Hero of Sky

Aspettative su Pokémon Switch

64 risposte in questa discussione

Come da titolo, apro questo topic per parlare delle nostre aspettative per Pokèmon Switch. Io vorrei il gioco con tutte le regioni, in ordine più o meno libero di esplorazione dopo la prima, un mondo vivo di gioco da esplorare, un combat system che pur mantenendo le stesse basi ne esca profondamente rinnovato, una storia che dia spazio ai misteri del mondo Pokèmon e ne offra spunti per possibili risoluzioni. Voi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La chimera del gioco con tutte le regioni non può esistere per come è strutturato Pokémon: i livelli vanno da 1 a 100, se vuoi garantire un minimo di equilibrio tra l'allenamento e gli allenatori che incontri nell'avventura non puoi farne una lunghissima (ovviamente non si può tagliare il contenuto delle regioni per risolvere il problema o verrebbe fuori uno schifo totale).

Credo che ci saranno grossi cambiamenti ma non abbastanza, credo che non sono mai stato così combattuto per la data d'uscita di un gioco con le alternative 2018 e 2019 che continuano ad alternarsi come preferenza alla velocità della luce mano a mano che arrivano nuove rivelazioni dal brand in generale, ma soprattutto credo che non voglio fare speculazioni prima di aver visto qualcosa di serio sul gioco, quindi ci rivediamo almeno a maggio :)

In realtà una cosa me la aspetto. Si chiamerà Pokémon, con l'accento acuto, come è sempre stato da 20 anni. Il Wikingo che è in me repelle qualsiasi scrittura alternativa del termine.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Un open world come gli Zelda in 3D è chiedere troppo secondo voi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Allora, come in molti altri contesti, la miglior strategia commerciale per chi vende dei prodotti è centellinare i miglioramenti, mai fare più balzi alla volta, non conviene. I compratori ovviamente ci rimettono, ma possono farli loro, i balzi, saltando a piè pari certi acquisti ed evitando troppi danni al portafogli.

Quindi, il prossimo titolo Pokémon per Switch ovviamente non recherà stravolgimenti o corpose aggiunte, se no che ci racconteranno gli anni prossimi? 🤗 

Io sono di bocca buona, a me basterà poter dire "bello!" quantomeno alla fine della storyline.

Poi, se ci scappa qualche joycon poké-dedicato con qualche bella colorazione, potrei non dire di no! 😇

 

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

Un insieme di tutte le regioni è una (bella) utopia, per i motivi già descritti da Dany. Ma aggiungo e modifico qualcosina:

è secondo me obiettivamente possibile sia a livello di dimensioni (Zelda è lì per mostrarlo, Xeno2 anche) sia a livello di contenuti. Il problema è il tempo di sviluppo: non ci è dato sapere attualmente da quanto e in quanti lavorano specificatamente a Poké Switch, ma vedendo lo storico delle dichiarazioni non penso possiamo aspettarci più di due anni (E potrebbe già essere una sparata). Zelda, il gioco a cui tutti fanno riferimento quando auspicano un Pokémon simile, era in sviluppo da 4 anni... Tant'è che lo sviluppo era nato con uscita prevista su WiiU.
Uniamoci che, ai tempi, loro stessi hanno detto qualcosa tipo "Non aspettatevi chissà cosa". 

La mia preoccupazione principale è quindi che facciano, tecnicamente, un Sole/Luna con miglior risoluzione, qualche cazzata, e il resto uguale: Movimenti scriptati, percorsi A->B binarissimi, passaggio esplorazione->fight totale. Cose che già suonavano anacronistiche con la grafichetta del 3DS, ma che su Switch (specie con gli esempi finora usciti davanti) suonerebbe davvero ridicola.

Dal canto mio, ma penso solo mio, mi sono un po' rotto di nuove generazioni e nuovi pokémon (che trovo sempre meno interessanti). Quello che auspico personalmente sarebbe un connubio di 2-3 regioni (Toh Kanto-Jotho-Hoenn, ma anche solo le prime due) fatto il meglio possibile, senza specie nuove o con ridotte all'osso. Poi:
- Selettore della difficoltà (Seh, quando mai!)
- Pokémon a vista, quindi modelli poligonali in exploration di tutti i Pokémon
- Pokémon pet come a Jotho, senza limitazioni
- Possibilità di cavalcare i Pokémon che lo permettono anatomicamente
- Surf ed esplorazione sottomarina sempre con i modelli dei pokémon che lo permettono anatomicamente
- Possibilità di muovere la visuale dalla uccello al 3° persona in ogni momento, ma questo necessiterebbe una cura per i dettagli maggiore
- Passaggio exploration/Fight in tempo reale nell'ambiente, anche questo necessiterebbe una cura maggiore cura nel close-in

E ancora:
- Torniamo indietro nel tempo! Troverei bellissimo un main game Pokémon ambientato nel periodo Edo
- Possibilità di cominciare dalla regione che si preferisce, e poi proseguire nell'ordine che si preferisce
- Leghe per regione separate. Vincerle da accesso ad un "campionato nazionale"
- Gestione semplice (a UI) degli IV, senza dover andare dagli npc
- Npc sfidanti non sempre. Possibilità, quando non si tratta di veri nemici, di rifiutare un combattimento
- Online più vario: possibilità di trovare e farsi trovare dagli amici, con attività annesse nel world (Sfide pensate per la coop?)
- La sempre supercitata possibilità di crearsi, nell'endgame, una propria palestra con le proprie regole.
- Endgame Settipelago, con robe assolutamente opzionali e supertoste!

Passando alle cazzate:
- Jessie e James, così posso shipparli :>
- Visto che Nintendo ultimamente si diverte a fare i Waifu Simulator, possibilità di ammogliarsi/ammaritarsi con personaggi specifici (Capopalestra? Personaggi secondari? SUPERQUATTRO? :D)

Possibile che qualche cosa citata sia già presente nei giochi dal S/M in poi, d'altronde li ho saltati.
Ma ehi, fatemi sapere.

Modificato da gGiova
Piace a 5 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
2 ore fa, gGiova ha scritto:

Uniamoci che, ai tempi, loro stessi hanno detto qualcosa tipo "Non aspettatevi chissà cosa". 

LOL WÜT

Anche il resto per me è una (bella) utopia.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

7 minuti fa, Pariston ha scritto:

LOL WÜT

Anche il resto per me è una (bella) utopia.

Ho googlato per trovare l'intervista, ma ho scoperto più recenti e interessanti dichiarazioni:

"Vediamo in Switch una possibilità di creare giochi di Pokémon più profondi e con un maggiore livello espressivo. Per questo la consideriamo una piattaforma importante. Attualmente abbiamo come riferimento schermi da 7/8 pollici, ma su un televisore in alta definizione sarà possibile creare un mondo completamente diverso a livello grafico e sonoro." 

"Non disponiamo di uno staff infinito, naturalmente, ma i componenti del team sono molto variegati", ha detto Ohmori. "Ci sono giovani sviluppatori, ma anche veterani che hanno lavorato per molto tempo alla serie, nonché persone dotate di straordinarie capacità."

"Vogliamo sfruttare il nostro staff nel miglior modo possibile. Per fare un esempio, la lavorazione di Pokémon Ultrasole e Ultraluna è stata affidata principalmente ai componenti più giovani del team, allo scopo di farli crescere e migliorare le loro cpacità. Contemporaneamente, i nostri membri più esperti si dedicano al primo capitolo del franchise per Nintendo Switch."

E poi c'è questo.

Modificato da gGiova
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

bisogna capire dove vogliono portare il Brand. Un gioco completamente diverso dagli standard del jrpg alla pokemon? Tenendo conto che alzerà il livello qualitativo per tutti i giochi successivi. Un moar of the same con le necessarie migliorie del caso? Sicuramente è l'opzione più economicamente vantaggiosa. 

Secondo me si cercherà di creare uno pseudo spin off della saga principale che non metta a repentaglio i futuri giochi del brand che seguano la stessa linea, ma che allo stesso tempo consenta di espandere pokemon e forse farlo arrivare ad una forma open world che in molti aspettano da anni, per non dire decenni. Il problema come è stato già detto sono i tempi di sviluppo sostanzialmente. 

Vedremo cosa tireranno fuori :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
5 ore fa, gGiova ha scritto:

Visto che Nintendo ultimamente si diverte a fare i Waifu Simulator, possibilità di ammogliarsi/ammaritarsi con personaggi specifici (Capopalestra? Personaggi secondari? SUPERQUATTRO? :D)

DOVE DEVO FIRMARE? 😍

Piace a 4 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Il 16/12/2017 at 19:24, aleterla ha scritto:

Un open world come gli Zelda in 3D è chiedere troppo secondo voi?

Perché devo prendere la brutta copia di Zelda quando ho l'originale che è sicuramente molto meglio?

10 ore fa, gGiova ha scritto:

Un insieme di tutte le regioni è una (bella) utopia, per i motivi già descritti da Dany. Ma aggiungo e modifico qualcosina:

è secondo me obiettivamente possibile sia a livello di dimensioni (Zelda è lì per mostrarlo, Xeno2 anche) sia a livello di contenuti. Il problema è il tempo di sviluppo: non ci è dato sapere attualmente da quanto e in quanti lavorano specificatamente a Poké Switch, ma vedendo lo storico delle dichiarazioni non penso possiamo aspettarci più di due anni (E potrebbe già essere una sparata). Zelda, il gioco a cui tutti fanno riferimento quando auspicano un Pokémon simile, era in sviluppo da 4 anni... Tant'è che lo sviluppo era nato con uscita prevista su WiiU.
Uniamoci che, ai tempi, loro stessi hanno detto qualcosa tipo "Non aspettatevi chissà cosa". 
 

Lo sviluppo è iniziato non prima del lancio di Sole e Luna, quindi nell'ipotesi più rosea di un rilascio a novembre 2019 (ipotesi che non do più così per certa come a giugno scorso), avremmo tre anni di sviluppo. Tre anni di sviluppo di GAME FREAK che sappiamo tutti come se la cavi con ambientazioni tridimensionali e approcci alle nuove console. La citazione era di Masuda credo una settimana dopo l'annuncio, e aveva detto di non avere aspettative troppo alte sui titoli (http://johtoworld.altervista.org/junichi-masuda-aspettative-fan-pokemon-switch/), proprio perché l'internet aveva deciso che avremmo avuto un Pokémon Breath of the Wild, che mi sembra decisamente fuori portata per il momento.

10 ore fa, gGiova ha scritto:

Dal canto mio, ma penso solo mio, mi sono un po' rotto di nuove generazioni e nuovi pokémon (che trovo sempre meno interessanti). Quello che auspico personalmente sarebbe un connubio di 2-3 regioni (Toh Kanto-Jotho-Hoenn, ma anche solo le prime due) fatto il meglio possibile, senza specie nuove o con ridotte all'osso. Poi:
- Selettore della difficoltà (Seh, quando mai!)
- Pokémon a vista, quindi modelli poligonali in exploration di tutti i Pokémon
- Pokémon pet come a Jotho, senza limitazioni
- Possibilità di cavalcare i Pokémon che lo permettono anatomicamente
- Surf ed esplorazione sottomarina sempre con i modelli dei pokémon che lo permettono anatomicamente
- Possibilità di muovere la visuale dalla uccello al 3° persona in ogni momento, ma questo necessiterebbe una cura per i dettagli maggiore
- Passaggio exploration/Fight in tempo reale nell'ambiente, anche questo necessiterebbe una cura maggiore cura nel close-in

In realtà l'idea di un remix di vecchie regioni non mi sembra così assurdo, anche se la regione nuova te la devono piazzare per forza. Posto che iniziare la produzione su Switch con un remake di Sinnoh di settima generazione sia ridicolo, data la presenza massiccia di merchandise e GCC relativo alla quarta generazione un'idea potrebbe essere di fare un gioco con una nuova regione vicina a Sinnoh e rendere esplorabile anche quella (in modo simile ai giochi di seconda quindi). Per quanto riguarda il resto:
-N2B2 esistono, voglio sperarci
-USUL hanno dimostrato che ci si sta muovendo in questa direzione (ma già ROZA in realtà)
-Non ho capito cosa sia, ma a parte sulle edizioni fisiche della VC di Oro e Argento quella regione si chiama Johto, scusa ma l'istinto Wikingo è più forte di me
-Il Poképassaggio ti saluta
-Leggi sopra
-Con le potenzialità di Switch non lo escluderei
-Leggi sopra
Di tutto ciò, come ha spiegato Carma e qualcun altro, dubito che le novità saranno introdotte tutte nel primo gioco, ma verranno rilasciate gradualmente.

10 ore fa, gGiova ha scritto:

E ancora:
- Torniamo indietro nel tempo! Troverei bellissimo un main game Pokémon ambientato nel periodo Edo
- Possibilità di cominciare dalla regione che si preferisce, e poi proseguire nell'ordine che si preferisce
- Leghe per regione separate. Vincerle da accesso ad un "campionato nazionale"
- Gestione semplice (a UI) degli IV, senza dover andare dagli npc
- Npc sfidanti non sempre. Possibilità, quando non si tratta di veri nemici, di rifiutare un combattimento
- Online più vario: possibilità di trovare e farsi trovare dagli amici, con attività annesse nel world (Sfide pensate per la coop?)
- La sempre supercitata possibilità di crearsi, nell'endgame, una propria palestra con le proprie regole.
- Endgame Settipelago, con robe assolutamente opzionali e supertoste!

-Meno LSD pls, parliamo di Pokémon
-Non nell'immediato futuro
-Intereseting
-PREGO che lo facciano, la gente si è rotta i coglioni di meccaniche ultralaboriose che ti fanno ricorrere a cheat di qualche tipo
-Mmm... Meh, poi un botto di gente li salta sempre, non saprei
-Ricordo che il gioco in questione non è Pokémon GO
-Interesting but not sure
-Quello se lo aspettano tutti.

10 ore fa, gGiova ha scritto:

Passando alle cazzate:
- Jessie e James, così posso shipparli :>
- Visto che Nintendo ultimamente si diverte a fare i Waifu Simulator, possibilità di ammogliarsi/ammaritarsi con personaggi specifici (Capopalestra? Personaggi secondari? SUPERQUATTRO? :D)

Possibile che qualche cosa citata sia già presente nei giochi dal S/M in poi, d'altronde li ho saltati.
Ma ehi, fatemi sapere.

-Abbiamo Ash e Giovanni in USUL, non vedo perché non dovrebbe esserci un ritorno di Jessie e James prima o poi.
-Is that a Fire Emblem reference?

Ah, non hai giocato alla settima generazione. Sì, alcune delle cose che hai citato sono state abbozzate (ma non di più, causa hw 3DS che fa cagare), per quello credo che in Switch avremo più possibilità di vederle a maturazione.

8 ore fa, gGiova ha scritto:

Ho googlato per trovare l'intervista, ma ho scoperto più recenti e interessanti dichiarazioni:

"Vediamo in Switch una possibilità di creare giochi di Pokémon più profondi e con un maggiore livello espressivo. Per questo la consideriamo una piattaforma importante. Attualmente abbiamo come riferimento schermi da 7/8 pollici, ma su un televisore in alta definizione sarà possibile creare un mondo completamente diverso a livello grafico e sonoro." 

"Non disponiamo di uno staff infinito, naturalmente, ma i componenti del team sono molto variegati", ha detto Ohmori. "Ci sono giovani sviluppatori, ma anche veterani che hanno lavorato per molto tempo alla serie, nonché persone dotate di straordinarie capacità."

"Vogliamo sfruttare il nostro staff nel miglior modo possibile. Per fare un esempio, la lavorazione di Pokémon Ultrasole e Ultraluna è stata affidata principalmente ai componenti più giovani del team, allo scopo di farli crescere e migliorare le loro cpacità. Contemporaneamente, i nostri membri più esperti si dedicano al primo capitolo del franchise per Nintendo Switch."

E poi c'è questo.

Sì, quelle affermazioni vengono da un'intervista su USUL, per specificare che sostanzialmente è stato un gioco simile a N2B2, creato dagli stagisti per fargli prendere dimestichezza con il lavoro serio, mentre i veterani iniziavano già a lavorare su Switch.

Per quanto riguarda il rumour, già per come sono fatto io tendo a considerare spazzatura qualsiasi dichiarazione non ufficiale, poi dopo tutto il casino che c'è stato su Stars che si è rivelato una bufala dopo mesi e mesi che mezzo mondo lo dava per certo le prendo ancora più con le pinze certe cose. La dichiarazione di Masuda in tal senso lo smentisce: fly down. Sarà un gran gioco, rivoluzionario per molti sensi, ma non aspettatevi un Game of the Year. Pokémon è un franchise che punta a molti titoli di qualità discreta per fare guadagni, è il franchise con il maggior ricavato al mondo, i titoli della serie principale sono quelli che spingono le vendite delle console Nintendo e a loro volta sono spesso tra i titoli più venduti della console stessa (su 3DS nel podio ci sono sia XY che SL). Perché impegnare tre anni di sviluppo su un singolo gioco quando sai che anche se lo curi di meno vendi un fottio? Non è bello da dire, vero, ma TPC è un'azienda, non una ONLUS. E le aziende puntano al profitto.

4 ore fa, Carmageddon ha scritto:

DOVE DEVO FIRMARE? 😍

Carma, la produzione delle action figure in scala 1:1 di Elisio NON è stata confermata. Ripeto: NON confermata.

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
12 minuti fa, CiaobyDany ha scritto:

Lo sviluppo è iniziato non prima del lancio di Sole e Luna, quindi nell'ipotesi più rosea di un rilascio a novembre 2019 (ipotesi che non do più così per certa come a giugno scorso), avremmo tre anni di sviluppo. Tre anni di sviluppo di GAME FREAK che sappiamo tutti come se la cavi con ambientazioni tridimensionali e approcci alle nuove console. La citazione era di Masuda credo una settimana dopo l'annuncio, e aveva detto di non avere aspettative troppo alte sui titoli (http://johtoworld.altervista.org/junichi-masuda-aspettative-fan-pokemon-switch/), proprio perché l'internet aveva deciso che avremmo avuto un Pokémon Breath of the Wild, che mi sembra decisamente fuori portata per il momento.

In realtà V O C I dicono che Nintendo stia rompendo le balz a Gamefreak per farlo uscire entro il 2018 (così come ha presumibilmente fatto con Monolith per Xeno2, e chi lo sta giocando sa a cosa ha portato sull'ottimizzazione)

12 minuti fa, CiaobyDany ha scritto:

-Meno LSD pls, parliamo di Pokémon
-Mmm... Meh, poi un botto di gente li salta sempre, non saprei
-Ricordo che il gioco in questione non è Pokémon GO

- :(
- Ed ecco un ottimo modo per aumentare la difficoltà senza selettore e senza fare slaroom improbabili per non farsi vedere.
- Non è che se aggiungi la possibilità a max 3 amici di entrare nella tua mappa e fare cose (Alla Animal Crossing, per dire) diventa Pokémon GO. La coop di FFXV mica l'ha reso FFXIV.

14 minuti fa, CiaobyDany ha scritto:

-Is that a Fire Emblem reference?

- Assolutamente sì.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
5 minuti fa, gGiova ha scritto:

In realtà V O C I dicono che Nintendo stia rompendo le balz a Gamefreak per farlo uscire entro il 2018 (così come ha presumibilmente fatto con Monolith per Xeno2, e chi lo sta giocando sa a cosa ha portato sull'ottimizzazione)

Sai perfettamente cosa ne penso delle voci.

In tutto ciò una variabile non è stata presa in considerazione: l'odio dell'attuale presidente di TPC, Tsunekaz Ishihara verso Switch.

Causa della produzione di Pokéland su Android e iOS anziché su Switch, non penso non abbia influenzato anche GF in tal senso, quindi lo sviluppo potrebbe essere inziato più tardi di quanto sia lecito aspettarsi (ovvero un mese prima del lancio di SL, quando il lavoro di ottimizzazione non richiedeva più grandi risorse) per parere contrario del presidente. Inutile specificare che se ci sono stati mesi di ritardi le possibilità di vederlo nel 2018 sono basse (anche perché se ne fossero certi l'avrebbero detto anziché "più di un anno al rilascio" e "2018 o più tardi").

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Lo sviluppo è iniziato nel 2015. Anche a me piacerebbe vedere i Pokèmon visibili durante l'esplorazione, basta incontri casuali (Anche se Pokèmon è l'unico gioco in cui riesco a sopportarli, lol)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
1 ora fa, CiaobyDany ha scritto:

Perché devo prendere la brutta copia di Zelda quando ho l'originale che è sicuramente molto meglio?

?

Mi stai dicendo che un open world con 150+ pokemon può competere anche solo minimamente con breath of the wild ed il suo pool di nemici sempre uguali? 

Parliamo non solo di un sogno nel cassetto di qualsiasi videogiocatore di pokemon, ma anche di un lavoro incredibilmente esoso che alzerebbe lo standard qualitativo alle stelle. Ma non diciamo che sarebbe una brutta copia perchè zelda non è propriamente adatto ad essere un vero open world, ce l'hanno portato perchè attualmente sta spopolando come genere videoludico e perchè la nintendo è stata capace di confezionare un ottimo prodotto. 
Pokemon invece è un altro paio di maniche, è sin dalle origini che si può vedere come estremamente adatto a rendere in un genere di questo tipo. 

Non direi proprio che sarebbe destinato ad essere una brutta copia. Non solo, non direi neanche che sarebbe destinato ad essere uguale agli altri open world in quanto tutto il sistema basato sui pokemon cambierebbe sostanzialmente il gameplay rispetto alla quasi totalità degli altri titoli del genere.
 

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
2 ore fa, Hero of Sky ha scritto:

Lo sviluppo è iniziato nel 2015. Anche a me piacerebbe vedere i Pokèmon visibili durante l'esplorazione, basta incontri casuali (Anche se Pokèmon è l'unico gioco in cui riesco a sopportarli, lol)

Chi ha detto che è iniziato nel 2015 lo sviluppo? Vorrebbe dire che stavano lavorando al titolo prima ancora del rilascio della console, il che mi sembra molto strano, soprattutto perché non esistono fonti al riguardo.

2 ore fa, Mr Ponty ha scritto:

?

Mi stai dicendo che un open world con 150+ pokemon può competere anche solo minimamente con breath of the wild ed il suo pool di nemici sempre uguali? 

Parliamo non solo di un sogno nel cassetto di qualsiasi videogiocatore di pokemon, ma anche di un lavoro incredibilmente esoso che alzerebbe lo standard qualitativo alle stelle. Ma non diciamo che sarebbe una brutta copia perchè zelda non è propriamente adatto ad essere un vero open world, ce l'hanno portato perchè attualmente sta spopolando come genere videoludico e perchè la nintendo è stata capace di confezionare un ottimo prodotto. 
Pokemon invece è un altro paio di maniche, è sin dalle origini che si può vedere come estremamente adatto a rendere in un genere di questo tipo. 

Non direi proprio che sarebbe destinato ad essere una brutta copia. Non solo, non direi neanche che sarebbe destinato ad essere uguale agli altri open world in quanto tutto il sistema basato sui pokemon cambierebbe sostanzialmente il gameplay rispetto alla quasi totalità degli altri titoli del genere.
 

Posto che non ho giocato a Breath of the Wild, quindi non mi riferisco alla mia opinione personale ma semplicemente alla critica, credo che un titolo Pokémon sviluppato in 2/3 anni non possa competere con un titolo sviluppato in 4 anni, le cui fondamenta sono state gettate da Iwata stesso, che ha rotto moltissimi record, ha vinto il titolo di Game of the Year e per molti è considerato uno dei più grandi giochi di sempre. Con tutto il bene che voglio a GAME FREAK non penso proprio che il primo tentativo di open world gli verrebbe così bene.

Poi, che come tipo di saga sia più adatta a quella tipologia di gioco rispetto ad uno Zelda se ne può discutere, ma Zelda sono secoli che propone gameplay molto meno lineari di Pokémon e ha fatto il salto con BotW, Pokémon dovrebbe subire un cambiamento molto drastico per competere e rischierebbe un fallimento ad osare troppo.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

La mattina porta consiglio. Sul fatto della rivoluzione centellinata vorrei ricordare come una fetta consistente del fandom si sia lamentata anche di sole e luna in tal senso, non solo per l'eliminazione delle palestre che posso comprendere avessero caratterizzato il gioco fino adesso e che diano una certa nostalgia, ma persino per l'abolizione delle MN. A Lucca mi sono dovuto trattenere dal prendere a randellate con i "poster esclusivi di Pokémon Ultrasole e Pokémon Ultraluna, in arrivo il 17 novembre per la famiglia di console Nintendo 3DS" due imbecilli che dovevano a chiare lettere che USUL facevano cagare perché rivolevano il loro MN Slave da tenere in squadra durante l'avventura. Figuriamoci se a questa gente mostri un open world come ti reagisce.

Modificato da CiaobyDany
Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Però che tristezza appurare che la GF non sforna ottimi titoli perché la mediocrità tanto vende lo stesso. A lungo andare questo ragionamento è deleterio e la settima generazione, seppur abbia venduto tanto, ha ricevuto un numero altissimo di critiche che spero gli sviluppatori non ignoreranno (le recensioni sempre bellissime, peccato si possano comprare: ho letto di 8, 9 o addirittura dieci punti su dieci dati a USUL assolutamente non giustificabili).

Su Switch Pokémon deve osare e fare qualcosa di (almeno un minimo) totalmente nuovo se non vuole incamminarsi verso la strada del declino, anche se dubito ci sarà qualcosa del genere dato il modus operandi di GF e Nintendo: così come fecero per XY, per i primi giochi sulla nuova console punteranno molto più sul rinnovamento grafico che su altro e ciò deluderà parecchio a gioco finito (ma a soldi già spesi) i giocatori; il remake di quarta successivo a un titolo ambientato in una nuova regione credo sia plausibile, sarebbero incassi sicuri visto il precedente in sesta generazione e sarebbe da idioti non farlo (sia pure in maniera mediocre).

Ah, vorrei dire la mia su una cosa su cui ultimamente ci si sofferma parecchio: sono d'accordissimo sul fatto che Game Freak debba pensare ai profitti e che non sia una onlus, ma questo non deve giustificare lavori mediocri fatti solo con sufficiente impegno per permetterne la vendita. Dubito che gli sviluppatori di Zelda lavorino sui propri giochi per amore dei fan e non dei soldi, eppure (pur io non conoscendo bene la saga) posso dire tranquillamente che la qualità complessiva di quei giochi sia nettamente superiore a quella di Pokémon, perché la cura posta per il loro sviluppo è palpabilmente maggiore. Carma, mentre discutevamo di Usul, mi ha detto di preferire prodotti anche mediocri ma a breve distanza l'uno dall'altro piuttosto che giochi migliori ma rilasciati più raramente: mi chiedo io però fino a che punto questo modo di fare possa far del bene al franchise in generale. Posto che queste riflessioni ce le poniamo noi grandicelli e non i ragazzini/bambini, a cui i giochi sono dedicati e che sono più facili da accontentare, queste strategie di marketing prima o poi porteranno a un calo delle vendite sempre più alto e non mi stupirei se un giorno un titolo veramente valido venisse poi ignorato, venendo a mancare fiducia verso gli sviluppatori: anche perché, come ho detto prima, ormai le recensioni sui titoli principali Pokémon hanno poco più validità dell'oroscopo di Paolo Fox la domenica.

Il tempo per sviluppare titoli decenti lo hanno (sì, sono convinto anche io che abbiano iniziato già prima del rilascio di Switch), che l'uscita venga posta a fine 2018 o nel 2019 credo sia difficile da indovinare al momento: le aspettative sono di sicuro alte, forse più alte di quelle che ci furono per XY, ma io calerei l'hype e di brutto. Poi chissà, magari ci stupiranno e rilasceranno veramente qualcosa di fenomenale, ma questa è una frase che abbiamo detto per Usul, per SM, per Oras e per XY: tutti giochi che, seppur per me belli, sono ben lontani dall'essere fenomenali. I giochi fenomenali sono altri.

 

Piace a 4 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

34 minuti fa, aleterla ha scritto:

Dubito che gli sviluppatori di Zelda lavorino sui propri giochi per amore dei fan e non dei soldi, eppure (pur io non conoscendo bene la saga) posso dire tranquillamente che la qualità complessiva di quei giochi sia nettamente superiore a quella di Pokémon, perché la cura posta per il loro sviluppo è palpabilmente maggiore.

Occhio però, parliamo di cose completamente diverse.
Pokémon ha una struttura che, diciamocelo, ha magari alzato e abbassato l'asticella di poco tra un capitolo e l'altro dal 1996 ad oggi, ma senza mai far uscire IL gioco Pokémon che asfaltasse tutto ciò che in precedenza si era visto.

Con Zelda la storia è diversa. Dopo i primi capitoli 2D belli ma razionalmente non epocali dal punto di vista puramente innovativo, è uscito un certo Ocarina of Time che ha tritato il mercato, proponendo una cosa visivamente mai vista prima con una qualità e una cura per i dettagli mai visti prima. Quello è stato un pinnacolo enorme che ha creato nella fanbase un senso di "pretesa" che i successivi sarebbero dovuti essere migliori, con diverse testate che lo riportano ancora come il videogioco migliore della storia.

Ciò ha portato Nintendo ha inseguire OOT capitolo dopo capitolo, cercando di replicare quell'esplosione talvolta con meno coraggio ma buoni risultati qualitativi (Majora's Mask, che probabilmente nel 2017 sarebbe uscita come espansione e inizialmente doveva pure essere qualcosa di simile) e talvolta con più palle ma meno qualità (Skyward Sword). Con nelle sfumature intermedie TP e con forse come miglior compromesso l'ultimo BOTW.

Pertanto non sono brand confrontabili perché diversa ne è l'aspettativa. Se domani uscisse BOTW 2 con mappa Ugual-Diversa e stesse meccaniche accenderebbero i forconi a Kyoto (Basti vedere la fredda accoglienza ai due DLC, solo perché non propongono nulla di veramente nuovo), mentre Pokémon lo si fa da anni senza problemi perché non c'è (ancora, forse mai) un capitolo a cui puntare.

Infine buttiamoci dentro anche e ancora i tempi di sviluppo medi: di Zelda ne esce uno-due a console, Pokémon ce l'abbiamo ogni anno (E qua non sono per niente d'accordo con @Carmageddon: perché non preferire uno o due giochi per gen, veramente belli e che meritano di essere veramente spolpati?)

 

Modificato da gGiova
Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma io sono la prima ad aspettare i bei giochi Pokémon per Switch: ma se nel frattempo siamo al periodo di fine vita per 3DS, preferisco la presenza di un gioco come USUL  anche se non è esaltante, piuttosto del nulla...

E poiché il pool di programmatori, disegnatori ecc. stanno già lavorando al titolo Switch, non si poteva pretendere adesso, a soli 12 mesi da SL, un giocone totalmente diverso ed autonomo per 3DS.

 

Posso semmai essere d'accordo che la campagna pubblicitaria Gamefreak sia stata ingannatoria, promettendo mari e monti, ma del resto, facendo l'avvocato del diavolo, non potevano pubblicizzare USUL dicendo la verità ^^"

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il ragionamento di aleterla è molto bello, ma il paragone con Zelda non sussiste come spiegato da Gigiova, e soprattutto non tiene conto di un piccolo particolare: la presenza di Pokémon in cima a questo elenco https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_the_highest-grossing_media_franchises

Questo dimostra che you can be the very best anche con le minestre riscaldate. Non per nulla al secondo posto dell'elenco si trova un altro brand criticato ultimamente per aver spremuto all'osso i suoi pregi e facendo cose mediocri: Star Wars. Una volta che hai un brand che vende all'inverosimile, la qualità passa in secondo piano (non per nulla, Mario e Zelda non sono in elenco).

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

In realtà quello su cui volevo portare l'attenzione non era tanto la qualità dei titoli, quanto piuttosto l'attenzione ad essi dedicati da parte degli sviluppatori. I titoli Pokémon, da XY ad oggi, mi hanno sempre dato l'impressione (e non solo a me) di essere stati sviluppati con voluta sufficienza: tutte le quattro coppie di videogiochi di sesta e settima avrebbero potuto dare di più tranquillamente, senza puntare all'Ocarina of time della serie, e invece niente, ognuna ha le sue pecche e mancanze e Usul è il culmine di questo modo di fare, con in più errori grossolani che non farebbe nemmeno uno sviluppatore principiante (esempio lampante la madre del pg che parla di Lylia a Kanto quando invece è a due metri da casa sua). 

Nessun dubbio che le strategie marketing di Nintendo siano state eccellenti, ma continuare in questo modo è davvero la scelta giusta? 

Piace a 3 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
14 ore fa, CiaobyDany ha scritto:

Chi ha detto che è iniziato nel 2015 lo sviluppo? Vorrebbe dire che stavano lavorando al titolo prima ancora del rilascio della console, il che mi sembra molto strano, soprattutto perché non esistono fonti al riguardo.

Posto che non ho giocato a Breath of the Wild, quindi non mi riferisco alla mia opinione personale ma semplicemente alla critica, credo che un titolo Pokémon sviluppato in 2/3 anni non possa competere con un titolo sviluppato in 4 anni, le cui fondamenta sono state gettate da Iwata stesso, che ha rotto moltissimi record, ha vinto il titolo di Game of the Year e per molti è considerato uno dei più grandi giochi di sempre. Con tutto il bene che voglio a GAME FREAK non penso proprio che il primo tentativo di open world gli verrebbe così bene.

Poi, che come tipo di saga sia più adatta a quella tipologia di gioco rispetto ad uno Zelda se ne può discutere, ma Zelda sono secoli che propone gameplay molto meno lineari di Pokémon e ha fatto il salto con BotW, Pokémon dovrebbe subire un cambiamento molto drastico per competere e rischierebbe un fallimento ad osare troppo.

Mi riferivo più che altro alla fase di concept. è evidente che abbiano iniziato molto tempo fa. Io ho giocato Breath of the Wild e, per quanto sia un titolo epocale che verrà sicuramente ricordato nei decenni a venire, non è riuscito a emozionarmi come gli altri capitoli della serie. Forse sto andando OT, ma ho paura che con Pokèmon Switch possa succedermi la stessa cosa...

 

3 ore fa, aleterla ha scritto:

Però che tristezza appurare che la GF non sforna ottimi titoli perché la mediocrità tanto vende lo stesso. A lungo andare questo ragionamento è deleterio e la settima generazione, seppur abbia venduto tanto, ha ricevuto un numero altissimo di critiche che spero gli sviluppatori non ignoreranno (le recensioni sempre bellissime, peccato si possano comprare: ho letto di 8, 9 o addirittura dieci punti su dieci dati a USUL assolutamente non giustificabili).

Su Switch Pokémon deve osare e fare qualcosa di (almeno un minimo) totalmente nuovo se non vuole incamminarsi verso la strada del declino, anche se dubito ci sarà qualcosa del genere dato il modus operandi di GF e Nintendo: così come fecero per XY, per i primi giochi sulla nuova console punteranno molto più sul rinnovamento grafico che su altro e ciò deluderà parecchio a gioco finito (ma a soldi già spesi) i giocatori; il remake di quarta successivo a un titolo ambientato in una nuova regione credo sia plausibile, sarebbero incassi sicuri visto il precedente in sesta generazione e sarebbe da idioti non farlo (sia pure in maniera mediocre).

Ah, vorrei dire la mia su una cosa su cui ultimamente ci si sofferma parecchio: sono d'accordissimo sul fatto che Game Freak debba pensare ai profitti e che non sia una onlus, ma questo non deve giustificare lavori mediocri fatti solo con sufficiente impegno per permetterne la vendita. Dubito che gli sviluppatori di Zelda lavorino sui propri giochi per amore dei fan e non dei soldi, eppure (pur io non conoscendo bene la saga) posso dire tranquillamente che la qualità complessiva di quei giochi sia nettamente superiore a quella di Pokémon, perché la cura posta per il loro sviluppo è palpabilmente maggiore. Carma, mentre discutevamo di Usul, mi ha detto di preferire prodotti anche mediocri ma a breve distanza l'uno dall'altro piuttosto che giochi migliori ma rilasciati più raramente: mi chiedo io però fino a che punto questo modo di fare possa far del bene al franchise in generale. Posto che queste riflessioni ce le poniamo noi grandicelli e non i ragazzini/bambini, a cui i giochi sono dedicati e che sono più facili da accontentare, queste strategie di marketing prima o poi porteranno a un calo delle vendite sempre più alto e non mi stupirei se un giorno un titolo veramente valido venisse poi ignorato, venendo a mancare fiducia verso gli sviluppatori: anche perché, come ho detto prima, ormai le recensioni sui titoli principali Pokémon hanno poco più validità dell'oroscopo di Paolo Fox la domenica.

Il tempo per sviluppare titoli decenti lo hanno (sì, sono convinto anche io che abbiano iniziato già prima del rilascio di Switch), che l'uscita venga posta a fine 2018 o nel 2019 credo sia difficile da indovinare al momento: le aspettative sono di sicuro alte, forse più alte di quelle che ci furono per XY, ma io calerei l'hype e di brutto. Poi chissà, magari ci stupiranno e rilasceranno veramente qualcosa di fenomenale, ma questa è una frase che abbiamo detto per Usul, per SM, per Oras e per XY: tutti giochi che, seppur per me belli, sono ben lontani dall'essere fenomenali. I giochi fenomenali sono altri.

 

Sono d'accordissimo con te, dal punto di vista del feeling le ultime due generazioni sono state disastrose e non mi hanno lasciato niente. Vorrei un Pokèmon che mi lasci qualcosa dopo averlo finito e non abbia la storia asservita all'online come i giochi di Kalos e Alola. Senza offesa per Carma e per nessuno, ma io preferisco giochi più dilazionati nel tempo ma che dopo averli finiti mi lascino qualcosa. è uno dei tanti motivi per cui amo Nintendo. Giova, comunque anche ALTTP, seppur personalmente a me non abbia mai entusiasmato, è stato un capitolo fondamentale per la serie e ha introdotto la struttura della saga come l'abbiamo conosciuta fino a Breath of The Wild (il discorso è valido in parte anche per Skyward, mio capitolo preferito insieme a Majora e Wind Waker). Idem Link's Awakening che è stato di importanza capitale per lo stile narrativo della serie. Non penso che avremmo avuto Majora senza L's A, poi. Il problema di Pokèmon è che non è solo un videogioco, il che rende sperimentare assai rischioso. Anche per questo motivo, dopo due generazioni disastrose, seppur per motivi diversi, non mi sento di riporre fiducia in Game Freak e sicuramente su Switch aspetto molto di più Prime 4. In caso contrario sarò felicissimo di essere smentito, ma ne dubito

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Vista la piega che sta prendendo il topic e considerando il rapporto che abbiamo con Nintendo ad oggi, potrebbe essere interessante raccogliere le critiche e i dubbi che hanno suscitato gli ultimi giochi in voi, così come i punti di forza (ci sarà qualcosa che si salva, no?) riferiti ai concept di base, quindi senza soffermarsi su elementi specifici (niente "zittite quel cazzo di Rotom" please). Se venisse fuori un buon lavoro potremmo esporlo al prossimo incontro che avremo. Non so nemmeno io se e come questo messaggio arriverà in Giappone e so che al momento Nintendo Italia non ha voce in capitolo ai contenuti dei videogiochi, quindi qualsiasi cosa ne venga fuori, Pokémon Switch non ne terrà conto perché il concept di base è già terminato, ma chissà che non possa servire a qualcosa in futuro.

In ogni caso quello che ha sottolineato Hero of Sky è importante e non era stato considerato prima: i videogiochi della serie principale sono solo la base del brand che poi si estende anche su GCC e Anime. Decisioni di un certo tipo devono rispecchiarsi negli altri media. Infine, so che questa ormai sembra la classica barzelletta del bar, ma non dimentichiamoci che Pokémon è concepito come gioco per bambini. E per questo un open world ce lo vedo malissimo se il target resta fisso.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non penso che i bambini giochino più a Pokèmon, ormai. Noi più "anziani" siamo in netta maggioranza, ormai

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
22 minuti fa, Hero of Sky ha scritto:

Non penso che i bambini giochino più a Pokèmon, ormai. Noi più "anziani" siamo in netta maggioranza, ormai

Il problema è che ci troviamo nel limbo: Pokémon è giocato più dagli adulti (ho dei dati più dettagliati, ma non sono sicuro di poterli divulgare, quindi nel dubbio li tengo per me), ma rimane un gioco pensato per un target giovane che deve avvicinarsi per la prima volta alle console Nintendo. Quindi si crea il paradosso per cui chi compra effettivamente il gioco non è soddisfatto dai contenuti che puntano ad un target che non riescono a raggiungere.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Bene, che cambino target. Sarebbe ora

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
37 minuti fa, Hero of Sky ha scritto:

Bene, che cambino target. Sarebbe ora

Quando girano tutti i miliardi di dollari che ruotano intorno al nome Pokémon, qualsiasi cambiamento è da controllare minuziosamente prima di effettuarlo.

Credo che sia più probabile una rivoluzione totale del franchise (dove con rivoluzione intendo per molti versi una semplificazione, considerando quanto è nozionistico Pokémon ora della settima generazione, e per cui consiglio di vedere il video di Johto Fag al riguardo) piuttosto che uno spostamento del target. Il motivo è molto semplice: Pokémon da sempre spinge di brutto la vendita delle console. E Nintendo ha bisogno principalmente che i bambini fin da piccoli si appassionino al marchio Nintendo perché difficilmente i genitori comprano più di una console ai loro figli, e se rimane l'imprinting ci sono buone probabilità che rimangano affezionati anche da adulti (tipo il 99% degli utenti del forum per dirne una). Soprattutto ora che siamo arrivati al punto in cui i bambini che hanno conosciuto la serie 20 anni fa stanno per avere figli a loro volta (ciao @Fabiana e Giada) che possono introdurre ad un franchise che conoscono bene e sanno essere un ambiente sicuro e controllato. Gli adulti hanno tante altre serie Nintendo che possono giocare sulle console dei figli, Pokémon rimarrà sempre e comunque un gioco destinato ai più piccoli. Ed infatti la rivoluzione di Switch non la aspetto tanto sul gameplay, che rimarrà la solita avventura perlopiù lineare con grafica migliorata, quanto sulle meccaniche. Un bambino non può imparare da 0 ad usare 1000 mosse diverse con 1000 creature diverse e 1000 strumenti diversi. I dati di gioco di USUL hanno ancora rimasugli di strumenti esclusivi di terza generazione, questa situazione ormai rasenta il ridicolo e spero che sarà sistemata.

A questo punto lasciatemi un momento di autocompatimento mentre realizzo che bisognerà cambiare mezzo wiki per l'aggiornamento ad un gioco di questo tipo.

Piace a 4 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

è ovvio che il target non può cambiare ma sarebbe ora che si rendano conto che si rendano conto che esistono nache i fan di lungsa data e mettere i giochi sulla VC non è esattamente il modo adatto di compiacerli

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
2 ore fa, Hero of Sky ha scritto:

è ovvio che il target non può cambiare ma sarebbe ora che si rendano conto che si rendano conto che esistono nache i fan di lungsa data e mettere i giochi sulla VC non è esattamente il modo adatto di compiacerli

Temo tu non abbia colto il riferimento del mio messaggio precedente.

I fan di vecchia data servono solo per comprare i giochi ai loro figli, non più a sé stessi. Tanto i fan accaniti che non se ne saltano nemmeno uno ci sono (e sono pure tanti), non devono avere paura di perdere i vecchi fan restando fedeli a loro, devono rompere le tradizioni e diventare più kid-friendly.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

28 messaggi in 3 giorni? Ma mi trovo davvero su PCF?

Io ormai non ci spero piu' dopo la presa per il culo che e' stata USUM (e che mi ero totalmente dimenticato di aver acquistato).

Saro' davvero felice se  il gioco switch dovesse rivelarsi figo, ma credo proprio che con il passare del tempo questo franchise si trasformera' sempre di piu' in una barzelletta.

Vi pongo una semplice domanda. Per quale motivo Gamefreak dovrebbe impegnarsi per creare un prodotto di qualita'? Le masse di pokefan comprerebbero anche un pezzo di merda, se qualcuno ci scrivesse sopra "Pokemon" con un bastoncino.

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per partecipare alla discussione

 

Crea un account

Registra un nuovo account sul forum. È facile e veloce.


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina.