Jenny

Le avventure di Graticola

186 risposte in questa discussione

(modificato)

la mia storia, che emozione!!! :love:
inanzitutto questa storia parla di una piccola Dratini di nome Graticola (il nome è di un dratini che mi ha scambiato mio padre) che racconta delle sue avventure nella scuola elementare dei pokèmon...Ovviamente succederanno un sacco di cose che Graticola dovrà affrontare
------------------------------------------------------------------------------
Capitoli:
1: Mi presento...
2: La scuola...
3: il primo giorno di scuola...
4: La vera figlia di Tornado e Scilla...
5: Mistery Mistero...

6: quando tutto non ha più un senso entra la vendetta...

7: L’astuzia non è da tutti...

8: La festa di una fine innata nell’autostima...

9: L’insicurezza di una persona può essere malvagità...

10: La magia del perdono...

11: gentile o spietato? il contrario è imprevedibile!...

12: Argentum, il mio migliore amico...

13: la missione di Graticola...

14: la vittoria è bella quando sai che hai salvato il tuo migliore amico…

15: Senza Argentum…

16: Herdy, Herylia e Osirise...

17: Crisi di identità...

18: L’antenato ed il Discente...

19: Sua altezza il Dragorosso...

20: Rabbia, terrore, dolore ed in fine…stupore...

21: Un’opinione diversa, che provoca guerra e morte...

22:Non preoccuparti del tempo! Vai Graticola! Vinci!

------------------------------------------------------------------------------

Capitolo 1: Mi presento….

Ciao a tutti, mi chiamo Graticola, sono al livello 5 e non sono shiny (purtroppo) e sto per andare alla scuola elementare “Dratini becomes Dragonair” è come la scuola elementare umana solo che nella scuola umana voi imparate materie e in quella per Pokèmon noi lottiamo tutto il giorno cercando di imparare nuove mosse fortissime e arrivati al livello 20 lottiamo con i propri compagni cercando di arrivare sani al livello 30, dove poi ci evolveremo in Dragonair! Il mio sogno è di diventare la Dragonite più forte del mondo, come i miei genitori e come mia sorella Noel, che sta lottando per essere una Dragonite! La scuola dove sto per andare è la scuola più prestigiosa di tutto il mondo Pokémon, mio padre si chiama Momò e mia madre Viola, ambedue sono fortissimi, sono di fama internazionale e questo anno potranno raggiungere la fama mondiale!
Sono molto emozionata per il primo giorno di scuola, non vedo l’ora di farmi nuovi amici e di conoscere i Dragonite che insegneranno!
Arrivata davanti al cancellone cominciai a tremare e mio padre mi disse con dolcezza –sei emozionata Graticola vero? Coraggio, sarai bravissima, una delle migliori!- queste parole mi dettero molto orgoglio, ero emozionatissima!!!! Continuando a tremare risposi –grazie papà, so che ce l’ha posso fare, dentro ho il sangue dei due migliori Dragonite del mondo, tu e la mamma!!!- e mio papà con la sua ala robusta mi accarezzò leggermente la testa e mi disse –tra poco apriranno il cancello piccola mia, quando lo apriranno entra e fai la brava, vedrai che conoscerai tanti nuovi amici e con loro ti allenerai e salirai al livello prestabilito del primo anno!- ed io perplessa gli chiesi –quale deve essere il livello prestabilito?- ero troppo curiosa, ma, mio padre facendomi l’occhiolino mi rispose –rimarrà un segreto fino alla fine del primo anno. So che sei curiosa, ma Arceus, il creatore di tutti noi lo vieta severamente!- ad un tratto si aprì il cancello, io ero incantata a fissare la scuola come una statua, mi accorsi che dovevo andare solo quando mio padre mi disse dolcemente –vai Graticola, devi entrare a scuola, finito il primo giorno ti passerà a prendere la mamma. Ora va, e passa una nuova giornata insieme ai tuoi nuovi amici!!- ed io mentre mi avviavo dentro la scuola mi girai e gli urlai euforica –ci vediamo dopo papà!!- ed il cancello si chiuse definitivamente, il mio primo giorno di scuola finalmente era cominciato...

come vi sembra il primo capitolo? ^^

Modificato da Jenny
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

bellissima storia!|!!!!!!!! ^^ ^^ ^^ ^^ ^^ ^^

Modificato da gallerinluca
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

grazie, è la prima storia ^^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ed hai fatto un ottimo lavoro!!!!!!!

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ci sono delle ripetizioni, cerca di evitare.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

hai ragione, grazie Frappuccina ^^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

la mia storia, che emozione!!! :love:

inanzitutto questa storia parla di una piccola Dratini di nome Graticola (il nome è di un dratini che mi ha scambiato mio padre) che racconta delle sue avventure nella scuola elementare dei pokèmon...Ovviamente succederanno un sacco di cose che Graticola dovrà affrontare

------------------------------------------------------------------------------

Capitoli:

1: Mi presento...

------------------------------------------------------------------------------

Capitolo 1: Mi presento….

Ciao a tutti, mi chiamo Graticola, sono al livello 5 e non sono shiny (purtroppo) e sto per andare alla scuola elementare “Dratini becomes Dragonair” è come la scuola elementare umana solo che nella scuola umana voi imparate materie e in quella per Pokèmon noi lottiamo tutto il giorno cercando di imparare nuove mosse fortissime e arrivati al livello 20 lottiamo con i propri compagni cercando di arrivare sani al livello 30, dove poi ci evolveremo in Dragonair! Il mio sogno è di diventare la Dragonite più forte del mondo, come i miei genitori e come mia sorella Noel, che sta lottando per essere una Dragonite! La scuola dove sto per andare è la scuola più prestigiosa di tutto il mondo Pokémon, mio padre si chiama Momò e mia madre Viola, ambedue sono fortissimi, sono di fama internazionale e questo anno potranno raggiungere la fama mondiale!

Sono molto emozionata per il primo giorno di scuola, non vedo l’ora di farmi nuovi amici e di conoscere i Dragonite che insegneranno!

Arrivata davanti al cancellone cominciai a tremare e mio padre mi disse con dolcezza –sei emozionata Graticola vero? Coraggio, sarai bravissima, una delle migliori!- queste parole mi dettero molto orgoglio, ero emozionatissima!!!! Continuando a tremare risposi –grazie papà, so che ce l’ha posso fare, dentro ho il sangue dei due migliori Dragonite del mondo, tu e la mamma!!!- e mio papà con la sua ala robusta mi accarezzò leggermente la testa e mi disse –tra poco apriranno il cancello piccola mia, quando lo apriranno entra e fai la brava, vedrai che conoscerai tanti nuovi amici e con loro ti allenerai e salirai al livello prestabilito del primo anno!- ed io perplessa gli chiesi –quale deve essere il livello prestabilito?- ero troppo curiosa, ma, mio padre facendomi l’occhiolino mi rispose –rimarrà un segreto fino alla fine del primo anno. So che sei curiosa, ma Arceus, il creatore di tutti noi lo vieta severamente!- ad un tratto si aprì il cancello, io ero incantata a fissare la scuola come una statua, mi accorsi che dovevo andare solo quando mio padre mi disse dolcemente –vai Graticola, devi entrare a scuola, finito il primo giorno ti passerà a prendere la mamma. Ora va, e passa una nuova giornata insieme ai tuoi nuovi amici!!- ed io mentre mi avviavo dentro la scuola mi girai e gli urlai euforica –ci vediamo dopo papà!!- ed il cancello si chiuse definitivamente, il mio primo giorno di scuola finalmente era cominciato...

come vi sembra il primo capitolo? ^^

bel capitolo, non vedo l'ora di vedere come proseguirà questa storia

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

grazie ^^

adesso sto preparando il secondo capitolo, spero che vi piaccia ^^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

la mia storia, che emozione!!! :love:

inanzitutto questa storia parla di una piccola Dratini di nome Graticola (il nome è di un dratini che mi ha scambiato mio padre) che racconta delle sue avventure nella scuola elementare dei pokèmon...Ovviamente succederanno un sacco di cose che Graticola dovrà affrontare

------------------------------------------------------------------------------

Capitoli:

1: Mi presento...

------------------------------------------------------------------------------

Capitolo 1: Mi presento….

Ciao a tutti, mi chiamo Graticola, sono al livello 5 e non sono shiny (purtroppo) e sto per andare alla scuola elementare “Dratini becomes Dragonair” è come la scuola elementare umana solo che nella scuola umana voi imparate materie e in quella per Pokèmon noi lottiamo tutto il giorno cercando di imparare nuove mosse fortissime e arrivati al livello 20 lottiamo con i propri compagni cercando di arrivare sani al livello 30, dove poi ci evolveremo in Dragonair! Il mio sogno è di diventare la Dragonite più forte del mondo, come i miei genitori e come mia sorella Noel, che sta lottando per essere una Dragonite! La scuola dove sto per andare è la scuola più prestigiosa di tutto il mondo Pokémon, mio padre si chiama Momò e mia madre Viola, ambedue sono fortissimi, sono di fama internazionale e questo anno potranno raggiungere la fama mondiale!

Sono molto emozionata per il primo giorno di scuola, non vedo l’ora di farmi nuovi amici e di conoscere i Dragonite che insegneranno!

Arrivata davanti al cancellone cominciai a tremare e mio padre mi disse con dolcezza –sei emozionata Graticola vero? Coraggio, sarai bravissima, una delle migliori!- queste parole mi dettero molto orgoglio, ero emozionatissima!!!! Continuando a tremare risposi –grazie papà, so che ce l’ha posso fare, dentro ho il sangue dei due migliori Dragonite del mondo, tu e la mamma!!!- e mio papà con la sua ala robusta mi accarezzò leggermente la testa e mi disse –tra poco apriranno il cancello piccola mia, quando lo apriranno entra e fai la brava, vedrai che conoscerai tanti nuovi amici e con loro ti allenerai e salirai al livello prestabilito del primo anno!- ed io perplessa gli chiesi –quale deve essere il livello prestabilito?- ero troppo curiosa, ma, mio padre facendomi l’occhiolino mi rispose –rimarrà un segreto fino alla fine del primo anno. So che sei curiosa, ma Arceus, il creatore di tutti noi lo vieta severamente!- ad un tratto si aprì il cancello, io ero incantata a fissare la scuola come una statua, mi accorsi che dovevo andare solo quando mio padre mi disse dolcemente –vai Graticola, devi entrare a scuola, finito il primo giorno ti passerà a prendere la mamma. Ora va, e passa una nuova giornata insieme ai tuoi nuovi amici!!- ed io mentre mi avviavo dentro la scuola mi girai e gli urlai euforica –ci vediamo dopo papà!!- ed il cancello si chiuse definitivamente, il mio primo giorno di scuola finalmente era cominciato...

come vi sembra il primo capitolo? ^^

Voglio il secondo capitolo XD . Veramante bello ;)

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Uhm, l'idea è originale, e mi pare proprio un bell'inizio.

Potrebbe venirne fuori un capolavoro.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

Grazie mille a tutti ^^ ^^ ^^ ^^

Uhm, l'idea è originale, e mi pare proprio un bell'inizio.

Potrebbe venirne fuori un capolavoro.

sicuramente non sarà meglio della tua ;))

Modificato da Jenny

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

nuovo capitolo! :clap:

Capitolo 2: La scuola

Mentre io e gli altri Dratini ci avviammo dentro la scuola mi riempivo la mente di domande che mi fecero andare in ansia: in che classe devo andare? Dove si trova la mia classe? Sono l’unica a farmi queste domande? Se sono l’unica, chi devo seguire? continuai a tormentarmi e a spaventarmi quando mi accorsi che ci eravamo fermati e che ci trovavamo tutti davanti ad una grande sala con almeno più di 200 posti e con un palcoscenico gigantesco, alcuni Dragonite non shiny ci dissero di andare a sederci in uno dei posti ed ascoltare esattamente quello che diceva la preside, tutti facemmo così, io cercavo un posto affollato in modo di fare nuove amicizie, anche se non sapevo se sarebbero stati i miei compagni di classe. Improvvisamente una Dragonite shiny seguita da altri Dragonite normali andarono sul palcoscenico e la Dragonite colorata disse –Buongiorno a tutti miei cari Dratini , sono Madame Dragone, la preside della scuola elementare più prestigiosa del mondo “Dratini becomes Dragonair”-, tutti noi applaudimmo e Madame Dragone continuò -come sapete in questa scuola imparerete a lottare e vi evolverete in maestosi Dragonair, ma questo solo con impegno e studio! Ed ora l’insegnante Mr. Walker pronuncerà il nome delle classi, ascoltate attentamente perché non lo ripeterà! Quando sentirete pronunciare il vostro nome alzatevi- e detto questo Mr. Walker cominciò a pronunciare il nome di tanti Dratini, io emozionata ascoltavo e attendevo che quel Dragonite pronunciasse il mio nome. Ad un tratto si fermò e la preside disse –questi sono i Dratini della classe 1°A. La classe è pregata di seguire la maestra Madame Cassetto!- sentii alcuni Dratini vicino a me cominciare a ridere e dire –secondo me Madame cassetto usa la sua bocca come un cassetto!- e gli altri ridere a crepapelle senza farsi sentire, volevo dirgliene di tutti i colori ma il maestro aveva ricominciato a dire nomi a perdifiato, disse il nomi di altre cinque classi (1°B, 1°C, 1°D, 1°E, 1°F) ed ancora non avevo sentito il mio nome!!! Dopo ancora una classe (1°G, dove ovviamente non avevo sentito il mio nome) sentii Madame Dragone dire che questa era l’ultima classe (la 1°H). A queste parole cominciai ad avere brividi su tutto il corpo: se l’insegnante non avrebbe detto il mio nome in questo elenco allora potevo dire addio ad una bella entrata a scuola!!!

Stavo cominciando a sudare quando poi sentii finalmente il nome “Graticola” e mi alzai tirando un sospiro di sollievo senza farmi notare. Mi guardai un po’ in giro e vidi dieci posti più in là una Dratini shiny!!!! Era già alzata, non sapevo come si potesse chiamare, ma di certo io volevo fare amicizia con lei all’istante!!!!! Quando il maestro ebbe finito noi dovemmo seguire una Dragonite che si chiamava Madame Goccia. Arrivati mi venne un colpo, vidi la mia classe come uno splendore!!! E quella sarebbe stata la mia classe per un anno o forse più!!!

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

nuovo capitolo! :clap:

Capitolo 2: La scuola

Mentre io e gli altri Dratini ci avviammo dentro la scuola mi riempivo la mente di domande che mi fecero andare in ansia: in che classe devo andare? Dove si trova la mia classe? Sono l’unica a farmi queste domande? Se sono l’unica, chi devo seguire? continuai a tormentarmi e a spaventarmi quando mi accorsi che ci eravamo fermati e che ci trovavamo tutti davanti ad una grande sala con almeno più di 200 posti e con un palcoscenico gigantesco, alcuni Dragonite non shiny ci dissero di andare a sederci in uno dei posti ed ascoltare esattamente quello che diceva la preside, tutti facemmo così, io cercavo un posto affollato in modo di fare nuove amicizie, anche se non sapevo se sarebbero stati i miei compagni di classe. Improvvisamente una Dragonite shiny seguita da altri Dragonite normali andarono sul palcoscenico e la Dragonite colorata disse –Buongiorno a tutti miei cari Dratini , sono Madame Dragone, la preside della scuola elementare più prestigiosa del mondo “Dratini becomes Dragonair”-, tutti noi applaudimmo e Madame Dragone continuò -come sapete in questa scuola imparerete a lottare e vi evolverete in maestosi Dragonair, ma questo solo con impegno e studio! Ed ora l’insegnante Mr. Walker pronuncerà il nome delle classi, ascoltate attentamente perché non lo ripeterà! Quando sentirete pronunciare il vostro nome alzatevi- e detto questo Mr. Walker cominciò a pronunciare il nome di tanti Dratini, io emozionata ascoltavo e attendevo che quel Dragonite pronunciasse il mio nome. Ad un tratto si fermò e la preside disse –questi sono i Dratini della classe 1°A. La classe è pregata di seguire la maestra Madame Cassetto!- sentii alcuni Dratini vicino a me cominciare a ridere e dire –secondo me Madame cassetto usa la sua bocca come un cassetto!- e gli altri ridere a crepapelle senza farsi sentire, volevo dirgliene di tutti i colori ma il maestro aveva ricominciato a dire nomi a perdifiato, disse il nomi di altre cinque classi (1°B, 1°C, 1°D, 1°E, 1°F) ed ancora non avevo sentito il mio nome!!! Dopo ancora una classe (1°G, dove ovviamente non avevo sentito il mio nome) sentii Madame Dragone dire che questa era l’ultima classe (la 1°H). A queste parole cominciai ad avere brividi su tutto il corpo: se l’insegnante non avrebbe detto il mio nome in questo elenco allora potevo dire addio ad una bella entrata a scuola!!!

Stavo cominciando a sudare quando poi sentii finalmente il nome “Graticola” e mi alzai tirando un sospiro di sollievo senza farmi notare. Mi guardai un po’ in giro e vidi dieci posti più in là una Dratini shiny!!!! Era già alzata, non sapevo come si potesse chiamare, ma di certo io volevo fare amicizia con lei all’istante!!!!! Quando il maestro ebbe finito noi dovemmo seguire una Dragonite che si chiamava Madame Goccia. Arrivati mi venne un colpo, vidi la mia classe come uno splendore!!! E quella sarebbe stata la mia classe per un anno o forse più!!!

magnifico!!!!!!

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie ^^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie ^^

prg :) :)

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Capitolo 3: il primo giorno di scuola

Mentre stavo godendo della bellezza della mia classe un Dratini spazientito mi disse –Vai avanti, se no non entriamo!!!!!!-, imbarazzata gli chiesi scusa e mi sedetti in un posto a caso, quando mi accorsi che volevo sedermi dopo la Dratini shiny in modo di stare vicino a lei e che invece mi ero seduta prima di lei ed in un posto qualsiasi mi rimproverai pensando –Brava Graticola, non solo hai fatto la figura della bella statuina ma ti sei rovinata il desiderio di conoscere qualcuno!!!! Devi fare più attenzione!!!-, pensai che era tutto perduto quando vidi la Dratini shiny sedersi dietro di me. Per la gioia volevo urlare a squarciagola ma mi limitai a tenermi il mio stato di letizia per me. Mentre assaporavo il profumo della felicità una Dratini mi chiese –Scusa, posso sedermi vicino a te?- parlava ad un volume pari a 1 (se facciamo da 0 a 10), le risposi di sì e le chiesi il nome perché comunque anche se sussurrava invece che parlare come una normale creatura era pur sempre un Pokémon con cui poter fare amicizia. Timidamente mi bisbigliò –Mi chiamo Osiris e tu?- le dissi il mio nome e continuammo a parlare fino a quando la Dratini dietro di me ci prese in giro dicendo –Osiris, come va? È triste non avere qualcuno che non parla pari al tuo volume vero?- la sua compagna di banco disse –Ma Yaka, lo sanno tutti che Osiris sussurra e non parla: i suoi genitori quando era piccola la sgridavano sempre perché parlava male e lei bisbiglia per paura di fare un errore che possano sentire tutti!!!- le due scoppiarono a ridere come due schiocche (in effetti lo erano), automaticamente mi uscirono queste parole –State zitte! Voi non sapete chi sono i miei genitori! Sono i grandi Momò e Viola!- le due scoppiarono a ridere e Yaka disse –i miei invece sono i grandi Tornado e Scilla, loro sono di fama mondiale! Giusto Dax?- e Dax (la compagna di banco di Yaka) annuì ed Yaka continuò –prima di vantarti aspetta che i tuoi superino i miei!!!!!- stavo per ribattere quando Madame Goccia ci disse –Pokémon, è ora di cominciare la lezione, però dato che è il primo giorno di scuola risponderò alle vostre domande. Ma prima, si alzi chi conosce la mossa Dragodanza!- tutti quanti a parte Osiris si alzarono, questo mi dispiaceva per lei, d’altra parte non è facile averla dalla nascita, solo quelli con il padre forte (molto forte) possono impararla, ma la maestra non sembrava sorpresa e chiese chi conosceva la mossa Tuononda ed anche Osiris si alzò e gli feci un sorriso cercando di dirle che non era grave se non conosceva Dragodanza. Madame Goccia ci chiese se conoscevamo le mosse Avvolgibotta e Fulmisguardo e tutti ci alzammo. Finito con le sue domande finalmente potemmo chiedere noi qualcosa e tutti avevamo molto cose da chiedere, uno che si chiamava Argentum chiese se c’era la ricreazione e la maestra annuì ridendo, Osiris le chiese se c’erano delle punizioni e l’insegnante rispose che c’erano, ma che non erano gravi a parte quella dell’espulsione, Dax chiese se dovevamo essere donati a degli umani ma lei scosse la testa. Dopo tutte le domande che chiese la mia classe arrivò il mio turno e chiesi quando si veniva bocciati e Madame Goccia mi disse che si veniva bocciati solo se non si raggiungeva il livello prestabilito, e senza indugi Yaka chiese che livello dovevamo raggiungere e la maestra disse le stesse parole che disse mio papà - rimarrà un segreto fino alla fine del primo anno.-.

Parlammo fino alla fine della giornata quando suonò la campanella e noi potemmo andare a casa. Uscendo vidi mia madre in uno dei suoi miglior sorrisi e mi chiese –come è andato il primo giorno di scuola Graticola?- ed io euforica le risposi –Benissimo, oggi-.

In effetti la giornata più bella di così non poteva essere…

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Capitolo 3: il primo giorno di scuola

Mentre stavo godendo della bellezza della mia classe un Dratini spazientito mi disse –Vai avanti, se no non entriamo!!!!!!-, imbarazzata gli chiesi scusa e mi sedetti in un posto a caso, quando mi accorsi che volevo sedermi dopo la Dratini shiny in modo di stare vicino a lei e che invece mi ero seduta prima di lei ed in un posto qualsiasi mi rimproverai pensando –Brava Graticola, non solo hai fatto la figura della bella statuina ma ti sei rovinata il desiderio di conoscere qualcuno!!!! Devi fare più attenzione!!!-, pensai che era tutto perduto quando vidi la Dratini shiny sedersi dietro di me. Per la gioia volevo urlare a squarciagola ma mi limitai a tenermi il mio stato di letizia per me. Mentre assaporavo il profumo della felicità una Dratini mi chiese –Scusa, posso sedermi vicino a te?- parlava ad un volume pari a 1 (se facciamo da 0 a 10), le risposi di sì e le chiesi il nome perché comunque anche se sussurrava invece che parlare come una normale creatura era pur sempre un Pokémon con cui poter fare amicizia. Timidamente mi bisbigliò –Mi chiamo Osiris e tu?- le dissi il mio nome e continuammo a parlare fino a quando la Dratini dietro di me ci prese in giro dicendo –Osiris, come va? È triste non avere qualcuno che non parla pari al tuo volume vero?- la sua compagna di banco disse –Ma Yaka, lo sanno tutti che Osiris sussurra e non parla: i suoi genitori quando era piccola la sgridavano sempre perché parlava male e lei bisbiglia per paura di fare un errore che possano sentire tutti!!!- le due scoppiarono a ridere come due schiocche (in effetti lo erano), automaticamente mi uscirono queste parole –State zitte! Voi non sapete chi sono i miei genitori! Sono i grandi Momò e Viola!- le due scoppiarono a ridere e Yaka disse –i miei invece sono i grandi Tornado e Scilla, loro sono di fama mondiale! Giusto Dax?- e Dax (la compagna di banco di Yaka) annuì ed Yaka continuò –prima di vantarti aspetta che i tuoi superino i miei!!!!!- stavo per ribattere quando Madame Goccia ci disse –Pokémon, è ora di cominciare la lezione, però dato che è il primo giorno di scuola risponderò alle vostre domande. Ma prima, si alzi chi conosce la mossa Dragodanza!- tutti quanti a parte Osiris si alzarono, questo mi dispiaceva per lei, d’altra parte non è facile averla dalla nascita, solo quelli con il padre forte (molto forte) possono impararla, ma la maestra non sembrava sorpresa e chiese chi conosceva la mossa Tuononda ed anche Osiris si alzò e gli feci un sorriso cercando di dirle che non era grave se non conosceva Dragodanza. Madame Goccia ci chiese se conoscevamo le mosse Avvolgibotta e Fulmisguardo e tutti ci alzammo. Finito con le sue domande finalmente potemmo chiedere noi qualcosa e tutti avevamo molto cose da chiedere, uno che si chiamava Argentum chiese se c’era la ricreazione e la maestra annuì ridendo, Osiris le chiese se c’erano delle punizioni e l’insegnante rispose che c’erano, ma che non erano gravi a parte quella dell’espulsione, Dax chiese se dovevamo essere donati a degli umani ma lei scosse la testa. Dopo tutte le domande che chiese la mia classe arrivò il mio turno e chiesi quando si veniva bocciati e Madame Goccia mi disse che si veniva bocciati solo se non si raggiungeva il livello prestabilito, e senza indugi Yaka chiese che livello dovevamo raggiungere e la maestra disse le stesse parole che disse mio papà - rimarrà un segreto fino alla fine del primo anno.-.

Parlammo fino alla fine della giornata quando suonò la campanella e noi potemmo andare a casa. Uscendo vidi mia madre in uno dei suoi miglior sorrisi e mi chiese –come è andato il primo giorno di scuola Graticola?- ed io euforica le risposi –Benissimo, oggi-.

In effetti la giornata più bella di così non poteva essere…

come nel post sopra

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

nuovo capitolo! :clap:

Capitolo 2: La scuola

Mentre io e gli altri Dratini ci avviammo dentro la scuola mi riempivo la mente di domande che mi fecero andare in ansia: in che classe devo andare? Dove si trova la mia classe? Sono l’unica a farmi queste domande? Se sono l’unica, chi devo seguire? continuai a tormentarmi e a spaventarmi quando mi accorsi che ci eravamo fermati e che ci trovavamo tutti davanti ad una grande sala con almeno più di 200 posti e con un palcoscenico gigantesco, alcuni Dragonite non shiny ci dissero di andare a sederci in uno dei posti ed ascoltare esattamente quello che diceva la preside, tutti facemmo così, io cercavo un posto affollato in modo di fare nuove amicizie, anche se non sapevo se sarebbero stati i miei compagni di classe. Improvvisamente una Dragonite shiny seguita da altri Dragonite normali andarono sul palcoscenico e la Dragonite colorata disse –Buongiorno a tutti miei cari Dratini , sono Madame Dragone, la preside della scuola elementare più prestigiosa del mondo “Dratini becomes Dragonair”-, tutti noi applaudimmo e Madame Dragone continuò -come sapete in questa scuola imparerete a lottare e vi evolverete in maestosi Dragonair, ma questo solo con impegno e studio! Ed ora l’insegnante Mr. Walker pronuncerà il nome delle classi, ascoltate attentamente perché non lo ripeterà! Quando sentirete pronunciare il vostro nome alzatevi- e detto questo Mr. Walker cominciò a pronunciare il nome di tanti Dratini, io emozionata ascoltavo e attendevo che quel Dragonite pronunciasse il mio nome. Ad un tratto si fermò e la preside disse –questi sono i Dratini della classe 1°A. La classe è pregata di seguire la maestra Madame Cassetto!- sentii alcuni Dratini vicino a me cominciare a ridere e dire –secondo me Madame cassetto usa la sua bocca come un cassetto!- e gli altri ridere a crepapelle senza farsi sentire, volevo dirgliene di tutti i colori ma il maestro aveva ricominciato a dire nomi a perdifiato, disse il nomi di altre cinque classi (1°B, 1°C, 1°D, 1°E, 1°F) ed ancora non avevo sentito il mio nome!!! Dopo ancora una classe (1°G, dove ovviamente non avevo sentito il mio nome) sentii Madame Dragone dire che questa era l’ultima classe (la 1°H). A queste parole cominciai ad avere brividi su tutto il corpo: se l’insegnante non avrebbe detto il mio nome in questo elenco allora potevo dire addio ad una bella entrata a scuola!!!

Stavo cominciando a sudare quando poi sentii finalmente il nome “Graticola” e mi alzai tirando un sospiro di sollievo senza farmi notare. Mi guardai un po’ in giro e vidi dieci posti più in là una Dratini shiny!!!! Era già alzata, non sapevo come si potesse chiamare, ma di certo io volevo fare amicizia con lei all’istante!!!!! Quando il maestro ebbe finito noi dovemmo seguire una Dragonite che si chiamava Madame Goccia. Arrivati mi venne un colpo, vidi la mia classe come uno splendore!!! E quella sarebbe stata la mia classe per un anno o forse più!!!

Capitolo 3: il primo giorno di scuola

Mentre stavo godendo della bellezza della mia classe un Dratini spazientito mi disse –Vai avanti, se no non entriamo!!!!!!-, imbarazzata gli chiesi scusa e mi sedetti in un posto a caso, quando mi accorsi che volevo sedermi dopo la Dratini shiny in modo di stare vicino a lei e che invece mi ero seduta prima di lei ed in un posto qualsiasi mi rimproverai pensando –Brava Graticola, non solo hai fatto la figura della bella statuina ma ti sei rovinata il desiderio di conoscere qualcuno!!!! Devi fare più attenzione!!!-, pensai che era tutto perduto quando vidi la Dratini shiny sedersi dietro di me. Per la gioia volevo urlare a squarciagola ma mi limitai a tenermi il mio stato di letizia per me. Mentre assaporavo il profumo della felicità una Dratini mi chiese –Scusa, posso sedermi vicino a te?- parlava ad un volume pari a 1 (se facciamo da 0 a 10), le risposi di sì e le chiesi il nome perché comunque anche se sussurrava invece che parlare come una normale creatura era pur sempre un Pokémon con cui poter fare amicizia. Timidamente mi bisbigliò –Mi chiamo Osiris e tu?- le dissi il mio nome e continuammo a parlare fino a quando la Dratini dietro di me ci prese in giro dicendo –Osiris, come va? È triste non avere qualcuno che non parla pari al tuo volume vero?- la sua compagna di banco disse –Ma Yaka, lo sanno tutti che Osiris sussurra e non parla: i suoi genitori quando era piccola la sgridavano sempre perché parlava male e lei bisbiglia per paura di fare un errore che possano sentire tutti!!!- le due scoppiarono a ridere come due schiocche (in effetti lo erano), automaticamente mi uscirono queste parole –State zitte! Voi non sapete chi sono i miei genitori! Sono i grandi Momò e Viola!- le due scoppiarono a ridere e Yaka disse –i miei invece sono i grandi Tornado e Scilla, loro sono di fama mondiale! Giusto Dax?- e Dax (la compagna di banco di Yaka) annuì ed Yaka continuò –prima di vantarti aspetta che i tuoi superino i miei!!!!!- stavo per ribattere quando Madame Goccia ci disse –Pokémon, è ora di cominciare la lezione, però dato che è il primo giorno di scuola risponderò alle vostre domande. Ma prima, si alzi chi conosce la mossa Dragodanza!- tutti quanti a parte Osiris si alzarono, questo mi dispiaceva per lei, d’altra parte non è facile averla dalla nascita, solo quelli con il padre forte (molto forte) possono impararla, ma la maestra non sembrava sorpresa e chiese chi conosceva la mossa Tuononda ed anche Osiris si alzò e gli feci un sorriso cercando di dirle che non era grave se non conosceva Dragodanza. Madame Goccia ci chiese se conoscevamo le mosse Avvolgibotta e Fulmisguardo e tutti ci alzammo. Finito con le sue domande finalmente potemmo chiedere noi qualcosa e tutti avevamo molto cose da chiedere, uno che si chiamava Argentum chiese se c’era la ricreazione e la maestra annuì ridendo, Osiris le chiese se c’erano delle punizioni e l’insegnante rispose che c’erano, ma che non erano gravi a parte quella dell’espulsione, Dax chiese se dovevamo essere donati a degli umani ma lei scosse la testa. Dopo tutte le domande che chiese la mia classe arrivò il mio turno e chiesi quando si veniva bocciati e Madame Goccia mi disse che si veniva bocciati solo se non si raggiungeva il livello prestabilito, e senza indugi Yaka chiese che livello dovevamo raggiungere e la maestra disse le stesse parole che disse mio papà - rimarrà un segreto fino alla fine del primo anno.-.

Parlammo fino alla fine della giornata quando suonò la campanella e noi potemmo andare a casa. Uscendo vidi mia madre in uno dei suoi miglior sorrisi e mi chiese –come è andato il primo giorno di scuola Graticola?- ed io euforica le risposi –Benissimo, oggi-.

In effetti la giornata più bella di così non poteva essere…

Molto belli ;)
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie mille a tutti! ^^:clap:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Oh gosh, due capitoli in una sola giornata

Molto belli tutti e due, comunque ^^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ma che senso ha quotare millemila righe di un capitolo per poi commentare con "Bello [cit.]"???

Comunque non vedo l'ora di leggere la storia di Yaka, la Dragonite color vomito :3

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

ma che senso ha quotare millemila righe di un capitolo per poi commentare con "Bello [cit.]"???

Comunque non vedo l'ora di leggere la storia di Yaka, la Dragonite color vomito :3

vorrei precisarti che Yaka è di colore rosa, è una dratini shiny :D

e la protagonista è Graticola :love:

Modificato da Jenny

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

io preciso che Dargonite shiny è verde, mentre di solito è arancione. Quidni quando Yaka diventerà Dragonite sarà uno scempio della natura (almeno secondo me, non mi è mai piaciuto Shiny Dragonite)

P.S.: nel primo post ci vorrebbe una faccina tipo questa --> :dnite:

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

la metterò da ora in poi :dnite:

comunque ora sto lavorando al capitolo 4 :dnite:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

nuovo capitolo :dnite:

Capitolo 4: la vera figlia di Tornado e Scilla

La mattina dopo mi accompagnò mia madre e mentre viaggiavamo non finivo mai di parlare di quanto era antipatica Yaka insieme a Dax e di quanto era simpatica e timida la mia amica Osiris.

Mentre continuavo a dare aria alla bocca vidi Osiris che si avviava verso di me, allora la presentai a mia padre; dopo le presentazioni Osiris mi disse –Graticola, non è vero che Yaka ha come genitori Tornado e Scilla, bensì Stolorium e Silviana (due Dragonite shiny di fama cittadina)! Ti ha raccontato una bugia, oggi dobbiamo dirglielo, ti ha pure preso in giro!!!- e mia madre non fece in tempo a dirci di non andarci a litigare che subito io e Osiris corremmo verso il cancello come due saette, quando arrivammo alla nostra destinazione vedemmo mia madre che corse verso di noi, una volta fermata mi disse –adesso non ho tempo di sgridarti, stanno per aprire i cancelli. Graticola, non farlo più e buona scuola, passerà a prenderti papà!-, quando stavo per rispondere i cancelli si aprirono, ed io dovetti limitarmi ad un semplice –ciao mamma!!!-.

In attesa che il nostro maestro di storia arrivasse io e Osiris interrompemmo Yaka mentre parlava dicendo in coro –Yaka, non è vero che i tuoi genitori sono Tornado e Scilla, ma sono Stolorium e Silviana!!!! Sei una bugiarda!!!!-, Yaka furiosa non si scagliò contro di noi, ma contro Dax rintronandola con questa frase –Dax, perché gli hai detto la verità! Tu mi hai sempre usato! Da ora in poi non saremo più compagne di banco!!!!!- a queste parole io e Osiris eravamo perplesse e pensavamo: perché “compagna di banco” e non “amica”? Ma a quanto pare Dax aveva capito fin troppo, tanto che rispose –quindi tu non mi hai mai considerato un’amica!?! Mi hai sempre usata! Anche io come te non voglio più essere la tua “compagna di banco”! I tuoi genitori di fama cittadina riceveranno avvisi dai miei di fama mondiale!!!!- e detto questo arrivò subito un Dragonite shiny e si presentò –buongiorno, sono il vostro insegnante di storia Mr. Mirino- aveva uno sguardo ghiacciante, di sicuro non uno dei più simpatici (come Madame Goccia). Sì sedette e ci guardò con aria lacerante, una volta aver inquietato tutti si fermò a guardare Dax e Yaka, ambedue erano impaurite dal suo sguardo e arrabbiate l’un l’altra quando poi il maestro disse aggrottando le ciglia-oh oh oh! La figlia dei Dragonite Stolorium e Silviana (fama cittadina) vicino alla figlia dei grandi Tornado e Scilla (fama mondiale)!!- poi si girò verso di me e disse –ed abbiamo anche la figlia dei grandi Momò e Viola (fama internazionale). Ci sarà da divertirsi- a me non pareva tanto contento, forse voleva interrogarci sempre, per questo ero preoccupata e quando stavo per chiedergli una cosa Yaka chiese –Maestro, potrei cambiare di banco? Lei mi dà sempre fastidio!!!!- ma Dax rispose brontolando –Io non ho fatto niente, è lei che mi dà fastidio!- e le due cominciarono a bisticciare su chi avesse ragione quando Mr.Mirino tuonò –state zitte! Tu Yaka, come i tuoi genitori, brontolate per tutto!!! Ora va a metterti al posto di lei- stava indicando esattamente Osiris, quindi Yaka doveva stare vicino a me!! Volevo subito urlare al maestro che non ero d’accordo ma sarebbe stato invano. Anzi, peggio, mi sarei presa anche una punizione! Le due cambiarono di posto e dopo avermi guardato Yaka con aria disgustata disse all’insegnante –devo proprio stare vicino a lei?- e lui rispose accennando appena un sorriso malvagio –sì, perché credo che Graticola con l’atra (Osiris) chiaccheri un po’ troppo e che con te stia più zitta- queste parole mi fecero arrabbiare, certo, mi piaceva parlare con Osiris anche se sussurrava e non parlava ma comunque alla lezione di storia sarei stata attenta!!!

-Abbiamo perso troppo tempo in chiacchere, ora facciamo storia. Allora, qualcuno sa chi ha creato noi Pokémon?- Tutti noi ci alzammo (non avendo mani e braccia) e il maestro diede la parola ad Argentum che rispose correttamente (c’era da immaginarselo, tutti lo sanno) ma il maestro aveva un sorriso malvagio in faccia: il brutto non è ancora cominciato!

-E sapete come Arceus ha fatto a crearci?- dopo questa frase nella nostra classe ci fu un silenzio totale quando il maestro fece una risata cattiva e ci disse –è proprio quello che faremo oggi!- continuò –questi sono i vostri libri di storia sulla creazione dei pokèmon- ci distribuì quei libri e cominciammo a leggere le prime pagine (1-2-3-4-5), mi sentivo a disagio, sentivo un odore fortissimo di profumo e solo alla fine della lezione capii che proveniva da Yaka.

Al momento dell’intervallo andai da Osiris e lei mi disse –Graticola, ti va bene se oggi stiamo un po’ con Dax? Povera, Yaka l’ha sempre usata!- le risposi di sì e chiesi gentilmente a Dax il motivo di dire agli altri che Yaka era la figlia dei due grandi dragonite (Tornado e Scilla) e lei mi rispose –quando incontrai Yaka era timida e gentile, un giorno mi disse che tutti la prendevano in giro così per farla felice le risposi che poteva dire alle elementari che lei era la figlia dei miei genitori-

Finita la scuola mio papà mi fece una bella ramanzina su quello che avevo fatto (allontanarmi da mia madre), ma non riuscivo ad ascoltarlo, volevo capire perché Dax le abbia dato il permesso di raccontare una bugia così e perché Yaka era presa in giro: almeno i suoi genitori erano di fama cittadina!

Questo era un bel rompicapo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Che brutto essere "figli di" e non "Se Stessi"...

bel capitolo comunque, anche se manca un po' dappertutto una parte descrittiva

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Hai ragione, grazie :dnite:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

nuovo capitolo! :clap:

Capitolo 2: La scuola

Mentre io e gli altri Dratini ci avviammo dentro la scuola mi riempivo la mente di domande che mi fecero andare in ansia: in che classe devo andare? Dove si trova la mia classe? Sono l’unica a farmi queste domande? Se sono l’unica, chi devo seguire? continuai a tormentarmi e a spaventarmi quando mi accorsi che ci eravamo fermati e che ci trovavamo tutti davanti ad una grande sala con almeno più di 200 posti e con un palcoscenico gigantesco, alcuni Dragonite non shiny ci dissero di andare a sederci in uno dei posti ed ascoltare esattamente quello che diceva la preside, tutti facemmo così, io cercavo un posto affollato in modo di fare nuove amicizie, anche se non sapevo se sarebbero stati i miei compagni di classe. Improvvisamente una Dragonite shiny seguita da altri Dragonite normali andarono sul palcoscenico e la Dragonite colorata disse –Buongiorno a tutti miei cari Dratini , sono Madame Dragone, la preside della scuola elementare più prestigiosa del mondo “Dratini becomes Dragonair”-, tutti noi applaudimmo e Madame Dragone continuò -come sapete in questa scuola imparerete a lottare e vi evolverete in maestosi Dragonair, ma questo solo con impegno e studio! Ed ora l’insegnante Mr. Walker pronuncerà il nome delle classi, ascoltate attentamente perché non lo ripeterà! Quando sentirete pronunciare il vostro nome alzatevi- e detto questo Mr. Walker cominciò a pronunciare il nome di tanti Dratini, io emozionata ascoltavo e attendevo che quel Dragonite pronunciasse il mio nome. Ad un tratto si fermò e la preside disse –questi sono i Dratini della classe 1°A. La classe è pregata di seguire la maestra Madame Cassetto!- sentii alcuni Dratini vicino a me cominciare a ridere e dire –secondo me Madame cassetto usa la sua bocca come un cassetto!- e gli altri ridere a crepapelle senza farsi sentire, volevo dirgliene di tutti i colori ma il maestro aveva ricominciato a dire nomi a perdifiato, disse il nomi di altre cinque classi (1°B, 1°C, 1°D, 1°E, 1°F) ed ancora non avevo sentito il mio nome!!! Dopo ancora una classe (1°G, dove ovviamente non avevo sentito il mio nome) sentii Madame Dragone dire che questa era l’ultima classe (la 1°H). A queste parole cominciai ad avere brividi su tutto il corpo: se l’insegnante non avrebbe detto il mio nome in questo elenco allora potevo dire addio ad una bella entrata a scuola!!!

Stavo cominciando a sudare quando poi sentii finalmente il nome “Graticola” e mi alzai tirando un sospiro di sollievo senza farmi notare. Mi guardai un po’ in giro e vidi dieci posti più in là una Dratini shiny!!!! Era già alzata, non sapevo come si potesse chiamare, ma di certo io volevo fare amicizia con lei all’istante!!!!! Quando il maestro ebbe finito noi dovemmo seguire una Dragonite che si chiamava Madame Goccia. Arrivati mi venne un colpo, vidi la mia classe come uno splendore!!! E quella sarebbe stata la mia classe per un anno o forse più!!!

Capitolo 3: il primo giorno di scuola

Mentre stavo godendo della bellezza della mia classe un Dratini spazientito mi disse –Vai avanti, se no non entriamo!!!!!!-, imbarazzata gli chiesi scusa e mi sedetti in un posto a caso, quando mi accorsi che volevo sedermi dopo la Dratini shiny in modo di stare vicino a lei e che invece mi ero seduta prima di lei ed in un posto qualsiasi mi rimproverai pensando –Brava Graticola, non solo hai fatto la figura della bella statuina ma ti sei rovinata il desiderio di conoscere qualcuno!!!! Devi fare più attenzione!!!-, pensai che era tutto perduto quando vidi la Dratini shiny sedersi dietro di me. Per la gioia volevo urlare a squarciagola ma mi limitai a tenermi il mio stato di letizia per me. Mentre assaporavo il profumo della felicità una Dratini mi chiese –Scusa, posso sedermi vicino a te?- parlava ad un volume pari a 1 (se facciamo da 0 a 10), le risposi di sì e le chiesi il nome perché comunque anche se sussurrava invece che parlare come una normale creatura era pur sempre un Pokémon con cui poter fare amicizia. Timidamente mi bisbigliò –Mi chiamo Osiris e tu?- le dissi il mio nome e continuammo a parlare fino a quando la Dratini dietro di me ci prese in giro dicendo –Osiris, come va? È triste non avere qualcuno che non parla pari al tuo volume vero?- la sua compagna di banco disse –Ma Yaka, lo sanno tutti che Osiris sussurra e non parla: i suoi genitori quando era piccola la sgridavano sempre perché parlava male e lei bisbiglia per paura di fare un errore che possano sentire tutti!!!- le due scoppiarono a ridere come due schiocche (in effetti lo erano), automaticamente mi uscirono queste parole –State zitte! Voi non sapete chi sono i miei genitori! Sono i grandi Momò e Viola!- le due scoppiarono a ridere e Yaka disse –i miei invece sono i grandi Tornado e Scilla, loro sono di fama mondiale! Giusto Dax?- e Dax (la compagna di banco di Yaka) annuì ed Yaka continuò –prima di vantarti aspetta che i tuoi superino i miei!!!!!- stavo per ribattere quando Madame Goccia ci disse –Pokémon, è ora di cominciare la lezione, però dato che è il primo giorno di scuola risponderò alle vostre domande. Ma prima, si alzi chi conosce la mossa Dragodanza!- tutti quanti a parte Osiris si alzarono, questo mi dispiaceva per lei, d’altra parte non è facile averla dalla nascita, solo quelli con il padre forte (molto forte) possono impararla, ma la maestra non sembrava sorpresa e chiese chi conosceva la mossa Tuononda ed anche Osiris si alzò e gli feci un sorriso cercando di dirle che non era grave se non conosceva Dragodanza. Madame Goccia ci chiese se conoscevamo le mosse Avvolgibotta e Fulmisguardo e tutti ci alzammo. Finito con le sue domande finalmente potemmo chiedere noi qualcosa e tutti avevamo molto cose da chiedere, uno che si chiamava Argentum chiese se c’era la ricreazione e la maestra annuì ridendo, Osiris le chiese se c’erano delle punizioni e l’insegnante rispose che c’erano, ma che non erano gravi a parte quella dell’espulsione, Dax chiese se dovevamo essere donati a degli umani ma lei scosse la testa. Dopo tutte le domande che chiese la mia classe arrivò il mio turno e chiesi quando si veniva bocciati e Madame Goccia mi disse che si veniva bocciati solo se non si raggiungeva il livello prestabilito, e senza indugi Yaka chiese che livello dovevamo raggiungere e la maestra disse le stesse parole che disse mio papà - rimarrà un segreto fino alla fine del primo anno.-.

Parlammo fino alla fine della giornata quando suonò la campanella e noi potemmo andare a casa. Uscendo vidi mia madre in uno dei suoi miglior sorrisi e mi chiese –come è andato il primo giorno di scuola Graticola?- ed io euforica le risposi –Benissimo, oggi-.

In effetti la giornata più bella di così non poteva essere…

nuovo capitolo :dnite:

Capitolo 4: la vera figlia di Tornado e Scilla

La mattina dopo mi accompagnò mia madre e mentre viaggiavamo non finivo mai di parlare di quanto era antipatica Yaka insieme a Dax e di quanto era simpatica e timida la mia amica Osiris.

Mentre continuavo a dare aria alla bocca vidi Osiris che si avviava verso di me, allora la presentai a mia padre; dopo le presentazioni Osiris mi disse –Graticola, non è vero che Yaka ha come genitori Tornado e Scilla, bensì Stolorium e Silviana (due Dragonite shiny di fama cittadina)! Ti ha raccontato una bugia, oggi dobbiamo dirglielo, ti ha pure preso in giro!!!- e mia madre non fece in tempo a dirci di non andarci a litigare che subito io e Osiris corremmo verso il cancello come due saette, quando arrivammo alla nostra destinazione vedemmo mia madre che corse verso di noi, una volta fermata mi disse –adesso non ho tempo di sgridarti, stanno per aprire i cancelli. Graticola, non farlo più e buona scuola, passerà a prenderti papà!-, quando stavo per rispondere i cancelli si aprirono, ed io dovetti limitarmi ad un semplice –ciao mamma!!!-.

In attesa che il nostro maestro di storia arrivasse io e Osiris interrompemmo Yaka mentre parlava dicendo in coro –Yaka, non è vero che i tuoi genitori sono Tornado e Scilla, ma sono Stolorium e Silviana!!!! Sei una bugiarda!!!!-, Yaka furiosa non si scagliò contro di noi, ma contro Dax rintronandola con questa frase –Dax, perché gli hai detto la verità! Tu mi hai sempre usato! Da ora in poi non saremo più compagne di banco!!!!!- a queste parole io e Osiris eravamo perplesse e pensavamo: perché “compagna di banco” e non “amica”? Ma a quanto pare Dax aveva capito fin troppo, tanto che rispose –quindi tu non mi hai mai considerato un’amica!?! Mi hai sempre usata! Anche io come te non voglio più essere la tua “compagna di banco”! I tuoi genitori di fama cittadina riceveranno avvisi dai miei di fama mondiale!!!!- e detto questo arrivò subito un Dragonite shiny e si presentò –buongiorno, sono il vostro insegnante di storia Mr. Mirino- aveva uno sguardo ghiacciante, di sicuro non uno dei più simpatici (come Madame Goccia). Sì sedette e ci guardò con aria lacerante, una volta aver inquietato tutti si fermò a guardare Dax e Yaka, ambedue erano impaurite dal suo sguardo e arrabbiate l’un l’altra quando poi il maestro disse aggrottando le ciglia-oh oh oh! La figlia dei Dragonite Stolorium e Silviana (fama cittadina) vicino alla figlia dei grandi Tornado e Scilla (fama mondiale)!!- poi si girò verso di me e disse –ed abbiamo anche la figlia dei grandi Momò e Viola (fama internazionale). Ci sarà da divertirsi- a me non pareva tanto contento, forse voleva interrogarci sempre, per questo ero preoccupata e quando stavo per chiedergli una cosa Yaka chiese –Maestro, potrei cambiare di banco? Lei mi dà sempre fastidio!!!!- ma Dax rispose brontolando –Io non ho fatto niente, è lei che mi dà fastidio!- e le due cominciarono a bisticciare su chi avesse ragione quando Mr.Mirino tuonò –state zitte! Tu Yaka, come i tuoi genitori, brontolate per tutto!!! Ora va a metterti al posto di lei- stava indicando esattamente Osiris, quindi Yaka doveva stare vicino a me!! Volevo subito urlare al maestro che non ero d’accordo ma sarebbe stato invano. Anzi, peggio, mi sarei presa anche una punizione! Le due cambiarono di posto e dopo avermi guardato Yaka con aria disgustata disse all’insegnante –devo proprio stare vicino a lei?- e lui rispose accennando appena un sorriso malvagio –sì, perché credo che Graticola con l’atra (Osiris) chiaccheri un po’ troppo e che con te stia più zitta- queste parole mi fecero arrabbiare, certo, mi piaceva parlare con Osiris anche se sussurrava e non parlava ma comunque alla lezione di storia sarei stata attenta!!!

-Abbiamo perso troppo tempo in chiacchere, ora facciamo storia. Allora, qualcuno sa chi ha creato noi Pokémon?- Tutti noi ci alzammo (non avendo mani e braccia) e il maestro diede la parola ad Argentum che rispose correttamente (c’era da immaginarselo, tutti lo sanno) ma il maestro aveva un sorriso malvagio in faccia: il brutto non è ancora cominciato!

-E sapete come Arceus ha fatto a crearci?- dopo questa frase nella nostra classe ci fu un silenzio totale quando il maestro fece una risata cattiva e ci disse –è proprio quello che faremo oggi!- continuò –questi sono i vostri libri di storia sulla creazione dei pokèmon- ci distribuì quei libri e cominciammo a leggere le prime pagine (1-2-3-4-5), mi sentivo a disagio, sentivo un odore fortissimo di profumo e solo alla fine della lezione capii che proveniva da Yaka.

Al momento dell’intervallo andai da Osiris e lei mi disse –Graticola, ti va bene se oggi stiamo un po’ con Dax? Povera, Yaka l’ha sempre usata!- le risposi di sì e chiesi gentilmente a Dax il motivo di dire agli altri che Yaka era la figlia dei due grandi dragonite (Tornado e Scilla) e lei mi rispose –quando incontrai Yaka era timida e gentile, un giorno mi disse che tutti la prendevano in giro così per farla felice le risposi che poteva dire alle elementari che lei era la figlia dei miei genitori-

Finita la scuola mio papà mi fece una bella ramanzina su quello che avevo fatto (allontanarmi da mia madre), ma non riuscivo ad ascoltarlo, volevo capire perché Dax le abbia dato il permesso di raccontare una bugia così e perché Yaka era presa in giro: almeno i suoi genitori erano di fama cittadina!

Questo era un bel rompicapo

brava, davvero brava anche se pneso che quattro capitoli in un giorno sono davvero favolosi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

brava, davvero brava anche se pneso che quattro capitoli in un giorno sono davvero favolosi

grazie, oggi avevo particolarmente molto tempo libero, ma domani non sarò molto attiva perchè devo andare con mio papà fuori città

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

nuovo capitolo :dnite:

Capitolo 4: la vera figlia di Tornado e Scilla

La mattina dopo mi accompagnò mia madre e mentre viaggiavamo non finivo mai di parlare di quanto era antipatica Yaka insieme a Dax e di quanto era simpatica e timida la mia amica Osiris.

Mentre continuavo a dare aria alla bocca vidi Osiris che si avviava verso di me, allora la presentai a mia padre; dopo le presentazioni Osiris mi disse –Graticola, non è vero che Yaka ha come genitori Tornado e Scilla, bensì Stolorium e Silviana (due Dragonite shiny di fama cittadina)! Ti ha raccontato una bugia, oggi dobbiamo dirglielo, ti ha pure preso in giro!!!- e mia madre non fece in tempo a dirci di non andarci a litigare che subito io e Osiris corremmo verso il cancello come due saette, quando arrivammo alla nostra destinazione vedemmo mia madre che corse verso di noi, una volta fermata mi disse –adesso non ho tempo di sgridarti, stanno per aprire i cancelli. Graticola, non farlo più e buona scuola, passerà a prenderti papà!-, quando stavo per rispondere i cancelli si aprirono, ed io dovetti limitarmi ad un semplice –ciao mamma!!!-.

In attesa che il nostro maestro di storia arrivasse io e Osiris interrompemmo Yaka mentre parlava dicendo in coro –Yaka, non è vero che i tuoi genitori sono Tornado e Scilla, ma sono Stolorium e Silviana!!!! Sei una bugiarda!!!!-, Yaka furiosa non si scagliò contro di noi, ma contro Dax rintronandola con questa frase –Dax, perché gli hai detto la verità! Tu mi hai sempre usato! Da ora in poi non saremo più compagne di banco!!!!!- a queste parole io e Osiris eravamo perplesse e pensavamo: perché “compagna di banco” e non “amica”? Ma a quanto pare Dax aveva capito fin troppo, tanto che rispose –quindi tu non mi hai mai considerato un’amica!?! Mi hai sempre usata! Anche io come te non voglio più essere la tua “compagna di banco”! I tuoi genitori di fama cittadina riceveranno avvisi dai miei di fama mondiale!!!!- e detto questo arrivò subito un Dragonite shiny e si presentò –buongiorno, sono il vostro insegnante di storia Mr. Mirino- aveva uno sguardo ghiacciante, di sicuro non uno dei più simpatici (come Madame Goccia). Sì sedette e ci guardò con aria lacerante, una volta aver inquietato tutti si fermò a guardare Dax e Yaka, ambedue erano impaurite dal suo sguardo e arrabbiate l’un l’altra quando poi il maestro disse aggrottando le ciglia-oh oh oh! La figlia dei Dragonite Stolorium e Silviana (fama cittadina) vicino alla figlia dei grandi Tornado e Scilla (fama mondiale)!!- poi si girò verso di me e disse –ed abbiamo anche la figlia dei grandi Momò e Viola (fama internazionale). Ci sarà da divertirsi- a me non pareva tanto contento, forse voleva interrogarci sempre, per questo ero preoccupata e quando stavo per chiedergli una cosa Yaka chiese –Maestro, potrei cambiare di banco? Lei mi dà sempre fastidio!!!!- ma Dax rispose brontolando –Io non ho fatto niente, è lei che mi dà fastidio!- e le due cominciarono a bisticciare su chi avesse ragione quando Mr.Mirino tuonò –state zitte! Tu Yaka, come i tuoi genitori, brontolate per tutto!!! Ora va a metterti al posto di lei- stava indicando esattamente Osiris, quindi Yaka doveva stare vicino a me!! Volevo subito urlare al maestro che non ero d’accordo ma sarebbe stato invano. Anzi, peggio, mi sarei presa anche una punizione! Le due cambiarono di posto e dopo avermi guardato Yaka con aria disgustata disse all’insegnante –devo proprio stare vicino a lei?- e lui rispose accennando appena un sorriso malvagio –sì, perché credo che Graticola con l’atra (Osiris) chiaccheri un po’ troppo e che con te stia più zitta- queste parole mi fecero arrabbiare, certo, mi piaceva parlare con Osiris anche se sussurrava e non parlava ma comunque alla lezione di storia sarei stata attenta!!!

-Abbiamo perso troppo tempo in chiacchere, ora facciamo storia. Allora, qualcuno sa chi ha creato noi Pokémon?- Tutti noi ci alzammo (non avendo mani e braccia) e il maestro diede la parola ad Argentum che rispose correttamente (c’era da immaginarselo, tutti lo sanno) ma il maestro aveva un sorriso malvagio in faccia: il brutto non è ancora cominciato!

-E sapete come Arceus ha fatto a crearci?- dopo questa frase nella nostra classe ci fu un silenzio totale quando il maestro fece una risata cattiva e ci disse –è proprio quello che faremo oggi!- continuò –questi sono i vostri libri di storia sulla creazione dei pokèmon- ci distribuì quei libri e cominciammo a leggere le prime pagine (1-2-3-4-5), mi sentivo a disagio, sentivo un odore fortissimo di profumo e solo alla fine della lezione capii che proveniva da Yaka.

Al momento dell’intervallo andai da Osiris e lei mi disse –Graticola, ti va bene se oggi stiamo un po’ con Dax? Povera, Yaka l’ha sempre usata!- le risposi di sì e chiesi gentilmente a Dax il motivo di dire agli altri che Yaka era la figlia dei due grandi dragonite (Tornado e Scilla) e lei mi rispose –quando incontrai Yaka era timida e gentile, un giorno mi disse che tutti la prendevano in giro così per farla felice le risposi che poteva dire alle elementari che lei era la figlia dei miei genitori-

Finita la scuola mio papà mi fece una bella ramanzina su quello che avevo fatto (allontanarmi da mia madre), ma non riuscivo ad ascoltarlo, volevo capire perché Dax le abbia dato il permesso di raccontare una bugia così e perché Yaka era presa in giro: almeno i suoi genitori erano di fama cittadina!

Questo era un bel rompicapo

stupendo questa storia è bellisiima

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per partecipare alla discussione

 

Crea un account

Registra un nuovo account sul forum. È facile e veloce.


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina.