegli in un fosso coi pantaloni bagnati ( :clap: :clap:)..

Peccato che qui si parli di Marijuana, e l'unico effetto che ha in più della "normalissima" sigaretta è che addormenta temporaneamente le cellule cerebrali.

Già che la sigaretta mi fa schifo e anche quella fa male..

Alla fine dei conti chi si canna son cazzi suoi perché è lui che si fuma della merda e si distrugge il cervello

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Alla fine dei conti chi si canna son cazzi suoi perché è lui che si fuma della merda e si distrugge il cervello

Appunto, prima di tutto farsi sempre i cazzi propri, poi non so se hai letto attentamente, chi sta "sostenendo" la canna qui dentro non si distrugge il cervello facendosi otto canne all'ora e cose affini, semplicemente la vede come uno svago da fare ogni tanto*, poi se vuoi prendere gli ordini e fare il missionario alle comunita anacronistiche di hippy fallo pure.

*E molti la vedono così, anche gente che conosco, anzi.. se so di qualcuno che è andato male non era certo per l'erba, ma per ben altro.

Già che la sigaretta mi fa schifo e anche quella fa male.

Adesso elenchiamo tutto quanto possiamo elencare, ma vi prego, ma quante volte va detto di farsi i cazzi propri prima che mettiate in atto il consiglio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Uno stato civile non può permettere la legalizzazione delle canne o di qualsiasi altra droga. Mi sta già sui nervi il fatto che le sigarette sono legali.

Secondo me è giusto mettere in galera gli spacciatori perché le droghe non fanno bene ma è soltanto uno stato di temporanea felicità. Qualsiasi droga provoca dipendenza quindi la droga non può piacerti ma sei tu che piaci alla droga.

Prova ad immaginare uno stato in cui le droghe leggere sono legalizzate, uno stato come l'Olanda dove la gioventù si perde tra il fumo delle canne

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Uno stato civile non può permettere la legalizzazione delle canne o di qualsiasi altra droga.

Se le sigarette sono legali non vedo come mai non possano esserlo le canne. Ah si, la Marijuana è stata bollata come droga perché addormenta le cellule cerebrali.

Secondo me è giusto mettere in galera gli spacciatori perché le droghe non fanno bene ma è soltanto uno stato di temporanea felicità.

Finché queste droghe non hanno effetti collaterali [e la Marijuana non ne ha di più dannosi della comune sigaretta] non vedo perché proibirle.

Prova ad immaginare uno stato in cui le droghe leggere sono legalizzate, uno stato come l'Olanda dove la gioventù si perde tra il fumo delle canne

Immagino tu sia stato almeno una volta in Olanda per fare questa affermazione, vero?

Guarda che non è che se in uno stato dove la Marijuana è legale sono tutti degli "Shorty", che non fanno un cazzo e che si accoltellano a vicenda per i soldi. [va bè che succede dappertutto, canna o non canna]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Uno stato civile non può permettere la legalizzazione delle canne o di qualsiasi altra droga. Mi sta già sui nervi il fatto che le sigarette sono legali.

Secondo me è giusto mettere in galera gli spacciatori perché le droghe non fanno bene ma è soltanto uno stato di temporanea felicità. Qualsiasi droga provoca dipendenza quindi la droga non può piacerti ma sei tu che piaci alla droga.

Prova ad immaginare uno stato in cui le droghe leggere sono legalizzate, uno stato come l'Olanda dove la gioventù si perde tra il fumo delle canne

bene, dopo il qualunquismo di queste affermazioni (che tra l'altro sono già state tutte smentite qualche post prima, se tu ti fossi preso la briga di leggere tutto il topic) posso anche chiudere.

come al solito, se qualcuno vuole dire qualcosa di intelligente, mi contatti e riaprirò.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

gli effetti sono davvero ridicoli... pensate ke dopo un tiro questi miei amici si credono degli uccelli e iniziano a saltare da delle finestre?? pensate ke al secondo tiro sono tutti svenuti?? vorrei proprio sapere ke idee avete a riguardo... dopo una o 2 canne sono tali e quali... un pò + allegri, certo, meno freni inibitori e tutto ciò ke ne consegue (ho detto meno, non ho detto totalmente assenti...)... ma appunto, nn è mai morto nessuno... OVVIAMENTE, si parla d un numero limitato di canne... se uno se ne fa 30 di fila magari poi nn avrà molti motivi x ridere :\

fare paragoni nn ha molto senso, ma di sicuro tra l'alcool e le canne... fa + male l'alcool

E' proprio questo tipo di paragone a non poter reggere, anche perché entrambi hanno fondamentalmente lo stesso statuto (cioè di essere propriamente delle droghe). Inoltre l'errore di questi ragionamenti è non considerare il limite superato il quale si avranno degli effetti postumi pesanti. Di fatto quando si parla di "alcolizzarsi" si intende ingerire una quantità di alcool tale da poter perdere completamente la coscienza (il limite dell'alcool), mentre il consumo di una canna o del fumo serve principalmente a porsi in uno stato di relax e di percezioni amplificate. Diciamo che il livello di soddisfazione della droga per quanto riguarda una canna si ottiene in modo molto meno doloroso e più rapido rispetto ad una sbronza che quando raggiunta dura molto di più, soprattutto nei postumi. L'effetto dell'alcool non è una costante ma varia a seconda dello stato in cui ci si trova al momento dell'assunzione, sia fisiologici (cose mangiate precedentemente, quantità e qualità dell'alcool, modo in cui si beve ecc) sia psichico-percettivi (aspettativa, umore.. che poi sono riflessi dello stato fisiologico): per questo una persona può avere una sbronza allegra come una sbronza depressa. Probabilmente la cosa più attraente dell'alcool è proprio l'impossibilità di prevedere in che stato ti troverai, e la sbronza migliore è quella in cui hai superato il limite (= perdita di coscienza) e sei riuscito a non far rigettare il fisico nell'atto, seguendo sempre la tua disposizione a bere.

Evidenzio anche che l'alcool, a differenza del fumo, essendo assunto assieme ad acqua e zuccheri soddisfa anche la funzione vegetativa umana del nutrimento. Siccome il nutrimento è una funzione a cui il nostro corpo è incatenato, al di fuori della nostra volontà, è perlomeno plausibile che tale funzione sia compiuta in un modo piacevole; e le cose più piacevoli sono quelle che soddisfano il bisogno nel modo giusto, senza superare il limite del bisogno, in quanto si rischierebbe di ricercare il piacere senza considerare il bisogno (con i conseguenti effetti collaterali).

Per quanto riguarda il fumo, faccio notare che per la preparazione degli spinelli è necessario anche il tabacco, e se vi può essere assuefazione pesante nei confronti di essi è probabilmente dovuto più a quello - per quanto mi riguarda forse la droga più pericolosa e più dispendiosa.

ma questo nn vuol dire osannare le droghe... le droghe sono solo merda, è ovvio! le canne sono una cosa diversa, ma io non voglio neanke osannare le canne!! fumare fa male, è scientificamente provato e minkiate varie... ma detto questo, ognuno può fare quello ke vuole con i propri polmoni, purchè rispetti i miei.

Il fatto stesso che sia tu che dav siate fondamentalmente indifferenti a chi usa la droga, per quanto ne criticate l'uso, penso sia indicativo per quanto anche voi siate concordi sul fatto che in sé la droga non è sbagliata. Se l'argomento fosse l'omicidio penso che il vostro parere sarebbe alquanto differente, in quanto per la sua legalizzazione ne andrebbe della propria vita.

Credo vada chiarito il significato di "legalizzare": non si legifera per permettere qualcosa che prima non esisteva, bensì per dare una possibilità di regolazione tramite il limite imposto dalla legge. Difatti, per rispondere anche a liuton2005, attualmente la legge non vieta l'assunzione delle droghe, ma ne limita l'utilizzo stabilendo una dose giornaliera - che tra l'altro è completamente sbagliata, ma per motivi politici. La droga viene tradizionalmente considerata un simbolo della gioventù, liberale e di sinistra, e il suo divieto - nonché l'introduzione di una dose giornaliera di cocaina di gran lunga superiore a quella della marijuana, quando gli effetti della cocaina sono molto più potenti - è solo un'azione proposta prevalentemente dal centrodestra per mostrare di non appartenere a tale gruppo, e di fatto i pregiudizi sul fumo (come su qualsiasi altra cosa) nascono dall'ignoranza - intesa come qualcosa che non si vuole superare - riguardo a tali gruppi sociali. Più che criticare il gruppo in sé, nel quale vi potrebbero anche essere - anzi, direi che probabilmente contiene - persone con totale raziocinio, sarebbe utile farlo nei confronti dei membri che perseguono palesemente dei modi scorretti di vita.

p.s. chiaramente riapro il topic per permettere nuovamente la discussione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il fatto stesso che sia tu che dav siate fondamentalmente indifferenti a chi usa la droga, per quanto ne criticate l'uso, penso sia indicativo per quanto anche voi siate concordi sul fatto che in sé la droga non è sbagliata. Se l'argomento fosse l'omicidio penso che il vostro parere sarebbe alquanto differente, in quanto per la sua legalizzazione ne andrebbe della propria vita.

Credo vada chiarito il significato di "legalizzare": non si legifera per permettere qualcosa che prima non esisteva, bensì per dare una possibilità di regolazione tramite il limite imposto dalla legge. Difatti, per rispondere anche a liuton2005, attualmente la legge non vieta l'assunzione delle droghe, ma ne limita l'utilizzo stabilendo una dose giornaliera - che tra l'altro è completamente sbagliata, ma per motivi politici. La droga viene tradizionalmente considerata un simbolo della gioventù, liberale e di sinistra, e il suo divieto - nonché l'introduzione di una dose giornaliera di cocaina di gran lunga superiore a quella della marijuana, quando gli effetti della cocaina sono molto più potenti - è solo un'azione proposta prevalentemente dal centrodestra per mostrare di non appartenere a tale gruppo, e di fatto i pregiudizi sul fumo (come su qualsiasi altra cosa) nascono dall'ignoranza - intesa come qualcosa che non si vuole superare - riguardo a tali gruppi sociali. Più che criticare il gruppo in sé, nel quale vi potrebbero anche essere - anzi, direi che probabilmente contiene - persone con totale raziocinio, sarebbe utile farlo nei confronti dei membri che perseguono palesemente dei modi scorretti di vita.

p.s. chiaramente riapro il topic per permettere nuovamente la discussione.

Legalizzare le droghe leggere non è una cosa molto bella. I minori per la legge non sono capaci di badare a se stessi e qualunque tipo di droghe può provocare danni irreversibili se assunti in quantità eccessive. Quindi chi sarebbe il responsabile se un minorenne si è provocato danni irreversibili al cervello a causa di droghe leggere??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Il fatto stesso che sia tu che dav siate fondamentalmente indifferenti a chi usa la droga, per quanto ne criticate l'uso, penso sia indicativo per quanto anche voi siate concordi sul fatto che in sé la droga non è sbagliata. Se l'argomento fosse l'omicidio penso che il vostro parere sarebbe alquanto differente, in quanto per la sua legalizzazione ne andrebbe della propria vita.

Credo vada chiarito il significato di "legalizzare": non si legifera per permettere qualcosa che prima non esisteva, bensì per dare una possibilità di regolazione tramite il limite imposto dalla legge.

beh mi sembra che tu sia contro la legalizzazione delle droghe leggere... in questo caso limiteresti me

Forse non avete capito una cosa.. Io non sto dicendo che sia sbagliato legalizzare le droghe leggere.. la cosa sbagliata è, secondo me, focalizzare l'attenzione sul fatto che queste siano illegali e per esempio l'alcool non lo sia, oppure fare certe affermazioni sugli effetti della "maria" e delle sue simili affermando che siano sostanze rilassanti e piacevoli e che sia della roba da "fighi" e da trasgressivi. Ad ogni modo, comunque, per me va bene fare qualsiasi cosa nella vita, anche drogarsi, ma non fare gli "esseri nulli" e le "pecore insicure".

E poi, ve lo confesso, io....in realtà.......... sono Ivana Spagna.

La droga viene tradizionalmente considerata un simbolo della gioventù, liberale e di sinistra, e il suo divieto - nonché l'introduzione di una dose giornaliera di cocaina di gran lunga superiore a quella della marijuana, quando gli effetti della cocaina sono molto più potenti - è solo un'azione proposta prevalentemente dal centrodestra per mostrare di non appartenere a tale gruppo, e di fatto i pregiudizi sul fumo (come su qualsiasi altra cosa) nascono dall'ignoranza - intesa come qualcosa che non si vuole superare - riguardo a tali gruppi sociali. Più che criticare il gruppo in sé, nel quale vi potrebbero anche essere - anzi, direi che probabilmente contiene - persone con totale raziocinio, sarebbe utile farlo nei confronti dei membri che perseguono palesemente dei modi scorretti di vita.

Posso assicurare che io non ho nessun tipo di preferenza politica e nessun pregiudizio nei confronti di nessun gruppo sociale di sinistra.. Umanamente mi fa tristezza che qualcuno faccia uso di droga e che limiti la propria libertà (non sto parlando solo di marijuana ma anche di sigarette e alcool) credendo di trarne beneficio, rilassamento, felicità o, nei casi più stupidi, solamente "attitude"....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ora, non è che ogni persona che si fa una canna lo fa per trasgredire a qualcosa o per farsi figo...  è scientificamente provato che la marijuana ha effetti rilassanti e difatti in alcuni stati la si usa (in forme diverse) per alleviare il dolore ai malati terminali e non.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Umanamente mi fa tristezza che qualcuno faccia uso di droga e che limiti la propria libertà (non sto parlando solo di marijuana ma anche di sigarette e alcool) credendo di trarne beneficio, rilassamento, felicità o, nei casi più stupidi, solamente "attitude"....

Non è che lo credono: assumendo la droga trai rilassamento, come effetto empirico diretto, e il rilassamento è un beneficio, e il beneficio causa felicità. Ovviamente una felicità legata ad un bene esterno sparirà quando non sarà più presente tale bene, ma noi per costituzione abbiamo comunque bisogno anche di beni esterni per sopravvivere: l'importante è saper trovare il giusto mezzo, ossia quel punto in cui soddisfi il desiderio in modo adeguato. Nessun bene esterno può farci male se si sa come usarlo e per questo bisogna imparare a conoscere i propri limiti, in modo da poter godere di tali beni senza che questi diventino pericolosi.

ora, non è che ogni persona che si fa una canna lo fa per trasgredire a qualcosa o per farsi figo...  è scientificamente provato che la marijuana ha effetti rilassanti e difatti in alcuni stati la si usa (in forme diverse) per alleviare il dolore ai malati terminali e non.

Vale la pena di ricordare (come ho purtroppo omesso) che la maggior parte delle droghe, e pure l'alcool, in passato erano usate come piante officinali da medicazione, proprio per gli effetti benefici che causavano con un giusto dosaggio.

liuton2005, le droghe leggere sono già legalizzate: come già ho detto nel post precedente in legge è già prevista una dose personale giornaliera di consumo, nonostante questa non sia adeguata alla pericolosità delle droghe (troppo alta per la cocaina rispetto alla marijuana).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mi va di commentare, e per farlo adeguatamente devo partire dall'inizio, riallacciandomi al thread da cui è partita questa discussione:

L'anno scorso facevo la 4°ginnasio (1°anno del classico) e mi sono ritrovato a un dibattito fatto dai rappresentanti del liceo scientifico della mia città (gente di 18 anni). Questi a un certo punto hanno detto che non è mai successo che un uomo sia morto perchè faceva uso di marijuana...Da lì ho capito che queste persone sono insicure.. cercano di farsi forza facendosi "fighi" agli occhi degli altri parlando di droga come se fosse zucchero, come quelli che dicono "siamo cog**oni" (riferendosi alle recenti dichiarazioni di Berlusconi). Ho ribattuto alla loro affermazione, spiegando le mie ragioni dovute anche a una maggiore conoscenza che ho su certi argomenti, ma non li giudico dei dementi...

La cosa più importante è conoscere, non giudicare....[/Quote]

Ecco lì... ti smentisci da te. Credi di essere in grado dall'alto della tua esperienza di entrare nella psicologia di un diciottenne? Io credo di no. Per quanto tu possa essere vissuto e intelligente, hai sempre 15 anni, e, come hai detto, certe cose si capiscono solo attraverso l'esperienza (per quanto sia poca persino quella di un ragazzo appena maggiorenne). La cosa più importante è conoscere, non giudicare, frase abbastanza vera. Cerchiamo anche di razzolare tanto bene quanto predichiamo...

No era una battuta.. La marijuana fa bene al corpo e allo spiritoOoOo..[/Quote]

E' sicuramente meno dannosa una giobba di una sigaretta, e crea molta meno dipendenza. Che faccia male è ovvio, come tutte le cose se usate smodatamente. Il tuo è mero demonizzare.

Purtroppo le droghe leggere spesso sono l'ingresso in un tunnel dal quale è molto difficile uscire... Si comincia con la canna e poi si va sulla roba che fa davvero male. Purtroppo c'è ignoranza su quest'argomento perchè chi ne parla si focalizza spesso sul "legalizzare o no le droghe leggere"(portando molti esempi a favore tipo quello che ho citato nel topic precedente)  e non sulla stupidità di cercare sicurezza o disinibizione in sostanze che creano dipendenza e danneggiano sia a livello fisico che a livello psichico.[/Quote]

Sei righe di luoghi comuni, che dimostrano come tu sia davvero poco erudito sull'argomento-droghe (in senso lato).

Tempo fa ho sentito gli Articolo31 che in un servizio delle Iene dicevano che anche lo zucchero è una droga leggera... Immaginatevi a quanta gente e a quanti giovani di età <18 arriva questo messaggio cretino... [/Quote]

Ah beh, la mamma dei cretini è sempre incinta, riferito a tutti quelli che nomini (A31, >18 e <18)

La cosa che più mi preoccupa è quanto vi impegnate per difendere la causa della droga e quanto minimizziate i suoi effetti sull'organismo e sulla mente. Il mito della marijuana è radicato nei giovani proprio perchè dettato da cantanti di successo come Kurt Cobain, Bob Marley &co. ... molti ragazzi si sentono "fighi" perchè trasgrediscono alle regole, si sentono più furbi di chi ,secondo il loro punto di vista, conduce una vita regolare, si sentono accettati, protetti dai giudizi da un qualcosa di così subdolo e inutile come la droga.....Drogarsi non è vivere, è ostacolare le propria libertà e le proprie potenzialità a scapito di una stupida insicurezza ..[/Quote]

Ti prego, smettila di tirare fuori frasi e concetti da temario di terza media. Come ha detto Gika, tutto ciò che è usato oltre misura genera danni e (nella maggior parte dei casi) assuefazione. Ci sono quelli che lo fanno per trasgredire, senza convinzione alcuna, ma c'è anche chi fa un tiro ogni tanto solo per pura curiosità. Tanta gente prova vergogna nell'essere vista fumare, tabacco o erba che sia.

Spesso chi si droga lo fa perchè segue "il gregge" e per essere accettato nel gregge e decretato "pecora a tutti gli effetti". Quindi attraverso la droga cerca anche di appartenere ad un gruppo, fuggendo da quel naturale senso di vuoto e di solitudine creato dall'adolescenza.[/Quote]

Niente di più falso; vedi sopra.

Secondo me non è corretto, da parte di molte persone fra cui anche cantanti o personaggi dello spettacolo che principalente si rivolgono a un pubblico giovanile, focalizzare l'attenzione sul fatto che la droga leggera vada legalizzata e non sul fatto che sia una sostanza tossica e dannosa. Da tutto ciò deriva una gran confusione: la "maria" compare sui polsini, sulle collanine, sulle spillette e diventa un idolo... Che penso? Che il vostro idolo ve lo siete scelto proprio insignificante....[/Quote]

Anche le sigarette sono dannose, compaiono nei film, sulle macchine di formula uno, e per strada è pieno di distributori dove rifornirsi, qualunque età tu abbia (a proposito, ci tengo a ricordarti che l'alcool non è venduto ai minorenni, così come il tabacco (in verità questo ai minori di 16 anni)). Che poi l'immagine dello spinello sia stata portata oltre ogni livello nella scala del ridicolo, è vero.

Uno stato civile non può permettere la legalizzazione delle canne o di qualsiasi altra droga. Mi sta già sui nervi il fatto che le sigarette sono legali.[/Quote]

Uno stato civile comprende la libertà individuale, e se uno decide di farsi una canna non vedo perché non potrebbe.

Prova ad immaginare uno stato in cui le droghe leggere sono legalizzate, uno stato come l'Olanda dove la gioventù si perde tra il fumo delle canne[/Quote]

rotfl

Forse non avete capito una cosa.. Io non sto dicendo che sia sbagliato legalizzare le droghe leggere.. la cosa sbagliata è, secondo me, focalizzare l'attenzione sul fatto che queste siano illegali e per esempio l'alcool non lo sia, oppure fare certe affermazioni sugli effetti della "maria" e delle sue simili affermando che siano sostanze rilassanti e piacevoli e che sia della roba da "fighi" e da trasgressivi. Ad ogni modo, comunque, per me va bene fare qualsiasi cosa nella vita, anche drogarsi, ma non fare gli "esseri nulli" e le "pecore insicure".[/Quote]

Ora, non so dove e come vivi te, ma ti assicuro che ci vuole molto più coraggio a fumare l'erba che a non farlo, perché in giro è pieno di "quelli che benpensano" (cit.).

Umanamente mi fa tristezza che qualcuno faccia uso di droga e che limiti la propria libertà (non sto parlando solo di marijuana ma anche di sigarette e alcool) credendo di trarne beneficio, rilassamento, felicità o, nei casi più stupidi, solamente "attitude".... [/Quote]

Fare nuove esperienze, a patto che si usi la testa, comporta sempre un allargamento dei propri orizzonti, anche in termini di libertà. Il segreto sta sempre nella moderazione.

Vale la pena di ricordare (come ho purtroppo omesso) che la maggior parte delle droghe, e pure l'alcool, in passato erano usate come piante officinali da medicazione, proprio per gli effetti benefici che causavano con un giusto dosaggio.

[/Quote]

Anche oggi, nelle civiltà orientali, è fatto ampio uso di erba e oppiacei come medicamenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

sono un fumatore.... rispondo per esperienza e non per sentito dire:

1) La Marijuana non da assuefazione, l'ultima volta che l'ho fumata è stato circa 6 mesi fa (e credetemi, ne ho fumata tanta quel giorno), sono ancora qui senza il minimo istinto di andare a cercarmi due o tre grammi di erba....

2) La Maria non è assolutamente il primo gradino per le droghe pesanti: l'effetto di un cannone e l'effetto di una riga di coca sono diametralmente opposti (uno rilassa, l'altro ti schizza a mille) mi preoccupo di più per quelli che vanno in discoteca e si prendono una pasticca...

3) Non fumo per "sentirmi diverso dagli altri" fumo perchè mi piace l'effetto di rilassamento e liberazione dei freni inibitori che fornisce... Un discorso fatto dopo un Joint su un divano è qualcosa di irragiungibile.....

Ps: per chi ne volesse sapere di più, vi rimando a www.mariuana.it

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

al solito..... parla il Malkavo e tutti si azzitano....... ma che potere ho????? -.-

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

il potere di riprendere un topic ke nn veniva aggiornato da più di una settimana, con un post ke, soggettivamente, non aggiunge nulla :\

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

al solito..... parla il Malkavo e tutti si azzitano....... ma che potere ho????? -.-

Cosa non ti è chiaro in "ce ne siamo fottuti"?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per partecipare alla discussione

 

Crea un account

Registra un nuovo account sul forum. È facile e veloce.


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina.