Vaccino

Rust

Sovietico di PCF
Non ho trovato nessuna discussione a riguardo.

Cosa pensate dei vaccini contro il Covid-19?
Io non mi sono vaccinato e non ho alcuna intenzione di farlo, trovo assurdo iniettarsi nelle vene un qualcosa di sviluppato in meno di un anno e ancora prettamente sperimentale. Non abbiamo davvero idea di quelle che possono essere a lungo andare le conseguenze che questi cosiddetti vaccini avranno sul nostro corpo.
Siamo in una dittatura sanitaria, ci stanno togliendo tutti i diritti. Sono stanco di non poter accedere ovunque senza il Green pass. Oggi, dopo essere stato cacciato da un bar all'aperto mentre fumavo senza mascherina è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

Situazione grottesca e da malati!!!
 

Nic

Testa Quedra
Nemmeno io sono vaccinato in quanto è una libera (mica tanto) scelta ma tendo a scindere le due cose e non farle finire nella stessa protesta.
La tessera verde del regime è una cosa, il vaccino è un'altra.

Non mi sento di poter esprimere parole critiche sul vaccino in quanto i dati sulle ospedalizzazioni, morti e i report sui sintomi gravi parlano chiaro: il vaccino in questo ambito ha risolto non poche grane.
Non mi vaccino perché ho una forte paura, dettata dalla gestione pessima della comunicazione e della pandemia, per rabbia, e anche per colpa della mia ignoranza perché no....

Il green pass (così com'è stato sviluppato) è un abominio e credo sia scontato definirlo un insulto ai diritti. Non basterebbe una pagina per descrivere dove non va bene questo strumento e le scelte pessime che hanno fatto fin'ora, davvero.
Ed è oscena questa continua oppressione nei confronti dei non vaccinati, diventati il capro espiatorio ormai da mesi.

Il vaccino (in sé) è una cosa, la gestione e gli strumenti usati dal governo sono un'altra cosa.
 
Ultima modifica:

Gkx

Admin
trollaggio davvero di basso livello; per migliorarne la qualità ti segnalo che tra le varie buzzword usate manca "siero genico"

tornando seri, da triplo vaccinato ho sentimenti ambivalenti verso il green pass: in generale mi trovo d'accordo con le perplessità di @Nic su sospensioni dei diritti e metodi comunicativi del governo; dall'altra parte, però, ci si potrebbe anche vaccinare e smettere di rompere i coglioni.
 

Nic

Testa Quedra
Io ho optato per non vaccinarmi, rispettare le misure di sicurezza (anche se non erano obbligatorie alcune prima di Natale) e non rompere i coglioni a nessuno lostesso 😂... Ovviamente deve essere reciproco questo rispetto.
Non escludo che tra 6 mesi (sono positivo e isolato in camera) mi vaccineró.
 

CiaobyDany

Boku ni dekiru koto wa mada aru yo
Wiki
Triplo vaccinato here prontissimo a fare una dose ogni tre settimane se servisse a qualcosa (così palesiamo i bias).
Sul Certificato COVID digitale dell'UE capisco che certi aspetti non siano felicissimi e che in situazioni normali sarebbero inaccettabili, ma c'è una cazzo di pandemia in corso e gli ospedali sono di nuovo sotto una pressione tale da costringere a rimandare gli esami di routine, che portano ad una gestione pessima di malattie croniche. Per quanto teoricamente sarei del tutto favorevole all'obbligo vaccinale (e no, piantiamola con gli effetti di lungo termine, sono cazzate di Facebook, non esistono al contrario di quelli di COVID-19 anche in forma leggera), mi rendo conto che sia una strada del tutto impraticabile causa novax nomask nocervello e rincoglioniti annessi. Da cui la via di mezzo della certificazione verde. Che sta diventando sempre più obbligo vaccinale e sempre meno mascherato peraltro.

Colgo l'occasione per ricordare che chiunque non si sia vaccinato (ad eccezione di chi veramente non può farlo) è un egoista di merda che mette in pericolo se stesso (le cui cure sono pagate dai contribuenti ed impegnano personale medico che non può trattare chi invece avrebbe bisogno di cure non perché si sia messo volontariamente in situazione di necessità), sia i più fragili che non possono vaccinarsi o che anche con il vaccino hanno una copertura anticorporale bassa e rischiano ricoveri, terapia intensiva e morte letteralmente perché una testa di cazzo ha letto su Facebook che zia peppina ha scoperto che i vaccini sono pericolosi, che la pandemia è un'invenzione del governo ed amenità varie e preferisce seguire zia peppina al buonsenso.
Quindi sì, non so se OP sia serio o sia troll, ma a qualsiasi eventuale novax che dovesse leggere questo messaggio: vai a farti fottere.

Io ho optato per non vaccinarmi, rispettare le misure di sicurezza (anche se non erano obbligatorie alcune prima di Natale) e non rompere i coglioni a nessuno lostesso 😂... Ovviamente deve essere reciproco questo rispetto.
Se le misure di sicurezza fossero sufficienti per evitare i contagi non dico che saremmo fuori dalla pandemia, ma quantomeno non dovremmo leggere la disperazione di gente che si è ritrovata tumori inoperabili perché i novax hanno intasato gli ospedali ed hanno ritardato dei controlli. Questo è il mio problema con chi non si vaccina ed il motivo per cui rompo i coglioni. Dall'altra parte quale motivo ci dovrebbe essere per rompere i coglioni a chi segue delle norme di rispetto civico basilare?
 

Lucas992X

Senza gli apici
Wiki
I vaccini contro il Covid non sono più sperimentali da un pezzo, il fatto che siano stati sviluppati in meno tempo è dovuto al fatto che hanno accorciato alcuni passaggi che non avevano nulla a che fare con la sperimentazione: per esempio trovare fondi e volontari per i test solitamente richiedono anni, e la tecnologia a mRNA era già conosciuta perché studiata da decenni (non è una cosa nuova realizzata in fretta e furia). Ecco un articolo che spiega alcune cose.
Capisco che possano esserci dubbi e incertezze, dato che si sente/legge letteralmente di tutto e che su alcune cose la comunicazione poteva essere migliore, ma i dati dimostrano incontrovertibilmente che i vaccini sono sicuri e funzionano, quindi non c'è motivo di non vaccinarsi (ovviamente escludendo i rari casi di chi non può farlo per comprovate ragioni mediche).

Per quanto riguarda il Green Pass, è vero che ci sono dei paradossi e che alcune cose potevano essere gestite meglio, ma di fatto è l'unica via percorribile per contrastare questa pandemia al di fuori dell'obbligo vaccinale.
 

Gkx

Admin
Sul Certificato COVID digitale dell'UE capisco che certi aspetti non siano felicissimi e che in situazioni normali sarebbero inaccettabili, ma c'è una cazzo di pandemia in corso e gli ospedali sono di nuovo sotto una pressione tale da costringere a rimandare gli esami di routine, che portano ad una gestione pessima di malattie croniche. Per quanto teoricamente sarei del tutto favorevole all'obbligo vaccinale (e no, piantiamola con gli effetti di lungo termine, sono cazzate di Facebook, non esistono al contrario di quelli di COVID-19 anche in forma leggera), mi rendo conto che sia una strada del tutto impraticabile causa novax nomask nocervello e rincoglioniti annessi. Da cui la via di mezzo della certificazione verde. Che sta diventando sempre più obbligo vaccinale e sempre meno mascherato peraltro.
sì però se dopo due anni di pandemia gli ospedali hanno ancora questi problemi (e le scuole hanno ancora questi problemi, e gli uffici pubblici hanno ancora questi problemi, e...) vuol dire che al di fuori dei vaccini è stato fatto poco o nulla per prevenire situazioni simili, e con una percentuale di vaccinati tra le più alte in europa viene davvero da pensare che sia utile per governo e amministrazioni locali scaricare le proprie responsabilità sui non vaccinati.

Colgo l'occasione per ricordare che chiunque non si sia vaccinato (ad eccezione di chi veramente non può farlo) è un egoista di merda...
insultandoli non ne convincerai neanche uno
 

Nic

Testa Quedra
insultandoli non ne convincerai neanche uno
ma piu che altro vorrei capire, lui può insultare perchè ha la targhetta wiki o cose del genere? Chiedo a voi membri dello staff :)

sì però se dopo due anni di pandemia gli ospedali hanno ancora questi problemi (e le scuole hanno ancora questi problemi, e gli uffici pubblici hanno ancora questi problemi, e...) vuol dire che al di fuori dei vaccini è stato fatto poco o nulla per prevenire situazioni simili, e con una percentuale di vaccinati tra le più alte in europa viene davvero da pensare che sia utile per governo e amministrazioni locali scaricare le proprie responsabilità sui non vaccinati.
30 anni di buon governo di tagli
 

Gkx

Admin
ma piu che altro vorrei capire, lui può insultare perchè ha la targhetta wiki o cose del genere? Chiedo a voi membri dello staff :)
l'insulto non era rivolto a una persona specifica e personalmente non l'avrei rimossa neanche se l'avesse scritta un normale utente o se fosse stata su un altro argomento ("chiunque mangi carne è un egoista di merda"); nel peggiore dei casi può essere utile per ribadire in risposta, come ho fatto, che un atteggiamento simile non porta nessuno dalla tua parte.
 

Rust

Sovietico di PCF
trollaggio davvero di basso livello; per migliorarne la qualità ti segnalo che tra le varie buzzword usate manca "siero genico"

Il mio non è un trollaggio. È un'istallazione artistica per ripristinare le sorti di questo forum.

Quindi sì, non so se OP sia serio o sia troll, ma a qualsiasi eventuale novax che dovesse leggere questo messaggio: vai a farti fottere.

Il braccio è mio e lo gestisco io!

Chi è dello staff è abilitato a questo?

Benvenuto su PCF, ci combatto da anni... Lascia stare e guarda avanti purtroppo.
 
Ho visto ieri il topic e letto l'op di Rust e, visto il palese troll, ho facilmente sorvolato per motivi che chiunque abbia più di un neurone funzionante può capire, ma la risposta di Nic mi ha spinto a scrivere la mia su tutta la situazione generale, anche perché un novax con capacità di dialogo e raziocinio è merce rara che va protetta.

Ho fatto tutte e tre le dosi fino ad ora consigliate e le ho fatte prima di quasi tutti i miei conoscenti dato che, essendo immunodepresso, ne ho avuto accesso anticipatamente rispetto a loro. Soprattutto ai tempi della prima dose sono stato per tutti la cavia: un sacco di gente mi chiedeva come stavo e se avessi avuto problemi, come se invece di fare un vaccino io mi sia arruolato tra i volontari per la lotta per la democrazia in Hong-Kong. Quando sia il mio medico di famiglia che lo specialista che mi segue da quando feci il trapianto di rene mi dissero che potevo - anzi, dovevo - fare il vaccino, l'ho fatto: non che prima non ne fossi convinto, ma diciamo che un paio di voci più autorevoli della mia e che conoscevano perfettamente la mia situazione clinica hanno fugato ogni minimo dubbio. Il Green Pass è arrivato dopo.

Ora, io devo ammettere che all'inizio ero molto duro nei confronti di chi non si voleva vaccinare, ma ho velocemente ammorbidito la mia linea di dialogo: il no-vax non è un individuo unico o con caratteristiche fotocopia l'uno dell'altro, ma ogni persona è storia a sé e ognuno ha una motivazione diversa per tenersi lontano dall'ago. Io conosco personalmente soltanto due persone che non hanno voluto vaccinarsi fino ad ora e una di queste due farà la prima dose domani soltanto perché per lei ormai è scattato un vero e proprio lockdown imperituro e non riesce più a sopportare la situazione. Quest'ultima è sempre stata scettica sul vaccino perché la nonna è morta qualche giorno dopo aver fatto la prima dose e, nonostante i medici le abbiano detto che non c'era correlazione, lei non si è fidata; per quanto uno dall'esterno possa dire "cogliona, tu ne vuoi sapere più di un dottore?", io non mi sentirei mai in vena di giudicare le paure altrui, che spesso sono irrazionali e su cui non ci si può fare molto: si è convinta che il vaccino abbia ucciso sua nonna e niente le toglierà questo pensiero dalla testa, tanto che domani andrà a vaccinarsi col terrore. La conosco da quasi due anni, è una persona molto socievole e generosa, sia con amici che con semisconosciuti, ed è l'antitesi di una persona che può essere descritta con le parole "egoista di merda", e non si è mai azzardata a sconsigliare la gente di non vaccinarsi, conscia della sua posizione minoritaria e dei dati sulle ospedalizzazioni che, avendo più di un neurone funzionante, sa benissimo interpretare da sola; nonostante ciò del vaccino ha paura, per esperienze precedenti traumatiche e, soprattutto, per cose che legge su internet. E per quanto uno possa essere bravo a individuare notizie verificando bene le fonti, se ne trovi alcune che alimentano le tue paure tutto si complica.
La seconda persona che conosco che non si vuole vaccinare, invece, è una cogliona totale, rincretinita ancora di più da tutte le idiozie che legge principalmente su Facebook, che è la culla della sua ignoranza e arroganza. Con lei non c'è dialogo: ci ho provato una volta, una calda sera d'estate, ma se il tizio che sta di fronte a te ti dice che il covid è stato creato in laboratorio e i vaccini servono solo ad arricchire le case farmaceutiche, che non è vero che gli ospedali sono pieni di gente malata di covid (che è al massimo un raffreddore), che i famosi camion pieni di bare di Bergamo erano in realtà vuoti (sì, esiste gente che ne è davvero convinta) e che stiamo vivendo in dittatura, concludendo dicendo che se prende il covid "se devo morire, così sia", beh, capite bene che genere di dialogo si può instaurare. Non lo si instaura, punto.

Per me la colpa principale della situazione critica attuale, a gennaio 2022, è da attribuire a due soggetti specifici: politica (condotta da chi è in opposizione, ma soprattutto da chi è/è stato in governo di maggioranza) e stampa. Lo avete detto voi prima e mi sembra superfluo ribadire come la comunicazione sia stata disastrosa e inefficiente, che ha alimentato più dubbi che sicurezze e che non ha mai brillato per lungimiranza; spiace soprattutto perché se gli scivoloni nei primi mesi di pandemia potevano essere perdonati, a quasi due anni dalla diffusione mondiale del virus non puoi ancora farti trovare impreparato a ogni nuova ondata di contagi o a ogni nuova variante (peraltro prevista) del virus che decide di apparire all'improvviso. Spiace anche che manchi ancora una vera coordinazione globale, di certo non di facile attuazione, ma che potrebbe essere elemento chiave per uscirne velocemente, così come dispiace vedere Paesi già pronti alla quarta dose non molto lontani da Paesi che per un pezzo non vedranno manco la prima (contribuendo a peggiorare la situazione): davanti a Omicron persino la misura del Green Pass scricchiola rumorosamente e ancora si continua a navigare a vista con misure di sicurezza prese con dubbi criteri che penalizzano ferocemente certi settori lavorativi ma non altri, con rischio di contagio simile (non faccio esempi perché sappiamo tutti, immagino) e sistemi sanitari che avrebbero avuto bisogno di un rafforzamento maggiore, mancato principalmente perché si pensava che con l'arrivo dei vaccini la situazione sarebbe rimasta sempre sotto controllo.
Sulla stampa avrei molto da dire, ma mi limito a ricordare che soprattutto quella italiana, che conosco maggiormente, non brillava già prima di marzo 2020 ed è un problema che non verrà risolto facilmente neanche quando la pandemia sarà passata.

Concludo questo wall gigantesco - e me ne scuso - suggerendo a tutti di continuare a stare attenti, trovare delle fonti di informazione attendibili e tenerseli stretti ( IlPost, suggerisco io) ma di NON ABUSARNE: cercate di tenere il covid quanto più lontano possibile da certi momenti della vostra giornata e, per l'amor di Dio, quando incontrate qualcuno per farvi una chiaccherata, valutate l'ipotesi di discutere di qualsiasi altra cosa tipo, che so, Sanremo. Dio solo sa di quanto ho disperato bisogno di Sanremo in questo momento.
 

Lucas992X

Senza gli apici
Wiki
Il braccio è mio e lo gestisco io!
Voi novax dovreste capire che la vaccinazione non è una cosa che riguarda solo la persona singola ma impatta anche sugli altri, motivo per cui non potete pretendere di fare il cazzo che vi pare senza accettarne le conseguenze.
(Che poi, non vuoi fare un vaccino che è stato dimostrato essere sicuro e fumi sigarette la cui dannosità è ampiamente provata...)
 

Nic

Testa Quedra
Io però vedo che anche moltissimi vaccinati fanno quello che gli pare nel senso che se ne fregano di mascherine e distanza da un bel po'. Però a questi lo stipendio non glie lo toccano.
 

Carmageddon

AGE IS JUST A NUMBER
Admin
Io però vedo che anche moltissimi vaccinati fanno quello che gli pare nel senso che se ne fregano di mascherine e distanza da un bel po'. Però a questi lo stipendio non glie lo toccano.
Se ti può consolare, io trasmetto decine di contravvenzioni covid, e quelle vanno nel segno soprattutto a chi ha un reddito. Difatti riceviamo i cedolini degli avvenuti pagamenti anche in tempi molto rapidi, poiché più tempo si aspetta, più la sanzione iniziale aumenta.

Il fatto di non rispettare le distanze ecc. comunque non è correlata ai vaccini, ma al menefreghismo (e difatti si contagiano anche i vaccinati).
 

Rust

Sovietico di PCF
Spoiler: Stavo trollando hihihihi

Ho due dosi e non vedo l'ora di fare la terza a breve. Ormai i troll non mi riescono così bene come un tempo ma son contento che sia partita una sana discussione.
 

MagoscuroFil

Non ho voglia di pensare a un nome migliore!
Per il momento mi sono limitato a mettere like a pressapoco 3 commenti su 4 e a leggere silenziosamente. Oltre a postare questa perla, suggerisco caldamente la visione.
Btw ho fatto oggi stesso la terza dose e personalmente sono favorevole all'obbligo vaccinale perché se tutti fossimo vaccinati il virus sarebbe una semplice influenza (i numeri parlano chiaro). Ovvio che ci sarebbero sempre i casi gravi, ma ci sono anche con l'influenza o la polmonite. Al momento non è così, seppur il Green Pass sia un obbligo vaccinale mascherato, e quindi ognuno (vaccinato e non) deve fare la sua parte rispettando il distanziamento e le norme di sicurezza che ormai conosciamo a memoria. Invito comunque a chi non sia ancora vaccinato di farlo il prima possibile per ritornare a una sorta di "normalità". Capisco che ci siano dubbi sulle ripercussioni gravi del vaccino, ma i dubbi sul vaccino sono appunto dubbi, le ripercussioni gravi del Covid sono certezze.
 

Nic

Testa Quedra
Il fatto di non rispettare le distanze ecc. comunque non è correlata ai vaccini, ma al menefreghismo (e difatti si contagiano anche i vaccinati).
ovviamente, sono in maggioranza solamente perchè sono appunto la maggioranza assoluta degli italiani. Ci mancherebbe altro, il menefreghismo è diffuso ovunque indiscriminatamente.
 

Lucas992X

Senza gli apici
Wiki
Io però vedo che anche moltissimi vaccinati fanno quello che gli pare nel senso che se ne fregano di mascherine e distanza da un bel po'. Però a questi lo stipendio non glie lo toccano.
Questo purtroppo è vero, ci sono tanti vaccinati che se ne fregano delle regole pensando di essere completamente immuni e pure loro meriterebbero delle belle multe (non so quante ne vengano fatte realmente).

Spoiler: Stavo trollando hihihihi

Ho due dosi e non vedo l'ora di fare la terza a breve. Ormai i troll non mi riescono così bene come un tempo ma son contento che sia partita una sana discussione.
Da quando ho fatto una vacanza con un antipass che in nome della sua libertà limitava la nostra (non potevamo andare nei locali al chiuso perché rifiutava anche il tampone) ho il trigger troppo facile, con me non conta 😛
 

Rust

Sovietico di PCF
Oggi ho discusso con una no Green Pass al bar... Letteralmente due minuti dopo sono arrivati i carabinieri a controllarci il Green pass.
Ce l'avevo!
 

BlazePower

Un Bagon stanco di sbattere la testa
Strano che qua mancasse un topic sull'unico argomento di discussione stabile dell'intero giornalismo italiano da qui a un anno...

Mi presento, sono un vaccinato di terzo livello. Sono d'accordo con Nic sul fatto di separare il tema del vaccino, che è un tema "scientifico" se vogliamo, dal tema della gestione della pandemia di Covid-19 che è un tema politico e sociale. Sono d'accordo con aleterla e gli utenti prima di lui sul fatto che questi temi siano così mescolati per colpa della pessima informazione fatta da mass media e politica. L'unico doppio (ormai triplo) ago con effetti secondari è quello di Beedrill.

Ho conosciuto personalmente diversi novax e confermo che si tratta di persone molto diverse tra loro, che non è possibile (anche se è fin troppo comodo) etichettare tutte con una sola parola. Uno di loro mi ha raccontato di aver preso il Covid insieme alla famiglia e sono tutti guariti dopo qualche giorno, quindi il mondo sta andando in escandescenza per un raffreddore e il vaccino serve solo a fare soldi; un altro è un complottista ostinato simile a quello di cui ha parlato aleterla; altri due che conosco sono contro i poteri forti a prescindere, vedono nell'autorità un nemico e trovano nella protesta politica un modo di esprimersi. Questi ultimi, nella scelta di andare controcorrente a tutti i costi, finiscono per prendere impegni e stili di vita anche molto rigorosi, in quanto vegani (che accettano la scienza del clima), ma incoerenti (poiché antivaccinisti che non accettano la scienza medica). Chi ha più di un neurone, per favore, si renda conto che non tutti gli ambientalisti sono così confusi da colpirsi da soli.

Il Covid-19 fa schifo, non l'ho mai avuto ma l'ho sofferto fin dall'inizio. Sono uno studente universitario e sono partito per la prima volta in Erasmus in Spagna a febbraio 2020. Vivevo con altre tre persone di nazionalità e interessi diversi, ma tempo un mese e sono scappate tutte a casa loro mentre io mi sono ritrovato a vivere da solo con i pesci del francese che studiava veterinaria. Ho avuto paura di contagiarmi in viaggio e portare il virus in casa, che in famiglia sono tutti più anziani di me, perciò ho scelto di restare all'estero, e il primo erasmus l'ho passato in quarantena. Poi ho fatto un anno di studio a distanza in Italia finché non mi sono dato un'altra possibilità, così adesso sto finendo il secondo erasmus in Olanda. Questo è andato meglio, lì il lockdown vero e proprio è iniziato quando sono partito per le vacanze, scampato pericolo. Ormai però mi ritrovo senza più amici e senza conversazioni neanche via chat, al di là della famiglia. Il lavoro a distanza è comodissimo e apre strade nuove, ritornare alla normalità come ancora vorrebbe qualcuno è impensabile e stupido; d'altro canto però viverlo in relativo isolamento come mi sono trovato a fare io ti aliena dalla società e va affiancato a una vita sociale degna di questo nome.

Il fatto è che il Covid-19 è una pandemia, diamine, è una dannatissima epidemia su scala globale. È uno di quei disastri generazionali da tramandare per potersi lamentare dei giovani d'oggi, quando saremo vecchi: i nostri nonni avevano la Guerra, i genitori avevano le brigate rosse e il muro di Berlino, noi abbiamo il Coviddi. Potremo raccontare ai nostri figli/nipoti/cagnolini/gattini come siamo cambiati noi esseri umani con l'evolversi della situazione. La prima quarantena è stata una novità per tutto il mondo, ci credevamo davvero, abbiamo guardato le dirette del Presidente del Consiglio come fosse una nuova telenovela. Noi italiani, da bravi italiani, ci siamo fatti riconoscere subito cantando dai balconi, battendo le mani ai medici e facendo finire farina e lievito dai supermercati, mentre all'estero facevano scorte di carta igienica. Il peccato originale è stato illudersi che in estate sarebbe finito tutto e infatti in estate, dopo la riapertura indiscriminata, è caduto anche il senso di comunità e responsabilità (o almeno la sua parvenza), e si è puntato tutto sul vaccino come soluzione magica. Il resto è cronaca. E i nostri figli/nipoti/cagnolini/gattini ci guarderanno storto mentre diremo loro che i vaccini li hanno venduti solo ai Paesi ricchi, a più dosi, mentre in India, Brasile, Sudafrica e tanti altri Stati si sviluppavano nuove varianti, e capiranno che non potevano aspettarsi poi molto di meglio nei confronti del collasso climatico e della sesta estinzione di massa da una società come la nostra degli anni Venti.

Il vaccino è uno strumento essenziale per contrastare una pandemia, ma non è un "liberi tutti, tanto siamo vaccinati". Mascherina, igienizzante e compagnia varia sono altrettanto essenziali in modo diverso: loro servono per "prevenzione", il vaccino serve per "protezione". Prevenzione è avere meno probabilità possibile di farsi del male; protezione vuol dire farsi meno male possibile. Guidando la macchina, per esempio, il vaccino di primo, secondo e terzo livello sono come cintura di sicurezza, airbag, paraurti hi-tech, sensori e tutte quelle cose che se ci scappa l'incidente fanno piangere il tuo portafoglio ma non te; mascherina, gel e distanziamento sono come guidare perfettamente sobri, svegli e col cellulare posato via, così l'incidente non ci scappa nemmeno (o se succede non è per colpa tua). Apposta, se si parla solo di vaccini escludendo il resto, si continuano a contagiare così tante persone. Con l'auto come col covid, la prevenzione è questione di responsabilità ed educazione, queste creature mitologiche ormai estinte...
 

Nyx

Zoidberg
Io non sono vaccinata né tantomeno lo farò in futuro, a meno che creino un vero vaccino.
In genere non mi ammalo mai, non uso farmaci ma erbe per curarmi.
In ospedale ci sono stata solo per partorire.
Non credo in questo siero e più passa il tempo e più me ne convinco.
Ora poi che galli si è preso il coronavirus ed è stato curato con le cure monoclonali, mi ride il didietro!!
Pure Bassetti si lamenta dei conteggi giornalieri dei pazienti che entrano per un braccio rotto e vengono conteggiati covid.

E poi la pfizer, con tutte le cause legali che gli piovono addosso, i farmaci immessi sul mercato e ritirati qualche anno dopo perché cancerogeni, o la sperimentazione fatta sui bambini in Nigeria, con effetti nefasti. No, questa casa farmaceutica pensa solo al business.

Per non parlare dei media che si sono presi una barca di soldi dallo Stato con sto storia del covid.

Ora i medici dicono che i contagi sono causati dai vaccinati.
Una cosa è certa, la mia sfiducia ai medici è salita alle stelle.
Purtroppo lo stato mi obbliga a vaccinarti ed io andrò ma prima chiederò al mio medico di base di farmi la prescrizione per il vaccino, lui non me la farà.
 

CiaobyDany

Boku ni dekiru koto wa mada aru yo
Wiki
Vedo un certo cortocircuito. La tua sfiducia nei medici è salita alle stelle, però vuoi aspettare un vaccino "vero" per vaccinarti, però non ti fidi nemmeno dei farmaci in generale e preferisci usare erbe. Da cui due domande.
Cosa intendi con vaccino "vero"? Quali caratteristiche dovrebbe avere un vaccino per essere considerato tale?
Non ti fidi dei medici e quindi non prendi medicinali ma erbe. E quelle erbe quale figura sociale che ritieni più affidabile dei medici te le prescrive?
 

Nyx

Zoidberg
Vedo un certo cortocircuito. La tua sfiducia nei medici è salita alle stelle, però vuoi aspettare un vaccino "vero" per vaccinarti, però non ti fidi nemmeno dei farmaci in generale e preferisci usare erbe. Da cui due domande.
Cosa intendi con vaccino "vero"? Quali caratteristiche dovrebbe avere un vaccino per essere considerato tale?
Non ti fidi dei medici e quindi non prendi medicinali ma erbe. E quelle erbe quale figura sociale che ritieni più affidabile dei medici te le prescrive?
Un vaccino tipo l'antitetano, o antipolio etc, non uno che ti devi fare tre volte in un anno, senza contare che la pfizer ha detto che il vaccino per la variante omicron sarà pronto a marzo.
Le erbe me le prescrivo da sola e me le preparo come mi è stato insegnato.
 

CiaobyDany

Boku ni dekiru koto wa mada aru yo
Wiki
Un vaccino tipo l'antitetano, o antipolio etc, non uno che ti devi fare tre volte in un anno, senza contare che la pfizer ha detto che il vaccino per la variante omicron sarà pronto a marzo.
Gli attuali vaccini anticovid devono essere fatti ogni tre mesi anche perché i non vaccinati aumentano il tasso di replicazione del virus favorendo la nascita di nuove varianti che sono più resistenti ai vaccini stessi.
Il tetano è un batterio e in quanto tale la sua capacità di mutazione è notevolmente ridotta tale da non consentire la sfuggita dai vaccini, mentre la polio è estremamente meno contagiosa (non è respiratoria), quindi si replica di meno, quindi sviluppa meno varianti.
Quindi non credo che ne sarà mai sviluppato uno che ti possa soddisfare, non per incompetenza delle case farmaceutiche, ma perché il virus non è conforme alle tue aspettative.
Le erbe me le prescrivo da sola e me le preparo come mi è stato insegnato.
La domanda era infatti "chi" ti ha insegnato che è più affidabile a tuo parere dei medici, ma lascio perdere o andiamo OT.
 

Mr Ponty

漱石
Massimo rispetto per il mio AMICO Rust. Consiglio a tutti di tenere una calamita a portata di mano da posizionare sul sito di iniezione. Se si attacca al muscolo prendere le generalità del medico perché quegli assassini vi stanno ammazzando.
Messaggio unito automaticamente:

Gli attuali vaccini anticovid devono essere fatti ogni tre mesi anche perché i non vaccinati aumentano il tasso di replicazione del virus favorendo la nascita di nuove varianti che sono più resistenti ai vaccini stessi.
Il tetano è un batterio e in quanto tale la sua capacità di mutazione è notevolmente ridotta tale da non consentire la sfuggita dai vaccini, mentre la polio è estremamente meno contagiosa (non è respiratoria), quindi si replica di meno, quindi sviluppa meno varianti.
Quindi non credo che ne sarà mai sviluppato uno che ti possa soddisfare, non per incompetenza delle case farmaceutiche, ma perché il virus non è conforme alle tue aspettative.

La domanda era infatti "chi" ti ha insegnato che è più affidabile a tuo parere dei medici, ma lascio perdere o andiamo OT.
Ti stai sbagliando comunque, i vaccini anticovid attualmente non vanno fatti oltre 3 mesi, perché risulterebbero dannosi stando alle nostre conoscenze. Secondo l'FDA e l'EMA la quarta dose è da consigliare solo ai soggetti fragili ed immunodepressi. C'è anche dubbio su una quarta dose col vaccino "aggiornato" ad Omicron, perché la memoria immunitaria è programmata su 3 dosi basate su un'altra variante.



Qui maggiori info con terminologia corretta e tecnica.
 

CiaobyDany

Boku ni dekiru koto wa mada aru yo
Wiki
Ti stai sbagliando comunque, i vaccini anticovid attualmente non vanno fatti oltre 3 mesi,
Al massimo è oltre la terza dose, non oltre i tre mesi. Comunque sì, so dei dubbi attuali di EMA e FDA, infatti nel mio post ho detto "pronto a fare una dose ogni tre settimane se servisse a qualcosa". In quel messaggio ho solo citato il post a cui stavo rispondendo, non stavo implicitamente affermando che mi sarei imbucato nei centri vaccinali a fare una dose ogni tre mesi, anche perché mi becco diversi effetti indesiderati, quindi sarebbe abbastanza idiota strafare.
Ho fatto ogni dose praticamente nella prima occasione possibile disponibile e continuerò ad attenersi alle indicazioni di EMA (ed AIFA). Come mi sembra sensato fare.
 
Top Bottom