Curiosità voltaggio

Calimero

Coccò, Coccò!
Wiki
#1
Ciao, volevo sapere una cosa. Se io ad esempio compro un cellulare negli Stati Uniti (o comunque destinato al mercato nordamericano) in cui il voltaggio è diverso dal nostro, se volessi caricare questo cellulare in Italia, dove il voltaggio è più alto, mi basterebbe usare un caricatore venduto in Italia oppure sostituire anche la batteria?
 

CiaobyDany

Gli @dmin sono delle brutte perso
Wiki
#3
Di norma i caricatori hanno al loro interno un trasformatore che di fatto li rende adatti a qualsiasi presa del mondo. In Italia abbiamo la 220V, in USA non saprei, comunque sono appena andato a Tokyo, lì ci sono 110V e mi è bastato solo un adattatore per collegare cell/tablet/macchina fotografica/tutto, non anche un trasformatore. Prova a guardare sul caricabatterie, ci dovrebbe esser scritto il voltaggio supportato, in teoria 100~220V, ovvero tutti i voltaggi presenti al mondo.
 

Calimero

Coccò, Coccò!
Wiki
#4
110 anche negli USA se non erro. Quindi è sufficiente che il caricatore abbia scritto su 100~220V per permettermi di caricarlo senza problemi ovunque? Per adattore intendi semplicemente quello per attaccare la presa che  diversa?
 

Maze

Non mi ricordo cosa ci fosse scritto prima, ma #TD
Wiki
#5
All'interno, almeno per quanto riguarda la parte strettamente elettronica, non si dovrebbero superare i 12V, e di norma ci si aggira sui 5V: il problema sta tutto nell'abbassare il voltaggio della rete di distribuzione elettrica fino a questi valori. Per fare ciò si usa appunto il trasformatore, che è il pezzo voluminoso che differenzia un caricabatterie da una normale presa elettrica: quello che converte dai 110V ai 5V sarà ovviamente diverso da quello per la conversione 220V-5V. La differenza però non è niente di eccezionale, e si può risolvere semplicemente comprando un adattatore, che sì, cambia anche il "tipo di presa", semplicemente perché a differenti voltaggi corrispondono differenti prese, ché se no la gente brucia le cose u.u