Devil93™

The Revenge Topic

13 risposte in questa discussione

Apro questo topic, per dare una valvola di sfogo a tutti quelli che subiscono ingiustizie e giustamente si vendicano in modo più o meno discutibile.

Appena venti minuti fa, vado in posta per fare una raccomandata e trovo chiuso. Mi sembra strano dato che la posta chiudeva alle 14.00 ed erano le 13.50. Dunque inizio a bussare dato che vedevo una signora dietro al classico vetro. La tipa mi guarda e si rimette a testa bassa a fare qualcosa che non riuscivo a vedere dalla mia posizione. A quel punto inizio a bussare più forte, agitandomi e sbracciandomi, con la gente in strada che mi guardava malissimo (oltre al classico vecchio che si ferma in mezzo alla strada con le mani dietro la schiena a farsi i cazzi degli altri). A quel punto la signora si alza e mi fa segno che le poste sono chiuse. Io tento di dirle che in effetti mancavano ancora 5 minuti e che dovevo fare una cosa veloce, al che la bagascia si incazza ed inizia ad urlarmi contro di andare perchè erano chiusi e non c'era tempo. A quel punto vedo che tiene in mano una lametta per le unghie e, preso dal nervoso, le faccio gesto che invece di farsi la manicure potrebbe benissimo degnarmi quei 5 minuti che mi servivano. Lei tutta incazzosa continua ad agitarsi ed a urlare. A quel punto arriva un ragazzo più o meno della mia stessa età che evidentemente doveva fare una commissione anche lui dato che aveva un plico in mano. Gli spiego la situazione e lui, per tutta risposta, si mette ad insultare pesantemente la bagascia dietro al vetro. Lei inizialmente rimane un pò sorpresa ma poi inizia a gridare nuovamente e lancia la lametta per le unghie dalla sua postazione contro la porta chiusa. A quel punto non ci ho visto più, ho iniziato a sputargli contro il vetro della porta e a prenderlo a calci, bestemmiando in tutti i modi possibili e immaginabili gridando alla bagascia che se veniva fuori gliela facevo io la manicure a suon di sberle e calci sui denti, il tutto con la collaborazione di sto tipo che evidentemente ci aveva preso gusto come me. Fatto questo me ne sono andato, salutando e ringraziando sto ragazzo per il supporto, con alle spalle sta stronza che si era visibilmente cagata addosso.

Spero di averglielo rotto il vetro a quella stronza.

Piace a 3 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Spera invece che non ci siano le telecamere e che non ti identifichino... (che poi le poste facciano pena è un dato di fatto: oramai faccio tutto online, fanculo gli sportelli).

Ah, non per difenderli a tutti i costi eh, ma se loro hanno del lavoro in arretrato, riducono o troncano gli sportelli al pubblico, perché certi inoltri hanno la precedenza su tutto...

Piace a 3 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

D:

 

L'altro ieri io e altri ragazzi stavamo facendo un gioco che consisteva nell'andare in giro per la città per cercare cartelloni sparsi in posti famosi per la cultura locale con lo scopo di accumulare più punti possibili, dovevamo prendere l'autobus e, nonostante fossimo nel punto giusto, l'autista di merda si era fermato molto prima della fermata prevista e poi è andato avanti agitando l'indice come per dire "no" violando i nostri diritti ç_ç

 

Meno male che conoscevo una fermata vicina e siamo riusciti lo stesso a prendere l'autobus, farlo valeva 10 punti :3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E la vendetta? :)

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

1. Hai tutta la mia stima per aver aperto questo Topic, sei un grande. *high five*

2. L'odio per le poste è direttamente proporzionale al mio amore per Naruto.

 

And now it's my turn!

 

Arriva sempre, nella vita di una persona, quel momento in cui la voglia di prendere a badilate qualcuno supera la razionalità. Spiego bene la situazione:

Quest'anno ho frequentato il quarto anno, e io non amo molto la scuola... diciamo che la vedo come un peso, più che altro nel senso dell'istituto in se, nel senso che abitando in un paesino sperduto il viaggio da e per scuola, unito alla mia insonnia e al mio profondo rapporto con Trenitalia e Cotral, mi devasta al punto da farmi odiare la scuola e a vedere tutto come un peso. Insomma, tornare a casa alle 15.30 è pesante. Ma non è questo il problema. Aggiungete a tutto ciò elencato precedentemente lo studio. Ok, ammetto di avere una capacità di apprendimento molto elevata (non so se si dice esattamente così), a parte con un paio di materie che sono la mia croce, ma non è semplice far quadrare tutto, capita che a volte mi ammazzo per finire di studiare entro le 23 e a volte devo anche rinunciare a qualcosa (alla faccia degli studenti di liceo che dicono che i tecnici non fanno niente >.>).

Ora che sapete anche quante volte vado al bagno, inizia la storia vera e propria.

Quella sopra è la mia giornata, le persone che vengono in classe con me escono da scuola alle 14.00 e con dieci minuti di macchina o venti di autobus sono a casa e non fanno niente dalla mattina alla sera, perchè tanto 'basta studiare ad aprile e maggio'. Dopo il primo quadrimestre abbiamo avuto gli stage fino alla seconda settimana di febbraio. I tre quarti della classe avevano più di un recupero da affrontare ENTRO il 30 aprile. Ecco, solo due o tre persone l'hanno fatto (siamo 24), tutti gli altri sono arrivati a fine maggio... uno addirittura il 5 di giugno. 

Indovinate un po'? Molti di loro non hanno avuto nemmeno il debito! Ma allora perché studiare tutto l'anno se basta fare così per essere promossi? Che cosa profondamente triste, ogni anno la stessa storia.

E tra parentesi, raccontare i propri problemi ai professori per farsi alzare i voti non ti rende più figa di me che non li racconto al mondo intero.

 

La mia vendetta si compirà l'anno prossimo all'esame, col cazzo che vi do le risposte :D

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Spera invece che non ci siano le telecamere e che non ti identifichino... (che poi le poste facciano pena è un dato di fatto: oramai faccio tutto online, fanculo gli sportelli).

Ah, non per difenderli a tutti i costi eh, ma se loro hanno del lavoro in arretrato, riducono o troncano gli sportelli al pubblico, perché certi inoltri hanno la precedenza su tutto...

 

Vabbè, al limite mi faccio qualche giorno in carcere, vi scriverò da li :P

 

E la vendetta? :)

 

Come minimo avrebbe dovuto prendere un taxi gridando "SEGUA QUELL'AUTOBUS!!!" e sfanculargli la fiancata

Piace a 3 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

E' una bella lotta per stabilire cosa sia più ridicolo tra il vantarsi d'un atto di vandalismo e l'ammazzarsi di studio alle scuole superiori.

Modificato da Manaminik-san
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E' una bella lotta per stabilire cosa sia più ridicolo tra il vantarsi d'un atto di vandalismo e l'ammazzarsi di studio alle scuole superiori.

 

Evidentemente non sei una persona competitiva quanto lo sono io.

Beh, punti di vista.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

@ Darkrai: Ecco, hai avuto un assaggio della vita reale: troverai sempre persone che fanno la metà e ottengono tanto quanto chi fa il doppio.

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Stupidamente ho sperato fosse un topic su Revenge.

Tsk.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E la vendetta? :)

Oh... l'abbiamo insultato  ^_^;

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Più che vendetta, quella che vi sto per raccontare la definirei "giustizia". Ma il thread adatto resta questo.

 

Per chi ancora non lo sapesse, studio Geologia, triennale, terzo anno.

 

Premessa:

Allora: all'università abbiamo seguito tre corsi questo semestre, di cui due di 10 crediti complessivi, un carico di studi relativamente pesante, e proprio per questo motivo la professoressa di uno dei due corsi da anni fa delle prove intercorso per permettere alla maggioranza di ottenere l'esame senza dover studiare libroni da 500 pagine tutti in una sola volta. In particolare, questo esame consisteva in 4 prove intercorso (scritte e pratiche - con la cartografia), due escursioni obbligatorie e due relazioni da affiancare a queste con annesso powerpoint, da fare in gruppi da 4 o 5. Abbiamo fatto le due escursioni il 16 ed il 30 Maggio, avremmo dovuto presentare le relazioni Mercoledì 12 Giugno, appena (il 9 Giugno) ritornati da sette giorni di escursione: per farla breve avevamo 4 giorni (31 Maggio e 1, 10 e 11 Giugno) per fare quattro sezioni geologiche, due colonne stratigrafiche, la carta geologica di entrambi i posti nel quale avevamo fatto escursioni, il powerpoint e infine per organizzarci il discorso, e questo soltanto perché ci eravamo anticipati buona parte del lavoro della prima escursione (altre tre sezioni con tre colonne stratigrafiche). L'11 Giugno, di mattina, ultimo giorno di lezione nonché ultimo giorno utile per fare la relazione, il rappresentante di un gruppo chiede di poter spostare il giorno dell'esposizione orale della relazione e la professoressa glielo concede, anche perché per questioni di tempo non tutti avremmo potuto discutere il powerpoint il giorno dopo: avrebbero potuto presentare la relazione il Lunedì successivo; noi però avendo quasi finito il nostro decidiamo lo stesso di proseguire e farlo il giorno dopo, anche perché molti di noi avevano dovuto fare i salti mortali per liberarsi quei 4 giorni (tra chi è rimasto sveglio fino alle 2 per lavorare ininterrottamente al powerpoint dalla mattina a chi ha dovuto chiamare una baby sitter per non far stare da solo il figlio).

 

(Mis)fatto:

Inevitabilmente la mattina del 12 avevamo appena avuto modo di leggere il nostro powerpoint finito e ci siamo divisi le parti da discutere un po' a caso (eravamo 5 nel gruppo). L'esposizione va bene, ma comunque presentava errori - perché essendo tra i primi e avendo lavorato da soli, qualcuno ne scappa sempre - e... il "rappresentante" dell'altro gruppo registra la nostra intera esposizione e il powerpoint con una videocamera da casco (...). Al momento ci scherziamo su e la prendiamo a ridere, ci eravamo appena levati un peso di dosso ed eravamo semplicemente felici. Tornati a casa, questa stessa persona incomincia a chiedere a tutti su facebook se gli potevamo passare il nostro lavoro, sostenendo di aver parlato con gli altri e dicendo che fossero tutti d'accordo (ma mettendo nel discorso anche frasi come "io non c'ero e non abbiamo foto e non so un cacchio..." e "nel gruppo tranne ******* nessuno ha voglia di fare nulla..."): un membro del nostro gruppo "ci casca" e cede tutto al "rappresentante". Si scatena il putiferio, ma restiamo sulla linea di "se vediamo qualcosa che abbiamo fatto NOI nella loro presentazione, lo saprà il mondo".

Decidiamo dunque di presentarci in gruppo alla loro esposizione (eravamo esenti, avendola già fatta e soprattutto avendo la quarta ed ultima prova proprio il giorno dopo) e ci mettiamo al primo banco proprio per vedere e sentire meglio, oltre che per far sentire a loro e alla professoressa eventuali commenti. Si presentano in 7 (il limite massimo per ogni gruppo era 5). Sin dalle prime diapositive è evidente che il loro non è nient'altro che una modifica del nostro lavoro, senza le parti più importanti e con tutti i nostri errori, lì ancora più marcati. Le sezioni erano esattamente le nostre, semplicemente ricolorate, ogni volta che ne proiettavano una dal primo banco si levava un coro di risate. Inutile dire che la professoressa si è accorta dal primo istante che era tutto stracopiato.

 

Giustizia:

Al "nostro" ennesimo errore non corretto ce ne usciamo tutti insieme, sussurrando alla professoressa "ridicoli". Il giorno dopo facciamo la quarta ed ultima prova e al termine della giornata uno del nostro gruppo raccoglie tutto il materiale che avremmo dovuto consegnare prima della data d'esame (25 Gugno) e lo porta alla professoressa, sottolineando di sua spontanea volontà che il powerpoint era stato tutto copiato e che era stato ottenuto con l'inganno. Ieri mattina sono usciti i risultati dell'ultima prova ed annessi i risultati definitivi. La professoressa ha aumentato le medie di tutti di un punto (c'è stato chi, con la media del 24 ha avuto addirittura 26).. tranne di quei 7. Che sono anche stati penalizzatissimi dall'ultima prova (secondo me non a caso). Risultato: noi cinque abbiamo avuto 30 (cinque 30 su sei in totale nel nostro gruppo :) ) - avevamo medie comprese tra 28.25 e 29.1 - e loro

Due 18

Due 19

Un bocciato

Un 24

Un 27

 

Non sapete quant'è bello essere complici con una professoressa  :P

Piace a 7 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

@ Darkrai: Ecco, hai avuto un assaggio della vita reale: troverai sempre persone che fanno la metà e ottengono tanto quanto chi fa il doppio.

 

Il motivo per cui avevo aperto questo topic.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per partecipare alla discussione

 

Crea un account

Registra un nuovo account sul forum. È facile e veloce.


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina.