MC5

Nuovo codice stradale, o qualcosa del genere...

41 risposte in questa discussione

Qualcuno sa spiegarmi cosa sta succedendo in sti giorni?

Da più parti sento che è stata approvata una legge che ha modificato il codice stradale (portando a 0 il tasso alcoolico massimo per i neopatentati, tra le altre cose).

E' vero? Cosa prevede questo nuovo codice?

(Ho anche sentito che l'alcool è/sarà vietato ai minori di 16 anni...vero anche questo? vero anche per una semplice birretta?)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Vista la mia faccia "diversa" mi è già successo due volte che alla cassa mi chiedesse se sono maggiorenne quando ho 21 anni per il semplice fatto di aver comprato due Paulaner.

Ho già guidato un po' brillo in città. Diciamo che non è una cosa da fare.

Della legge non ne so nulla.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(Ho anche sentito che l'alcool è/sarà vietato ai minori di 16 anni...vero anche questo? vero anche per una semplice birretta?)

Credo ci sia sempre stato questo divieto in tutta Italia, ma sinceramente me ne sono sempre strasbattuto dato che qui da me non ti vengono a controllare se hai un tot. di anni per bere un alcolico random..

Però se vai in posto dove controllano possono anche multarti se ti pizzicano..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

veramente che io sappia è 18 anni il limite

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
(portando a 0 il tasso alcoolico massimo per i neopatentati, tra le altre cose).

cazzata enorme questa.  se mi metto del dopobarba o se mangio un ferrero rocher sarò sopra il limite di 0.  una percentuale minima va sempre ammessa, perché 1) non credo che uno con 0,1% di alcol nel sangue sia particolarmente (o minimamente) alterato nella guida; 2) possono sempre esistere dei falsi positivi.

peraltro mi incuriosisce il ragionamento che avevo letto dietro questo abbassamento: la maggior parte degli incidenti avviene con tasso alcolemico > 0,8%  →  il tasso massimo ora è 0,5%  →  riduciamo il tasso alcolemico massimo!

e tutto questo ve lo dice uno che la patente non ce l'ha.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

0? Sì, ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ma solo per i neopatentati fortunatamente (anche se 0.5 nn è tanto lontano...)

e a me finalmente mancano solo 3 mesi al termine

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ho letto su quattroruote che è 0,2 O_O

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ho letto su quattroruote che è 0,2 O_O

cosa?

ma così nn puoi berti neanche mezzo bicchiere di vino ¬¬

tanto vale mettere a 0 pure quello...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

No il limite per i neopatentati. Come diceva gika uno sciaquo con il colluttorio è sufficente a far alzare il tasso a 0,01...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

No il limite per i neopatentati. Come diceva gika uno sciaquo con il colluttorio è sufficente a far alzare il tasso a 0,01...

ah ok

cmq tanto vale metterlo a zero, tanto nn puoi permetterti di bere nulla lo stesso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per quanto riguarda il 150 km/h in zone con tutor sono d'accordo. Ho percorso giusto domenica e lunedì un tratto in questione (Milano-Bologna) e posso dire che il limite di velocità viene rispettato molto bene da tutti (130 km/h fissati e vedevo sempre le stesse macchine intorno a me).

Foglio rosa a 17 anni è un'ottima cosa perchè permette di prendere in mano una patente con più esperienza.

Tasso a 0,0% non molto d'accordo. Basta una minima cazzata per uscire, certo se uno ha fatto uno sciacquo al colluttorio e viene fermato può richiedere analisi del sangue in ospedale penso (e se anche avessi bevuto scompare tutto fino a che ti portano in ospedale). Detto questo secondo me i vigli saranno accondiscenti (secondo me fino a 0,1-0,2 non faranno scattare nulla) e chi provoca incidenti continuerà a provocarli. Come è stato già detto gli incidenti non si provocano per quello 0,5 di alcool che si ha nel sangue, ma quando questo limite si supera. Alla fine chi beveva in stato di ebrezza continuerà a farlo, chi non beveva alla guida continuerà a farlo (e qualche volta rischierà di prendersela nel culo).

D'accordo infine per il carcere per chi provoca incidenti mortali in stato di ebrezza

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per quanto riguarda la questione di vietare l'alcol ai minori di 16, l'ho sentita anke io 2-3 sere fa al TG1 e da quel che ho capito si sta iniziando a diffondere questa legge, ma per il momento riguarda solo la città di Milano (ne sono abbastanza sicuro). Non so se prima c'era già qualcosa di simile, ma adesso è così.

Per i neopatentati, come si è già detto, il tasso è zero, anche se neanche un anno fa (o forse meno, va beh) era 0.2 o poco più, non ricordo... Io la penso come voi, cioè che non è giusto. Andava bene la legge di pochi mesi fa (max 0.2 o poco più), ora si sta esagerando.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

a me risulta che la vendita (n.b.: la VENDITA) di alcol sia sempre stata vietata ai minori di 16 anni.  o se non sempre almeno negli ultimi 5-6 anni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Boh, l'altro giorno al telegiornale hanno detto che a Milano (e solo a Milano) hanno fatto sta legge che vieta ai minori (non so se la vendita o quant'altro) di bere alcolici, poi non so con esattezza...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Quando ci passano il fax dalla stradale lo incollerò qui.

@ Gkx: Io personalmente spero che arrivi per tutti lo zero spaccato, e me ne frego altamente dei cioccolatini al liquore perché l'italiano medio è un coglione che non conosce le mezze misure, perciò bisogna dire o sì o no, quindi è meglio dire no e amen. Di fronte ad un piccolo sacrificio (del resto, in altri paesi ben più arretrati del nostro tutto ciò è già realtà senza grossi problemi) si risparmieranno molte vite e molte cure mediche all'anno, tutti costi tolti dal nostro groppone.

Lo zero deve essere per tutti, perché se è anche vero che sono i neopatentati a provocare più incidenti, non è assolutamente giustificato e ammissibile permettere di bere a qualcuno solo perché non è più neopatentato: a parte il fatto che ci sono moltissimi italiani che guidano da culo da 40 anni, ho visto diversi ultraquarantenni, col naso rosso e i capillari scoppiati, portare al secondo piano in Prefettura la loro patente perché sospesa, manco per la prima volta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Hai ragione, però secondo me una differenza fra neopatentati e non, dovrebbe esserci perchè si presuppone che dopo 3 anni una persona sia più consapevole di ciò che succede sulla strada di una che ha preso la patente da un giorno e che quindi sappa gestire meglio qualsiasi situazione anche con un tasso alcolico minimo (ma diverso da zero). Questo per dire che se una persona di 50 anni mangia un cioccolatino al liquore si può anche essere un pò più elastici.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Hai ragione, però secondo me una differenza fra neopatentati e non, dovrebbe esserci perchè si presuppone che dopo 3 anni una persona sia più consapevole di ciò che succede sulla strada di una che ha preso la patente da un giorno e che quindi sappa gestire meglio qualsiasi situazione anche con un tasso alcolico minimo (ma diverso da zero). Questo per dire che se una persona di 50 anni mangia un cioccolatino al liquore si può anche essere un pò più elastici.

MEDIAMENTE le donne tendono ad essere inconscienti alla guida, tanto a 18 anni, quanto a 45...

DIT: anzi, a 18 anni sono anche meno incoscienti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

A me spesso è capitato che volessero minimo 18 anni per vendermi anche solo una birra in un pub, poi non so se è una scelta loro o che..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Quando ci passano il fax dalla stradale lo incollerò qui.

@ Gkx: Io personalmente spero che arrivi per tutti lo zero spaccato, e me ne frego altamente dei cioccolatini al liquore perché l'italiano medio è un coglione che non conosce le mezze misure, perciò bisogna dire o sì o no, quindi è meglio dire no e amen. Di fronte ad un piccolo sacrificio (del resto, in altri paesi ben più arretrati del nostro tutto ciò è già realtà senza grossi problemi) si risparmieranno molte vite e molte cure mediche all'anno, tutti costi tolti dal nostro groppone.

Lo zero deve essere per tutti, perché se è anche vero che sono i neopatentati a provocare più incidenti, non è assolutamente giustificato e ammissibile permettere di bere a qualcuno solo perché non è più neopatentato: a parte il fatto che ci sono moltissimi italiani che guidano da culo da 40 anni, ho visto diversi ultraquarantenni, col naso rosso e i capillari scoppiati, portare al secondo piano in Prefettura la loro patente perché sospesa, manco per la prima volta.

Carma ma sarà questa legge a far cambiare un problema dovuto alla mentalità dell'italiano medio? Chi beveva prima sapendo di uscire oltre il limite lo farà tuttora. Chi come il sottoscritto non ha mai preso una birra o un cocktail (che volendo mi sarei potuto permettere, ma che ho sempre evitato per essere il più lucido possibile di fronte alle cazzate altrui), dorà rinunciare anche ad assaggiare un sorsino di drink o di birra da altri.

Continuare a restringere temo che non porterà da nessuna parte... meglio inasprire le pene e serrare i controlli

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

quoto wolf: chi beveva continuerà a bere come prima, sperando nella fortuna di non venire beccato.  quelli che vengono penalizzati sono i bevitori occasionali, che si bevono una birra a cena mentre mangiano una pizza e che ora non potranno più farlo.  non è un grande sacrificio, sicuramente, ma non ho memoria di un singolo incidente provocato da persone con tasso alcolemico < 0.08%... 

su wikipedia leggo che il limite fisso a zero esiste solo nei paesi dell'est (croazia, slovenia, ungheria, ecc.).  in inghilterra/irlanda e pure negli usa/canada è 0.08%.  quello austriaco mi sembra una giusta via di mezzo: 0.05% per tutti, 0.01% per i neopatentati.  quello dei tedeschi (e li conosciamo, i tedeschi) è piuttosto articolato ma interessante:

Germany: zero for beginners (less than 2 years' experience and drivers under the age of 21) as well as drivers making commercial transportation of passengers; 0.03% in conjunction with any other traffic offence or accident; 0.05% without evidence of alcoholic impact; penalty for 0.11% is driver licence withdrawn for about one year; for 0.16% regranting of the licence requires a successful medical-psychological driver assessment

(ma poi cosa me ne frega, ché non ho la patente...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ripeto, gli italiani sono diversi dagli altri europei, per gli italiani ci vuole la forza perché con le belle parole non si risolve nulla...

E' vero, qualche irriducibile ci sarà sempre, anche se mettessero in vigore la pena di morte con esecuzione immediata in pubblica piazza. Ma il lavoro che si sta facendo ora sta dando molti frutti:

Ho visto una tabella che riguardava il confronto della percentuale di incidenti mortali attuale, in vari paesi europei, rispetto a 5 anni fa: -40%, -28%, -30%, solo in Romania c'è un orribile +45%  e in Bulgaria +5%. L'Italia si difende con un -28%, niente male.

Ciò è derivato da una serie di inasprimenti dei provvedimenti sanzionatori e ovviamente anche dai numerosi lavori stradali e altre innovazioni.

Bisogna continuare così, perché le auto aumentano esponenzialmente, mentre i neuroni dei guidatori no.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ma io sono d'accordo a inasprire i provvedimenti, però credo che nessuno abbia mai fatto danni bevendo una birra a cena e poi guidando (a meno che non pesasse 30 kg).  inaspriteli per chi guida superando di cinque volte il limite (già mi pare che gli mettano all'asta la macchina), fate in modo che non possa più avere la patente per 10 anni, mettete dei controlli a ogni angolo di strada, ma il limite a zero è davvero eccessivo, anche per il numero di falsi positivi che si potrebbero creare.  gli italiani sono un popolo strano, lo sappiamo, e io ho il timore che siano anche uno di quelli che reagiscono peggio al proibizionismo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Quando un Italiano trova una regola, la prima cosa che si domanda è come aggirarla.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ripeto, gli italiani sono diversi dagli altri europei, per gli italiani ci vuole la forza perché con le belle parole non si risolve nulla...

E' vero, qualche irriducibile ci sarà sempre, anche se mettessero in vigore la pena di morte con esecuzione immediata in pubblica piazza. Ma il lavoro che si sta facendo ora sta dando molti frutti:

Ho visto una tabella che riguardava il confronto della percentuale di incidenti mortali attuale, in vari paesi europei, rispetto a 5 anni fa: -40%, -28%, -30%, solo in Romania c'è un orribile +45%  e in Bulgaria +5%. L'Italia si difende con un -28%, niente male.

Ciò è derivato da una serie di inasprimenti dei provvedimenti sanzionatori e ovviamente anche dai numerosi lavori stradali e altre innovazioni.

Bisogna continuare così, perché le auto aumentano esponenzialmente, mentre i neuroni dei guidatori no.

Non serve vietare qualsiasi cosa di vagamente pericoloso, serve aumentare i controlli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se il ministero non assume nuove forze, avoja a fare controlli... Siamo sempre di meno e non assumono nessuno... Nella mia sottosezione, per esempio, sono andate via 2 persone (pensione) e non sono state rimpiazzate da nessuno. Morale della favola: -10% d'organico (20-2=18) in un anno. Figuriamoci altri posti... L'età media è alta, molto alta, e tra questo e i pochi numeri, è arduo mandare agenti in strada.

Allora io dico: perché gli italiani non provano a regolarsi da soli? Hanno sempre bisogno della babysitter con la mazza in mano? Se vogliono, ci riescono: vedere l'effetto photo-red. Finalmente vedo le auto rallentare già da lontano, pronti a fermarsi. Beh? Non sarebbe la regola base, quella che insegnano in autoscuola? Non bastava osservarla fin da subito? Eh no, ci son volute piogge di multe coi photo-red per far imparare agli italiani come si impegna correttamente un incrocio.

Per gli ubriachi deve essere uguale. Poi inutile soffermarsi su chi beve poco, perché chi va fuori e beve... non si ferma alla prima birra. E non si deve certo arrivare ad essere ubriachi patocchi per essere pericolosi: già uno 0,5 g/l fa rallentare i riflessi, giusto per non vedere in tempo una bici, un improvviso rallentamento del traffico, ecc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Eh no, ci son volute piogge di truffe coi photo-red per far imparare agli italiani come si impegna correttamente un incrocio.

fixed

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Qualche truffa c'è stata, sì, ma il numero dei Comuni dove s'è superato il confine della legalità sono pochi. E non bisogna guardare la quantità dei ricorsi. Se un ricorso viene vinto, subito fa notizia. Ma se vedeste quanti invece se la son presa nel culo...perché hanno avuto la bella idea di fare ricorso su un procedimento del tutto regolare @_@ Questo perché l'italidiota medio fa ricorso anche di fronte al torto marcio. Ve lo posso garantire, sapeste quante scuse m'hanno detto in faccia... ^^

Ah, e si ricordi che è stato arrestato l'inventore stesso dei photored, perché non aveva messo un blocco del tempo del giallo agli apparecchi, lasciando lai Comuni la libertà di impostarne i secondi di durata (vale a dire, accorciandolo a meno di 3 secondi). Se l'è presa nel didietro lui e diversi sindaci di quei Comuni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Chi va fuori e beve, non fermandosi alla prima birra, sa che sta superando il limite. Spera, come ho detto Gika, che non ci sia un controllo. Cosa dovrebbe cambiare ora? Se prima sapevano di infrangere la legge non vedo cosa possa impedirglielo di farlo ora.

Questo è il nocciolo della questione.

Perchè i photo-red o il tutor funzionano? Perchè si è certi di prendersi la multa se non si rispettano le norme. Solo questa certezza, imho, permette di diminuire il fenomeno della guida in stato di ebrezza.

Certo... è una questione delicata perchè serve più personale e questo manca, ma è probabilmente una delle poche soluzioni valide.

Ad esempio... possibile che io non sia mai stato fermato una volta dopo un anno e mezzo di guida?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per partecipare alla discussione

 

Crea un account

Registra un nuovo account sul forum. È facile e veloce.


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina.