YuseiFudo100000

La pace interiore perfetta

14 risposte in questa discussione

(modificato)

E' da molto tempo che mi assilla una domanda: "Come ho fatto ad avere la pace interiore? E come farò a riaverla?"

 

Cosa intendo? Adesso mi spiego. Durante aprile, quindi quasi due mesi fa, mi sono svegliato. Era un venerdì, questo ne sono sicuro, il "problema" è come mi sono svegliato. Dal solito "Che palle devo andare a scuola!" sono passato a "Evvai, devo andare a scuola!". Dal solito "Ho voglia di dormire!" sono passato a "Mi sento dentro la forza di poter spaccare tutto!". Dal solito "Sono sicuro che oggi mi incazzerò con qualcuno a scuola o qui a casa" sono passato a "Sono sicuro che oggi starò bene con tutti!". Dentro di me proprio stavo benissimo, sentivo nella zona vicino al cuore un fresco rilassante, e non sto scherzando. Insomma, avevo la pace interiore perfetta, traguardo quasi impossibile da raggiungere.

Quel giorno fu un giorno fantastico: nessuno mi interrogo a scuola (mi pare presi anche un bel voto, ma non ne sono sicuro), fui simpatico quasi a tutti in classe, toccai per sbaglio le tette a una mia compagna (seriamente, non ho fatto apposta :D, non sono tanto porcellino :D), a casa non litigai con nessuno.

Così com'era arrivata, così se n'era andata: il giorno dopo la pace interiore perfetta non c'era più, era tornato tutto alla normalità. E quindi mi chiedo "Per quale motivo scientifico è successo?". Sottolineo scientifico, perché le probabilità che sia stato Dio sono alte (sì, sono cristiano).

 

 

E già che ci sono faccia questa domanda a voi: cos'è per voi la pace interiore perfetta? E soprattutto: l'avete mai provata?

 

 

 

P.S. Se la sezione non è adatta spostate pure.

Modificato da Pug Yusei WOOF WOOF

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Uhm, ok che durante la pubertà si tende ad esasperare i concetti, ma questo mi sembra eccessivo. Secondo me, "la pace interiore perfetta" è ben altro, non il semplice svegliarsi di buon umore e passare una giornata priva di intoppi.

In un certo senso, la pace interiore te la sei creata da solo: ti faccio notare come "quel giorno fui simpatico a tutti" è una tua semplice congettura, magari fondata sulle tue vicissitudini in classe, ma si tratta pur sempre di uno stato temporaneo. Non è che uno che in genere si trova male con una persona può cambiare idea di botto (idem il contrario, eh). Anche il "non aver litigato con nessuno" a casa può indicare una situazione tranquilla, ma anch'essa non costante...

Se posso dirti la mia, hai semplicemente vissuto una giornata come andrebbe fatta, cercando di prendere il tutto con ottimismo e positività. Purtroppo siamo così abituati a buttarci giù per niente, pur avendo il tutto, e certe volte dimentichiamo il valore della vita e cosa significhi potersi svegliare in tranquillità, spensierati e senza sofferenza (che nel mondo sono all'ordine del giorno).

Che altro dirti, da una parte sono contento che tu abbia vissuto quest'esperienza "mistica" ma dall'altra la trovo una cosa abbastanza "normale"... Magari avevi semplicemente dormito bene e ti sei svegliato così di buon umore da aver visto anche le cose più banali sotto una luce positiva (non è che in classe tua o a casa vivi situazioni disagiate/disastrate XD).

Non so se abbia espresso bene il mio pensiero, spero sia tutto chiaro lol

Piace a 4 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Uhm, ok che durante la pubertà si tende ad esasperare i concetti, ma questo mi sembra eccessivo. Secondo me, "la pace interiore perfetta" è ben altro, non il semplice svegliarsi di buon umore e passare una giornata priva di intoppi.

In un certo senso, la pace interiore te la sei creata da solo: ti faccio notare come "quel giorno fui simpatico a tutti" è una tua semplice congettura, magari fondata sulle tue vicissitudini in classe, ma si tratta pur sempre di uno stato temporaneo. Non è che uno che in genere si trova male con una persona può cambiare idea di botto (idem il contrario, eh). Anche il "non aver litigato con nessuno" a casa può indicare una situazione tranquilla, ma anch'essa non costante...

Se posso dirti la mia, hai semplicemente vissuto una giornata come andrebbe fatta, cercando di prendere il tutto con ottimismo e positività. Purtroppo siamo così abituati a buttarci giù per niente, pur avendo il tutto, e certe volte dimentichiamo il valore della vita e cosa significhi potersi svegliare in tranquillità, spensierati e senza sofferenza (che nel mondo sono all'ordine del giorno).

Che altro dirti, da una parte sono contento che tu abbia vissuto quest'esperienza "mistica" ma dall'altra la trovo una cosa abbastanza "normale"... Magari avevi semplicemente dormito bene e ti sei svegliato così di buon umore da aver visto anche le cose più banali sotto una luce positiva (non è che in classe tua o a casa vivi situazioni disagiate/disastrate XD).

Non so se abbia espresso bene il mio pensiero, spero sia tutto chiaro lol

Tutto chiaro, solo due cose da voler specificare:

 

1) Tutti mi conoscono, oltre per andare sempre a maniche corte pure d'inverno, per trovare il minimo lato postivo delle situazioni, e tramutarle da tragiche a favorevoli.

2) (non è che in classe tua o a casa vivi situazioni disagiate/disastrate XD)----->La prima no, la seconda si, ma preferisco non parlarne.

 

 

Bo, secondo me qualcosa centrerà. Io dormo quasi sempre bene, ma anche quando lo faccio mi sveglio di "cattivo umore".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ecco, non volevo minimizzare la tua situazione a casa; intendo dire che la tua serenitá ha cambiato il tuo modo di percepire la giornata. La pace interiore te la sei creata tu. E bada bene, anche io sono molto ottimista (riguardo al discorso vedere il lato positivo delle cose), ma non è che quel giorno vedevi tutto rosa x tuo volere... È la classica sensazione che ti fa sentire in grado di spaccare il mondo! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(non è che in classe tua o a casa vivi situazioni disagiate/disastrate XD)----->La prima no, la seconda si, ma preferisco non parlarne.

I feel you bro  :sisi:

 

Comunque la vedo anche io come dice Drew, se quel giorno stavi particolarmente bene e hai spaccato tutto è perchè il tutto veniva da dentro te. Sinceramente questa sensazione, che può essere autoindotta oppure comparire randomicamente (indotta da un sogno particolarmente bello la notte, a volte è anche solo lo svegliarsi con certe condizioni, che si tratti di un profumo piacevole o di un particolare meteo, positive per il tuo essere), non è davvero "pace interiore". Quella è tutt'altra cosa, credo che a quella ci si possa arrivare solamente tramite meditazione e /o particolari percorsi...anche se anche lo svegliarsi "carichi" rimane comunque molto piacevole :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per ora lascio qui, salvo degenero eccessivo, quindi ne approfitto per ricordare di tenere toni il più serio possibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Siate i mod di voi stessi. ॐ

Piace a 6 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

"Quei likes sono miei!"

(cit.)

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

C'è da dire che forse scrivere "pace interiore perfetta" è stato eccessivo. Quest'ultima la si può avere solo completando al 100% tutti i nove campi della vita dell'uomo (è quello che ha detto la psicologa/altrolavorochenonricordocheriguardaesserefelici): Famiglia, Amicizia, Amore, Scuola/Lavoro, Finanzia, Divertimento, Interessi Spirituali, Interessi Intellettuali, Cura di se stessi.

 

 

P.S. Tranne divertimento, il resto non è al 100% :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

C'è da dire che forse scrivere "pace interiore perfetta" è stato eccessivo. Quest'ultima la si può avere solo completando al 100% tutti i nove campi della vita dell'uomo (è quello che ha detto la psicologa/altrolavorochenonricordocheriguardaesserefelici): Famiglia, Amicizia, Amore, Scuola/Lavoro, Finanzia, Divertimento, Interessi Spirituali, Interessi Intellettuali, Cura di se stessi.

 

 

P.S. Tranne divertimento, il resto non è al 100% :D

Intendevo proprio questo nel mio primo post, fortuna che ci sei arrivato solo XD

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

C'è da dire che forse scrivere "pace interiore perfetta" è stato eccessivo. Quest'ultima la si può avere solo completando al 100% tutti i nove campi della vita dell'uomo (è quello che ha detto la psicologa/altrolavorochenonricordocheriguardaesserefelici): Famiglia, Amicizia, Amore, Scuola/Lavoro, Finanzia, Divertimento, Interessi Spirituali, Interessi Intellettuali, Cura di se stessi.

 

 

P.S. Tranne divertimento, il resto non è al 100% :D

Quantomeno discutibile quell'affermazione, se nei cosiddetti "nove campi" manca una cosa così fondamentale come la salute.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Quantomeno discutibile quell'affermazione, se nei cosiddetti "nove campi" manca una cosa così fondamentale come la salute.

Salute non è al 100%, ma sarà circa 85%, visto che l'alimentazione è da migliorare un po', e devo fare esercizio fisico :sisi:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Siate i mod di voi stessi. ॐ

Questa si che mi piace!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E già che ci sono faccia questa domanda a voi: cos'è per voi la pace interiore perfetta? E soprattutto: l'avete mai provata?

Il problema è molto semplice e la seguente frase lo spiega in modo esaustivo:

"Non ho pensieri quindi sono felice."

Forse sarebbe meglio sostituire "pensieri" con "preoccupazioni" ma la sostanza è quella: se sono privo di pensieri riguardanti preoccupazioni allora sono felice. Elaborando quest'affermazione si arriva a un'affermazione più elargita: sono felice se sono in sintonia con la realtà che mi circonda. Se la realtà che mi circonda non mi causa disturbo allora sono felice. Bisogna sempre ricordare che la realtà viene interpretata dalla mente quindi per essere felice bisogna prima di tutto partire dalla mente, che deve essere in sintonia con la realtà. Il problema si pone quando questa realtà comprende pericoli reali per la nostra persona o per quelli cari e vicini a noi. In quest'ultimo caso è giusto non essere in sintonia con la realtà e sbattersi per cercare di migliorare la propria situazione e quella dei nostri cari, quindi andare contro la realtà.

Andare contro la realtà significa sacrificare la propria tranquillità presente sperando di stare meglio in futuro.

Questi discorsi non valgono molto durante l'adolescenza/pubertà perché è effettivamente un periodo di grossi cambiamenti ormonali e sperimentazione.

I discorsi sulla pace interiore hanno senso soltanto a maturità completata quando si conosce abbastanza a fondo la propria realtà e abbastanza quella degli altri per poter prendere decisioni ragionate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per partecipare alla discussione

 

Crea un account

Registra un nuovo account sul forum. È facile e veloce.


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina.