liuton2005

Sovrappopolazione

5 risposte in questa discussione

Ho trovato questi due video su FB. Penso che sia un ottimo argomento su cui discutere.

Vi linko i due video così dovreste capire tutto:

Ci stiamo estinguendo? La società occidentale potrebbe probabilmente essere in pericolo.

In Italia? Ecco il tasso di natalità preso da Wiki:

Figli_per_donna_ITA.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il tasso di natalità italiano è, credo, aumentato solo dall'immigrazione.

In ogni caso mi sembra una situazione abbastanza normale : nelle società in cui vi è del benessere le persone possono permettersi di avere una discendenza più limitata, mentre laddove si muore ad ogni minimo respiro si cerca, per forza di cose, ad avere più figli possibili nella speranza che la propria progenitura possa fare quello che non si è stati in grado di realizzare se stessi.

L'Italia è in una situazione particolare, poiché vive in un benessere relativemente elevato ma adotta una politica statica e protezionista con lo scopo di difendere strenuamente quello che ha ottenuto in gran parte grazie agli aiuti americani del Piano Marshall a partire dal dopoguerra. Poiché essa non ha un proprio motore di sviluppo estremamente potente, messi da parte alcuni gruppi industriali di fama mondiale, e poiché taglia tutte le spese interne della ricerca e dell'istruzione per finanziare un po' meglio la classe politica, l'Italia si è indebolita sempre di più con il tempo ed è destinata probabilmente a disgregarsi - o quantomeno a cambiare radicalmente - sotto i potenti flussi d'immigrazione contro cui cerca di lottare in modo miserabile.

Per il resto se non ci fossero le guerre e i morti di fame ci potremmo avvicinare tranquillamente al tasso mondiale di 2.1 indicato nel video, ma con gli squilibri della società attuale credo che la pace resterà ancora per molto un miraggio desirabile ma fugace.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

In questo quadro, l'unica cosa che mi preoccupa sono le generazioni che invecchieranno e che non avranno una progenie abbastanza numerosa e forte da mantenere tutto il peso. E il problema si amplifica se pensiamo anche alla longevità acquisita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Come diceva il buon Erodoto (e sicuramente un mucchio di altre persone), l'importante non è quanto si vive ma come si vive. Se dovessi arrivare a 90 anni ma finire piantonata in una corsia d'ospedale in balìa di medici con l'anno di nascita che comincia per 2 e una laurea vinta cliccando su dei banner, preferirei morire a 50 anni con una fiammata istantanea al kerosene.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non è nemmeno quello. Mi preoccupo per le generazioni future che dovranno sostenere un peso eccessivo.

P.S. Carma, sei proprio egoista.. :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per partecipare alla discussione

 

Crea un account

Registra un nuovo account sul forum. È facile e veloce.


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina.