YuseiFudo100000

Non so più cosa fare

41 risposte in questa discussione

(modificato)

Salve raga, ho riflettuto un po' prima di aprire questo Topic, visto che non mi piace parlare in giro dei miei fatti personali, ma a questo punto DEVO chiedere aiuto a una comunità grande quanto quella di un Forum.

 

 

 

P.S. Siete liberi di non credermi, ma questo è solo la metà di tutto quello che fa a casa mia.

P.P.S. Sì, se a volte facevo il coglione qui sul Foro era per scaricare tutto quello che dovevo assorbire da mio fratello. Insomma, sapete il perché della mia coglionaggine in questo posto.

Modificato da YuseiFudo100000
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non vedo perchè non crederti, va bene che sei Yusei ma su una cosa così non credo nessuno aprirebbe un topic-troll.

 

Oltre che convincere tuo padre a metterlo in riga (visto che a quanto ho capito è il solo in grado di reggerlo fisicamente), l'unica cosa che posso dirti è denunciarlo alla polizia per percosse, prima che la cosa peggiori. Posso capire che è sempre un membro della famiglia, ma è la cosa giusta da fare...se non lo fate ragionare, o ve lo levate di torno, o ve ne andate di casa (ma non vedo perchè dovreste dargli la casa), o lo denunciate.

 

Ah, quasi dimenticavo: è maggiorenne o minorenne? Se è la seconda, chiamate gli assistenti sociali e fatelo portare in una casa famiglia, prima che vi faccia seriamente del male.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non vedo perchè non crederti, va bene che sei Yusei ma su una cosa così non credo nessuno aprirebbe un topic-troll.

 

Oltre che convincere tuo padre a metterlo in riga (visto che a quanto ho capito è il solo in grado di reggerlo fisicamente), l'unica cosa che posso dirti è denunciarlo alla polizia per percosse, prima che la cosa peggiori. Posso capire che è sempre un membro della famiglia, ma è la cosa giusta da fare...se non lo fate ragionare, o ve lo levate di torno, o ve ne andate di casa (ma non vedo perchè dovreste dargli la casa), o lo denunciate.

 

Ah, quasi dimenticavo: è maggiorenne o minorenne? Se è la seconda, chiamate gli assistenti sociali e fatelo portare in una casa famiglia, prima che vi faccia seriamente del male.

Allora denunciarlo io lo farei, il problema sono i miei genitori che penso non lo farebbero.

 

Abbiamo provato in tutti i modi a metterlo in riga: da lì gli entra e da lì gli esce. Inoltre se gli fai qualcosa che non gli piace lui se la lega al dito.

Ha 16 anni e questo novembre ne fa 17, ma a quanto dice mia madre: "Appena compie 18 anni lo sbatto fuori di casa!".

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mi limiterò a darti qualche consiglio sperando non sia tutto vero :v

1) non dategli soldi per uscire

2) quando pretende di buttare la roba che comprate, fategli ripagare ogni singola cosa che butta (non scaduta/buona logicamente)

3) se ti pesca a mangiare schifezze digli "il corpo è il mio, introduco tutte le schifezze che voglio, tanto a te non cambia"

4) levategli l'opportunità di prendere la patente, o in caso di usare la macchina

5) prendi un foglio e segnati tutte le cose che ti chiede o obbliga a fare, cosí se ti dicesse che sei un buono a nulla puoi leggerla e metterlo nel sacco

Dovrebbero essere dei buoni consigli. Occhio però, se pensi che qualcuno di questi possa non funzionare a preiscindere o peggio non attuarli :v

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Guarda non ho alba se la situazione è come la descrivi tu (e ciò sarebbe molto grave a parer mio) oppure in un momento d'ira hai esagerato il tutto. Ma se ti posso dire una cosa credo che un Forum, specie di target rivolto ai giovani-bambini come questo non sia il modo migliore di affrontare il tuo problema. Soprattutto leggendo le risposte che ti hanno dato sopra. Un' estraneo alla vicenda non può assolutamente darti un consiglio su qualcosa di così personale e delicato, prova magari a parlarne prima con uno psicologo o comunque qualcuno che si occupa di queste cose e sono sicuro che ti saprà aiutare. 

Piace a 3 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mi limiterò a darti qualche consiglio sperando non sia tutto vero :v

1) non dategli soldi per uscire

2) quando pretende di buttare la roba che comprate, fategli ripagare ogni singola cosa che butta (non scaduta/buona logicamente)

3) se ti pesca a mangiare schifezze digli "il corpo è il mio, introduco tutte le schifezze che voglio, tanto a te non cambia"

4) levategli l'opportunità di prendere la patente, o in caso di usare la macchina

5) prendi un foglio e segnati tutte le cose che ti chiede o obbliga a fare, cosí se ti dicesse che sei un buono a nulla puoi leggerla e metterlo nel sacco

Dovrebbero essere dei buoni consigli. Occhio però, se pensi che qualcuno di questi possa non funzionare a preiscindere o peggio non attuarli :v

Allora

 

1) Quando obbliga mia madre di ordinare cagate su Zalando e simili per lui dice "Io però non ho soldi". Un giorno l'ho scoperto ad aprire il suo portafoglio: fra tutte le carte che c'erano ce ne erano due da 50.

2) Non so quanto possa funzionare ma proverò.

3) Questo lo farò di certo, anche se penso dirà qualche scusa senza senso.

4) E come si potrebbe fare?

5) O già provato a dirgli qualcosa del genere, ha detto comunque che non faccio nulla. Insomma #HoUnConcettoDiRealtàTuttoMio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Allora denunciarlo io lo farei, il problema sono i miei genitori che penso non lo farebbero.

 

Abbiamo provato in tutti i modi a metterlo in riga: da lì gli entra e da lì gli esce. Inoltre se gli fai qualcosa che non gli piace lui se la lega al dito.

Ha 16 anni e questo novembre ne fa 17, ma a quanto dice mia madre: "Appena compie 18 anni lo sbatto fuori di casa!".

Purtroppo sbatterlo fuori di casa senza motivazione non si può, visto che un genitore è comunque tenuto a mantenere il figlio, senza una denuncia non potrà sbatterlo fuori casa neanche a 18 anni. Se come dici tu è impossibile parlargli, l'unica soluzione è ricorrere alle autorità, sperando che ve lo levino subito di torno...

 

So che è brutto da dire, ma non vedo altro modo che sbatterlo in cella. Anche se potrebbe legarsela al dito, pensare che "tanto ha ragione lui", e far cazzate ancora più grosse non appena esce...non hai qualche nonno/zio da cui andare a vivere assieme a tua sorella?

 

Comunque si è una questione moooolto delicata e difficile per poterti consigliare bene da estraneo :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Guarda non ho alba se la situazione è come la descrivi tu (e ciò sarebbe molto grave a parer mio) oppure in un momento d'ira hai esagerato il tutto. Ma se ti posso dire una cosa credo che un Forum, specie di target rivolto ai giovani-bambini come questo non sia il modo migliore di affrontare il tuo problema. Soprattutto leggendo le risposte che ti hanno dato sopra. Un' estraneo alla vicenda non può assolutamente darti un consiglio su qualcosa di così personale e delicato, prova magari a parlarne prima con uno psicologo o comunque qualcuno che si occupa di queste cose e sono sicuro che ti saprà aiutare. 

Allora

 

1) Te lo dico, su tutte le cose che ho scritto mi sono trattenuto a scrivere tutto nei dettagli, perché succede di peggio.

2) Ho aperto questa discussione su questo Foro per un motivo: c'è più gente matura che immatura. Però in effetti non è il posto adatto.

3) Mah, se dicessi a mia madre di parlare con uno psicologo mi riderebbe in faccia.

Purtroppo sbatterlo fuori di casa senza motivazione non si può, visto che un genitore è comunque tenuto a mantenere il figlio, senza una denuncia non potrà sbatterlo fuori casa neanche a 18 anni. Se come dici tu è impossibile parlargli, l'unica soluzione è ricorrere alle autorità, sperando che ve lo levino subito di torno...

 

So che è brutto da dire, ma non vedo altro modo che sbatterlo in cella. Anche se potrebbe legarsela al dito, pensare che "tanto ha ragione lui", e far cazzate ancora più grosse non appena esce...non hai qualche nonno/zio da cui andare a vivere assieme a tua sorella?

 

Comunque si è una questione moooolto delicata e difficile per poterti consigliare bene da estraneo :(

1) 'Sta cosa che non si può sbattere fuori l'aveva detta pure lui, e purtroppo aveva ragione.

2) Io spero che, se verrà mandato in prigione, ragionerà seriamente, altrimenti ho davvero paura su quello che possa fare (c'è da dire però che, nonostante avesse avuto più volte oggetti appuntiti in mano, non li ha mai usato per picchiarci).

3) Spero di non dover arrivare a tal punto da andare da qualche zio/nonno, perché la situazione sarebbe tragica. In quel caso mi preoccuperebbe molto di più mia sorella, visto che potrebbe prenderla male.

 

 

Ora sono obbligato ad andare visto che il mio letto è libero e sono stanco, almeno evito di stare mezz'ora a convincerlo a farmi dormire.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per il fatto del cibo penso sia un vero disturbo psicologico (ortoressia), anche io sono un po' fissata con queste cose; ma non ne faccio una malattia (e soprattutto vivo sola, quindi cucino e mangio quello che mi pare). Mi ero persa gli ultimi punti (quello del caricare la lavastoviglie ecc), forse è un disturbo psicologico più generalizzato...

 

Per il resto, mi spiace dirlo ma tu non puoi fare nulla - davvero pensate che possa denunciare alla polizia il fratello minorenne perché fa i capricci in casa? So che sta avendo degli atteggiamenti sbagliati, ma davvero credete che lo puniranno portandolo via dalla famiglia o addirittura incarcerandolo?

I tuoi genitori non sono "costretti" a fare niente, se gliele lasciano vincere (ad esempio comprandogli le cose che vuole, lasciandogli decidere cosa la famiglia deve mangiare), la responsabilità dei suoi comportamenti è anche loro. Non sto sottovalutando il problema, alcune persone hanno disturbi del comportamento e non è colpa loro, ma questo significa che devono essere aiutati dalle persone che gli stanno attorno... Nel caso dei genitori, imponendogli la disciplina, per il loro bene.

 

Purtroppo non penso che ci siano molte soluzioni, non voglio parlare delle mie esperienze personali perché la questione sarebbe lunga ma sappi che sono stata (e sono ancora) più o meno nella tua stessa situazione; e con tutte le migliori intenzioni, non ho potuto fare nulla.

 

Realisticamente, io ti consiglierei di parlare seriamente in privato con i tuoi genitori, senza sembrare arrabbiato: digli che sei preoccupato per tuo fratello per le sue ossessioni sul cibo (i disturbi alimentari sono forse l'unica cosa che viene presa sul serio), e che deve essere aiutato prima che possa fare del male a se stesso. Non dico che debbano trascinarlo da uno psicologo, ma spesso anche i consultori e le scuole hanno un servizio di "sportello d'ascolto", se i tuoi potessero convincerlo a farsi una chiacchierata sarebbe un inizio.

Piace a 4 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Lungi da me il voler esprimere un giudizio offensivo, ma se è davvero fuori controllo come scrivi mi sa che tuo padre deve dargli 'na passata di quelle epiche... Io sono contro la violenza, però caspita, se io che non ho mai combinato cazzate gravi mi sono comunque beccato qualche ceffone (e badate, parliamo di sberle da due soldi, coi miei che l'attimo dopo piangevano per il gesto), mi sa che con tuo fratello è l'unico modo. Poi beh, pur avendo un padre coi suoi pregi e taaaanti difetti, continuo a nutrire un rispetto (e un certo timore) nei suoi confronti, e credo che sará così fino alla fine dei miei giorni. Secondo me, dovrebbero essere i tuoi ad imporgli di cambiare. Tu purtroppo non puoi fare nulla, oltre ax ignorarlo...

Piace a 5 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se a 16 anni sta combinato così la colpa è solo dei tuoi. Avessi fatto così alla sua età a quest'ora avrei le natiche callose per quanti calci in culo mi avrebbero dato.

 

Convinci i tuoi a rivolgersi a qualche assistente sociale se vedi che anche loro stanno a disagio, dovresti fare leva su questa cosa. Altrimenti vuol dire che ai tuoi non pesa tanto il suo comportamento. 

 

E comunque penso che hai un po' ingigantito la cosa, non posso credere che sia tutto così drastico.

Piace a 3 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma non è che sta cominciando a farsi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io non penso di poter dare consigli tanto utili però riprendo i concetti degli alti,dicendoti di chiamare qualcuno e,in questo caso,la scuola può essere a tuo favore: dillo a qualche insegnate,parlane con loro,al primo tema che c'è scrivi tutto per far capire la situazione,nella mia ex scuola una ragazza ha usato il tema come arma a suo favore contro il padre ed ha funzionato,spero di aver dato qualche consiglio utile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per il fatto del cibo penso sia un vero disturbo psicologico (ortoressia), anche io sono un po' fissata con queste cose; ma non ne faccio una malattia (e soprattutto vivo sola, quindi cucino e mangio quello che mi pare). Mi ero persa gli ultimi punti (quello del caricare la lavastoviglie ecc), forse è un disturbo psicologico più generalizzato...

 

Per il resto, mi spiace dirlo ma tu non puoi fare nulla - davvero pensate che possa denunciare alla polizia il fratello minorenne perché fa i capricci in casa? So che sta avendo degli atteggiamenti sbagliati, ma davvero credete che lo puniranno portandolo via dalla famiglia o addirittura incarcerandolo?

I tuoi genitori non sono "costretti" a fare niente, se gliele lasciano vincere (ad esempio comprandogli le cose che vuole, lasciandogli decidere cosa la famiglia deve mangiare), la responsabilità dei suoi comportamenti è anche loro. Non sto sottovalutando il problema, alcune persone hanno disturbi del comportamento e non è colpa loro, ma questo significa che devono essere aiutati dalle persone che gli stanno attorno... Nel caso dei genitori, imponendogli la disciplina, per il loro bene.

 

Purtroppo non penso che ci siano molte soluzioni, non voglio parlare delle mie esperienze personali perché la questione sarebbe lunga ma sappi che sono stata (e sono ancora) più o meno nella tua stessa situazione; e con tutte le migliori intenzioni, non ho potuto fare nulla.

 

Realisticamente, io ti consiglierei di parlare seriamente in privato con i tuoi genitori, senza sembrare arrabbiato: digli che sei preoccupato per tuo fratello per le sue ossessioni sul cibo (i disturbi alimentari sono forse l'unica cosa che viene presa sul serio), e che deve essere aiutato prima che possa fare del male a se stesso. Non dico che debbano trascinarlo da uno psicologo, ma spesso anche i consultori e le scuole hanno un servizio di "sportello d'ascolto", se i tuoi potessero convincerlo a farsi una chiacchierata sarebbe un inizio.

Anch'io sono sicuro che questa cosa del cibo sia un disturbo psicologico, visto che fino a un anno fa non si comportava così.

Mi incazzo molto spesso con i miei proprio perché glie le danno molto spesso vinte, cerco il più possibile a non dargli più nulla, così magari capisce.

Gli sportelli d'ascolto nella sua scuola praticamente non ci sono, visto che la sua scuola fa a dir poco schifo. Ma vedrò, di sicuro una chiacchierata appena mio fratello non c'è la farò.

 

Lungi da me il voler esprimere un giudizio offensivo, ma se è davvero fuori controllo come scrivi mi sa che tuo padre deve dargli 'na passata di quelle epiche... Io sono contro la violenza, però caspita, se io che non ho mai combinato cazzate gravi mi sono comunque beccato qualche ceffone (e badate, parliamo di sberle da due soldi, coi miei che l'attimo dopo piangevano per il gesto), mi sa che con tuo fratello è l'unico modo. Poi beh, pur avendo un padre coi suoi pregi e taaaanti difetti, continuo a nutrire un rispetto (e un certo timore) nei suoi confronti, e credo che sará così fino alla fine dei miei giorni. Secondo me, dovrebbero essere i tuoi ad imporgli di cambiare. Tu purtroppo non puoi fare nulla, oltre ax ignorarlo...

Non so come ma io penso la stessa cosa di mio padre :D

Comunque mio padre quando è stufo è stufo, infatti più volte è lui che ha iniziato a picchiare mio fratello.

 

Se a 16 anni sta combinato così la colpa è solo dei tuoi. Avessi fatto così alla sua età a quest'ora avrei le natiche callose per quanti calci in culo mi avrebbero dato.

 

Convinci i tuoi a rivolgersi a qualche assistente sociale se vedi che anche loro stanno a disagio, dovresti fare leva su questa cosa. Altrimenti vuol dire che ai tuoi non pesa tanto il suo comportamento. 

 

E comunque penso che hai un po' ingigantito la cosa, non posso credere che sia tutto così drastico.

1) Glie lo dico molto spesso che la colpa è solo loro perché lo hanno lasciato fare ogni volta.

 

2) Non ho ingigantito niente, anzi, ho dovuto rimpicciolire molti punti per non fare un muro di caratteri.

 

Ma non è che sta cominciando a farsi?

Oddio, lui è l'ultimo di cui mi aspetterei che si droghi, ma se fosse così non lo vedrei più come un fratello.

 

Io non penso di poter dare consigli tanto utili però riprendo i concetti degli alti,dicendoti di chiamare qualcuno e,in questo caso,la scuola può essere a tuo favore: dillo a qualche insegnate,parlane con loro,al primo tema che c'è scrivi tutto per far capire la situazione,nella mia ex scuola una ragazza ha usato il tema come arma a suo favore contro il padre ed ha funzionato,spero di aver dato qualche consiglio utile.

Se ci sarà una traccia che mi permetterà di scrivere queste cose, non mi farò sfuggire l'occasione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E che devi aspettare che esca la traccia del tema?

Puoi tranquillamente chiedere un colloquio privato con il docente con cui ti trovi meglio!

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E che devi aspettare che esca la traccia del tema?

Puoi tranquillamente chiedere un colloquio privato con il docente con cui ti trovi meglio!

Mah, il problema è che mia madre lavora nella mia stessa scuola, ed è molto amica di tutti i miei professori; se viene a scoprire che ho fatto una cosa del genere non so come potrebbe reagire.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma difatti non sei tu che devi agire, ci devono pensare i tuoi genitori.

Se tua madre continua ad affossare nel silenzio tutto ciò che di brutto succede in casa, non ci potrai fare molto.

A meno che non fai la piazzata di recarti in un posto di polizia/carabinieri e di dire che in casa tua succede questo e quest'altro e che temi per l'incolumità tua e di tua madre e di tua sorella.

Ma sei minorenne, magari se tua sorella fosse maggiorenne e confermasse assieme a te i fatti, la cosa FORSE potrebbe avere un seguito.

Piace a 3 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Bo, una cosa è certa: appena mio fratello esce parlo con i miei genitori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Facci sapere

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

Pensandoci non è così remoto che si droghi, se poi lo hai visto con due cinquantoni, le droghe so che costano... Ma speriamo di no. Sai qualcosa della sua vita sociale/privata? Magari qualcuno lo prende in giro, o non so, gli è successo qualcosa di brutto... Hai parlato con i genitori alla fine?

Modificato da Camerupt01

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Pensandoci non è così remoto che si droghi, se poi lo hai visto con due cinquantoni, le droghe so che costano... Ma speriamo di no. Sai qualcosa della sua vita sociale/privata? Magari qualcuno lo prende in giro, o non so, gli è successo qualcosa di brutto... Hai parlato con i genitori alla fine?

Allora:

 

1) Spero non si droghi

2) Come me è stato sempre vittima di bulli che lo prendevano in giro, e sempre come me ha imparato a non ascoltarli. Al liceo è addirittura diventato famoso proprio per il fatto che puoi lanciargli i peggio insulti: lui non reagirà (caratteristica presa da mio padre che mi fa paura e al tempo stesso invidio: puoi lanciargli i peggio insulti e malanni del mondo: da qui gli entra e da lì gli esce? Ma anche no: non entra proprio. Servirebbe a me, visto che sono anche troppo sensibile agli insulti). Vita privata non saprei, vita sociale ne ha troppa, esce con gli amici almeno tre volte a settimana.

3) Devo aspettare il momento in cui esce e che ci siano sia mio padre che mia madre, poi inizierò il "colloquio".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ho fatto ora una chiacchierata da 5 minuti finita perché mia madre non voleva più parlarne, risultati:

 

Mia madre se ne frega perché è pazzo. Mio padre mi da ragione.

 

 

Comunque questo Forum è magico: da quando ho aperto il Topic mio fratello è più normale del solito O_O

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mia madre se ne frega perché è pazzo

Ma WOT

Proprio perchè è pazzo (se così si può dire) deve essere aiutato. Oserei dire che tua madre ha avuto un momento di follia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma WOT

Proprio perchè è pazzo (se così si può dire) deve essere aiutato. Oserei dire che tua madre ha avuto un momento di follia

Il suo pensiero è il seguente: "E' inutile ragionare con i pazzi, tanto hanno ragione loro, secondo loro."

 

Ora non pensate però che mia madre sia scema, ha un sacco di pensieri da persona matura, ma questo è uno dei pochi che davvero non capisco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ok, ma se effettivamente è malato mentale è dovere dei tuoi genitori portarlo in un istituto di cura affinché la situazione migliori. E se tu subisci sedizioni devi insistere affinché questo avvenga. Se i tuoi genitori non vogliono affrontare la situazione, inizia ad andare tu da uno psicologo e vedi che cosa ti dice di fare.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma non è che stiamo ingigantendo un po' la situazione?

Cioè ok, ha un comportamento da uno schiaffo ogni due schiaffi, ma ragazzi così non sono così infrequenti. Solitamente li si mal sopporta, le urla a casa sono all'ordine del giorno perché i genitori si sono arresi, dopo magari aver provato tante volte a farlo raddrizzare.
Imho consigliargli psicologi, medici e roba simile mi sembra a dir poco esagerato, qui l'unica cosa che manca è la disciplina: e non sta a noi consigliare perché non conosciamo la situazione reale. Non possiamo manco fidarci del tutto del giudizio di Yusei, in quanto sicuramente in soggezione.

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma non è che stiamo ingigantendo un po' la situazione?

Cioè ok, ha un comportamento da uno schiaffo ogni due schiaffi, ma ragazzi così non sono così infrequenti. Solitamente li si mal sopporta, le urla a casa sono all'ordine del giorno perché i genitori si sono arresi, dopo magari aver provato tante volte a farlo raddrizzare.

Imho consigliargli psicologi, medici e roba simile mi sembra a dir poco esagerato, qui l'unica cosa che manca è la disciplina: e non sta a noi consigliare perché non conosciamo la situazione reale. Non possiamo manco fidarci del tutto del giudizio di Yusei, in quanto sicuramente in soggezione.

Io ho cercato di trattenermi il più possibile e di scrivere più che potevo oggettivamente, guardando il tutto anche dall'aspetto di mio padre e mia sorella, i più influenzati da mio fratello.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma magari ci hai provato davvero, ma non ci sei riuscito e non ci puoi riuscire. Stiamo parlando di tuo fratello maggiore, la differenza d'età c'è ed è naturale che tu ne sia timorato (e probabilmente sei anche arrabbiato e frustato perché ti senti impotente) e questo influenza le tue valutazioni.

Ti sto parlando da fratello minore di due maggiori, so di che parlo.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per caso tuo fratello fa attività fisica, come palestra o rugby? Anche se tu hai detto che è stato vittima di bullismo, sai come si comporta con i suoi amici?

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per caso tuo fratello fa attività fisica, come palestra o rugby? Anche se tu hai detto che è stato vittima di bullismo, sai come si comporta con i suoi amici?

Mio fratello odia fare attività fisica, a ginnastica infatti ha a malapena 6.

Non so come si comporta con i suoi amici, ma da quello che sento al cellulare hanno inventato un loro modo di parlare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per partecipare alla discussione

 

Crea un account

Registra un nuovo account sul forum. È facile e veloce.


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina.