Yotin

Pokémon Focus #038 - Delibird!

7 risposte in questa discussione

(modificato)

E nulla: quando il pokémon da analizzare non ha evoluzioni e può imparare appena due mosse naturalmente è sempre un piacere! XD E in ogni caso l'introduzione di Perforbecco in SM come mossa naturale è uno scempio. @Zaffira

 

Delibird

 

Artwork225.png

 

Delibird, noto come Pokémon Consegna, è un pokémon di tipo Ghiaccio/Volante. Non possiede evoluzioni o pre-evoluzioni.

 

Fisionomia

Delibird è un pokémon pinguino dal piumaggio prevalentemente di colore rosso (che diventa bianco per faccia, petto e coda). Le piume del petto formano un unico blocco con quelle superiori e per questo si ha l’impressione che il pokémon possieda una folta barba. Sul capo possiede due lunghi ciuffi simili a grosse sopracciglia mentre sulla pancia si nota una piccola chiazza bianca. La coda rigonfia è divisa in vari ingrossamenti cavi all’interno e per questo ricorda una sorta di borsa. Gli occhi sono circondati da sottili aloni di piumaggio nero. Sia il becco che le zampe (con due dita ciascuna) sono gialli. La sua altezza massima è di 0.9 m, mentre il suo peso medio di 16.0 Kg.

 

Biologia

I Delibird sono pokémon estremamente interessanti e con svariate peculiarità biologiche. Per prima cosa il loro piumaggio si è sviluppato appositamente per resistere a temperature bassissime: nel corso dei millenni infatti hanno sviluppato una predisposizione all’espressione dei geni che codificano la produzione di beta-cheratine e il metabolismo relativo ai lipidi. In altri termini le piume di questi pokémon sono naturalmente propense ad accumulare degli strati di grasso utili per la regolazione della temperature corporea (ciò tuttavia avviene solo in parte per le comunità adattate al clima mite di Alola). In secondo luogo i Delibird sono gli unici proto-uccelli a disporre di ossa cave e di un complesso di sacchi aeriferi che consentono loro di volare; a differenza dei cugini Piplup difatti prediligono la terraferma all’acqua e spesso si aggirano ad altitudini elevate: probabilmente è proprio questo ad aver concesso loro di sviluppare capacità di volo. Per finire uno degli aspetti più noti dei Delibird è la loro coda. Le piume di quest’ultima sono incredibilmente fitte e creano delle strutture molto singolari: sotto un rivestimento esterno vi sono vari complessi di piume intrecciate tra loro, cavi e rivolti verso il corpo del pokémon. In altre parole si tratta di vere e proprie sacche - di numero variabile da quindici e ventiquattro - che il pinguino può utilizzare per raccogliere e immagazzinare cibo (ma anche oggetti come sassi o simili). Nell’impeto di una battaglia Delibird può gettare contro l’avversario il contenuto delle sue sacche anche se lui stesso non può indentificarlo essendo il proiettile ricoperto totalmente da piume. Per questo può capitare che il nemico si danneggi con un oggetto contundente ma anche che si rinvigorisca mangiando una bacca o una più generica preda catturata dal pokémon (alla base di questo concetto vi è la mossa esclusiva Regalino). Fino a poco tempo fa si pensava che Regalino fosse l’unica mossa apprendibile naturalmente dai Delibird. Ad oggi tuttavia si sono osservati alcuni individui nella regione di Alola in grado di utilizzare il duro becco come arma per trafiggere le prede (Perforbecco). La bizzarra regolazione dei geni metabolici non permette ai Delibird soltanto di produrre rivestimenti di grasso per le piume ma munisce questi pokémon anche di un orologio interno fuori dal comune: facendo riposare soltanto un emisfero del cervello (fattore utile a tenere sotto controllo la produzione di cheratine) riescono a non dormire praticamente mai (Spiritovivo). Importante notare come gli esemplari nati in cattività e che possiedono questa abilità sono registrati con Insonnia anziché Spiritovivo al fine di rendere più facile agli allenatori riconoscere gli individui catturabili (vedi Nella cultura di massa). Alcuni Delibird che vivono al di fuori del continente antartico sembrano aver perso questa caratteristica probabilmente a causa delle condizioni meno impervie in cui vivono. A discapito di ciò i predatori in queste zone risultano più numerosi e aggressivi e perciò i pokémon tendono a sviluppare uno stile di combattimento più aggressivo, trasportando e lanciando oggetti più grandi a discapito della precisione (Tuttafretta). L’età media dei Delibird è di circa 10 anni, anche se si sono registrati picchi di 30 anni per alcuni esemplari nati in cattività.

Una rarissima variante di Delibird presenta un colore violaceo al posto delle tipiche zone rosse del piumaggio. Ad oggi non siamo certi  della causa di questa mutazione ma l’ipotesi più accreditata è che per ragioni genetiche i complessi regolatori dei geni atti alla codifica della produzione di cheratine agiscano in modo inverso: gli strati di grasso delle piume vengono quindi dimezzati e le piume tendono ad una tonalità più chiara. Questo è anche il motivo per il quale questa variante è così rara (data la carenza di grasso tende a non superare i primi mesi di vita).

Per quanto concerne la lotta, i Delibird non sono i pokémon più indicati per uno scontro. Nonostante la velocità discreta il principale impedimento che un allenatore incontrerà nell’utilizzare questi pokémon è la scarsissima disponibilità di mosse apprendibili per vie naturali, oltre che statistiche di attacco e difesa piuttosto scarse.

 

Tassonomia

Delibird è un uccello appartenente all’ordine Paraviformes, alla famiglia Spheniscidae e al genere Delibirdes. Quando gli uccelli, circa sessanta milioni di anni fa, iniziarono il loro percorso evolutivo con Archen e Archeops si divisero in due ceppi distinti: quello degli uccelli veri e propri e quello dei proto-uccelli, pokémon che mantennero le caratteristiche fisionomiche tipiche dei rettili e spesso incapaci di volare. Oltre ai già citati fossili e Delibird anche Piplup, Psyduck, Lotad, Torchic e Magby, con le loro evoluzioni, fanno parte di questo gruppo.

 

Dominio Eukaryota

Regno Animalia

Phylum Chordata

Classe Aves

Ordine Paraviformes

Famiglia Spheniscidae

Genere Delibirdes

Specie Delibirdes traditionis

 

Riproduzione

Delibird appartiene ai gruppi uova Acqua 1 e Campo e le sue uova impiegano circa 21 cicli per la schiusa. In realtà la classificazione in questi due gruppi è più che altro convenzionale e data dall’impossibilità di collocarlo in un gruppo migliore. Per il gruppo Acqua 1 può riprodursi naturalmente (oltre che con i propri simili) con Psyduck, Golduck, Lotad, Lombre, Ludicolo, Wingull, Pelipper, Piplup, Prinplup, Empoleon, Ducklett e Swanna mentre per il gruppo Campo anche con Farfetch’d, Torchic, Combusken e Blaziken (oltre che le già citate famiglie di Psyduck e Piplup). Per i restanti pokémon è necessario un trapianto di cellule riproduttive, anche se ciò potrebbe risultare difficoltoso con Seedot, Nuzleaf, Shiftry.

 

Comportamento

I Delibird sono pokémon docili ed incredibilmente altruisti. Spesso condividono il cibo che raccolgono nella coda con pokémon ed esseri umani in difficoltà. Si racconta ad esempio di come un escursionista sia riuscito a raggiungere la vetta del monte Everest grazie all’aiuto di uno di questi pokémon. Costruiscono il nido su scogli aguzzi e passano l’intera giornata intenti al sostenimento dei piccoli. Non amano lo scontro diretto: preferiscono gettare un Regalino verso il nemico e scappare per evitare di riportare danni superflui.

 

Dieta

I Delibird sono pokémon tendenzialmente carnivori, anche se ultimamente alcune comunità adattate a luoghi più temperati hanno iniziato ad adottare uno stile di vita onnivoro (con l’introduzione di vari tipi di bacche nella loro dieta). In genere si cibano dei piccoli pokémon d’acqua che vivono nei mari o nei fiumi presso le loro tane quali Clauncher, Krabby, Corphish, Remoraid e Magikarp. Per quanto riguarda la catena alimentare sono spesso predati da Walrein e Dewgong o da grossi uccelli come Braviary e Staraptor.

 

Distribuzione

I Delibird sono pokémon endemici dell’Antartide ma che vivono nelle zone fredde di tutto il mondo. In particolare sono presenti a Johto (Grotta Gelata), Hoenn (Grotta Ondosa), Settipelago (Grotta Gelata), Sinnoh (Percorsi 216 e 217), Unima (Percorso 22, Fossa Gigante) e Kalos (Percorso 17). Un’eccezione è costituita dalla regione di Alola: le comunità che vivono nel Percorso 3 della regione sembrano infatti essersi adattate al clima equatoriale delle isole regolando e diminuendo la produzione di grasso delle piume. Alcuni esemplari isolati sono stati trovati anche ad Almia (Valle di Crio) e ad Oblivia (Monte Sorbetto). Sembrano inoltre essere presenti degli esemplari in una regione dell’estremo oriente dell’Asia continentale. A Kalos sono presenti alcune riserve artificiali per la salvaguardia della specie, mentre tempo fa alcune popolazioni furono deportate illegalmente ad Auros.

 

Etimologia

La specie Delibirdes traditionis viene chiamata Delibird, dall’inglese delivery (consegna) e bird (uccello), nelle regioni di Kanto, Settipelago, Johto, Hoenn, Sinnoh, Fiore, Almia, Oblivia, Isole GCC, Ransei, Unima, Alola, Auros, Pokétopia e Guyana. A Kalos e Carmonte è noto come Cadoizo, dal francese cadeau (regalo) e oiseau (uccello). In altre parti del mondo, ancora non ben definite, il pokémon sembra essere noto come Botogel, Dillibeodeu e Xìnshǐniǎo.

 

Nella cultura di massa

Lo schema di colori di Delibird e la sua attitudine nel donare scorte di cibo a pokémon e umani in difficoltà hanno contribuito nel tempo alla creazione della figura di Babbo Natale nell’immaginario collettivo moderno. Questo in realtà trae origine da miti antichissimi e fu ripreso solo in tempi più recenti basandosi sul personaggio realmente esistito di Nikolaus di Myra, uomo che alcuni secoli fa si distinse per il suo altruismo. Curioso notare come secondo la tradizione la dimora del personaggio si troverebbe in Artide mentre i Delibird sono endemici dell’Antartide.

I Delibird sono da oltre un secolo utilizzati dalle imprese postali e da ditte di vario tipo come tramite per recapitare elementi in posti impervi e difficili da raggiungere. La buona capacità di volo e l’incedibile adattabilità all’ambiente circostante li rendono dei pokémon perfetti per lavori di questo tipo.

Negli ultimi anni moltissime associazioni ambientaliste hanno protestato contro la cattura dei Delibird in natura da parte degli allenatori: considerando gli ambienti ostili in cui vivono, i piccoli di questo pokémon possono infatti contare unicamente sulle scorte di cibo dei genitori. Chiunque sottragga esemplari adulti dal loro habitat sta di fatto condannando a morte la sua eventuale eventuale prole. Per questo tutti gli allenatori sono stati invitati a liberare gli individui prelevati in natura e ad allevare unicamente quelli messi a disposizione da appositi centri specializzati (come il Safari Amici di Kalos).

 

Modificato da Yotin
Piace a 4 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non mi ricordavo che te l'avevo chiesto mesi fa XD

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
39 minuti fa, Zaffira ha scritto:

Non mi ricordavo che te l'avevo chiesto mesi fa XD

Pensa che ho richieste di utenti che non loggano da mesi. Sono una cattiva persona! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Eh? Lotad un uccello? Non è un'alga?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

Il 1/8/2017 at 10:11, Hero of Sky ha scritto:

Eh? Lotad un uccello? Non è un'alga?

Sopratutto le evoluzioni hanno tratti da anatra. Ovviamente però vivono in simbiosi con una pianta acquatica e il rapporto che hanno con essa sembra molto più radicato rispetto agli altri pokémon Erba animali.

 

Comunque il prossimo Focus è già stato scritto, ma essendo in vacanza non posso pubblicarlo. È molto probabile quindi che appena torno ve ne metto due di fila. 

Modificato da Yotin

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Il 31/7/2017 at 22:00, Yotin ha scritto:

In altre parole si tratta di vere e proprie sacche - di numero variabile da quindici e ventiquattro - che il pinguino può utilizzare per raccogliere e immagazzinare cibo (ma anche oggetti come sassi o simili). Nell’impeto di una battaglia Delibird può gettare contro l’avversario il contenuto delle sue sacche

da 15 a 24, quanti i PP di regalino! No, ma, cioè sei un genio. Ma come ti vengono? Sei un grande, davvero

Il 31/7/2017 at 22:00, Yotin ha scritto:

Negli ultimi anni moltissime associazioni ambientaliste hanno protestato contro la cattura dei Delibird in natura da parte degli allenatori: considerando gli ambienti ostili in cui vivono, i piccoli di questo pokémon possono infatti contare unicamente sulle scorte di cibo dei genitori. Chiunque sottragga esemplari adulti dal loro habitat sta di fatto condannando a morte la sua eventuale eventuale prole. Per questo tutti gli allenatori sono stati invitati a liberare gli individui prelevati in natura e ad allevare unicamente quelli messi a disposizione da appositi centri specializzati (come il Safari Amici di Kalos).

Questo per spiegare la presenza di Delibird nel Parco Amici? O c'è dell'altro?

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Il 14/8/2017 at 12:39, BlazePower ha scritto:

 

Questo per spiegare la presenza di Delibird nel Parco Amici? O c'è dell'altro?

È anche un riferimento all'incipit di una vecchissima creepypasta (chissà se è ancora reperibile in qualche modo...), che alla luce delle descrizioni del pokédex aveva senso (viene detto che i Delibird trascorrono la maggior parte del tempo a cercare cibo per i piccoli).

E poi è per farvi sentire in colpa per aver de facto assassinato dei piccoli Delibird! :awesome:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per partecipare alla discussione

 

Crea un account

Registra un nuovo account sul forum. È facile e veloce.


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina.