Balbuzie

L

Lucanik-san

#1
Qualcuno di voi ne soffre o ne ha sofferto? Oppure conoscete qualcuno che ne è affetto? E sono/siete guariti? Se sì, come?

Raccontate le vostre esperienze in materia, dirette o indirette.

Io ho iniziato a balbettare sin da piccolissimo (3 anni circa), probabilmente perchè ho cominciato a parlare troppo presto e troppo velocemente (a 2 anni già pronunciavo frasi di senso compiuto). E questo problema mi ha accompagnato più o meno fino a 16 anni, dopodichè è gradualmente sparito del tutto, spontaneamente e senza cure particolari.

Conosco due persone adulte (32 e 41 anni) che, invece, nonostante le ripetute terapie, lottano ancora con questo disturbo.
 

Snorlite

3D Platformer guy
Wiki
#2
Io balbetto abbastanza, ma molto meno rispetto a come facevo una volta (più che altro biascico le parole invece che balbettare, soprattutto in presenza di persone estranee).

Posto un video che avevo fatto tempo fa per far sentire la mia voce a Qwilava e SuperBowser:

http://www.youtube.c...d&v=ho3ITvj51Zo
 
Ultima modifica da un moderatore:
#4
Ogni tanto mi succede di mangiarmi le parole o balbettare un poco, ma non mi ritengo balbuziente, è una cosa minima
Idem. Di solito mi capita quando ho qualcosa di importante da dire ma succede sempre più raramente.

Un mio compagno di classe/amico balbetta molto invece; durante interrogazioni è veramente difficile seguirlo.
 
#5
Io ho iniziato a balbettare sin da piccolissimo (3 anni circa), probabilmente perchè ho cominciato a parlare troppo presto e troppo velocemente (a 2 anni già pronunciavo frasi di senso compiuto).
2 anni è un'età normalissima per saper già parlare in modo più o meno articolato. Forse ti confondi con la scrittura, che invece molti imparano solo a scuola a 5-6 anni.
 

Pariston

马 炎 凯
Admin
#6
Ogni tanto mi mangio qualche parola, ho la erre moscia, biascico un po' e tendo a parlare con un tono di voce più basso del normale, ma ancora non balbetto.
 
L

Lucanik-san

#7
2 anni è un'età normalissima per saper già parlare in modo più o meno articolato. Forse ti confondi con la scrittura, che invece molti imparano solo a scuola a 5-6 anni.
No. Sia la figlia di mio cugino che il nipote del mio migliore amico hanno due anni, ma il massimo di sensato che sanno dire è " Papà ", "Mamma", "cacca" e "pappa". Addirittura la sorella di questo amico ha cominciato a pronunciare frasi complete solo a 4 anni, nel suo quartiere era conosciuta come "la muta".

Tra l'altro io a 2 anni non parlavo in modo più o meno articolato, ma in modo articolato. Ed anche in scrittura e lettura sono stato assai precoce, avendo imparato ben prima non solo della scuola elementare, ma anche dell'asilo.
 
#8
No. Sia la figlia di mio cugino che il nipote del mio migliore amico hanno due anni, ma il massimo di sensato che sanno dire è " Papà ", "Mamma", "cacca" e "pappa". Addirittura la sorella di questo amico ha cominciato a pronunciare frasi complete solo a 4 anni, nel suo quartiere era conosciuta come "la muta".
mio cuggino fa i 150 col motorino...

(giusto per dire che i tuoi parenti non sono statisticamente rilevanti)

a 2 anni in genere si ha un vocabolario di 350 parole: http://en.wikipedia....d_socialization
 
Ultima modifica da un moderatore:
L

Lucanik-san

#9
mio cuggino fa i 150 col motorino...

(giusto per dire che i tuoi parenti non sono statisticamente rilevanti)

a 2 anni in genere si ha un vocabolario di 350 parole: http://en.wikipedia....d_socialization
Wikipedia non è più rilevante di una o più esperienze dirette. Mi fido più di quello che vedo coi miei occhi che di quello che arbitrariamente scrive uno sconosciuto su internet.

Eppoi non si parlava di "collezione di parole", ma di mettere insieme frasi complesse, che è ben altra cosa.
 
#10
No. Sia la figlia di mio cugino che il nipote del mio migliore amico hanno due anni, ma il massimo di sensato che sanno dire è " Papà ", "Mamma", "cacca" e "pappa". Addirittura la sorella di questo amico ha cominciato a pronunciare frasi complete solo a 4 anni, nel suo quartiere era conosciuta come "la muta".

Tra l'altro io a 2 anni non parlavo in modo più o meno articolato, ma in modo articolato. Ed anche in scrittura e lettura sono stato assai precoce, avendo imparato ben prima non solo della scuola elementare, ma anche dell'asilo.
La sorella del tuo amico era ritardata, non eri tu ad essere particolarmente dotato. Come da link segnalato da Gika, all'incirca tra i 15 e i 18 mesi possiedi già un vocabolario di una decina di parole, tra i 18 e i 24 mesi cominci a costruire frasi complesse con soggetto-oggetto-verbo e alla fine del secondo anno puoi parlare già con un vocabolario di 300-400 parole. Se Wikipedia non ti basta puoi consultare uno qualsiasi dei migliaia di lavori scientifici sull'acquisizione del linguaggio dei bambini.
 
#11
Mai avuto problemi del genere fino ai 13-14 anni, perché, traumatizzato da ripetuti incontri con una prof stronza al liceo, ho incominciato ad avere problemi di emozione in fase di stress. Parlando con tutti non ho problemi, ma ancora adesso a volte ho defaillances verbali o vuoti di memoria durante gli esami, anche se da quando ho incominciato l'università, conosciuto il clima il problema è man mano calato fino ad essere gestibile.
 
#12
Wikipedia non è più rilevante di una o più esperienze dirette.
se "una o più" = due, , è decisamente più rilevante wikipedia! ma ti basta usare google per verificare su un qualsiasi altro sito la correttezza del dato che ti è stato fornito

Mi fido più di quello che vedo coi miei occhi che di quello che arbitrariamente scrive uno sconosciuto su internet.
seguendo questo ragionamento, perché dovremmo crederti?
 

Ombra

Dragoran, immer besser!
Admin
#13
No. Sia la figlia di mio cugino che il nipote del mio migliore amico hanno due anni, ma il massimo di sensato che sanno dire è " Papà ", "Mamma", "cacca" e "pappa". Addirittura la sorella di questo amico ha cominciato a pronunciare frasi complete solo a 4 anni, nel suo quartiere era conosciuta come "la muta".
Direi che sono comunque eccezioni che confermano la regola.

Tra l'altro io a 2 anni non parlavo in modo più o meno articolato, ma in modo articolato. Ed anche in scrittura e lettura sono stato assai precoce, avendo imparato ben prima non solo della scuola elementare, ma anche dell'asilo.
Caspita! Oltretutto hai anche una memoria superlativa e non lo dici!

Dalle mie parti quei rarissimi individui che sono stati in grado di fare tutte queste belle cose a due anni (l'asilo o scuola materna parte dai tre anni) hanno sfondato alla grande.
 
Ultima modifica da un moderatore:
L

Lucanik-san

#14
seguendo questo ragionamento, perché dovremmo crederti?
Perchè non avrei nessuna ragione per mentire. Non è che aver parlato prima degli altri mi rende migliore o più figo, anzi magari molti di quelli che hanno iniziato dopo di me, adesso sanno farlo anche meglio.

Direi che sono comunque eccezioni che confermano la regola.
se "una o più" = due, , è decisamente più rilevante wikipedia!
Non sono soltanto due, ma non era nè il caso nè il momento nè la sede di stilare la lista della spesa, ho citato i primi due esempi che mi son ricordato.

La sorella del tuo amico era ritardata, non eri tu ad essere particolarmente dotato.
La sorella era infatti un caso estremo (ho scritto "addirittura", come puoi notare), mi paragonavo agli altri due casi a parità d'età.

tra i 18 e i 24 mesi cominci a costruire frasi complesse con soggetto-oggetto-verbo
Guarda che non mi limitavo a frasette come "Io (soggetto) voglio (verbo) la pappa (oggetto)" e simili. Ero capace di sostenere interi discorsi un pelino più impegnativi (non di filosofia o di astrofisica, sia chiaro) anche con persone adulte.

Caspita! Oltretutto hai anche una memoria superlativa e non lo dici!

Dalle mie parti quei rarissimi individui che sono stati in grado di fare tutte queste belle cose a due anni (l'asilo o scuola materna parte dai tre anni) hanno sfondato alla grande.
Io veramente ho cominciato l'asilo a 4 anni, cioè nel 1995...

Ad ogni modo per leggere e scrivere a tre anni non serve chissà quale scienza, basta una babysitter dotata di buona pazienza.
 
Ultima modifica:
#15
Non balbuzio, ma ho la spiacevole abitudine involontaria di mangiarmi e ripetere mille volte le parole quando sono stressato/imbarazzato/intimorito. Tipo quando c'è davanti a me una ragazza molto bella. =/
 

Steph

Great Teacher
Mod
#16
la balbuzie è stranissima: qualcuno l'ha mai vista manifestarsi su un individuo di sesso femminile? so che esiste, ma non ne ho ancora incontrata una.

al contrario, nel sesso maschile è cosa molto comune!

personalmente, come molti sopra di me hanno già detto, mangio spesso le parole (soprattutto sulle consonanti, anche se non ho la r moscia, ma diciamo che capita spesso quella) parlando veloce o da nervoso. ogni tanto inceppo pure in qualche parola (il che somiglia ad una leggera di balbuzie, ma non penso di averla. mi capita semplicemente quando la bocca va più veloce del cervello, o viceversa quando il cervello pensa di aver già trasmesso il significato :x).

al contrario della mia nemesi qui sotto:

Ogni tanto mi mangio qualche parola, ho la erre moscia, biascico un po' e tendo a parlare con un tono di voce più basso del normale, ma ancora non balbetto.
io tendo invece ad avere un tono molto, MOLTO alto. per questo non tengo privacy in casa e spesso mi sentono in mezzo alla strada, anche se c'è chiasso, fuori dai finestrini dell'auto, ecc.

curiosità: da bombino avevo la s sifola (è la parola adatta? non compare nel mio dizionario ita) ma mia madre me l'ha corretta. ora non riesco più a pronunciare il th- inglese. :°D
 
Ultima modifica da un moderatore:
#17
Guarda che non mi limitavo a dire frasi come "Io (soggetto) voglio (verbo) la pappa (oggeto)" e simili. Ero capace di sostenere interi discorsi un pelino più impegnativi (non di filosofia o di astrofisica, sia chiaro) anche con persone adulte.
Quindi vuoi dire che sapevi ragionare, non semplicemente parlare. E' già qualcosa di più raro, anche se in genere verso la fine del secondo anno di vita dovrebbe essere all'appannaggio di più o meno tutti i bambini.

Non ho modo di verificare per il momento a quale età si dovrebbe aver sviluppato ciò di cui parli, e non è escluso tra l'altro che i tuoi genitori abbiano un po' esagerato nella descrizione delle tue capacità.

Ad ogni modo per leggere e scrivere a tre anni non serve chissà quale scienza, basta una babysitter dotata di buona pazienza.
Questo è vero (sapevo fare entrambe le cose a 2 anni grazie a mio nonno che mi portava a leggere le sigle degli aerei), ma la maggior parte dei bambini comunque non imparano prima della scuola materna e molti fanno fatica pure dopo. Per fare un esempio, Norbert Wiener ha imparato a leggere e scrivere a 3 anni, ma era pure un bimbo prodigio che si è iscritto all'università a 12 anni e ha fatto la sua tesi di laurea a 18 anni...
 
L

Lucanik-san

#19
la balbuzie è stranissima: qualcuno l'ha mai vista manifestarsi su un individuo di sesso femminile? so che esiste, ma non ne ho ancora incontrata una.

al contrario, nel sesso maschile è cosa molto comune!
In effetti, ora che mi ci fai pensare, è vero! O:

Io l'ho vista solo su una mia compagna di classe alle elementari, ma era una bambina con ritardo mentale abbastanza generale, quindi non so quanto annoverabile nella statistica.

x°°

Quindi vuoi dire che sapevi ragionare, non semplicemente parlare. E' già qualcosa di più raro, anche se in genere verso la fine del secondo anno di vita dovrebbe essere all'appannaggio di più o meno tutti i bambini.
Effettivamente sì, sono stato un pò impreciso nella descrizione.

Comunque no, si tratta del 25°-26° mese, vale a dire dell'estate '93...

Posto un video che avevo fatto tempo fa per far sentire la mia voce a Qwilava e SuperBowser:

http://www.youtube.c...d&v=ho3ITvj51Zo
Minchia, ti immaginavo con una voce più infantile!

:|

Seriamente, a giudicare dal timbro ti avrei dato non meno di 15-16 anni.
 
Ultima modifica:

Evolvix 85

One is All, All is One
#21
Io in rarissime volte balbetto, di solito dopo che non parlo da tanto... ho un mio amico che balbettava moltissimo, e col tempo si è aggiustato tutto infatti adesso non balbetta quasi mai...poi c'è il mio maestro di pianoforte che balbetta un po',ma non in modo rilevante e poi un amico di mio cugino che ha 6 anni che balbetta.
 
#22
Negli ultimi anni la situazione è molto migliorata, ma fino a un po' di tempo fa tendevo - soprattutto quando mi infervoravo o ero in imbarazzo - a balbettare, parlare molto veloce e/o mangiarmi le parole. Ovviamente si trattava di una cosa emotiva legata ad un po' di timidezza, infatti mi succedeva principalmente quando si trattava di parlare in pubblico :)

Adesso che sono fuori e parlo principalmente in lingua straniera, noto che parlo con molta più proprietà di linguaggio; e in generale molto meglio anche per quanto riguarda la pronuncia, quando sono a mio agio. Diversamente (soprattutto per l'inglese) tendo a regredire tantissimo, e ovviamente è un circolo vizioso perchè finisco col vergognarmi dei miei errori e sentirmi ancora più in imbarazzo.

Mi sembra una cosa molto naturale comunque. Superarla completamente non sarà facile, in ogni caso quando vedo che mi sto incartando faccio un bel respiro e cerco di farmi una risata per sciogliere la tensione.
 
#25
Non mi stavo vantando di nulla eh, del resto la qualità della mia scrittura non è certo migliorata dall'epoca (grazie al fatto che sono mancino). Tra l'altro i miei genitori e i miei nonni potrebbero benissimo avermi detto una cazzata sull'età in cui ho imparato a farlo, anche se ricordo molto distintamente una scena della mia infanzia in cui scrivevo il mio nome su di un foglio di carta di fronte alla mia famiglia che si meravigliava della cosa.
 
Ultima modifica:
L

Lucanik-san

#26
Non mi stavo vantando di nulla eh
V

Non è che aver parlato prima degli altri mi rende migliore o più figo, anzi magari molti di quelli che hanno iniziato dopo di me, adesso sanno farlo anche meglio.
Tornando in topic (e sperando di restarci, stavolta), per me non era tanto una questione di inciampi, quanto di veri e propri blocchi: sentivo l'aria mancarmi all'improvviso quando meno me l'aspettavo, ed entravo in apnee lunghe anche decine di secondi. Paradossalmente, mi accadeva più spesso con i miei genitori che in pubblico.
 
Ultima modifica:

Steph

Great Teacher
Mod
#27
Negli ultimi anni la situazione è molto migliorata, ma fino a un po' di tempo fa tendevo - soprattutto quando mi infervoravo o ero in imbarazzo - a balbettare, parlare molto veloce e/o mangiarmi le parole. Ovviamente si trattava di una cosa emotiva legata ad un po' di timidezza, infatti mi succedeva principalmente quando si trattava di parlare in pubblico :)

Adesso che sono fuori e parlo principalmente in lingua straniera, noto che parlo con molta più proprietà di linguaggio; e in generale molto meglio anche per quanto riguarda la pronuncia, quando sono a mio agio. Diversamente (soprattutto per l'inglese) tendo a regredire tantissimo, e ovviamente è un circolo vizioso perchè finisco col vergognarmi dei miei errori e sentirmi ancora più in imbarazzo.

Mi sembra una cosa molto naturale comunque. Superarla completamente non sarà facile, in ogni caso quando vedo che mi sto incartando faccio un bel respiro e cerco di farmi una risata per sciogliere la tensione.
uh urka la prima donna che sento balbettare, per me è un onore :x comunque è vero cavolo! imparare una lingua straniera è come rifare tutto da zero, il mio inglese è veramente pessimo a causa della mia sottospecie di balbuzie. in realtà, penso che la colpa vada un po' anche al mio accento bresciano: il nostro dialetto prevede di allungare TANTISSIMO le vocali, al contrario invece dell'inglese.

anche se ricordo molto distintamente una scena della mia infanzia in cui scrivevo il mio nome su di un foglio di carta di fronte alla mia famiglia che si meravigliava della cosa.
mia mamma non mi ha mai insegnato o spiegato niente prima di mandarmi alle elementari a 6 anni compiuti. ero l'unico bambino della scuola a non sapere le lettere dell'alfabeto in ordine o che ci fossero dei numeri dopo il 20 (perché contavo anche le dita dei piedi). grazie, madre.
 
Ultima modifica da un moderatore:

Pariston

马 炎 凯
Admin
#28
Pensa che i miei invece mi hanno sempre riempito di libricini con esercizi per imparare a leggere e scrivere, ma io non ho mai comunque imparato prima della scuola.
 

ThunderShock

Yeah yeah yeah, fire
Mod
#30
Negli ultimi anni la situazione è molto migliorata, ma fino a un po' di tempo fa tendevo - soprattutto quando mi infervoravo o ero in imbarazzo - a balbettare, parlare molto veloce e/o mangiarmi le parole. Ovviamente si trattava di una cosa emotiva legata ad un po' di timidezza, infatti mi succedeva principalmente quando si trattava di parlare in pubblico :)
Idem. E a volte mi succede ancora, raramente ma mi succede.
 
Top Bottom