Battito freddo

YuseiFudo100000

YuseiFudo100000 può fare miracoli...e questo...è n
#1
Salve raga, sono qui per chiedervi dei consigli.

Ultimamente ho riscontrato un problema molto grande: mi agito per nulla. Fin qui ok, peccato che quando mi agito si attiva la modalità "Battito freddo" del mio cuore: le mani diventano fredde, il cuore batte veloce, la voce diventa grave, ma tanto, alcune volte mi gira la testa e vedo strano, e in alcuni casi mi dimentico pure quello che sapevo fino a 1 minuto fa.

Questo "Battito freddo" mi è costato un 5 preso oggi all'interrogazione di latino, visto che molte cose che mi ha chiesto non me le ricordavo a causa di questo Battito freddo.

Avete dei consigli su come controllarmi meglio, o ridurre "i sintomi"?

P.S. Lo chiamo Battito freddo perchè all'inizio i sintomi erano solo brividi e mani fredde, ma a quanto pare i sintomi sono aumentati.

Evitate di fare gli spiritosi, questa è una cosa seria.
 
Ultima modifica da un moderatore:

Plautus

Umbra profunda sumus
#2
Questa cosa ti succede solo ultimamente? Non potrebbe essere la causa di una tua recente esperienza che ti abbia forse coinvolto/sconvolto/scosso?
 

YuseiFudo100000

YuseiFudo100000 può fare miracoli...e questo...è n
#3
Questa cosa ti succede solo ultimamente? Non potrebbe essere la causa di una tua recente esperienza che ti abbia forse coinvolto/sconvolto/scosso?
Diciamo che mi succede da sempre, ma è aumentata molto all'inizio di quest'anno scolastico. Forse perchè faccio il primo liceo? Altrimenti non saprei cosa potrebbe avermi scosso.
 

Plautus

Umbra profunda sumus
#6
Diciamo che mi succede da sempre, ma è aumentata molto all'inizio di quest'anno scolastico. Forse perchè faccio il primo liceo? Altrimenti non saprei cosa potrebbe avermi scosso.
Beh, ovviamente il passaggio da medie a liceo può influire; per qualcuno i primi tempi possono risultare stressanti.

Compagni buono, fatta esclusione per uno che si crede chissà chi quando è odiato da un sacco, e un altro che alla prima cosa che dico si mette contro di me.

Professori buono con tutti, tranne con quella che oggi mi ha interrogato.
Ecco, anche il fatto che proprio quel professore ti sia particolarmente inviso è un dato non da poco. Questa cosa del "battito freddo" ti succede anche in situazioni extra-scolastiche? Perchè altrimenti io lo liquiderei come un normale stato di stress dovuto al nuovo ambiente in cui ti trovi e al quale devi ancora (probabilmente) abituarti appieno.
 
Ultima modifica da un moderatore:

Mr Blacco Binario

Don't waste your time
#7
Ecco, anche il fatto che proprio quel professore ti sia particolarmente inviso è un dato non da poco. Questa cosa del "battito freddo" ti succede anche in situazioni extra-scolastiche? Perchè altrimenti io lo liquiderei come un normale stato di stress dovuto al nuovo ambiente in cui ti trovi e al quale devi ancora (probabilmente) abituarti appieno.
^This

Se invece, al contrario, ti capita anche in situazioni extra-scolastiche, devi farti controllare da un medico. ...E in fretta.
 

YuseiFudo100000

YuseiFudo100000 può fare miracoli...e questo...è n
#9
Bè, la maggior parte di quello che mi succede è in quel elenco.

^This

Se invece, al contrario, ti capita anche in situazioni extra-scolastiche, devi farti controllare da un medico. ...E in fretta.
Che intendete per situazioni extra-scolastiche?

Beh, ovviamente il passaggio da medie a liceo può influire; per qualcuno i primi tempi possono risultare stressanti.

Ecco, anche il fatto che proprio quel professore ti sia particolarmente inviso è un dato non da poco. Questa cosa del "battito freddo" ti succede anche in situazioni extra-scolastiche? Perchè altrimenti io lo liquiderei come un normale stato di stress dovuto al nuovo ambiente in cui ti trovi e al quale devi ancora (probabilmente) abituarti appieno.
Che intendete per situazioni extra-scolastiche?
 
#14
Dipende, se sto per mettermi nei casini, o sono già nei casini succede, ma devono essere casini enormi, infatti per ora mi è successo solo una volta.
Io ti consiglio di farti esame del sangue completo che per norma dovresti farlo 1 volta all'anno se non l'hai fatto ancora. Se non hai un lavoro potresti farti esenzione del ticket, ovvero E02, che aiuta a pagare di meno le analisi.
 
Ultima modifica da un moderatore:
#15
Attacco di panico confuuuurmed.

É una cosa psicologica, il medico può farti ben poco, semmai un lolpsicologo.

Stai bene, è solo ansia. Puoi provare a prendere roba erboristica come la passiflora o il biancospino. Ma sta a te superare il problema.
 

YuseiFudo100000

YuseiFudo100000 può fare miracoli...e questo...è n
#16
Attacco di panico confuuuurmed.

É una cosa psicologica, il medico può farti ben poco, semmai un lolpsicologo.

Stai bene, è solo ansia. Puoi provare a prendere roba erboristica come la passiflora o il biancospino. Ma sta a te superare il problema.
Molto probabilmente è una cosa lolpsicologica.

Io ti consiglio di farti esame del sangue completo che per norma dovresti farlo 1 volta all'anno se non l'hai fatto ancora. Se non hai un lavoro potresti farti esenzione del ticket, ovvero E02, che aiuta a pagare di meno le analisi.
Scusa ma un esame del sangue a che serve? Che cosa la mia ignoranza mi nasconde?
 
#17
Molto probabilmente è una cosa lolpsicologica.

Scusa ma un esame del sangue a che serve? Che cosa la mia ignoranza mi nasconde?
Questo esame non lo devi fare perchè stai male ma per prevenire se hai qualcosa che per ora è in piccola forma. Serve per verificare per esempio il livello del potassio, insomma per controllare che non hai valori sballati che potrebbero arrecarti danni maggiori in futuro. Prevenire è meglio che curare.

Sconsiglio lo psicologo: non serve a nulla lo stesso.
 
Ultima modifica da un moderatore:

Plautus

Umbra profunda sumus
#19
Questo esame non lo devi fare perchè stai male ma per prevenire se hai qualcosa che per ora è in piccola forma. Serve per verificare per esempio il livello del potassio, insomma per controllare che non hai valori sballati che potrebbero arrecarti danni maggiori in futuro. Prevenire è meglio che curare.

Sconsiglio lo psicologo: non serve a nulla lo stesso.
A dire il vero, per il tipo di problema riscontrato riterrei uno psicologo più utile di un esame del sangue. Non credo il problema sia meramente somatico (non dipende, cioè, da mancanza di sostanze), bensì psicologico (per l'appunto); ora, non dico che uno psicologo risolverebbe il problema in quattro e quattr'otto, ma nell'ottica del problema lo vedo molto più utile che non un esame random del sangue.

Comunque stiamo discutendo di qualcosa che potrebbe benissimo autoregolarsi col tempo; come dicevo poco sopra, potrebbe trattarsi null'altro che di problemi di ambientamento, e quelli si risolvono dopo un po'.
 

Mr Blacco Binario

Don't waste your time
#21
Io dicevo in generale, non inderente al suo problema. Consigliavo un esame almeno 1 volta all'anno.
Anche un esame 1 volta l'anno è abbastanza inutile, serve solo dalla nascita ai 6-7 anni, e poi a 12, 13 e 14 anni:

se nel 2009 il tuo sangue è normale, lo sarà anche nel 2010 e nel 2011, ecc.,  a meno che tu non prenda qualche malattia nel mentre.

Ok, prevenire e meglio che curare, ma ciò non significa che uno fa esami random quando gli pare.
 
#23
Lol col cavolo che gli attacchi di panico si auto regolano.

Yusei li ha già accettati nella sua vita, tiene il conto. Andrebbe visto come episodio sporadico, come bucare una ruota piuttosto che come cosa quotidiana. Conta un cavolo abituarsi nella nuova scuola, l'ansia puoi averla anche in casa, non a caso anche nel sonno possono manifestarsi. Portarsi dietro le gocce di passiflora/biancospino serve semplicemente a rassicurarlo di avere un qualcosa a cui pensare per combatterli, ma non ti aiutano a superarli, assolutamente. Vedere uno psicologo sarebbe la conseguenza logica ma è abbastanza lol come cosa. Non è che vai da un medico, ti da il farmaco e ciao. Con lo psicologo ci vuole tempo prima di accettare la cosa, e durante il cammino con lo psicologo resti vulnerabile, anche perché lo psicologo è una conseguenza agli attacchi. Lo psicologo serve se gli attacchi sono conseguenti ad un trauma come un lutto e cose simili, ma per un interrogazione boh.

La cosa migliore sarebbe proprio cancellare 'sto thread , in modo che lo scorda e in modo che a casa non ci pensa.
 

Carmageddon

AGE IS JUST A NUMBER
Admin
#24
Non se lo può scordare, anzi, ci stava pensando da un pezzo a chiedere nel forum, secondo me...

Op, come prima cosa parlane col tuo dottore di famiglia (sperando che non sia il classico tipo che dice "non è nulla, tranquillo" a tutti...)
 

Plautus

Umbra profunda sumus
#25
Lol col cavolo che gli attacchi di panico si auto regolano.

Yusei li ha già accettati nella sua vita, tiene il conto. Andrebbe visto come episodio sporadico, come bucare una ruota piuttosto che come cosa quotidiana. Conta un cavolo abituarsi nella nuova scuola, l'ansia puoi averla anche in casa, non a caso anche nel sonno possono manifestarsi. Portarsi dietro le gocce di passiflora/biancospino serve semplicemente a rassicurarlo di avere un qualcosa a cui pensare per combatterli, ma non ti aiutano a superarli, assolutamente. Vedere uno psicologo sarebbe la conseguenza logica ma è abbastanza lol come cosa. Non è che vai da un medico, ti da il farmaco e ciao. Con lo psicologo ci vuole tempo prima di accettare la cosa, e durante il cammino con lo psicologo resti vulnerabile, anche perché lo psicologo è una conseguenza agli attacchi. Lo psicologo serve se gli attacchi sono conseguenti ad un trauma come un lutto e cose simili, ma per un interrogazione boh.

La cosa migliore sarebbe proprio cancellare 'sto thread , in modo che lo scorda e in modo che a casa non ci pensa.
Finora questi attacchi gli sono venuti a scuola; non ha parlato di altre circostanze (a casa o nel sonno), quindi non abbiamo la certezza (clinica, almeno) che siano attacchi di panico. Potrebbe essere solo stress, quindi qualcosa di molto più banale. Ed è chiaro che con lo psicologo ci vuole tempo; è logoterapia, non magia sciamanica. Le tempistiche sono quelle, non si può pretendere di risolvere tutto e subito, ma meglio risolvere il problema in un arco di tempo accettabile (qualche mese, ad esempio) che non fingere che il problema non ci sia (cancellare il thread mi sembra una cosa abbastanza inutile, ammesso che non fossi ironico). Uno piscologo, almeno in teoria, è preparato ad aiutare persone con problemi del genere, che abbiano subito traumi, lutti e, sì, anche che abbiano difficoltà con le interrogazioni. Sono lì anche per quello.
 

YuseiFudo100000

YuseiFudo100000 può fare miracoli...e questo...è n
#26
Non se lo può scordare, anzi, ci stava pensando da un pezzo a chiedere nel forum, secondo me...

Op, come prima cosa parlane col tuo dottore di famiglia (sperando che non sia il classico tipo che dice "non è nulla, tranquillo" a tutti...)
In realtà oggi mentre tornavo a scuola volevo chiederlo, visto che è stato l'episodio che mi ha "sconvolto" di più.

@Tutti: visto che leggendo le vostre liti non ho capito molto bene: mi consigliate tutti uno psicologo o cosa?
 

Plautus

Umbra profunda sumus
#29
Quali liti? Non ci sono state liti, ognuno ha espresso la sua opinione. Comunque si, parlane bene con i tuoi prima di fare qualunque altra cosa. E' sempre meglio parlare con chi ti conosce e magari sa come "gestirti" che non con una comunità di internettiani schizzati (xD).
 
Ultima modifica da un moderatore:
#30
Sconsiglio lo psicologo: non serve a nulla lo stesso.
Un bel "lolno" ci sta qua. Per problemi del genere (Leggasi: io vado dallo psicologo) non fa mai male andare da lui... A me ha aiutato molto, almeno, e all'inizio pensavo di avere solo attacchi, ma invece...@Yusei: ^Leggi, ma non preoccuparti; è più probabile che sia solo agitazione momentanea se non ti è MAI capitato, io il problema me lo porto dalle medie e in terza liceo si è manifestato più evidentemente, del tipo che lolscappavo al cesso.