Fotografia

M

Makonik-san

#1
O esperti cinefili, illuminate un povero profano in materia.

Accanto ad altri parametri come la sceneggiatura o il doppiaggio, trovo spesso questo termine...ma cosa significa esattamente "fotografia" in gergo cinematografico/televisivo? E perché si chiama così? La fotografia non dovrebbe essere una cosa statica? D:

Ty in anticipo a chi risponderà.
 
#2
la fotografia è l'aspetto estetico (visivo) di una ripresa: illuminazione, tipo di inquadratura, formato, fuoco, eventuale movimento... di solito c'è un direttore della fotografia che si occupa di queste cose insieme al regista.
 
Ultima modifica da un moderatore:
#4
Per fotografia si intende più che altro l'effetto visivo della pellicola. Come dire, la scelta delle inquadrature, l'equilibrio cromatico all'interno di una scenografia, la scelta dell'illuminazione all'interno di una scena...

Parlando in termini grossolani, considera il film a livello "primordiale"... quando si usavano le antiche macchine da presa per la registrazione di un film ovviamente il risultato finale era una pellicola fisica, che come ben sai non è altro che una serie di tante "foto" scattate a brevi intervalli l'uno dall'altro. Quindi si può (poteva) considerare il film come un insieme di foto fatte scorrere una dopo l'altra dando l'impressione del movimento, e insomma ci siamo capiti.
 
Ultima modifica da un moderatore:
#7
ma il paragone regge anche adesso.  i film vengono proiettati a 24/25 frame per secondo, e ogni frame non è altro che una "foto", pur digitale.
Sono d'accordo, ho considerato la vecchia pellicola fisica solo per rendere più esplicito il legame tra foto e film.

Vero, ma non può accadere quello che succedeva in Fight Club per colpa di Tyler Persona di Bergman.
 
Top Bottom