Siebold Targaryen

Jogging mattutino

9 risposte in questa discussione

(modificato)

Allora ragazzi, vi spiego brevemente il mio problema. Sono sempre stato l'antisport per eccellenza, salvo qualche mese durante il V liceo dove andavo in palestra. Per farla breve sono pigro, e l'unico sport che mi piacerebbe fare è il nuoto, ma ahimè, nel mio adorato paesino del piffero non c'è piscina. Tuttavia, sebbene abbia sempre avuto la pancetta, sono arrivato al punto di non amare più il mio corpo, ragione per cui ho deciso di rimboccarmi le maniche e cercare di passare ad uno stile di vita più sano e migliore.

Ora, al momento vivo una situazione incerta a livello lavorativo (l'obiettivo pricipale è spostarmi in un'altra cittá o direttamente fuori Italia) e inoltre non amo molto le palestre del mio paesino; volevo però sfruttare la vicinanza di casa mia alla campagna, iniziando a fare jogging la mattina presto (sto diventando anche un ghiro e non va bene). Tuttavia non ho idea di dove cominciare xD ho cercato online ma mi sembra tutto troppo teorico e contradditorio, per cui mi affido a voi. Consigli sulla tabella da seguire? Come iniziare a prendere il ritmo? Km da percorrere giornalmente? Grazie a tutti.

Modificato da Siebold

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se non hai abitudine allo sport, devi iniziare sicuramente con un allenamento soft.

 

E non inizierei correndo, ma facendo lunghe camminate a ritmo sostenuto.

 

Il comporto si deve abituare ed è meglio una camminata di mezzora che una corsa di 10 minuti.

 

Quello che dovrai avere è tanta tanta pazienza, perché all'inizio sarà difficile vedere i miglioramenti.

 

Comunque ho sempre preferito correre la sera, prima di cena. Ho provato al mattino, ma mi veniva fame e non davo il meglio di me.

C'è da tenere conto, appunto, che non si dovrebbe mangiare prima di fare attività fisica o almeno non mangiare nulla di pesante.

 

Scusami se mi permetto, ma se vuoi migliorare il tuo aspetto fisico e la tua salute non basterà lo sport, ma sarà necessaria anche un po' di dieta.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Allora allora allora:

Se ti sei sempre definito un tipo antisport, difficilmente potrai cambiare idea. Per certe cose ci vuole passione. È come chi un giorno si iscrive in palestra. Se la passione intrinseca non c'è, quel tipo molla dopo 3 mesi.

Idem per il jogging.

Correre è bestialmente noioso, specie se ci si trova a farlo da soli.

Inutile anche cercare stampelle psicologiche come comprarsi una bella tuta nuova, un paio di scarpe tecniche sgargianti, un cardiofrequenzimento, una app tipo Runtastic [ottima] e far credere a se stessi che stavolta si cambia vita.

O, peggio ancora, una costosissima cyclette "così posso correre anche se fuori piove".

Balle! Tutte balle! O la passione ce l'hai nel sangue o nada.

Ma di fronte a questo disastro di notizie, te ne do una buona:

Puoi migliorare sensibilmente il tuo corpo già con la sola alimentazione.

Se invece introduci dello sport senza togliere i tuoi vizi, AUMENTERAI di peso.

Comunque ecco alcuni tips:

Non importa per quanto tempo si corre (o cammina): contano solo i km.

Perché i km. sono assoluti, un criterio sempre affidabile, mentre le tempistiche no: dire "Devo correre almeno mezz'ora al giorno" non significa niente: per chi è allenatissimo, mezz'ora non è niente, per chi comincia ed è pure grosso, mezz'ora è perfino troppo.

Per lo stesso motivo non importa la velocità a cui si procede: quindi meglio camminare per 20 km. che correre per 10 km.

Se non si beve mai niente durante il percorso, non si avrà mai un significativo aumento dei tempi di percorrenza col tempo: l'organismo si abitua a risparmiare le poche risorse che ha tagliando energie al corridore/camminatore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Quoto Juliette, prima di iniziare a correre comincia a fare lunghe passeggiate. Per quanto riguarda la corsa vera e propria mi è stato consigliato, da un conoscente diciamo "esperto" in materia, di fare così: le prime volte alterna un minuto di corsa a 2 di camminata, per 6 volte. Può sembrare poco ma per chi è agli inizi decisamente non lo è, specie per chi non ha mai fatto sport prima (come il sottoscritto). Vai avanti così fino a che non senti che puoi correre molto di più, a quel punto passa a 2 minuti di corsa e 3 di camminata, sempre per 6 volte, e così via. Con questo metodo mi ci sono trovato benissimo e lo sto usando tutt'ora (ho iniziato da circa 2 anni). Ovviamente devi abbinare il tutto ad una dieta equilibrata altrimenti è inutile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io sto cominciando a ridurre le porzioni di cibo, a levare qualche sfizio (anche se una pizza o un kebab una volta alla settimana scappa sempre) e a camminare la sera che si sta da dio. Due ore buone le riesco a fare a ritmo sostenuto, andata e ritorno tipo 3-4 volte il lungomare, anche se la gamba destra tira sempre e comunque. Con questa scusa la sera mi pappo uno yogurt semplice semplice (senza niente) appena inizio a camminare; questo conta come cena.

 

L'unica rottura di palle è il fatto che debbo farlo completamente da solo. Ogni tanto chiamo qualcuno e parlo al telefono per tenermi compagnia ma è dura trovare qualcuno con cui parlare ogni sera.

 

Credo che se riesco a mantenere queste abitudini per almeno un mese posso sperare di cominciare a correre o dedicarmi a qualcosa di più impegnativo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Intanto grazie a tutti per le risposte :) volevo dire che non l'ho sottolineato, ma giá di mio non mangio male: mangio raramente fuori, ed evito fritture, grassi etc, non mangio dolciumi fuori pasto... però sono un grande amante di carboidrati, e ultimamente ho sforato un po' con le quantitá, quindi per il cibo devo comunque darmi una regolata. So che correre sará noioso, sopratutto la mattina presto, ma mi sembra l'unico impegno che al momento posso portare a termine in maniera costante. A livello di passione so per certo che mi scazzerò da morire, ma sono determinato quantomeno a provare xD

L'ideale quindi, oltre a buona preparazione psicologica e cambiare alimentazione, sarebbe buono partire con qualche km di camminata veloce e, dopo qualche tempo, provare con la corsa alternata?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

In libreria con pochissima spesa potresti procurarti un libro sulla corsa. Se prendi quello della serie Red

http://giotto.ibs.it/cop/cop.aspx?s=B&f=170&x=0&e=9788874477234

è agile e veloce da leggere, e contiene un programma che dura diverse settimane, che ti fa partire da quasi zero fino ad un buon livello di fiato.

Contiene tutte le tabelle con tempi e modi d'allenamento, e ovviamente tanti suggerimenti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie mille Carma, vedo di provvedere il prima possibile :) nel frattempo provo ad iniziare con la camminata veloce :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Il 1/6/2015 at 13:08, Carmageddon ha scritto:

Se non si beve mai niente durante il percorso, non si avrà mai un significativo aumento dei tempi di percorrenza col tempo: l'organismo si abitua a risparmiare le poche risorse che ha tagliando energie al corridore/camminatore.

sì, necroposto a distanza di 2 anni perché devo chiedere delucidazioni: ho sempre pensato che bevendo durante l'esercizio fisico, poi avrei avuto i crampi al pancreas/fegato, quindi correvo fino allo stremo delle mie forze, e solo alla fine della corsa mi permettevo di bere qualcosa. mi stai dicendo che ho fatto male?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per partecipare alla discussione

 

Crea un account

Registra un nuovo account sul forum. È facile e veloce.


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina.