Snorlite

Incomprensione sul pezzo della Monaca di Monza nei Promessi Sposi

20 risposte in questa discussione

(modificato)

Devo fare un tema per la scuola sulla monaca di Monza, ma non mi è chiaro un pezzo: dopo un mese temporaneo a casa, Gertrude ritorna al suo vecchio convento o si trasferisce in un altro? E le altre suore sono delle altre o sono sempre quelle di prima? Grazie :)

Modificato da Snorlite

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Torna nel suo vecchio convento, a farsi monaca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Quindi le compagne sono le stesse, immagino. Ok, grazie :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ancora i Promessi Sposi :°D

Io li ho finiti l'anno scorso! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

Ancora i Promessi Sposi :°D

Io li ho finiti l'anno scorso! :D

Già x_x Non ne posso più, siamo su questo pezzo dall'inizio dell'anno (il resto l'abbiam fatto l'anno scorso con un altra prof), ma a quanto pare non li finiremo.

Modificato da Snorlite

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Da giovane Gertrude stava in convento per studiare con altre compagne, poi, giunto il momento di prendere i voti, le ragazze che erano in lì solo per essere istruite se ne vanno, (con sua grande invidia) e lei, dopo essere tornata a casa per un mese a conoscere il mondo esterno, viene costretta a farsi suora dal padre, e torna con le altre suore.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

Da giovane Gertrude stava in convento per studiare con altre compagne, poi, giunto il momento di prendere i voti, le ragazze che erano in lì solo per essere istruite se ne vanno, (con sua grande invidia) e lei, dopo essere tornata a casa per un mese a conoscere il mondo esterno, viene costretta a farsi suora dal padre, e torna con le altre suore.

Io devo far finta di essere una suora che descrive come vede Gertrude, se io faccio finta di essere una suora già "esperta" (lì da abbastanza, insomma) va bene lo stesso, no?

Modificato da Snorlite

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io devo far finta di essere una suora che descrive come vede Gertrude, se io faccio finta di essere una suora già "esperta" (lì da abbastanza, insomma) va bene lo stesso, no?

Se non è specificato, sì. Comunque fossi in te mi metterei nei panni di una suora "nuova", ti sarà più comodo per raccontare le frustrazioni di Gertrude riversate sulle più giovani. Vabbè, poi il fatto che era una suora un po' "spinta" (ricordo che l'occasione d'oro del padre per incastrarla era il fatto che lei avesse avuto un inciùcio con un paggio di casa)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

c'è tutta una parte sul rapporto tra Gertrude e le compagne circa a metà del capitolo 9

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

Se non è specificato, sì. Comunque fossi in te mi metterei nei panni di una suora "nuova", ti sarà più comodo per raccontare le frustrazioni di Gertrude riversate sulle più giovani. Vabbè, poi il fatto che era una suora un po' "spinta" (ricordo che l'occasione d'oro del padre per incastrarla era il fatto che lei avesse avuto un inciùcio con un paggio di casa)

A me piacerebbe spiegare anche il suo inizio, perché è diventata suora, e se facessi finta di essere una suora nuova non saprei queste cose. Potrei anche farlo raccontando solo un pezzo della storia, però devo fare al massimo due colonne e mezzo di testo quindi mi conviene scrivere il più possibile...

c'è tutta una parte sul rapporto tra Gertrude e le compagne circa a metà del capitolo 9

Sìsì ho letto, grazie

Modificato da Snorlite

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

A me piacerebbe spiegare anche il suo inizio, perché è diventata suora, e se facessi finta di essere una suora nuova non saprei queste cose. Potrei anche farlo raccontando solo un pezzo della storia, però devo fare al massimo due colonne e mezzo di testo quindi mi conviene scrivere il più possibile...

Ma al massimo o al minimo due colonne? x°° Posto che la cosa delle colonne è veramente la più grande idiozia ideata dagli insegnanti, fino ad un certo punto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma al massimo o al minimo due colonne? x°° Posto che la cosa delle colonne è veramente la più grande idiozia ideata dagli insegnanti, fino ad un certo punto

Al minimo volevo dire, scusa :'D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

A me piacerebbe spiegare anche il suo inizio, perché è diventata suora, e se facessi finta di essere una suora nuova non saprei queste cose. Potrei anche farlo raccontando solo un pezzo della storia, però devo fare al massimo due colonne e mezzo di testo quindi mi conviene scrivere il più possibile...

qui ci vuole un minimo di furbizia:basta dire che una suora più vecchia ti ha raccontato il motivo per cui è entrata in convento :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

(modificato)

qui ci vuole un minimo di furbizia:basta dire che una suora più vecchia ti ha raccontato il motivo per cui è entrata in convento :P

Oh, giusto à.à Non ci avevo pensato, thanks.

EDIT: no, aspetta, ma così il punto di vista rimane sempre della vecchia perché è lei che racconta alla giovane ciò che è successo in passato...

Modificato da Snorlite

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

mmm sono 4 anni che ho fatto i promessi sposi, ma mi pare che rimane sempre nello stesso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ancora i Promessi Sposi :°D

Io li ho finiti l'anno scorso! :D

ukcpF.jpg?1

(:P)

Piace a 8 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Un anno? Ma che ci vuole a fare i promessi sposi?

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Vabbé, posto quello che ho scritto perché sono riuscito a fare solo poco meno di due colonne (è per l'8 il lavoro).

 

Gertrude è arrivata in convento per orientamento quando era ancora una bambina, veniva vista come una persona particolare perché proveniva da una famiglia nobile. Alcune di noi si sono accorte quasi subito che era stata costretta dal padre a farsi suora, si capiva dal suo sguardo infelice e dal fatto che una bambina non può fare una scelta del genere così presto perché non sa veramente cosa vuol dire “servire Dio” e che ciò influenzerà totalmente il resto della sua vita. Personalmente io non ero d’accordo sulla scelta dei suoi genitori, perché non si può costringere i propri figli a compiere azioni forzate, ma ho preferito non dire niente a nessuno per evitare di provocare litigi o polemiche.

 

Avevo sentito dire da voci di corridoio che aveva cercato di scrivere una lettera al padre per comunicargli ciò che pensava veramente, ma non ebbe mai risposta, anche se la lesse comunque senza prenderla bene. Per legge, Gertrude ritornò a casa sua per un mese, dove, da quanto ho sentito, veniva trattata da tutti con formalità, tranne che da un paggio di corte, del quale si era innamorata. Il padre però lo venne a scoprire tramite una serva e giocò sui sentimenti della figlia per spingerla a ritornare in convento. In più, come se non bastasse, ora tutte le sue vecchie amiche hanno lasciato il monastero e perciò, adesso, lei si sente una persona molto sola. Mi è capitato di averla trovata a parlare con sé stessa qualche volta: continuava a rimpiangere il passato e a chiedersi le motivazioni di quello che le era successo.

 

A causa di queste continue oppressioni, è una persona abbastanza strana e capricciosa, e si vede anche dall’aspetto perché, oltre a trascurarsi, indossa una tunica attillata in vita e mantiene i capelli lunghi, cosa vietata dalle regole monastiche. Qualche mese fa è diventata maestra delle educande, e temo che il suo brutto modo di fare possa influire su di loro dopo quello che alcune delle sue allieve mi hanno raccontato: è un’insegnante molto severa, ma quando loro parlano di altro durante la lezione lei si unisce a queste discussioni invece di rimproverarle, a volte anche prendendo in giro delle consorelle imitandole, come per esempio la madre badessa, mentre riguardo a ciò che ha a che fare con la religione spiega loro tutte le cose negative che possono capitare monacandosi.

 

Mi piacerebbe rimediare, ma del resto non posso fare niente, visto che sono solo una umile suora. Posso solo augurarle che in futuro non le succeda qualcosa di ancor più spiacevole di quello che le è già accaduto.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Da notare come Mella se ne intenda della Monaca di Monza.

MELLA.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ospite
Stai commentando come visitatore. Se sei registrato effettua l'accesso.
Rispondi a questa discussione...

×   You have pasted content with formatting.   Remove formatting

  Only 75 emoticons maximum are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina.