~Lighty

Approcciarsi a persone autistiche

12 risposte in questa discussione

Recentemente ho iniziato a fare amicizia con persone oltreoceano, e tra tutti quelli che ho conosciuto c'è n'è uno in particolare con cui ho stretto amicizia; il "problema" è che recentemente ho scoperto che è una persona autistica.

Non sono razzista o altro, il fatto è che ho paura di ferirla facendo/dicendo qualcosa di sbagliato :/

Finora ho sempre cercato di essere sorridente, assecondarlo e tutto il resto, ma come già detto, ho paura di far danni a lungo andare :/

La domanda è: come dovrei comportarmi? Continuando come sto facendo ora o in modo diverso?

Ho davvero paura di perdere questa persona >_<

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma se finora ciò che hai scritto non lo ha ferito, se finora il tuo comportamento non lo ha mai offeso, continua così.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

Recentemente ho iniziato a fare amicizia con persone oltreoceano, e tra tutti quelli che ho conosciuto c'è n'è uno in particolare con cui ho stretto amicizia; il "problema" è che recentemente ho scoperto che è una persona autistica.

Non sono razzista o altro, il fatto è che ho paura di ferirla facendo/dicendo qualcosa di sbagliato :/

Finora ho sempre cercato di essere sorridente, assecondarlo e tutto il resto, ma come già detto, ho paura di far danni a lungo andare :/

La domanda è: come dovrei comportarmi? Continuando come sto facendo ora o in modo diverso?

Ho davvero paura di perdere questa persona >_<

 

 

Anch'io facevo fatica a approcciarmi con ragazzi con handicap, ma alla fine il metodo più efficace è essere il più naturale possibile, loro se ne accorgono meglio di chiunque altro se siamo alterati o sinceri.

Modificato da Silez
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Quoto Silez. Il comportamento da adottare con persone di questo tipo è quello che si adotta con chiunque. Loro capiscono bene se ti comporti in maniera diversa e, nonostante non lo diano a vedere, soffrono già molto il fatto di essere diversi senza che gli altri li trattino con i guanti di velluto.

Al massimo evita di parlargli del suo problema, quella è una cosa che deve essere lui a spiegare quando vuole e soprattutto se vuole, per il resto puoi trattarlo come tratti un tuo qualsiasi amico.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Anch'io facevo fatica a approcciarmi con ragazzi con handicap, ma alla fine il metodo più efficace è essere il più naturale possibile, loro se ne accorgono meglio di chiunque altro se siamo alterati o sinceri.

c'è un però, da una parte so che agire normalmente sarebbe la cosa migliore, dall'altra ho paura di cambiare comportamento all'improvviso, o comunque troppo rapidamente >_<

Quoto Silez. Il comportamento da adottare con persone di questo tipo è quello che si adotta con chiunque. Loro capiscono bene se ti comporti in maniera diversa e, nonostante non lo diano a vedere, soffrono già molto il fatto di essere diversi senza che gli altri li trattino con i guanti di velluto.

Al massimo evita di parlargli del suo problema, quella è una cosa che deve essere lui a spiegare quando vuole e soprattutto se vuole, per il resto puoi trattarlo come tratti un tuo qualsiasi amico.

Proprio per il fatto che soffre l'ho trattato un po' diversamente, pensavo di farlo sentir meglio, a quanto pare non è cosí :|

Non penso che il secondo punto sia un problema, l'unica (e ultima, non ho intenzione di parne ammeno che non inizi lui) volta che gli ho chiesto una cosa è stato che malattia aveva :|

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Tu stai naturale!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Concordo con gli altri, il modo migliore per aiutare una persona con un problema è distrarla dal problema stesso. Cerca di trattarla nel modo più normale possibile, sapendo però ovviamente che certi suoi comportamenti sono dettati dalla malattia, quindi bisogna avere più pazienza del normale. Tutto qui.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Premetto che mia sorella è autistica, quindi mi baso anche su esperienza personale.

Il problema dovrebbe essere più per lui che per te, visto che tu non devi far altro che comportarti normalmente, mentre per lui l'handicap sta proprio nel relazionarsi.

Se non sono troppo indiscreto, sapresti dire più o meno di che argomenti parlate? Perdonami la curiosità, ma trovo la questione interessante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Premetto che mia sorella è autistica, quindi mi baso anche su esperienza personale.

Il problema dovrebbe essere più per lui che per te, visto che tu non devi far altro che comportarti normalmente, mentre per lui l'handicap sta proprio nel relazionarsi.

Se non sono troppo indiscreto, sapresti dire più o meno di che argomenti parlate? Perdonami la curiosità, ma trovo la questione interessante.

Parliamo del più e del meno, parecchie volte di pokemon e minecraft in particolare. Lo conosco da relativamente poco (tipo 2 settimane) quindi non sono ancora emersi argomenti troppo interessanti xP

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Beh... Il mio primo migliore amico all'asilo è stai un bambino autistico... Con lui andavo molto d'accordo e per mantenere questa amicizia mi comportavo normalmente,cercando di essere me stesso anche se a volte era un po' difficile,era stata una bella amicizia... Spero di essere stato d'aiuto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Wow, io lo faccio per mestiere pensa un po', tengo un ragazzo autistico e la verità è che della retribuzione mi importa relativamente perchè è da quando ho 17 anni che sono a contatto con queste persone avendo lavorato sempre in stagione in una colonia e mi piace da morire come mestiere. In ogni caso non ti mettere in testa che possa sclerare o che possa ferirlo; non farti problemi, sii naturale e cerca di essere sempre sincero e tranquillo, l'autismo è una patologia davvero particolare, in ogni caso non cercare di allontanarlo solo perchè hai scoperto questa cosa e hai paura di non saperti comportare nel modo più opportuno ma parla con lui e cerca di scoprire che persona è. Per lui sarà un punto di sfogo e avrà trovato un amico che è una cosa importantissima e ti garantisco che tu come ricompensa avrai un amico che non ti tradirà per niente al mondo e dal quale rimarrai affascinato da ciò che il suo cervello è in grado di elaborare confronto al nostro, al punto che arriverai a comprendere che in realtà lui non ha una patologia ma ha qualcosa in più che lo contraddistingue e che è davvero particolare! :D

Piace a 4 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Anche perché se hai un minimissimo cambiamento nell'atteggiamento se ne accorgerà prima di te.

 

Semplicemente: non pensarci

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per partecipare alla discussione

 

Crea un account

Registra un nuovo account sul forum. È facile e veloce.


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina.