Spot Regione Calabria

Steph

Great Teacher
Mod
Mi chiedevo quanti di voi hanno visto questa pubblicità...

È recente, e mostra una specie di movimento anti-pregiudizi sulle persone del sud...

Bella l'idea, ma a me sembra un po' ambiguo in certi passaggi, e che abbia proprio l'aria da pubblicità razzista...

Per chi non l'avesse vista è quella che dice "Terroni: ultimi della classe? Malavitosi?" e tutta una serie di aggettivi per poi dire alla fine "Sì, siamo Calabresi"... adesso io non posso andare su youtube a cercare il video, però io la vedo da qualche giorno in seconda serata su Mediaset.
 

AMD

Passante
[commento leggermente OT xkè nn ho visto la pubblicità ma cmq pertinente] purtroppo x loro i "terroni" se la sono cercata la loro fama e continuano a rendersi ridicoli e insopportabili agli occhi della "gente del nord" x tante cose (una su tutte l'emergenza rifiuti a napoli che è qualcosa di pazzesco)

lo dice un mezzo terrone.
 

I.D.M.

Zoidberg
Te la potevi risparmiare.

Io ho visto lo spot e non mi è piaciuto perchè non serve a niente. E lo dico io che del sud lo sono per davvero (e mai mi autodefinirei "terrone" nemmeno per autoironia o autocritica).
 

dav

Zoidberg
L'ho visto, è quello che dice "i calabresi sono gli ultimi della classe"... Me lo ricordo vagamente.. Comunque io non credo che esista il razzismo oggi. Esistono solo la mancanza di cultura e la stupidità. E quelea valgono per tutte le razze, non solo per quella bianca o per le persone del nord. Il fatto è che siccome in passato ci sono state discriminazioni verso le persone del sud o verso le persone nere o ebree oggi si tende a considerare che il razzismo vada solo contro queste categorie di persone. Purtroppo invece ci sono categorie ben più discriminate (vedi i transessuali che non vengono accettati neanche nei call-center dove nessuno li vede).

Qualche sera fa sul LA 7 c'era un documentario su dei ragazzi di Napoli mi pare, e l'impressione che mi hanno fatto non è stata delle migliori. Nel senso che questi ragazzi sono sicuramente dei casi limite, hanno poche possibilità e poche opportunità, questo è fuori discussione. Però c'è da dire che vanno tutto il giorno in motorino e si svegliano alle 3 del pomeriggio per poi uscire la notte ..... Hanno una sfiducia forte nei confronti dello stato però non cercano di migliorare se stessi.. tendono a dare la colpa allo stato. Ma forse non lo sanno che per arrivare da qualche parte bisogna farsi il C... Talvolta l'essere presunte vittime di razzismo e anche una scusa...
 
Quella pubblicità è inutile, i calabresi vedono affibiarsi aggettivi non tanto carini, e quelli delle altre regioni possono pensare "ah, la mia regione è migiore della calabria, lo dice pure la tv".

Bah...

XXXXXXX ha scritto:
[commento leggermente OT xkè nn ho visto la pubblicità ma cmq pertinente] purtroppo x loro i "terroni" se la sono cercata la loro fama e continuano a rendersi ridicoli e insopportabili agli occhi della "gente del nord" x tante cose (una su tutte l'emergenza rifiuti a napoli che è qualcosa di pazzesco)
Lol, te la potevi risparmiare, abito a Napoli e qui la spazzatura la prelevano ogni sera dai cassonetti, e ci sono spazzini che fanno il loro mestiere sempre. Il problema è tutto di pochi comuni vicino Napoli e addirittura fuori dalla provincia stessa. E poi noi ce la cercheremmo? Ma secondo te è piacevole vedersi chiamare con aggettivi disprezzativi da dieci milioni di persone? Ci rendiamo ridicoli? Ma dimmi, ci sei mai venuto qui?

dav ha scritto:
Qualche sera fa sul LA 7 c'era un documentario su dei ragazzi di Napoli mi pare, e l'impressione che mi hanno fatto non è stata delle migliori. Nel senso che questi ragazzi sono sicuramente dei casi limite, hanno poche possibilità e poche opportunità, questo è fuori discussione. Però c'è da dire che vanno tutto il giorno in motorino e si svegliano alle 3 del pomeriggio per poi uscire la notte ..... Hanno una sfiducia forte nei confronti dello stato però non cercano di migliorare se stessi.. tendono a dare la colpa allo stato. Ma forse non lo sanno che per arrivare da qualche parte bisogna farsi il C... Talvolta l'essere presunte vittime di razzismo e anche una scusa...
Menti contorte...

Quei ragazzi rappresentano lo schifo di Napoli, e fanno apparire Napoli brutta (pur essendo sole poche centinaia di ragazzi così). Ah, e vado fiero di non essere uno di loro.
 

Gkx

Admin
c'erano, come foto, delle pubblicità dello stesso tenore sui giornali di qualche mese fa.  secondo me come pubblicità raggiunge perfettamente il suo scopo - essere notata - dato che è completamente fuori dal comune e diversa dalle solite foto con sole e mare e blablabla.  bene o male basta che se ne parli, diceva oscar wilde.

tra l'altro l'autore (oliviero toscani) è uno dei più bravi pubblicitari italiani, autore tra l'altro delle campagne storiche della benetton (quella col tizio malato di aids di anni fa, per esempio), oltre che di mille altre cose molto interessanti. mah.
 

I.D.M.

Zoidberg
Infatti è solamente una pubblicità fine a sè stessa, ad un parlare di sè o di Oliviero Toscani, ma non della Calabria e del buono che c'è nella regione, per quanto paradossale possa sembrare per una pubblicità.

Il fatto che sia opera di Oliviero Toscani non mi intimorisce più di tanto, non condiziona la mia opinione sullo spot in negativo o in positivo, e nè dovrebbe portarvi automaticamente a legittimarlo come artistico o semplicemente bello solo perchè è opera sua  :D

Questo tipo di pubblicità poteva andar bene per far circolare il nome di un'azienda indipendentemente dal fatto che quasi mai si vedesse un loro capo d'abbigliamento, ma per una regione che utilità può avere? Smuoverà i calabresi a rimboccarsi le maniche, o i nordici razzisti a disprezzare meno il sud? Io dico di no.

Per quanto banali possano essere le immagini di mare, monti e bla bla bla, uno spot a scopo di propaganda turistica non può che mostrare quello, imbellettandolo nei modi più diversi e originali possibili. C'è poco da fare.   Ma è chiaro che il contenuto di questa pubblicità fosse un altro. E il semplice far parlare non serve a nulla e nessuno (Toscani a parte), se poi nel concreto non porta a niente.
 
Ultima modifica di un moderatore:
L

Larm

Umbreon_91 ha scritto:
Quella pubblicità è inutile, i calabresi vedono affibiarsi aggettivi non tanto carini, e quelli delle altre regioni possono pensare "ah, la mia regione è migiore della calabria, lo dice pure la tv".
Siccome quegli aggettivi sono già ampiamente attribuiti ai calabresi, lo scopo era evidentemente quello di spingere sulla leva del "bastian contrario": se i calabresi si autoaffermano fieramente come ultimi della classe, malavitosi ecc, chi li considerava tali dovrebbe finire per ribaltare la sua opinione.

Cosa che poi a mio avviso non funziona, visto che le facce presentate negli spot non sono certo epigoni d'affidabilità (né tantomeno di bellezza)..

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6
 

AMD

Passante
Umbreon_91 ha scritto:
Bah...Lol, te la potevi risparmiare, abito a Napoli e qui la spazzatura la prelevano ogni sera dai cassonetti, e ci sono spazzini che fanno il loro mestiere sempre. Il problema è tutto di pochi comuni vicino Napoli e addirittura fuori dalla provincia stessa. E poi noi ce la cercheremmo? Ma secondo te è piacevole vedersi chiamare con aggettivi disprezzativi da dieci milioni di persone? Ci rendiamo ridicoli? Ma dimmi, ci sei mai venuto qui?
di certo nn sono io che ho voluto quella situazione...

la colpa è di poche migliai di imbecilli che si oppongono alla costruzione del termovalorizzatore xkè lo reputano nocivo (e poi bruciano la spazzatura x strada i geni)... di fatto è la regione campania che DEVE imporsi xkè venga costruito xkè SERVE x il bene della collettività... fosse x me avrei già mandato l'esercito a sorvegliare la costruzione e a sparare proiettili di gomma a chi si avvicina x infastidire i lavori...

la storia degli aggettivi.... di certo nn se li sono inventati le persone... chi semina vento raccoglie tempesta...

x anni il napoletano (nn sto facendo discriminazione, parlo solo di fati, tanto + che nn ho niente contro i napoletani, anzi...) è stato l'emblema del truffatore, tanto che la gente del nord vedendo una persona meridionale, fosse anche di taranto, la associava ad un napoletano...

ovvio che nn tutti sono così e nn è certo piacevole farsi chiamare in un certo modo, xò la reputazione che si sono creati quella è...

x la storia del venire a napoli si conferma la tesi di cui sopra... uno che viene a napoli nn è sicuro dato che corre altissimi rischi di rapine e borseggiamenti... nn sn certo pochi i casi di persone che mentre aspettavano al semaforo con la mano fuori dal finestrino sono stati derubati di orologi e anelli (ad alcune persone è stato reciso direttamente il dito x far prima!)... manca la sicurezza, sei costretto a viaggiare a finestrino chiuso e con la sicura...

napoli è un posto fantastico, potrebbe avere un turismo splendido e fruttuoso... ma finchè la situazione è questa la gente ha (giustamente) paura di venire
 
L

Larm

XXXXXXX ha scritto:
la storia degli aggettivi.... di certo nn se li sono inventati le persone... chi semina vento raccoglie tempesta...
C'è da dire che gli aggettivi attribuiti a napoletani, calabresi e altre popolazioni del sud sono aggettivi dati dal metro di giudizio di una cultura del nord, e non delle sorte di qualità intrinseche alle persone. Non è che se sei calabrese nasci malavitoso e nullafacente; probabilmente all'interno del loro cerchio le culture del sud non considererebbero per niente negativo certi usi e costumi. Il problema è che le regioni del sud sono comunque parte di una realtà più grande che è l'Italia e l'Europa, con cui sono collegate finanziariamente, politicamente e, grazie ai media, anche culturalmente; e quando entrano in contatto con queste, gli elementi di frizione e divergenza vengono alla luce.

Ma chi giudica la loro cultura "malavitosa" o "nullafacente" di fatto è allo stesso livello di crescita mentale dei veri malavitosi e nullafacenti: si ferma all'affermazione della differenza e non va più a fondo, finendo per imporre la propria visione del mondo a quella altrui.

Se si vuole che le regioni del sud "crescano" e risolvano quei problemi, il primo passo è non pensare che queste debbano per forza diventare uguali a quelle del nord. Le differenze climatiche e ambientali sono troppe perché si possa pensare di installarvi la cultura del nord così com'è. E' necessario piuttosto cercare di capire il modo in cui Calabria, Campania, Sicilia ed altre possano trovare una via di automiglioramento produttiva, fondata sul loro modo di fare. Fermo restando che le necessità fondamentali di tutta l'umanità sono sempre le stesse, si tratta di trovare il modo attraverso cui queste necessità possano esplicarsi nella loro cultura.

L'operazione è insomma del tutto interna, e non può compiersi fino a quando le regioni del sud saranno considerate solo come luoghi ove vige l'ignoranza e la povertà di risorse. Probabilmente, questa campagna pubblicitaria non avrà effetto sugli Italiani quanto potrebbe averla sui Calabresi: una presa di coscienza (provocatoria) del proprio statuto, con il risultato di toccare direttamente sul vivo il popolo calabrese e farlo iniziare a questionare su cosa essi siano.
 

Thug Life

Zoidberg
Da calabrese, mi sento, se non di condannare, per lo meno di ignorare questo spot al vittimismo. Di certo la crescita manca non perché ci si chiama ultimi della classe, malavitosi e così via...
 
Top Bottom