Z-teph

il vostro profumo

profumi e deodoranti vari   23 voti

  1. 1. li usate e se sì, cosa?

    • non uso profumi/deodoranti
      1
    • non uso profumi/deodoranti, ma uso prodotti per il bagno profumati/aromatici
      2
    • non uso profumi, solo deodoranti (<5€)
      7
    • non uso profumi, ma uso deodoranti profumati/abbinati/di marca (dai 5 ai 20€)
      2
    • profumi aromatici - fascia molto economica (<5€)
      1
    • profumi semplici - fascia economica (<30€)
      2
    • profumi commerciali - fascia media (<60€)
      0
    • profumi di marca - fascia costosa (fino ai 100€)
      1
    • profumi di nicchia - fascia extralusso (oltre i 100€)
      0
    • variabile/misto
      4
    • maschio etero (chi vota non usa deodoranti/profumi/sapone, puzza e ne va fiero)
      1

Si prega di accedere o registrarsi per votare a questo sondaggio.

32 risposte in questa discussione

cosa indossate, come lo indossate e di che si tratta?

 

io ad esempio ho provato sia prodotti economici (l'ideale per fare tanti esperimenti su cosa piaccia veramente al mio olfatto era comprare tante boccettine diverse, quindi ho cominciato con le meno care) ed anche profumi di nicchia (Plasma, che in teoria contiene tracce di sangue sintetico infatti ha un odore molto metallico-ferroso). per adesso mi son trovato meglio con i profumi commerciali, specie i dolce&gabbana: sono particolarmente ricercati per essere molto piacevoli alla maggior parte delle persone e indicati ad un animo "pop" come fondamentalmente è il mio. penso di aver speso gran parte dello stipendio a comprare i loro profumi.

 

breve spiegazione delle opzioni nel sondaggio (che non è per niente breve):

 

i prodotti per il bagno che non sono deodoranti/profumi comprendono bagnoschiuma, olio/crema/spray per il corpo, balsamo, ecc... che pur non essendo a base alcolica riescono ad avvinghiarsi molto bene alla cute, per questo risultiamo essere profumati anche senza ricorrere all'uso successivo di deodoranti e profumi extra. si possono trovare anche in profumeria data la loro natura e, soprattutto nel formato spray, sono molto usati anche in spiaggia d'estate per reidratare la pelle. un esempio può essere:

oxc1foG.jpgvF8XyhH.jpg

 

i profumi aromatici sono quelli tipo tesori d'oriente, perlier, o, nel caso ci sia qualche ragazzina degli anni 90 che li ricorda, i bonbon malizia (od un corrispettivo della cologna, per i maschi più datati)! costano decisamente poco e sono formati interessanti (50 o 100ml). non hanno ovviamente lunga durata, ma data la loro dimensione ed al poco rischio di essere rubati dato lo scarso valore c'è chi spesso se li porta dietro/in borsa/ne tiene una copia in macchina/ufficio. non bisogna sottovalutarli però: alcuni di questi prodotti, sebbene abbiano meno resa dei rivali più costosi, riescono tranquillamente a donare un ottimo odore. inoltre, contengono pochissimo alcol e possono essere usati (non in grandi quantità) anche come deodorante, per rendere il proprio odore uniforme su tutto il corpo senza irritare troppo la pelle.

FcN3D6V.jpglpTBrHN.jpg

 

per profumi semplici si intende solitamente gli eau de cologne o gli eau de toilette economici, quindi con una concentrazione di fragranza sufficiente. il loro prezzo non va mai oltre ai 20-30€ di solito e si possono trovare prodotti anche molto buoni. perfino alcune marche famose a volte realizzano una versione economica o meno intensa dei loro profumi più famosi, che raramente è slavata e quindi viene ugualmente apprezzata. esempi di marchi che sta su questa fascia sono i Playboy, Adidas, L'Erbolario, Yves Rocher. spesso tra questi si nasconde anche qualche profumo molto simile a quelli più famosi. negli ultimi anni, qualche tempo dopo che Chanel ha spopolato nel pubblico con prodotti sintetici e poco costosi da riprodurre (nei periodi precedenti i profumi appartenevano strettamente solo alla classe più ricca), sono nate vere e proprie catene per imitarli, dove al cliente basta ricercare degli ingredienti simili/il ramo di appartenenza del profumo ricercato (ad esempio floreale, fruttato, legnoso, ecc) per trovare un prodotto quasi identico all'originale, rimanendo però ad un prezzo inferiore del 50% ed oltre. un esempio molto famoso è fm group, che è nato come "prodotto equivalente" (una volta affermato economicamente ha poi cambiato strategia vendendo prodotti apparentemente di propria produzione, ma comunque rimanendo molto simili a quelli famosi).

l0XEa2z.jpgbV21ZWa.jpg

 

i profumi commerciali, o di fascia media, sono quelli di cui ci bombardano con le pubblicità in tv durante il periodo natalizio ed appartengono a marchi di famosi stilisti come: D&G, Burberry, CK, Paco Rabanne, Armani, Versace, ecc. nei formati più grandi (100-200ml ed oltre) tuttavia il loro prezzo si fa decisamente più alto, arrivando a costare anche 70-80€. solitamente esistono diverse versioni di uno stesso profumo, ad esempio una versione classica, una sport (più fresca, ma spesso con ingredienti diversi), una elegante (edizioni limitate, da collezione), una intensa (eau de parfume, soprattutto nel caso di profumi femminili), una estiva (più fresca) ed altre varianti. la maggior parte di questi profumi sono "piacioni", cioè accattivanti per la maggior parte delle persone: è molto probabile che siano il risultato finale sia frutto di ricerche di marketing, per risultare piacevoli ai più. anche per questo può essere che vi capiti una sensazione di déjà vu sentendo un profumo nuovo, semplicemente il prodotto contiene elementi simili a molti altri sul mercato (ad esempio: dopo il successo di Abercrombie&Fitch, un sacco di marchi si sono addentrati nei legnosi, non a caso vi sarà sicuramente capitato di annusare veri e propri cloni di Abercrombie o di altri profumi veramente molto famosi, come One Million o Light Blue). molti attori/artisti hanno richiesto e voluto che fosse realizzato il proprio profumo, altri invece hanno addirittura creato una propria linea tra cui David Beckham e Britney Spears.

kiG0UYY.jpg7EiEMXR.jpg

 

dei profumi ancora più costosi sono quelli dei marchi più illustri, come Dior, Chanel, Hermès, Acqua di Parma, Lancôme, ecc., più alcune versioni dei precedenti già citati specificatamente indicati al mercato di prodotti di lusso. accaparrarsi un tester (quelli che di solito espongono in negozio) può far storcere il naso a molti, ma è l'unico modo di averli ad un prezzo più accettabile, cosa comunque abbastanza rara perché non di tutti si ha a disposizione (ad esempio molti marchi non lo forniscono, per cui danno solo il campioncino).

 

per finire, i profumi di nicchia, sono solitamente creati personalmente dai profumieri che non lavorano per conto di altri o nella divisione/laboratorio di qualche marca. dietro di essi c'è una profonda ricerca e studio di ingredienti, miscele, ricette. spesso si tratta di esperimenti, di trascendere la banalità, di rompere la tradizione: l'ispirazione può venire da qualsiasi cosa, anche dall'odore del sangue (viene usato sintetico ovviamente), dal sudore, dalla cenere, da alimenti come il tartufo, dal tabacco o dal cuoio puri o della pelle nuda (ebbene sì, è incoerente: coprirsi per sentirsi scoperti). sono spesso mischiati ad incenso, spezie ed altre rarità. non sono profumi da tutti: non vi negherò che spesso questi profumi non piacciono alla maggior parte delle persone. sono particolari, spesso troppo difficili da annusare a primo impatto e richiedono più tempo per essere apprezzati. non vanno confusi con i falsi d'autore, quelli non sono di nicchia ma sono solo prodotti che potrebbero benissimo costare un decimo del loro prezzo esposto. vengono spacciati come rarità o di prestigio, ma sono delle ciofeche che non vorrebbe comprare nessuno. chi compra non è per buttare via soldi (non sempre almeno), ma perché ha una passione che lo spinge a provare novità, o magari non si trova bene con molti di quelli sul mercato o non riesce a sentirsi impersonato in altri profumi più diffusi. possono anche essere visti come la versione artistica dei profumi, sebbene molti al giorno d'oggi spaccino per arte quello che è semplice anticonformismo... per dirvi che si arriva anche ad assurdità come il "metaprofumo", creazione di un blogger critico di profumi che a detta sua "trascende il senso dell'olfatto, non è arte applicata alla creazione del profumo ma viceversa": e grazie, si tratta di una boccetta di vetro con un liquido trasparente sigillata e contenuta nella sua confezione, impossibile da annusare, toccare e si può vedere a malapena. si può apprezzare il concetto che ha voluto esporre, ma non questa sua inutile realizzazione.

al di là dei vaneggianti, si trovano anche vere e proprie opere preziose: confezioni cromate, boccette di cristallo, a volte impreziosito con gioielli. il prezzo qui sale ben oltre i 100€.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

I deodoranti stick li prendo economici, tanto funzionano comunque, ma il mio profumo definitivo da tutta la vita è e rimarrà sempre questo:

PRFM-194328.jpg

(Ne ho anche altri, faccio rotazione)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mi vergogno, ma non uso profumi, il mio corpo non mi permette nemmeno di tenere un deodorante per più di 10 minuti, figuriamoci un profumo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Dov'è IRDG tra le opzioni?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

oh, fun fact, cito da wikipedia:

 

 

 

Negli Stati Uniti si è sviluppato un movimento per un'atmosfera lavorativa inodore, la quale cerca di contrastare nuvole di profumo troppo intense che diventano un disturbo. Le persone più sensibili potrebbero reagire alla fragranza con stordimento, accelerazione del polso, problemi respiratori, attacchi d'asmaemicranie, bruciore oculare, sensazione di sordità e nausea. Molti prodotti testati da riviste e associazioni di ricerca ecologica sono stati bocciati poiché dannosi per le persone o per l’ambiente. Le persone che dimostrano attacchi di ultrasensibilità dovrebbero astenersi dall'uso di questi prodotti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Siccome i profumi addosso mi danno fastidio e siccome un paio di anni fa la mia pelle ha deciso che i bagnoschiuma sono il male e si irrita se li uso... posso affidarmi solo ai deodoranti.

Non so il prezzo perché di solito lo sbatto nel carrello quando faccio spese con i miei genitori, comunque è un normalissimo deodorante neutro roberts (che ha un odore meraviglioso, diciamocelo).

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

So che siamo in Off-Topic e che non dovrei farlo, però non riesco a trattenermi dal dire...

 

 

Eau de ascel n°5

 

 

*runs*

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

io = così quando sento qualcuno accanto a me che puzza (fumo, sudore, sporco...).

 

xjTR2Nq.jpg

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Principalmente uso un deodorante della Neutro Roberts, che costa sui due euro, ma l'uso intensivo è relegato alla stagione estiva: d'inverno sudo pochissimo pur camminando molto e ne faccio a meno, perché a quanto pare basta una buona doccia.

I profumi non so cosa sono.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Solitamente uso prodotti della Perlier, dell'Erbolario, Felce Azzurra...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

d'inverno sudo pochissimo pur camminando molto e ne faccio a meno, perché a quanto pare basta una buona doccia.

This, ho la fortuna di non avere una sudorazione né eccessiva né maleodorante, ragion per cui basta il bagno schiuma. Poi sarò esagerato, ma personalmente faccio la doccia tutti i giorni in inverno (niente lavaggio a pezzi, per intenderci), mentre in estate il numero cresce. Deodorante rigorosamente in stick (quelli in spray inacidiscono la mia sudorazione, tremendamente), mentre di profumi ne ho un paio che metto a rotazione, ma sono delle imitazioni da 12-15 €. Riconosco che gli originali hanno una durata molto superiore, ma non riesco a spendere troppo, mi sembra uno spreco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

più o meno quel che capita :/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

Io tendenzialmente vado a rotazione con uno schema relativamente preciso:

- Everyday use : Hugo di Hugo Boss che ha un profumo piacevole e fresco che non stufa alla lunga

- Fancy occasions : Gianfranco Ferrè for man , che costa meno di molti altri ma ha una profumazione classica che mi piace molto

- Whenever I feel like it : Guilty by Gucci , regalo di mio fratello ,buono ma risulta un po' più "pesante" del Boss alla lunga IMHO

La mia ragazza usa SOLO quelli di Britney Bitch e non sono male ,a me alcuni ricordano i Bon Bons Malizia ,ma non mi dispiacciono

quindi non glielo dico .

Deodorante Ne sto usando uno stick preso al 99 cents store quest'estate a LA ,di cui ho fatto scorta , fragranza ....Avalanche ,non saprei descriverlo

P.S Strano non vedere nominato il profumo Abercrombie , per certe persone è ormai un'ossessione quasi (dalle mie parti almeno)

Nonostante abbia perso 10 minuti per descrivere dei profumi sono ancora quasi del tutto convinto della mia eterosessualità.

Modificato da DarthCvg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Fino a poco fa usavo un profumo commerciale dell'Axe, che in realtà non ho ancora finito.

Da poco però mia sorella ha aperto una bio-profumeria, e da allora mi ha aperto gli occhi circa il tipo di ingredienti che non dovrebbero esserci nei prodotti per la cura del corpo (e nei profumi ce ne son tanti di quelli che fanno male ad esempio invecchiando la pelle, ostruendo i pori, etc.). Da allora non ho ancora comprato alcun profumo, ma avendone provati molti credo che la mia prima scelta ricadrebbe su Dr Taffi.

profumo-souvignon.jpg

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io non avrei mai adoperato la parola "tabacco" su un flacone di profumo.... º_º

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io non avrei mai adoperato la parola "tabacco" su un flacone di profumo.... º_º

 

Ma il tabacco alla fine può piacere come non può piacere, a differenza della puzza del fumo, quella non la sopporto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non mi sono mai interessati molto i profumi. Uso sempre il deodorante naturalmente, non uno profumato ma uno neutro, di solito della Nivea o della Dove, ma compro quello che trovo in offerta o che mi ispira al momento.

 

Qui a casa mia ho una boccettina di profumo di Davidoff ma la uso una volta ogni morte di papa (dirò solo che risale al 2007 se non ricordo male), fra l'altro è un eau de toilette, non so nemmeno quale sia la differenza. Ha un profumo abbastanza lieve ma mi piace, non sono una da lasciare la scia.

 

A casa dei miei ne ho qualcun altro, anche perché c'è anche mia mamma che ogni tanto li compra: due o tre tesori d'oriente (il mio preferito è quello con la confezione dorata, il secondo da sinistra nella foto di Steph) e uno della Pupa floreale, che mi è stato regalato un paio di natali fa.

 

Mi piacerebbe comprarmi un profumo serio (nella categoria di quelli che Steph chiama profumi commerciali), ma alla fine preferisco sempre spendere quei 50-60€ in altre cose.

 

Ah! D'estate uso l'acqua profumata dell'aquolina, proprio perché è leggera, ha un profumo fresco ed estivo appena accennato e soprattutto non penso contenga alcol, che associato al sole potrebbe creare problemi alla pelle.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Come deodorante uso uno della Neutro Robers, anche se sul mio corpo a volte non funzionano (non solo Neutro, ma tutti), visto che dopo 3 ore già ripuzzo ma vabbè.

Odio mettermi profumi, se qualcuno prova a farlo gli spacco la faccia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Domanda: se un qualcuno semplicemente esistendo puzza di elefante, come si risolve?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Tirandogli addosso un topo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io non avrei mai adoperato la parola "tabacco" su un flacone di profumo.... º_º

come dicevo a Mella, che me l'ha chiesto via mp,

il tabacco è molto diffuso come ingrediente e c'è in un sacco di profumi che non immagineresti nemmeno (se conoscessi il settore obv)

 

P.S Strano non vedere nominato il profumo Abercrombie , per certe persone è ormai un'ossessione quasi (dalle mie parti almeno)

l'ho citato nel primo post non a caso, ma perché ne ho abusato, specie nella sua limitata edizione invernale (più forte, di nome Fierce Confidence, anche se hanno già detto che ne faranno una ancora più intensa... lol)

 

Domanda: se un qualcuno semplicemente esistendo puzza di elefante, come si risolve?

xjTR2Nq.jpg

 

 

Qui a casa mia ho una boccettina di profumo di Davidoff ma la uso una volta ogni morte di papa (dirò solo che risale al 2007 se non ricordo male), fra l'altro è un eau de toilette, non so nemmeno quale sia la differenza. Ha un profumo abbastanza lieve ma mi piace, non sono una da lasciare la scia.

 

Ah! D'estate uso l'acqua profumata dell'aquolina, proprio perché è leggera, ha un profumo fresco ed estivo appena accennato e soprattutto non penso contenga alcol, che associato al sole potrebbe creare problemi alla pelle.

esatto ^^

 

(in teoria però i profumi durano 36 mesi dallo sconfezionamento, ci credo che siano abbastanza lievi adesso u_u:D)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Tenterò di appestare l'aula con un profumo random.

Grazie del suggerimento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

 

(in teoria però i profumi durano 36 mesi dallo sconfezionamento, ci credo che siano abbastanza lievi adesso u_u:D)

Sì, ovviamente che i cosmetici hanno una scadenza lo so (così come mi rendo conto che è normale che un profumo perda l'aroma), ma se dovessi buttare via questo genere di cose dopo uno/due anni (come viene consigliato di fare per i trucchi, ad esempio), per l'uso che ne faccio sarebbe un grandissimo spreco, farei prima a non comprarli per niente.

 

 

Il profumo di cui parlo ha sempre avuto una fragranza abbastanza impercettibile, e non solo perché non è intenso, ma anche perché è un profumo fresco, un po' fruttato, che si nota poco. Sicuramente ora è meno intenso di quanto era all'apertura, ma visto che la cosa non è un problema per me, se non mi dà problemi a livello di pelle (e non lo fa) continuerò ad usarlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

sì ecco, l'importante è che non ti dia fastidio alla pelle (magari diventando acido-leggermente corrosivo), se no piuttosto di risparmiare qualche euro ti conviene veramente buttarli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Personalmente ho qualche difficoltà ad immaginare come un profumo possa diventare corrosivo: ho qualche sospetto sui prodotti oleosi e grassi (tipo le creme e alcuni tipi di trucchi), che possano ad esempio irrancidire o separarsi, ma in quel caso dovrebbe vedersi/sentirsi - e anche lì, ho qualche dubbio che possano riuscire a fare danni seri alla pelle.

Non ci sono così affezionata comunque, se avessi qualche sospetto non avrei problemi a buttarlo via.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ok, corrosivo è esagerato, intendevo irritante :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma l'opzione maschio etero c'è sempre stata?

La noto solo ora

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

io l'avrei inserita come "non uso profumi/deodoranti/docce e sono fiero di puzzare dall'età della pietra".

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Oh, quasi dimenticavo, il profumo che uso come dopobarba :D

 

o.3262.jpg

 

Se non ricordo male costa sui 30-40€ :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per partecipare alla discussione

 

Crea un account

Registra un nuovo account sul forum. È facile e veloce.


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina.