Dopo la morte...?

Roisian

#IoScelgoLapras
Durante le mie riflessioni prima di addormentarmi, ho pensato "cosa ci sarà dopo la morte? Durerà per sempre!" Potreste "illuminarmi" su questa cosa? Cosa ne pensate voi?
 

Hero of Sky

L'Occhio che tutto scruta,tuttoosservaetuttoindaga
è un tema su cui ho sempre difficolta a rispondere. Da una parte mi deprime, e molto, che tutto possa finire con la morte del corpo, dall'altra non riesco a immaginarmi il senso di un'eventuale aldilà. Insomma, non lo so. Potrebbe esserci la stessa cosa che c'era prima di nascere, ovvero il vuoto
 

Carmageddon

AGE IS JUST A NUMBER
Admin
Rinascita in un altro corpo senza essere al corrente di esser rinati, una nuova identità, secondo me
Sì, un "reset" totale è la tesi che sposano in tantissimi, quelli a cui pare troppo triste pensare che la vita sia una sola per ognuno di noi e poi basta. 

Personalmente, ho sempre ritenuto la vita "monouso", poiché boh, l'idea delle rinascite in altri corpi la trovo troppo da sognatori...
;

EDIT: Comunque trovare un topic del genere di lunedì mattina è il supremo tocco di classe. LOL
 
Ultima modifica di un moderatore:

CiaobyDany

Pokémon Selvaggi Intensifies
Wiki
Rinascita in un altro corpo senza essere al corrente di esser rinati, una nuova identità, secondo me
Che è come dire che non c'è nulla, visto che nella nuova identità non avrai nessun tipo di ricordo della precedente. A meno che non ritieni che la vita sia un principio trasferibile da un corpo all'altro e non creabile da solo (ma a quel punto implicheresti o che la vita si possa trasferire da forme viventi estremamente dissimili o lasceresti inspiegata la non costanza del numero di forme di vita sulla terra nel corso dei millenni).

Personalmente credo che la morte sia assenza di percezione. Anche se trovo veramente confortante l'idea di un aldilà, ho una mente troppo razionale per poterci credere (ma ammiro molto chi riesce ad avere fede).
 

Mr Ponty

漱石
Non esiste una vera e propria risposta, ma quella piû giusta a rigor di logica dovrebbe essere il nulla piû totale. Cercare di dare un senso all'esistenza ha sempre causato grossi problemi, e per quanto riguarda la morte non abbiamo neanche esperienze provenienti dall' "altra parte" (che ripeto, non esiste, è solo una nostra costruzione mentale che ci rende piú quieto il vivere.)
 
Ultima modifica di un moderatore:

Roisian

#IoScelgoLapras
Se penso che dopo la morte ci sia il nulla totale , mi chiedo perché esista la vita, a quale "scopo" siamo nati. Ma questo è off-topic, quindi secondo me (e spero) c'è la rinascita in un altro corpo, ma anche l'idea di un possibile "aldilà" mi piacerebbe. Premettendo che non sono credente, mi piacerebbe una specie di Paradiso, dove però non sia Dio il centro del mondo (chi è cristiano non la prenda come un'offesa, assolutamente non lo è :) )
 

Asgard

Un Pollon (che voi di più?)
Il problema principale é che siamo legati a ciò che conosciamo, se dopo la morte succede qualcosa o andiamo in un posto che neppure la nostra immaginazione può arrivare? In quanto non credente non voglio offendere nessuno ma veramente dobbiamo avere un "dio" o qualche entità sopra di noi? Aprite la mente 
 

Che è come dire che non c'è nulla, visto che nella nuova identità non avrai nessun tipo di ricordo della precedente. A meno che non ritieni che la vita sia un principio trasferibile da un corpo all'altro e non creabile da solo (ma a quel punto implicheresti o che la vita si possa trasferire da forme viventi estremamente dissimili o lasceresti inspiegata la non costanza del numero di forme di vita sulla terra nel corso dei millenni).

Personalmente credo che la morte sia assenza di percezione. Anche se trovo veramente confortante l'idea di un aldilà, ho una mente troppo razionale per poterci credere (ma ammiro molto chi riesce ad avere fede).
La vedo più come un ciclo che come trasferimento, un reset come dice @Carmageddon , quando muori è ora di ricominciare, al momento della morte rinasci come altra persona, la ho sempre vista così io, e sono sempre stato felice di questa tesi, non mi spaventa la morte ne sono credente, ma sognatore in effetti si

Però non mi piace pensare che se in vita sei una persona rinasci come un topo, questo no

 
Ultima modifica di un moderatore:

CiaobyDany

Pokémon Selvaggi Intensifies
Wiki
E come giustifichi il fatto che la popolazione umana non è stazionaria, ma è quasi costantemente in crescita? Alcune vite si riciclano, ok, e le altre da dove sorgono?
 
E come giustifichi il fatto che la popolazione umana non è stazionaria, ma è quasi costantemente in crescita? Alcune vite si riciclano, ok, e le altre da dove sorgono?
Se ne creano di nuove, come i primi esseri umani del resto 

Sì crea ciò che ci distingue dal resto degli animali
 
Ultima modifica di un moderatore:
"Cosa ci sarà dopo la morte?".

Da cristiano credo abbastanza che ci sia un aldilà in cui regnano la pace e la serenità più totali (ma crederei a questo anche se non fossi cristiano: avere il vuoto totale dopo la morte è una visione troppo brutta e pessimistica per i miei gusti).
Una volta lessi un articolo in cui avevano chiesto ad alcune persone "resuscitate" (quelle persone che sono morte ma, per qualche motivo, dopo pochissimi minuti o secondi sono ritornate in vita) che cosa avessero visto dopo la morte. Alcuni avevano visto un posto meraviglioso con un prato magnificato (una cosa simile l'aveva detta pure una mia vecchia maestra di religione alle elementari, che verso gli undici anni in ospedale morì per nonsoqualemotivo), altri erano immersi in un posto simile all'universo, altri ancora il vuoto più totale. Quindi bo, prendendo per vero l'articolo, probabilmente è un qualcosa di totalmente soggettivo, e di conseguenza, qualcosa di dettato dal nostro inconscio; ma ripeto, prendendo per vero l'articolo.
 

Poi oh suvvia, chi morirà vedrà LOL.
 

Ambrosio

Zoidberg
Io penso che l'uomo si dia troppa importanza e quindi spera in una condizione migliore quando terminerà la sua esistenza, perché la vita non lo soddisfa abbastanza. Ma credo che basti rendersi conto che funzioniamo come le macchine , che alla fine tutto quello che pensiamo , che siamo è riconducibile a concetti scientifici. L'unica cosa che ci resta da fare è , a questo punto , fare il proprio meglio per migliorare l'unica certezza che abbiamo , ovvero questo mondo e questa vita , poiché non appena la batteria sarà scarica ci spegneremo. Immagina se ci fosse un aldilà , pieno di ricompense. Il senso di questo mondo svanirebbe del tutto perché ognuno non solo non apprezzerebbe questo pianeta , ma nel caso in cui agisse bene lo farebbe solo per un fine ultimo che è quello di essere premiato.
 

Carmageddon

AGE IS JUST A NUMBER
Admin
E se diventassimo tutti degli Yamask? LOL 
Questa uscita assolutamente random dal nulla ti farà proiettare dritta dritta nell'imminente candidatura per il nuovo global mod, perché, ormai lo sappiamo tutti, Mella non lo vuole più nessuno.

Scherzavo! Sei il nostro unico e solo Sex Bomb di tutti, TVTTTTTTTB <3
 
Ultima modifica di un moderatore:

CiaobyDany

Pokémon Selvaggi Intensifies
Wiki
Se ne creano di nuove, come i primi esseri umani del resto 

Sì crea ciò che ci distingue dal resto degli animali
È come giustifichi i periodi storici di decrescita demografica? Che fine hanno fatto quelle vite?

Non ti sto accusando, voglio solo capire come funzionano i tuoi concetti, si tratta di un argomento troppo controverso per cercare di dimostrare di avere ragione.
 
È come giustifichi i periodi storici di decrescita demografica? Che fine hanno fatto quelle vite?

Non ti sto accusando, voglio solo capire come funzionano i tuoi concetti, si tratta di un argomento troppo controverso per cercare di dimostrare di avere ragione.
Vagano in cerca di una nuova persona, come dormiamo per 5 ore o per 8 ore è possibile che duri di più il momento di transazione

Non può esiste una verità a meno che tu non muoia per risorgere
 

mr100euro

Riding the waves up in Malibu...
Avrei prefererito non aprire questa discussione ahahahah. Ho letto "anime" e improvvisamente ho visto passarmi davanti agli occhi le ultime lezioni di filosofia (Pitagora, Democrito, Socrate...)  
.

Per quanto riguarda il main topic, beh... È una domanda che si sono fatti tutti almeno una volta nella vita. La risposta a questa domanda però può essere varia in quanto dipende anche un po' dalla società in cui viviamo. Le ipotesi sono tante: dalla concezione medievale ritrovata nella grande opera di Dante, alla metempsicosi del sopracitato Pitagora e all'induismo, la storia ci ha sempre riempito di idee riguardanti una possibile vita dopo la morte. Personalmente non sono mai giunto ad una risposta di cui posso definirmi sicuro, tuttora sono in dubbio. Certo però mi piacerebbe credere che l'anima sia immortale e che esista qualcosa dopo la morte, una realtà diversa da quella che viviamo, dalla quale osservare in silenzio. Mi ricorda molto il mondo distorto di Giratina insomma xD
 

mr100euro

Riding the waves up in Malibu...
Personalmente credo che la morte sia assenza di percezione. Anche se trovo veramente confortante l'idea di un aldilà, ho una mente troppo razionale per poterci credere (ma ammiro molto chi riesce ad avere fede).
Come direbbe la mia prof di filosofia:

"La fede non va contro la ragione, sta sopra."

Parlo da agnostico che vuole fare della razionalità il suo lavoro ma intendo che la fede non è per forza irrazionale. Credere in qualcosa che non si vede è semplicemente credere in qualcosa che si deduce, e mentre i sensi sono la via dell'errore la deduzione, e quindi la razionalità,è la via della verità. Insomma, che sia per il bisogno di avere una certezza fissa o per altro, chi crede è alla ricerca di qualcosa che gli appartiene, nel senso più profondo possibile.

/OT
 

Hyliian

Hyliicoso
C'e' il nulla piu' totale. Come quando ti addormenti in un sonno profondo e la mattina dopo ti svegli e non ricordi nulla della notte, ne i sogni, ne se ti sei girato nel letto o un rumore nell notte. Solo che non avrai quella sensazione perche' non ti sveglierai.
 

mr100euro

Riding the waves up in Malibu...
C'e' il nulla piu' totale. Come quando ti addormenti in un sonno profondo e la mattina dopo ti svegli e non ricordi nulla della notte, ne i sogni, ne se ti sei girato nel letto o un rumore nell notte. Solo che non avrai quella sensazione perche' non ti sveglierai.
Io i sogni me li ricordi a volte >.<
 
Top Bottom