Kratos

Terzo principio della dinamica: realtà o leggenda?

16 risposte in questa discussione

(modificato)

Stavo pensando al terzo principio della dinamica, ovvero il principio di azione e reazione:

Se su un corpo agisce un forza, esso reagirà con una forza di uguale intensità e direzionn e, ma verso opposto

Ritengo questa teoria falsa o incompleta.

Esempio:

Se noi tentiamo di spostare una piuma, essa, non dovrebbe muoversi in quanto:

Mettiamo caso gli applichiamo una forza di 10N: ●--->

La piuma, come dice l' enunciato del principio di azione e reazione, reagisce con una forza di uguale intensità (10N) e direzione uguale (sulla stessa retta), ma opposta: <---●

Quindi si otterrà:

(F1)<---●--->(F2)

Dove F1=F2=10N

E, la risultante di due forze aventi la stessa direzione, intensità, ma verso opposto è 0: R ●

Quindi se queste agiscono su un corpo in moto, esso rimarrà in moto, se invece agiscono su un corpo in stato di quiete (nostro caso), esso rimarrà in stato di quiete.

Ora, mettiamo in pratica anche una delle due formule inverse del secondo principio della dinamica:

Stabilito che ora la forza è uguale a 0N, diciamo che la massa è di, mettete caso, 5 grammi.

a=F/m (dove a=accelerazione; F=forza e m=massa)

Quindi si otterrà

a=0/5=0

Quindi, niente accelerazione.

Ergo, la piuma non si può muovere.

Questa è la mia teoria, ora ditemi voi:

Sto sbagliando io? Oppure ho ragione?

Modificato da un dissennatore

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Finchè la forza è non sufficiente a far muovere un oggetto essa risulterà essere inosservabile.

Pensa a un oggetto in caduta di dimensioni non sufficientemente grandi da imprimere danni al suolo (altrimenti entrano in gioco forza d'urto e di rottura multidirezionali e l'esempio si complica). Esso avrà una forza pari alla sua massa moltiplicata per l'accelerazione dell'oggetto (ammettendo sia in caduta la sua accelerazione sarà quella gravitazionale 9,8 m/s^2) ergo F=m*a dove F sarebbe la forza peso e la indichero con P, m è la massa dell'oggetto e a è l'accelerazione gravitazionale che si indica con g.

Benchè questa forza assuma un valore non nullo, essa sarà infinitesimale rispetto alla massa inerziale della Terra. Ergo la terra applicherà una forza di uguale entità opposta a quella dell'oggetto tale da far sì che il suolo non risenta della forza e non si muova.

 

Questo ti spiega che non esiste un controsenso o un errore nella legge stessa.

Tale legge perde la sua efficacia nel momento in cui la forza applicata all'oggetto supera la forza peso che la tiene ancorata al piano. In quel momento nasce un gioco di forze sull'oggetto in essere che comporterà un trascinamento dell'oggetto fino a quando tale forza non sarà sufficientemente elevata da peremttere un movimento fluido dell'oggetto stesso.

Per capirci quando tu sposti un oggetto pesante applicherai una forza maggiore quando l'oggetto è fermo ma dopo averlo mosso la forza necessaria al suo spostamento sarà inferiore in quanto la forza peso non inciderà come all'inizio.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

sono di corsa sono di corsa (cavolo dovrei studiare anzi che star qui!!!), comunque parlando per termini intuitivi e molto grezzi, la terra esercita una forza sulla piuma, la quale piuma avrà accelerazione g = F/m e la piuma esercita un'uguale forza sulla terra che avrà accelerazione a = F/M --> M = massa terra e m = massa piuma --> M >> m e quindi a << g --> l'accelerazione della terra verso la piuma è assolutamente trascurabile. Aiuto, sicuramente c'è un neo nel calcolo, ma insomma, così mi pare intuitivo (mi pare) anche se è tirato via da far paura. Non uccidetemi. -_- 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non vi capisco a tutti e due:

Un corp non dovrebbe proprio muoversi, poiché gli viene impressa una forza opposta di uguale intensità

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non vi capisco a tutti e due:

Un corp non dovrebbe proprio muoversi, poiché gli viene impressa una forza opposta di uguale intensità

Questo solo finchè non vinci la forza gravitazionale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Anche con la forza g il discorso vale:

Forza verso il basso di (metti caso) 10N

Noi reagiamo con una forza opposta di 10N

10-10=0N

Ergo, non dovremmo neanche cadere

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non vi capisco a tutti e due:

Un corp non dovrebbe proprio muoversi, poiché gli viene impressa una forza opposta di uguale intensità

 

Non mi intendo molto di fisica ma penso che il punto sia questo, detto in parole povere, devi calcolare che se te imprimi una forza su una piuma, quella esercita su di te una forza uguale e contraria, questo dice il principio della dinamica, ma è anche ovvio che la la piuma si sposta ma te no perchè avete masse differenti, questo perchè te con la tua spinta fai si che la forza che imprimi superi la forza che invece la piuma esercita a terra e che cominci a muoversi, la piuma esercita la stessa forza contro di te ma ovviamente la tua massa è maggiore e quindi non vince la forza che ti tiene ancorato a terra, ergo la piuma si muove e te no. La forza uguale e contraria risultante è applicata su di te, non sulla piuma, non so se è chiaro, è interazione tra due corpi.

Correggetemi se sbaglio, perchè so poco di fisica ma questo mi sembra semplice.

 

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non vi capisco a tutti e due:

Un corp non dovrebbe proprio muoversi, poiché gli viene impressa una forza opposta di uguale intensità

sec me tu ti confondi perché applichi la forza uguale e contraria alla piuma... invece la terra esercita una forza F sulla piuma e la piuma esercita una forza -F sulla terra, questo vuol dire reazione uguale e contraria. tipo,. se io esercito una forza col pugno sul tavolo, il tavolo esercita una forza uguale e contraria sul mio pugno, non su se stesso.

La tua confusione sulla piuma viene dal fatto che non c'è contatto fisico tra i due corpi, chiedo... in realtà il principio è lo stesso. Poi sì, c'è l'inerzia da vincere, ma credo che quel dato ti incasini ancora di più e basta... think easy... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Anche con la forza g il discorso vale:

Forza verso il basso di (metti caso) 10N

Noi reagiamo con una forza opposta di 10N

10-10=0N

Ergo, non dovremmo neanche cadere

Allora cerco di essere ancora più chiaro.

Il tuo discorso sulla piuma e te vale fino a quanto state in uno spazio privo di altre forze.

.

Nel momento in cui tu entri nella realtà qualsiasi oggetto in natura rispetta la terza legge diella dinamica nel suo momento statico. Ovvero un oggetto su cui agisce solo la forza terrestre sta applicando la legge senza che tu te ne accorga (forza gravitazionale terrestre spinge verso il centro della terra ed essa replica applicando la stessa forza verso l'alto).

 

Ora nel momento in cui tu tocchi una piuma tale legge continua ad essere in vigore ma comincia ad essere più complessa. La gravità preme verso il basso, lei risponde con una forza verso l'alto; tu la tocchi con una forza longitudinale verso sinistra, lei risponde con una forza longitudinaria contraria. In questo momento ti ritroveresti con un diagramma a croce per capirci.

Ora facciamo una analisi fisica:

(Uso assi cartesiani)

 

m= massa oggetto (piuma)

a = accelerazione longitudinale

F = forza

P = peso..anch'essa è una forza

g= accelerazione gravitazionale

 

 

Allora il diagramma delle forze è il seguente:

Fy= P = g*m

Fy = -g*m

 

Fx=a*m

Fx2 = -a*m

 

Il peso P spinge la piuma verso il basso...la piuma risponde con una forza Fy di altrettanto valore ma di segno opposto.

Tu applichi una accelerazione alla piuma che si tramuta in forza Fx...essa risponde con una forza Fx2 di altrettanto valore ma di segno opposto.

 

Ciò vale finchè la forza di inerzia che ogni corpo possiede non viene eguagliata e superata.

A quel punto la legge perde il suo effetto ed entra in gioco la prima legge della dinamica e il concetto di moto.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

Terzo principio della dinamica: 1)realtà o leggenda?

Questa è la mia teoria, ora ditemi voi:

2)Sto sbagliando io? 3)Oppure ho ragione?

1)Realtà

2)Sì

3)No

 

Hai proprio sbagliato l'enunciato, è quello il problema, di conseguenza applichi male le forze.

 

Se tu con un dito fai una pressione di 10=N ●---> su una parete, la parete esercita la stessa pressione(uguale) sul tuo dito(e contraria).

DITO=10N=●--->|<---●=10N=PARETE  = 0

Infatti il tuo dito non sposterà la parete, e la parete non sposterà il tuo dito

 

Questo vale per i corpi statici.

Invece per i moti, è diverso:

una ruota spinge indietro l'aria con una forza di 10N(tanto per cambiare) di conseguenza l'aria spinge in avanti la ruota, con una forza di 10N, e questo fa muovere la ruota in avanti.

 

In ogni caso

Il tuo discorso sulla piuma e te vale fino a quanto state in uno spazio privo di altre forze.

Modificato da ^blaccoraggio^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

Ok, con azula ho mezzo capito, però:

A questo punto, noi con la mano spingiamo,, ma, essendo uguale e contraria la forza "di risposta", dovrebbe essere come se non lo facessimo.

Inoltre non ho en capito cosa c' entrano la forza g e l' inerzia, anzi, entrambi dovrebbero anche rafforzare il fatto che la piuma non si dovrebbe muovere

EDIT:ho visto l' esempio di Black:

Funziona solo sui corpi statici? Allora perché se prendo un cubo, esso si sposta?

Comunque l' enunciato l' ho preso dal libro di scienze (studiato da poco)

Modificato da un dissennatore

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

allora, se io spingo qualcosa su un tavolo, c'entra anche l'attrito del tavolo. Quindi ignoriamo il tavolo.

Io spingo un libro (libro = m) con una forza F' = + |F|, imprimendogli un'accelerazione a'

il libro esercita su di me (M) una forza F'' = -|F| dandomi accelerazione a'' con direzione contraria

 

quindi, la forza F1 applicata da me sul libro vale

F' = ma'

la forza esercitata dal libro su di me è 

F'' = Ma''

 

lasciando perdere i segni e contando solo i moduli: 

 

F' = F'' -->  ma' = Ma''  

 

visto che  m << M, per avere F' = F'', devo avere a' >> a'' --> il libro si muove o non c'è modo di eguagliare la mia forza F' 

 

va bene così oppure non mi sono spiegata? (non sono ferratissima in fisica, purtroppo, e non sono neppure granché come maestra :P)


Ok, con azula ho mezzo capito, però:
A questo punto, noi con la mano spingiamo,, ma, essendo uguale e contraria la forza "di risposta", dovrebbe essere come se non lo facessimo.
Inoltre non ho en capito cosa c' entrano la forza g e l' inerzia, anzi, entrambi dovrebbero anche rafforzare il fatto che la piuma non si dovrebbe muovere
EDIT:ho visto l' esempio di Black:
Funziona solo sui corpi statici? Allora perché se prendo un cubo, esso si sposta?
Comunque l' enunciato l' ho preso dal libro di scienze (studiato da poco)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non mi intendo molto di fisica ma penso che il punto sia questo, detto in parole povere, devi calcolare che se te imprimi una forza su una piuma, quella esercita su di te una forza uguale e contraria, questo dice il principio della dinamica, ma è anche ovvio che la la piuma si sposta ma te no perchè avete masse differenti, questo perchè te con la tua spinta fai si che la forza che imprimi superi la forza che invece la piuma esercita a terra e che cominci a muoversi, la piuma esercita la stessa forza contro di te ma ovviamente la tua massa è maggiore e quindi non vince la forza che ti tiene ancorato a terra, ergo la piuma si muove e te no. La forza uguale e contraria risultante è applicata su di te, non sulla piuma, non so se è chiaro, è interazione tra due corpi.

Correggetemi se sbaglio, perchè so poco di fisica ma questo mi sembra semplice.

 

Ha assolutamente ragione, senza farsi strane pippe sulla forza di gravità, attrito, cazzi e mazzi, si tratta di due forze differenti applicate a due oggetti differenti, di conseguenza non si possono sommare.

Fine

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Credo di aver capito:

Io imprimo un forza su un libro, ed esso avrà un' accelerazione se tale forza è abbastanza potente da poter superare la forza d' inerzia, d' attrito e la forza g.

Invece, il libro eserciterà sul mio dito una forza uguale, ma contraria, di conseguenza, dato che per spostare il libro ci vuole meno forza che per spostare il mio dito, quest' ultimo no subirà nessun cambiamento di stato.

Giusto?

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Credo di aver capito:

Io imprimo un forza su un libro, ed esso avrà un' accelerazione se tale forza è abbastanza potente da poter superare la forza d' inerzia, d' attrito e la forza g.

Invece, il libro eserciterà sul mio dito una forza uguale, ma contraria, di conseguenza, dato che per spostare il libro ci vuole meno forza che per spostare il mio dito, quest' ultimo no subirà nessun cambiamento di stato.

Giusto?

Se vuoi fare esempi specifici, falli bene.

Hai un libro appoggiato su un tavolo, su di esso non agisce nessuna forza. Lo spingi con un dito, affinché tu possa imprimere ad esso un'accelerazione, devi imprimere una forza superiore all'attrito statico presente tra il tavolo e il libro. La stessa forza respingerà il tuo dito all'indietro, ma, essendo il dito attaccato al resto del corpo, vincolato a terra per la gravità, la forza esercitata dal libro sul tuo dito non sarà mai abbastanza per poter muovere all'indietro il tuo dito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se vuoi fare esempi specifici, falli bene.

Hai un libro appoggiato su un tavolo, su di esso non agisce nessuna forza. Lo spingi con un dito, affinché tu possa imprimere ad esso un'accelerazione, devi imprimere una forza superiore all'attrito statico presente tra il tavolo e il libro. La stessa forza respingerà il tuo dito all'indietro, ma, essendo il dito attaccato al resto del corpo, vincolato a terra per la gravità, la forza esercitata dal libro sul tuo dito non sarà mai abbastanza per poter muovere all'indietro il tuo dito.

Ok.

Ringrazio a tutti per avermi aiutato :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per partecipare alla discussione

 

Crea un account

Registra un nuovo account sul forum. È facile e veloce.


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina.