tyons

Morale e rispetto della Legge

90 risposte in questa discussione

(modificato)

non mi andava di lasciar morire la discussione del topic di YuseiFudo100000, quindi ecco un topic apposito.

forse si potrebbero spostare qui i post, ma si perderebbe il contesto di partenza.

in ogni caso, ecco il fulcro del discorso:

è più giusto rispettare la legge sempre alla lettera o fare delle eccezioni quando non ci sono conseguenze negative?

vi prego di non flammare in nessun caso, questo topic dovrebbe rimanere aperto.

"Gli insulti sono gli argomenti di chi ha torto" [cit. Hegel]

p.s. si accettano consigli per un titolo più adatto.

p.p.s. whoops ho clamorosamente sbagliato sezione.

Modificato da Ash Squarepants

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
è più giusto rispettare la legge sempre alla lettera

 

no. /thread

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La mia morale è: agire col fine del bene comune, quindi dato che la legge non è Dio/Assoluto/Infallibile (fottiti Hegel) può commettere errori e quindi se quella legge non salvaguarda il bene comune allora posso trasgredirla e addirittura oppormici.

Quindi, se per "eccezioni" intendi rifiutare una legge perchè danneggia la maggioranza  allora sì, sostengo l'eccezione

Se invece si intende semplicemente "trasgredisco xk sn alternativ0" anche senza particolari conseguenze, allora mi astengo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La mia morale è: agire col fine del bene comune, quindi dato che la legge non è Dio/Assoluto/Infallibile (fottiti Hegel) può commettere errori e quindi se quella legge non salvaguarda il bene comune allora posso trasgredirla e addirittura oppormici.

Quindi, se per "eccezioni" intendi rifiutare una legge perchè danneggia la maggioranza  allora sì, sostengo l'eccezione

Se invece si intende semplicemente "trasgredisco xk sn alternativ0" anche senza particolari conseguenze, allora mi astengo

Ma chi stabilisce se quella legge salvaguarda o meno il bene comune? Tu?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

Premetto che non mi va di inserirmi in un discorso che sicuramente non finirà qui, ma esprimo comunque il mio parere, anche se non garantisco repliche a chi mi quoterà. Sono del parere che la legge vada rispettata quando è moralmente corretta. Obbedire indistintamente a leggi che possono essere stupide e che ci possono apparire insensate è da persone senza raziocinio, che fanno ciò che gli viene detto solo perché è bene, per qualcun altro, fare così. Il concetto di degenerazione della massa sta proprio in questo: esseri tutti uguali che obbediscono senza ragionare e che si lasciano abbagliare dal primo fenomeno che passa. E dato che le firme e le opinioni nessuno se le caga minimamente di striscio in quanto vige la legge del più forte (ah, Darwin) l'opposizione è l'unica scelta sensata di colui che pensa ancora con il proprio cervello. Visto che siamo in tema filosofia, Kant diceva "Minorità è l'incapacità di servirsi del proprio intelletto senza la guida di un altro. Imputabile a se stessi è questa minorità se la causa di essa non dipende da difetto di intelligenza, ma dalla mancanza di decisione e del coraggio di servirsi del proprio intelletto senza esser guidati da un altro.".

Modificato da Ser Mona Liso Budino V
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma chi stabilisce se quella legge salvaguarda o meno il bene comune? Tu?

No, la logica. Ti ripropongo lo stesso esempio del thread precedente: perché sbagliavo io a fumarmi una canna nell'intimità di camera mia quand'era illegale? E, ti ripeto anche questo, sbagliato != illegale, non sempre almeno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

No, la logica. Ti ripropongo lo stesso esempio del thread precedente: perché sbagliavo io a fumarmi una canna nell'intimità di camera mia quand'era illegale? E, ti ripeto anche questo, sbagliato != illegale, non sempre almeno.

Al limite sbagliavi nel comprarla, non nel fumarla.

Uso personale. No?

O anche qua pazze ordinanze comunali?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Al limite sbagliavi nel comprarla, non nel fumarla.

Uso personale. No?

O anche qua pazze ordinanze comunali?

 

E, no? Prima del 24 Maggio era illegale fumare marjuana. Solo con l'abrogazione della Fini-Giovanardi [Febbraio 2014] e con l'ultimo decreto in materia di sostante psicotrope si è arrivati, non dico alla legalizzazione, ma ad una depenalizzazione dell'uso personale.

 

Quindi, ti ripropongo per la terza volta la stessa domanda sperando che tu non ti voglia ancora arrampicare sugli specchi: mi spieghi cortesemente che razza di danno facevo nel fumarla per i cazzi miei?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E, no? Prima del 24 Maggio era illegale fumare marjuana. Solo con l'abrogazione della Fini-Giovanardi [Febbraio 2014] e con l'ultimo decreto in materia di sostante psicotrope si è arrivati, non dico alla legalizzazione, ma ad una depenalizzazione dell'uso personale.

 

Quindi, ti ripropongo per la terza volta la stessa domanda sperando che tu non ti voglia ancora arrampicare sugli specchi: mi spieghi cortesemente che razza di danno facevo nel fumarla per i cazzi miei?

Nessun danno, la legge era assurda e sbagliata.

Tanto che L'HANNO TOLTA!

Adesso capisci dove voglio arrivare? Ora che la democrazia in cui vivi ha fatto un passo avanti in materia la legge assurda è stata abrogata, e ora puoi fumare ganja in camera tua.

Anche prima che c'era la legge non facevi danno, ma quella era la tua opinione (Seppur difficilmente contestabile) e non aveva valore. Ora che tutti ti hanno detto "Sì, hai ragione effettivamente" lo puoi fare.

Se non eri d'accordo con il fatto che non potevi fumarla, scendevi in piazza a protestare. Il ché non significa che adesso sei un delinquente per questo, ma la strada "legale" c'era.

Portando il tutto alla svastica nei nomi su Showdown, l'esempio originale, probabilmente domani Showdown ne permetterà l'uso, ma fino a quel momento è un comportamento scorretto. A te non sembra, ad altri non sembra, ma se è vietato nel regolamento vuol dire che delle persone ne hanno discusso e alla fine sono arrivati a una conclusione opposta.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il ché non significa che adesso sei un delinquente per questo, ma la strada "legale" c'era.

Però prima lo ero. Ero un pessimo esempio da seguire, no?

A te non sembra, ad altri non sembra, ma se è vietato nel regolamento vuol dire che delle persone ne hanno discusso e alla fine sono arrivati a una conclusione opposta.

Quindi stai giustificando tutte le leggi stupide del mondo che poi sian state abrogate o meno, compresa la Fini-Giovanardi. gg wp

Abbandona la definizione biblica di legge e farai un grande, grandissimo passo avanti nella vita.

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Però prima lo ero. Ero un pessimo esempio da seguire, no?

Quindi stai giustificando tutte le leggi stupide del mondo che poi sian state abrogate o meno, compresa la Fini-Giovanardi. gg wp

No, con "non sei un delinquente" intendevo che non stupri bimbi, né prima né ora. Ma infrangi/infrangevi la legge. Comunque non ti odio per una canna 

Sì, le giustifico tutte in quanto un senso secondo la maggioranza lo avevano. Il ché non significa che son d'accordo con qualsiasi legge, ma che la rispetto fintanto che è valida per poi mobilitarmi a farla cambiare

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

un esempio estremo per dimostrare che non si può seguire la legge alla lettera: se una persona sta morendo di fame e non ha nessunissima possibilità di sopravvivere se non rubando del cibo, dovrebbe essere accusato di furto?

qualunque persona con un minimo di umanità la giustificherebbe, anche se ha infranto la legge.

è abbastanza inutile aggiungere una nota "si può rubare se ne dipende la sopravvivenza di qualcuno e se non ci sono alternative", per quello c'è il buonsenso.

ci sono anche esempi più estremi e più controversi...

Modificato da Ash Squarepants
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Sì, le giustifico tutte in quanto un senso secondo la maggioranza lo avevano.

Ti svelo un segreto: le leggi non vengono votate direttamente dal popolo, ma da una classe dirigente che a volte prende decisioni stupide, a volte in buona fede, a volte in cattiva fede.

Questa non è una giustificazione sufficiente per rispettarle, almeno per me, per due motivi: il primo è che, come ho detto miliardi di volte, la legge non coincide con tavole divine scese un bel giorno dal cielo; il secondo è che, ovviamente, il mio non rispettarle non deve ripercuotersi sulle altre persone o sull'ordine (fumare cannabis non lo faceva, andare a petto nudo a mezzogiorno in pieno centro non lo faceva, le svastiche nel nome di un pokémon non lo fanno).

Ash, il discorso del poveretto che muore di fame non regge, esistono le associazioni umanitarie come la Caritas.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ti svelo un segreto: le leggi non vengono votate direttamente dal popolo, ma da una classe dirigente che a volte prende decisioni stupide, a volte in buona fede, a volte in cattiva fede.

Questa non è una giustificazione sufficiente per rispettarle, almeno per me, per due motivi: il primo è che, come ho detto miliardi di volte, la legge non coincide con tavole divine scese un bel giorno dal cielo; il secondo è che, ovviamente, il mio non rispettarle non deve ripercuotersi sulle altre persone o sull'ordine (fumare cannabis non lo faceva, andare a petto nudo a mezzogiorno in pieno centro non lo faceva, le svastiche nel nome di un pokémon non lo fanno).

Ash, il discorso del poveretto che muore di fame non regge, esistono le associazioni umanitarie come la Caritas.

Pum, se mio nonno fosse morto ad Auschwitz? Sarebbe diverso o no? 

Continui a dire "questo non è dannoso, questo non fa male a nessuno" sulla base delle TUE convinzioni. Che valgono assai meno della legge.

 

La classe dirigente non si autoelegge da 70 anni circa eh, non volevo farvelo notare ma le teste di cazzo che ci sono in parlamento son lì perché qualcuno ce le ha messe. 

Re dei Giochi, ti faccio una domanda. Se domani venisse approvata una legge che vieta l'uso delle cuffie nei fast food (esempio stupido), la rispetteresti?

Ovvio.

Dopodiché, se la trovo una legge stupida e non sono l'unico a pensarla così procederò appunto raccogliendo firme o protestando o facendo altre cose legali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

Ti svelo un segreto: le leggi non vengono votate direttamente dal popolo, ma da una classe dirigente che a volte prende decisioni stupide, a volte in buona fede, a volte in cattiva fede.

Questa non è una giustificazione sufficiente per rispettarle, almeno per me

 

Ricollegandomi a prima, non vorrei offenderti, ma in reatlà la definizione di "Delinquente" è: persona che commette un atto ritenuto reato per legge, quindi si, per definizione in quel momento lo eri.

Il punto però non è questo, il punto è che non hai danneggiato nessuno e quindi alla fine anche se non hai rispettato una legge non hai fatto niente di grave, era una cosa che influiva solo su dite, non sugli altri, infatti la legge è stata cambiata perchè evidentemente non giusta.

Quello però che devi capire è che nessuno vuole giustificare tutte le leggi del mondo come leggi assolute in visione biblica e che se c'è una legge devi essere per forza d'accordo, ma che le società sono gruppi di persone che formano leggi per poter vivere seguendo la propria morale e che per quanto le leggi siano giuste o sbagliate, se te vuoi vivere in una certa società, devi rispettarle, o meglio diciamo "dovresti", perchè in realtà hai il libero arbitrio di non farlo, al rischio di pagarne le conseguenze. Le uniche alternative sono, trasferirti in un'altra società dove la legge è differente e abbraccia ciò che pensi, oppure cercare di cambiare la legge seguendo le regole della società in cui vivi, per fare un esempio tramite referendum.

Nessuno mette in dubbio che la società non sia gestita veramente dal popolo ma da un gruppo ristretto di persone, ma questo non vuol dire che il popolo non possa far niente per cambiare le cose che ritiene non rappresentarlo. Il vero problema secondo me è che i mezzi per cambiare qualcosa che è ritenuto ingiusto ci sarebbero anche nella società, ma la gente preferisce non cambiare nulla e continuare a infrangere la legge sentendosi il classico superuomo che mosso dalla volontà di potenza segue la propria morale, pur non rispettando le leggi, non avendo capito che nessuno può autoelevarsi a superuomo e che infrangere una legge seppur ingiusta non porta benefici a nessuno, magari non fa danno, ma non porta nemmeno beneficio.

Con questo non voglio dire che non ci sarebbe mai motivo di infrangere una legge se per il bene comune, ci può anche essere, ma che è abbastanza difficile decidere quando è giusto o quando no e che è difficile anche decidere chi debba prendere una decisione del genere, insomma chi ha il diritto di decidere se infrangerla o no ed è difficile decidere cos'è veramente per il bene comune. Quindi in generale è sempre meglio cercare di mobilitarsi per cambiare una legge piuttosto che infrangerla e basta.

 

 

un esempio estremo per dimostrare che non si può seguire la legge alla lettera: se una persona sta morendo di fame e non ha nessunissima possibilità di sopravvivere se non rubando del cibo, dovrebbe essere accusato di furto?

qualunque persona con un minimo di umanità la giustificherebbe, anche se ha infranto la legge.

ci sono anche esempi più estremi e più controversi...

Si, però se invece di rubare cibo ti entro in casa e ti rubo tutte le cose che hai di valore per poi rivenderle e comprarmi del cibo e te praticamente ti ritrovi casa svaligiata mi giustificheresti?

Sono cose un pò più complesse, non si possono tracciare linee così nette tra cosa è giusto o sbagliato, quello che hai detto te va bene, ma come vedi appena applico il tuo ragionamento al generale e non al particolare, non vale più.

Modificato da Lord Jelly Puddington III
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

Ash, il discorso del poveretto che muore di fame non regge, esistono le associazioni umanitarie come la Caritas.

era un'ipotesi, eh. non è che tutti riescono sempre e comunque a ricevere aiuto dalla caritas o da qualcun altro. ci sono troppe combinazioni di eventi possibili.

 

Si, però se invece di rubare cibo ti entro in casa e ti rubo tutte le cose che hai di valore per poi rivenderle e comprarmi del cibo e te praticamente ti ritrovi casa svaligiata mi giustificheresti?

Sono cose un pò più complesse, non si possono tracciare linee così nette tra cosa è giusto o sbagliato, quello che hai detto te va bene, ma come vedi appena applico il tuo ragionamento al generale e non al particolare, non vale più.

se stai morendo di fame cerchi il cibo, mica robe da vendere per comprarti il cibo. che senso ha mettere in mezzo un passaggio in più?

io non dico "patire la fame ogni giorno", dico "stare morendo di fame", che se non ti nutri immediatamente muori.

Modificato da Ash Squarepants

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Pum, se mio nonno fosse morto ad Auschwitz? Sarebbe diverso o no?

Continui a dire "questo non è dannoso, questo non fa male a nessuno" sulla base delle TUE convinzioni. Che valgono assai meno della legge.

No, non sarebbe diverso, perché tu sei una persona, e con tutto il rispetto, la tua libertà di indignarti per un simbolo non deve prevaricare sulla mia libertà. Fine.

La classe dirigente non si autoelegge da 70 anni circa eh, non volevo farvelo notare ma le teste di cazzo che ci sono in parlamento son lì perché qualcuno ce le ha messe.

Embé? Siccome non si autoelegge non fa cazzate? Siccome non si autoelegge ciò che fanno ha più senso? Ma di che logica stiamo parlando?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

se stai morendo di fame cerchi il cibo, mica robe da vendere per comprarti il cibo. che senso ha mettere in mezzo un passaggio in più?

io non dico "patire la fame ogni giorno", dico "stare morendo di fame", che se non ti nutri immediatamente muori.

Non conta cosa rubo, conta che muoio di fame e devo trovare il modo di sopravvivere, se non ti piace il mio esempio allora te ne faccio un'altro, rubo una mela perchè ho fame, ok faccio bene, ne rubo due, ok faccio bene e se ne rubo tre, o sette? Se rubo pane va bene ma bistecca no?

Nel senso, dov'è il limite? quanto posso rubare prima di essere considerato un ladro o un morto di fame che va giustificato? e cosa posso rubare? chi lo decide?

Applica il ragionamento in generale e vedrai che non torna, il ragionamento generico è: "è giusto rubare se sei un morto di fame?" la risposta generica è no, se poi ci sono dei casi partciolari andranno valutati, per questo esistono i giudici e i tribunali, che, ok, purtroppo non funzionano molto bene, ma che in teoria servirebbero proprio a decidere caso per caso. Non puoi dirmi, se rubo perchè affamato faccio bene punto.

Modificato da Lord Jelly Puddington III

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

tra l'altro per farsi votare i politici spesso ingannano la gente il più possibile. se vengono votati non è solo colpa del popolo stupido, ma soprattutto della loro stronzaggine. e se il popolo è stupido spesso è a causa dell'istruzione che va a ramengo, e guarda un pò, chi è che decide quanti soldi destinarci?

comunque per la svastica, io son daccordo sul vietarla perchè dà solo un esempio negativo. se i nazisti erano quasi tutti razzisti e inclini alla violenza, perchè dovresti permettere che qualcuno influenzi i giovani con queste "idee" ormai quasi-globalmente ritenute "il male assoluto"? i (neo)nazisti-fascisti raramente si mettono in discussione, e quando qualcuno fà del male e non sente ragioni, bisogna fermarlo con la forza, purtroppo. da qui il divieto di esibire svastiche.

un problema non irrilevante è che questo divieto spesso li sprona ad essere ancora più ribelli...

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
se te vuoi vivere in una certa società, devi rispettarle, o meglio diciamo "dovresti"

Ohhh, e credo che questa frase possa concludere l'intero dibattito: dovrei, non devo. Sono una persona matura, intelligente e responsabile, so rispettare gli altri e so assumermi le conseguenze delle mie azioni.

Quindi in generale è sempre meglio cercare di mobilitarsi per cambiare una legge piuttosto che infrangerla e basta.

No, voi state vedendo l'intera situazione in maniera sbagliata: o la rispettiamo tutti quanti, o la infrangiamo tutti quanti, o la facciamo cambiare. Io so benissimo che non si va contromano in macchina, ma se alle 4 del mattino, con nessuno in giro, nella frazione di Alghero chiamata Fertilia, con zero possibilità che ci sia qualcuno in giro e, ovviamente con tutta la cautela di questo mondo, mi faccio una stradina di 20m per evitarmi il giro dell'intero posto e risparmiare mezzo chilometro sinceramente, non posso ritenere errata questa decisione (se non puramente sul lato formale). Il codice della strada in questo caso è giusto, ma è altrettanto giusta la decisione di contravvenire con cautela ed intelligenza. Non promuoverei mai una protesta per abrogare i sensi unici o che ne so io.

Vedete la verità nel mezzo? Perché io non so più come indicarvela.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

Non puoi dirmi, se rubo perchè affamato faccio bene punto.

se stai morendo di fame, probabilmente non hai la lucidità per preparare un "piano d'azione", semplicemente vai nel primo posto che trovi che abbia cibo e lo arraffi cacciandotelo in bocca (magari prima provi a supplicare di regalartelo, ma mettiamo che non te lo danno). è molto probabile che qualcuno ti noti e che ti impedisca comunque di prendere più del necessario dopo che non sei più in pericolo.

mettiamo che rubi del cibo e nessuno ti vede. ti ingozzi e poi ne prendi altro da portarti dietro, anche se sul momento non ti serve. se ti beccano, hanno ragione ad accusarti di furto. poi tu spieghi che stavi morendo di fame, e se constatano che è la verità, magari ti perdonano o ti riducono la pena, perchè comunque non eri lucidissimo.

lo so che è difficile separare tutti i casi, ma si discuteva sul rispettare le leggi alla lettera e ho illustrato un esempio semplice in cui si conosceva perfettamente la situazione e quindi si poteva prendere una posizione netta (o lo denunci o lo perdoni).

 

Nel senso, dov'è il limite? quanto posso rubare prima di essere considerato un ladro o un morto di fame che va giustificato? e cosa posso rubare? chi lo decide?

lo decide chi di dovere in quella situazione, col suo buonsenso.

 

[la parte della stradina contromano]

però devi essere sicuro al 100000% che non c'è nessuno, non basta la cautela senza prove certe. metti che arriva uno dall'altra parte che, sempre perchè "tanto non c'è nessuno" va ai millanta km\h...

Modificato da Ash Squarepants

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

 se alle 4 del mattino, con nessuno in giro, nella frazione di Alghero chiamata Fertilia, con zero possibilità che ci sia qualcuno in giro e, ovviamente con tutta la cautela di questo mondo, mi faccio una stradina di 20m per evitarmi il giro dell'intero posto e risparmiare mezzo chilometro sinceramente, non posso ritenere errata questa decisione (se non puramente sul lato formale). Il codice della strada in questo caso è giusto, ma è altrettanto giusta la decisione di contravvenire con cautela ed intelligenza. Non promuoverei mai una protesta per abrogare i sensi unici o che ne so io.

Io la vedo la verità nel mezzo, sto appunto cercando di spiegare questo, come è scritto nella mia frase che hai citato "in generale è sempre meglio cercare di mobilitarsi per cambiare una legge piuttosto che infrangerla e basta", non ho mai detto che non ci sono eccezioni, ma che è difficile stabilire cosa è giusto e cosa è sbagliato e che quindi è difficile stabilire queste eccezioni, se te non vuoi rispettare una legge perchè la trovi ingiusta, ok, ti prendi le tue responsabilità e se vieni colto in flagrante e punito non è che ti puoi lamentare,  nel caso della stradina contromano hai fatto un esempio particolare, io ho detto "in generale" uno dovrebbe cercare di cambiarla non infrangerla.

E comunque un esempio come la stradina contro mano, volendo è già più opinabile che fumare in camera tua, perchè fumare in camera tua al massimo danneggia te se non rispetti la legge, andare contro mano, seppur capisco che per 20 metri in una strada poco trafficata non sia così pericoloso, mette in pericolo anche gli altri automobilisti, perchè se un malaugurato giorno ti arriva uno nel senso giusto perchè le "zero possibilità di traffico" non erano proprio zero e lo prendi in pieno (non è per gufartela, spero di no) perchè non si aspettava uno contro mano, non fai danno solo a te, ma anche a lui, quindi è già diverso.

Cioè, quello che vorrei far capire è che decidere cosa è giusto o sbagliato non è facile, tutto qui, è ovvio che ognuno cerca di farlo nella vita, a volte anche non rispettando leggi che crede ingiuste, ma non è detto faccia bene e che il comportamento migliore per viviere in società è cercare di rispettare le leggi il più possibile e se non ti piaccino cercare di cambiarle.

 

 

si discuteva sul rispettare le leggi alla lettera e ho illustrato un esempio semplice in cui si conosceva perfettamente la situazione e quindi si poteva prendere una posizione netta

A parte che se ti beccano a rubare non è che ti fucilano in piazza subito eh, rispettare le leggi vuol dire che un guidice deciderà se quello che hai fatto pur infrangendo la legge è giustificabile o no, ma rubare è sbagliato, che tu stia morendo di fame o no, perchè è sbagliato per legge, se uno ruba come dici te qualcosa da mangiare perchè non ce la fa più, dovrà magari anche provarlo, ti sembra facile? Come fai a dire che è una decisione netta inq uel caso? anche io posso andare in un negozio è afferrare la roba e mettermela in bocca e poi dire, oh sono quattro giorni che non mangio, muoio di fame non ce la faccio più, ma non ho mica ragione, devo magari anche provarla la mia ragione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io la vedo la verità nel mezzo, sto appunto cercando di spiegare questo, come è scritto nella mia frase che hai citato "in generale è sempre meglio cercare di mobilitarsi per cambiare una legge piuttosto che infrangerla e basta", non ho mai detto che non ci sono eccezioni, ma che è difficile stabilire cosa è giusto e cosa è sbagliato e che quindi è difficile stabilire queste eccezioni, se te non vuoi rispettare una legge perchè la trovi ingiusta, ok, ti prendi le tue responsabilità e se vieni colto in flagrante e punito non è che ti puoi lamentare,  nel caso della stradina contromano hai fatto un esempio particolare, io ho detto "in generale" uno dovrebbe cercare di cambiarla non infrangerla.

E comunque un esempio come la stradina contro mano, volendo è già più opinabile che fumare in camera tua, perchè fumare in camera tua al massimo danneggia te se non rispetti la legge, andare contro mano, seppur capisco che per 20 metri in una strada poco trafficata non sia così pericoloso, mette in pericolo anche gli altri automobilisti, perchè se un malaugurato giorno ti arriva uno nel senso giusto perchè le "zero possibilità di traffico" non erano proprio zero e lo prendi in pieno (non è per gufartela, spero di no) perchè non si aspettava uno contro mano, non fai danno solo a te, ma anche a lui, quindi è già diverso.

Cioè, quello che vorrei far capire è che decidere cosa è giusto o sbagliato non è facile, tutto qui, è ovvio che ognuno cerca di farlo nella vita, a volte anche non rispettando leggi che crede ingiuste, ma non è detto faccia bene e che il comportamento migliore per viviere in società è cercare di rispettare le leggi il più possibile e se non ti piaccino cercare di cambiarle.

Finalmente cominciamo ad essere d'accordo, almeno in parte. L'intelligenza sta appunto in questo: sapere di fare qualcosa di formalmente sbagliato, ma fare in modo di non danneggiare gli altri. Poi, come hai detto tu, nei due casi particolari la situazione si suddivide a sua volta in legge stupida e faccio [al massimo] danno a me stesso, e in legge definitivamente sensata e devo fare in modo di non far danno a nessuno.

Con ciò non sto autorizzando il mondo ad infrangere le leggi, dico solo che se lo si deve fare, che lo si faccia con criterio, che è diverso dal "rispettare o cercare di cambiarle". Che poi, vedi, non sarebbe neanche una cosa sicura, sarebbe solo un tentativo: una determinata legge è insensata e deleteria per le libertà dell'individuo, però è certa; il mio tentativo di rimuovere questa oppressione invece non lo è. Ti rendi conto della disparità?

Se ci fosse una legge che mi dicesse "2+2=3", io che conosco la matematica e so pensare, non mi sogno neppure di assecondare una legge del genere [è un esempio banale, lo so, ma non voglio fare cose estremamente complicate]. Potrò anche cercare di cambiarla, ma nel mentre non ci sarà cristo che tenga, non dirò mai che 2+2=3.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

anche io posso andare in un negozio è afferrare la roba e mettermela in bocca e poi dire, oh sono quattro giorni che non mangio, muoio di fame non ce la faccio più, ma non ho mica ragione, devo magari anche provarla la mia ragione.

sono sicuro che al giorno d'oggi si può capire se una persona è o è stata a digiuno con qualche visita medica particolare. poi uno che sta morendo di fame lo capisci dalla faccia se finge o no, eh

A parte che se ti beccano a rubare non è che ti fucilano in piazza subito eh, rispettare le leggi vuol dire che un guidice deciderà se quello che hai fatto pur infrangendo la legge è giustificabile o no

che lo decida il giudice o il proprietario del cibo è abbastanza indifferente, in questo caso. rubare sarà formalmente sbagliato, ma ciò che conta in tutte le cose alla fin fine sono le conseguenze, e in questo caso c'è solo una perdita di qualche euro da una parte e la sopravvivenza di una persona dall'altra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

sono sicuro che al giorno d'oggi si può capire se una persona è o è stata a digiuno con qualche visita medica particolare. poi uno che sta morendo di fame lo capisci dalla faccia se finge o no, eh

E se io sto a digiuno per 4 giorni apposta per poi andare in un negozio e fare la scenetta e guarda caso sono anche un bravo attore?  Ho ragione? sto effettivamente morendo di fame, ma sono giustificabile? non credo, visto che addirittura è premeditato.

E non palrare di perdita di pochi euro, perchè anche se ti rubo l'orologio o una catenina dal collo magari per te sono pochi euro, ma non giustifica che io l'abbia fatto, nemmeno per disperazione perchè devo trovare soldi per mangiare ed è più facile rubare la collanina a te che del pane in un negozio.

Io ho capito che volei esprimere un concetto e possiamo anche continuare tutto il giorno, ma l'esempio del "rubare per fame" non regge, so che il concetto era che le leggi possono essere non rispettate in certe circostanze particolari, ma è l'esempio sbagliato per esprimerlo perchè non è così netto come sembra a te il giudizio sul rubare cibo, capisci? Per questo dico che è difficile decidere quando una cosa è giusta e quando no.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

No, non sarebbe diverso, perché tu sei una persona, e con tutto il rispetto, la tua libertà di indignarti per un simbolo non deve prevaricare sulla mia libertà. Fine.

Embé? Siccome non si autoelegge non fa cazzate? Siccome non si autoelegge ciò che fanno ha più senso? Ma di che logica stiamo parlando?

1 C'È 

UNA 

CAZZO

DI 

REGOLA

CHE 

HAI

ACCETTATO

ISCRIVENDOTI

Ripeto, la tua libertà di stare male se ti accoltello non deve prevaricare la mia libertà di ucciderti. È la stessa cosa

Voi non avete la minima idea di cosa sia una società, è evidente.

Fate pure quel che cazzo volete, fortuna che esiste la polizia per arrestarvi/multarvi.

Non ho neanche voglia di fare l'ennesimo wall of text, secondo VOI una cosa non danneggia nessuno quindi secondo VOI è cosa buona da fare. Ma chi cazzo credete di essere? Non fate voi la legge, la fa la comunità, non decidete voi se la svastica è offensiva o no, se la comunità ti dice che tenere cuffie nel fast food è sbagliato non lo devi fare, a te sembra assurdo? Cazzi tuoi, gli organi competenti hanno deciso così e hanno avuto buoni motivi per farlo. Non condividi? Alza il culo dalla sedia e cambia le cose

Modificato da Re dei Giochi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

1 C'È 

UNA 

CAZZO

DI 

REGOLA

CHE 

HAI

ACCETTATO

ISCRIVENDOTI

Ripeto, la tua libertà di stare male se ti accoltello non deve prevaricare la mia libertà di ucciderti. È la stessa cosa

"1. Usernames may not be derogatory or insulting in nature, to an individual or group (insulting yourself is okay as long as it's not too serious)."

Questa è la regola. La svastica è un simbolo. Non ti sto insultando, al contrario, sei tu che per tua decisione ti stai offendendo. La regola non è infranta. gg wp kktnxbai

 

Voi non avete la minima idea di cosa sia una società, è evidente.

Fate pure quel che cazzo volete, fortuna che esiste la polizia per arrestarvi/multarvi.

Non ho neanche voglia di fare l'ennesimo wall of text, secondo VOI una cosa non danneggia nessuno quindi secondo VOI è cosa buona da fare.

Non mi pare che tu sia ancora riuscito a darmi torto, se non sulla base di qualche bigotto che sviene alla vista di un paio di capezzoli. E, per la cronaca, se ho la fedina penale ancora illibata un motivo ci sarà.

 

Ma chi cazzo credete di essere? Non fate voi la legge, la fa la comunità, non decidete voi se la svastica è offensiva o no, se la comunità ti dice che tenere cuffie nel fast food è sbagliato non lo devi fare, a te sembra assurdo? Cazzi tuoi, gli organi competenti hanno deciso così e hanno avuto buoni motivi per farlo. Non condividi? Alza il culo dalla sedia e cambia le cose

Clap-hand-image.jpg

Evviva! Sei diventato un perfetto cittadino modello del Grande Fratello. Benvenuto nella tua vita di schiavitù fisica e mentale. Congratulazioni!

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Tralansiando il fatto che questa cosa riconferma il mio potere di creare discussioni quando voglio :D ...

è più giusto rispettare la legge sempre alla lettera o fare delle eccezioni quando non ci sono conseguenze negative?

La risposta è no.

La mia morale è semlice e la riassumo in poche parole: rispettare la legge giusta.

Cosa intendo? Semplice, per me le leggi giuste, ovvero che vanno a favore di tutti, devono essere rispettate da tutti, poveri e ricchi, re e schiavi, Slenderman e Ash, tutti! E nessuno può permettersi di dire di avere il diritto o il permesso di infrangerle, in qualunque situazione economica, familiare, di lavoro tu sia.

Per fare degli esempi: non è che se io sono povero posso andare a rubare a quello ricco perchè ha tutto e molti soldi. Viceversa, non posso andare a rubare le poche cose che il povero ha proprio perchè è povero e non saprebbe come sfruttarle bene (anche se è molto improbabile che un ricco va a rubare a un povero).

Secondo esempio: se un negoziante ha rubato nel mio negozio non vuol dire che sono autorizzato a rubare nel suo "perchè lui l'ha fatto a me". Una denuncia e via, risolto.

Oppure ancora, non è che se uno ha ucciso mia moglie allora io posso ucciderlo, si è vero, la tentazione è alta, ma già l'ergastolo è una bella punizione, visto che non avere libertà da vivi è anche peggio di avere libertà da morti. Se proprio vuoi fargli qualcosa al massimo puoi dargli un calcio in faccia quando la polizia lo ha preso, ma anche quest'ultima cosa non è che sia tanto corretta alla fine.

Legge sbagliata: cosa intendo? Intendo quelle leggi che fanno del danno a qualcuno, anche se è a una sola persona sulle altre 6.999.999.999 che ci sono al mondo. L'esempio principale sono le leggi razziali, ovvero, leggi contro una o più "razze" umane. Chi ha studiato Storia che uno dei paesi europei dove furono messe leggi razziali, eccetto l'Italia, fu la Germania, dove ci furono anche veri sterminii di Ebrei, disabili, zingari eccetra.

Sinceramente quando vedo gente che dice di essere razzista ci rimango davvero male, nonostante io accetti comunque il suo modo di pensare.

Proprio ieri sera ha visto un commento su Youtube dove uno diceva di essere razzista perchè in Italia vengono gli stranieri che ci rubano il lavoro e che, per questo motivo, si è creata la crisi in Italia. Tralasciando la sua ignoranza, visto che la crisi non è stata creata da loro, mi chiedo come possa pensare questa cosa. Cioè allora gli Stati Uniti dovrebbero fare guerra contro tutte le nazioni, visto che ogni anno almeno un milione di persone emigra negli U.S.A. (per fare un esempio qualunque)?

Altro esempio: se c'è una legge che dice che se uno o più stranieri affittano una casa il cui proprietario è italiano, loro devono pagare il doppio/triplo/quellochevolete, io non lo farei mai, neanche se mi dessero tanti soldi quanto il numero che è nel mio Nick. Prima della legge io metto il rispetto per il prossimo.

Parlando di infrangere la legge in circostanze particolari: quelle circostanze particolari sono pochissime, una già detta da uno di voi è quella che non si mangia da quattro giorni, bè, è giusta, ma poi qualche "pena" la devi pagare comunque. Poi bè, scusate l'insulto, ma se fai apposta di non mangiare per quattro giorni per prendere cibo da uno per non pagare sei proprio una testa di cazzo. Sei giustificato fino a un certo punto se sei in crisi economica, ma vale lo stesso discorso di prima, prima o poi devi pagare.

Questa è la mia morale, forse avrò scritto qualche cazzata mentre ero sovrappensiero, in questo perdonatemi.


 

Clap-hand-image.jpg
Evviva! Sei diventato un perfetto cittadino modello del Grande Fratello. Benvenuto nella tua vita di schiavitù fisica e mentale. Congratulazioni!

Questo era uno dei motivi per cui ho chiesto la chiusura del Topic: la creazione di queste tipo di cose.

E' vero che queste discussioni sono interessanti, ma se ogni santa volta sfociano in flame o cose come queste allora rimango dell'idea che queste discussioni non dovrebbero crearsi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Questo era uno dei motivi per cui ho chiesto la chiusura del Topic: la creazione di queste tipo di cose.

E' vero che queste discussioni sono interessanti, ma se ogni santa volta sfociano in flame o cose come queste allora rimango dell'idea che queste discussioni non dovrebbero crearsi.

Ma la smettete di riempirvi la bocca col termine "flame"? È esattamente quello che volevo dire: si sta comportando da schiavo di una logica che non gli appartiene, sostenendo in realtà il contrario. Che cazzo devo fare? Dirgli che ha ragione per la salvezza del forum?

Cortesemente, piantatela di cagarmi il cazzo con 'ste stronzate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Che cazzo devo fare? Dirgli che ha ragione per la salvezza del forum?

No, dirgli, EDUCATAMENTE E CIVILMENTE, perchè se non si mettono così in evidenza le cose non si fanno, a quanto pare, come la pensi tu e il perchè pensi che il suo modo di pensare è sbagliato, invece di mettere quel tipo di immagini con sotto la frase che sembra innocua ma che nasconde un insulto bello e buono. Cortesemente, piantatela di fare così, vi rendete meno odiosi, e non generate più Flame, che porterà alla chiura del Topic.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ospite
Questa discussione è chiusa.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina.