Sherlock

BigMistake

Zoidberg
Come dal titolo vorrei aprire una discussione sul telefilm " Sherlock " mandato in onda da Italia1 in prima serata ieri .

Come dal titolo il telefilm parla delle imprese del famosissimo Sherlock Holmes , personaggio inventato dalla geniale mente dello scrittore Sir Arthur Conan Doyle alla fine del XIX secolo .

Inizialmente ero scettico , ma mi sono subito ricreduto , è molto carino , ben fatto e gli attori non sono niente male anche se avrei preferito un'altro attore per il ruolo di Watson ma mi accontento :)

Particolarmente piacevoli sono le parti in cui Sherlock analizza la scena del crimine e compaiono le parole che pensa il suddetto . E' un'idea che mi è piaciuta molto , anche perchè facilita la comprensione che spesso è limitata dalla scarsezza di indizzi a disposizione dello spettatore .

La lunga ,ma ugualmente densa,durata della puntata mi ha tenuto incollato allo schermo in attesa della soluzione , anche se era abbastanza banale e facile .

L'avete visto ? Vi è piaciuto ? Commentate liberamente :)
 

FRANCES488

EVANGELION!
é stato bellissimo non vedo l'ora di poter vedere nuovi episodi!Fortissima la storia delle pillole!Poi sono un appassionato di misteri quindi credo che vedrò tutti i prossimi episodi XD
 

BigMistake

Zoidberg
Davvero !!! Io avevo capito che l'assassino era un tassista proprio nella scena del " ristorante" : infatti sono rimasto basito quando , dopo aver fermato il taxi , ha controllato il passeggero straniero , facilmente riconoscibile dalla folla , e non il tassista che passava completamente inosservato !!!PS: Bellissima la scena in cui calcola il percorso che avrebbe fatto il tassì
 

DWarez

Parroco
Ripesco il topic , dato che su joi è uscita la nuova stagione , andata in onda proprio ieri sera in esclusiva sul canale di Premium.

Come al solito mi è piaciuto un sacco , la storia si infittisce e non sono mancati colpi di scena , i quali hanno capovolto il corso degli eventi in maniera molto incisiva.

Il finale è troppo LOLLOSO
Non è mancata l'ironia del nostro caro Sherlock , punto in rilievo nel suo personaggio .

Molto bello il modo in cui hanno fatto vedere la dinamica dell'incidente (che poi è passato in secondo piano) ; ben fatto anche con il salto temporale da Maggio a Dicembre , all'inizio quasi impercettibile.

Con la comparsa del nuovo personaggio ( la quale secondo me avrà un ruolo importantissimo nel proseguimento della storia) , Sherlock ci ha mostrato una sua faccia nascosta , ma non sto qui a spoilerarvi il tutto .

Qualcuno lo ha visto ? Come vi è sembrato ?
 

Dxs

Rappresentante di classe
Ho terminato ieri la seconda stagione. Sono un amante di Conan Doyle e metto i suoi scritti davanti a qualunque trasposizione; tuttavia, è innegabile che il lavoro fatto sia straordinario. Questa versione di Sherlock, ampiamente rivisitata in chiave moderna (con ogni caso molto diverso da quello da cui è tratto, si pensi a Uno Scandalo In Boemia, nel racconto di Conan Doyle abbastanza lineare, nella serie davvero cervellotico) funziona. Cumberbatch, probabilmente il mio attore preferito, è uno Sherlock Holmes straordinario. Poi, quando nella 2x03 è partita Sinnerman di Nina Simone è stata la fine. Scritta in maniera, lo ripeto, incredibile. Mi reputo totalmente soddisfatto e vado a buttarmi sulla terza stagione.
 
Ultima modifica di un moderatore:
Anche a me piace molto questa serie  :) non l'ho vista quando è uscita, ho deciso di vederla tipo un anno fa e l'ho subito adorata. Da allora l'ho anche rivista, e forse la riguarderò prima che esca la nuova stagione. Che palle però che abbiano deciso di fare un break di tre anni anziché due.

Il format delle serie è molto buono, secondo me fanno bene ad avere solo 3 episodi a stagione, perché obiettivamente il 95% delle serie "investigative" tende a diventare ripetitivo... Del resto adesso le serie di successo vanno avanti anche per 8-9 stagioni, e anche per i migliori autori penso sia impossibile scrivere 362483 casi da risolvere tutti diversi e imprevedibili. ...Però IMHO tre episodi ogni 2 anni era un ritmo giusto, specialmente se (come probabile) ci saranno altre stagioni dopo la 4, capisco che gli autori e attori che ci lavorano avranno anche altri impegni, ma un gap di 3 anni fra le prossime serie rischia davvero di trascinare la cosa per anni e anni.

C'è un solo dettaglio che non mi rende entusiasta riguardo la prossima serie (spoiler della terza serie e dello special "The abominable bride"):

...Che Moriarty sia morto. Andrew Scott è eccezionale, e Sherlock ha bisogno della sua controparte cattiva per andare avanti. Lo so che non sarebbe stato molto realistico che fosse ancora vivo, ma diciamo la verità, anche la messa in scena della morte dello stesso Sherlock non è stata facilissima da credere, quindi avrei accettato di buon grado qualsiasi espediente.

La terza serie non è stata male, il cattivo era abbastanza convincente, ma niente in confronto a Jim. Per altro, senza un cattivo "fisso" rischia di instaurarsi il classico ritmo da videogioco, con Sherlock che combatte il boss, poi lo uccide/sconfigge nell'ultima puntata, e via al livello (serie) successivo...
 

Dxs

Rappresentante di classe
A proposito di serie investigative lunghe, ho notato che esiste un'altra trasposizione delle opere di Conan Doyle, ovvero Elementary. Con un Watson donna, un Moriarty donna, uno Sherlock Holmes ex investigatore di Scotland Yard. Il tutto ambientato a New York. Lo so, non si dovrebbe giudicare senza prima aver guardato, ma... Perché?

Comunque sia, nella 3x01 ho apprezzato tantissimo

la mancanza di un caso propriamente detto. Tutto è focalizzato al ritorno di Sherlock, e ai suoi rapporti con le persone a lui care. È uno sviluppo sensato e di grande valore sia nei confronti del personaggio che della serie. E poi, tra il finale della 2x03 e questa puntata si è toccato il picco emozionale più alto della serie. Adoro lo Sherlock di Cumberbatch, l'ho già detto?
Ora non vedo l'ora per la prossima puntata, che credo mi godrò stasera. So che è liberamente tratta da Il Segno dei Quattro, vediamo cosa ne vien fuori, anche se suppongo che abbiano eliminato l'inseguimento della lancia a vapore Aurora lungo il Tamigi, la storia di Jonathan Small e l'isolano Tonga con le sue frecce avvelenate.

Ah, un dettaglio che ho apprezzato enormemente (e che prova quanto Gatiss e Moffat siano legati all'opera di riferimento): nella 3x01, mentre Sherlock analizza i soliti casi minori, si riferisce al signor Windibank e a sua figlia (ovvero Mary Sutherland). È una chiara citazione, una chicca si direbbe, al secondo racconto de Le Avventure di Sherlock Holmes, ovvero Un caso di identità. Bellissima citazione.
 

Dxs

Rappresentante di classe

Sono in pari, e il cliffhanger di fine terza stagione non potrebbe rappresentare il ritorno di Moriarty? Voglio dire, la serie scadrebbe nel fantascientifico o qualcosa del genere, perché non so come spiegherebbero la resurrezione di un villain che si è sparato in bocca. Cos'era, un sosia? Uno con la maschera di silicone di Moriarty?
Comunque, a quanto ne so, hanno ricominciato le riprese. La quarta stagione dovrebbe andare in onda per gennaio 2017.
 
Ultima modifica di un moderatore:
In the abominable bride

Sherlock dice di avere la certezza che sia morto, e che avesse escogitato qualche piano che avrà luogo dopo la sua morte. Fra l'altro non vedo che senso abbia questa "rivelazione" quando l'intera puntata andava in un'altra direzione, ma non dico altro se vuoi vederla.

Vedendo che l'attore compariva ancora nella terza serie (nella mente di sherlock) ci contavo che inventassero qualche cagata per tirarlo fuori, poi a fine stagione, quando appunto Sherlock vede il video "did you miss me" stavo per mettermi a piangere... E i  realtà ci spero ancora un po'. Se non c'è lui non so se la guarderò con lo stesso entusiasmo francamente.  :(
 

Dxs

Rappresentante di classe
Anche io temo di annoiarmi, anche perché, se ho ben capito, si andrà avanti almeno fino a una quinta stagione. Moffat e Gatiss comunque, finora, si sono rivelati degli scrittori eccellenti, capaci di conciliare benissimo la trama orizzontale con gli episodi più "estemporanei" che vedevano protagonisti Sherlock e Watson. Vedremo.
 

Gkx

Admin
(premesso che da piccolo mi sono letto tutti i romanzi e i racconti di conan doyle)

Comunque sia, nella 3x01 ho apprezzato tantissimo

Contenuto nascosto
a me la prima e la seconda stagione sono piaciute, la terza invece davvero poco proprio per il motivo che hai scritto: l'ho trovata estremamente autoreferenziale e autocompiaciuta, mi è sembrata solo una grossa opera di fanservice nei confronti degli spettatori - specialmente la prima puntata che è composta al 90% da scenette buffe e filler. si è risollevata con il finale (sempre che non la menino per un'altra stagione con la storia di moriarty - non ho visto lo speciale di natale però), che tutto sommato era avvincente e ben scritto, però la mancanza di puntate con casi "veri" per me è stata una grossa delusione.
 
Ultima modifica di un moderatore:

Dxs

Rappresentante di classe
(premesso che da piccolo mi sono letto tutti i romanzi e i racconti di conan doyle)

a me la prima e la seconda stagione sono piaciute, la terza invece davvero poco proprio per il motivo che hai scritto: l'ho trovata estremamente autoreferenziale e autocompiaciuta, mi è sembrata solo una grossa opera di fanservice nei confronti degli spettatori - specialmente la prima puntata che è composta al 90% da scenette buffe e filler. si è risollevata con il finale (sempre che non la menino per un'altra stagione con la storia di moriarty - non ho visto lo speciale di natale però), che tutto sommato era avvincente e ben scritto, però la mancanza di puntate con casi "veri" per me è stata una grossa delusione.
Io ho letto fino a Le Avventure di Sherlock Holmes e parte delle Memorie, ma dovrò proseguire. Comunque immagino sia una questione di punti di vista, come sempre. Io ho apprezzato molto la prima puntata della terza stagione, ma ancora di più, forse, la seconda, quella del matrimonio. È vero, in sostanza non ci sono dei casi da seguire nella terza stagione, però...
 

Innanzitutto il voler mettere in risalto lo Sherlock sociopatico in una situazione assolutamente da non sociopatico, quella di fare un brindisi agli sposi e di intrattenere un pubblico, mi è sembrata interessante. Ho amato questo fatto, insieme a tutte le storie e i casi che Sherlock ha raccontato e che si sono poi intersecati nel rivelare il papabile assassino presente alla cerimonia. Certo, era un po' tirata per i capelli la cosa, ma mi è piaciuta lo stesso davvero tanto, incluso poi il momento in cui Sherlock se ne va, e alle sue spalle si sente la musica e ci sono tutte quelle luci soffuse e i colori. E capiamo che, comunque vadano le cose, anche se ha promesso di vegliare su Mary e Watson, lui rimarrà un uomo solo. A me è parso soltanto un modo per esplorare l'anima del personaggio. Ma spero che sia anche qualcosa di preparatorio a una grande quarta stagione: io non sento tutta questa necessità di Moriarty, mi basta anche un villain o dei villain coinvolgenti e dei bei casi. In tal senso il cattivo della 3x03 come personaggio non mi ha lasciato granché, tranne il fatto che fosse seriamente inquietante con quei suoi modi di fare. La pipì nel caminetto, oppure il mettere le mani nel piatto di Sherlock e sciacquarsele nel suo bicchiere mi sono sembrati buoni modi per caratterizzarlo. Infatti mi son rimasti impressi.
Tutto questo per dire che la serie, finora, mi è piaciuta in maniera abbastanza omogenea e l'ho trovata coerente e ben scritta e approfondita. Forse la puntata che mi è piaciuta di meno è la 2x02. Quella sul mastino di Baskerville.
 
Ultima modifica di un moderatore:
il voler mettere in risalto lo Sherlock sociopatico in una situazione assolutamente da non sociopatico...
Ok, ma questo non è Sherlock, è BBT... Solo che lì possono fare 250 puntate sulle stranezze di Sheldon (tanto non c'è una vera trama che viene oscurata), ma io, come Gkx, avrei preferito che le cose fossero gestite diversamente nella terza. Ora che avete nominato la 3x01 mi sono accorta che non me la ricordavo per niente (e dopo essermi riletta la trama, ancora non riesco a ricordarmi più di qualche scena slegata). La seconda e la terza ovviamente sono meglio, però si tratta pur sempre di una serie di 3 episodi a stagione... Nella terza stagione, come hai fatto notare anche tu, un'intera puntata + mezza della seconda sono dedicate ad elementi di contorno.

Cmq in relazione a cattivi ecc.:

La mia antipatia per la dipartita di Moriarty è dovuta al problema che ho accennato nei messaggi precedenti: non mi sono mai piaciute le serie in cui ogni stagione è una cosa slegata, anche perché trovo che renda tutto più prevedibile.

Poi non ne faccio mistero, adoro il personaggio (anche questo l'ho già scritto), e soprattutto penso che si sposasse molto bene con quello che è lo spirito della serie: un cattivo convincente, che si distanzia dal clichè dell'essere solenne, oscuro e maledetto.

 
E' iniziata la 4a stagione finalmente  :) la state vedendo / vedrete? Io ho visto la prima giusto ieri (anche perché è l'unica uscita finora, beh) ma non mi è piaciuta molto.

Le considerazioni qui sotto non contengono spoiler, parlo solo della struttura della puntata e non della trama:

La puntata (come alcune delle ultime) è più un assemblaggio di vari spezzoni. C'è un caso "maggiore" ma anche lì, anziché essere il vero è proprio tema della puntata sembra una specie di background per le vicende personali di Sherlock. Quello che dovrebbe essere il tema unitario della stagione (ampiamente annunciato) è ancora totalmente non pervenuto - il che in una serie da 3 puntate non mi sembra una grande idea. 

Non so, secondo me si sono abbastanza persi. Non lo dico solo per quest'unica puntata ovviamente, ma anche per la terza stagione che è stato un discreto passo indietro. E' un peccato, ma a questo punto se devono continuare così mi auguro che abbiano il coraggio di chiudere con questa stagione. E' un peccato perché io stessa avevo lodato il loro "prendersela comoda" con pochi episodi e stagioni spaziate fra loro: questo gli lasciava ampio spazio di manovra per sviluppare temi e personaggi, tanti elementi su cui concentrarsi poco alla volta (anziché sparare tutte le loro cartucce in una stagione), e impediva che si instaurasse quella sorta di ripetitività tipica delle serie investigative. Invece mi sembra che, anziché farsi forti di questa cosa, abbiano deciso di buttare tutto nel cesso. Mah.

Fra l'altro, come si evince da alcuni elementi, fra l'ultima puntata della 3a e la prima della 4a è passato qualche mese, ma i 3 anni che sono passati per gli attori invece si vedono tutti - se almeno avessero avuto la buona idea di far tingere i capelli a Martin Freeman...
 

ThunderShock

Yeah yeah yeah, fire
Mod
A me è piaciuta, ma mi accontento di poco, evidentemente :D

Ci sono delle parti un po' meh (X ti voglio bene ma quel giro intorno al mondo era un attimo fuffa), però nel complesso ho apprezzato. Inoltre la cosa che è successa chiaramente non è successa #denial
 
Questa nuova puntata (la 2°) è stata migliore della prima IMHO  :)  è stata bella ed avvincente da guardare, anche se purtroppo questo non vuol dire che fosse ben fatta. Non voglio essere ipercritica però secondo me ci sono diverse critiche da fare:

Il primo problema è lo stesso di diverse puntate a questa parte: non c'è più Sherlock che investiga su un caso per scoprire il colpevole e cosa è success. E' ovvio che questa sia una scelta degli autori, ma è un passo indietro IMHO. 

Quando ho capito che neanche in questa puntata ci sarebbe stata un'investigazione nel senso proprio del termine, pensavo che il tema sarebbe stato Sherlock che cerca di scoprire qual è la realtà e quali sono le sue allucinazioni. Smith è davvero un serial killer, o è solo la sua paranoia? 

Le premesse sembravano interessanti, purtroppo tutto viene già rivelato attorno alla mezz'ora di puntata... Per il resto la puntata è stata bellina da vedere e questo l'ho già detto, ma suspense 0. Sherlock fa due deduzioni ad inizio puntata, che non vengono mai messe in discussione, e questo è tutto. L'intrattenimento è dato dal buon ritmo, dal fatto che l'attore che interpreta il cattivo è stato molto bravo (IMHO molto più convincente lui di quello della scorsa stagione - diciamo che sono simili, ma questo è una specie di copia più riuscita del precedente) e dal fatto che quando ho capito che non ci sarebbero stati altri colpi di scena nella storia principale, ho rivolto l'attenzione all'altro interrogativo della puntata: chi era la tizia con cui Sherlock ha parlato all'inizio?

Il colpo di scena alla fine mi è piaciuto, anche se si respira cmq un po' di fuffa. Innanzitutto c'è un problema grosso come una casa: l'interesse di Sherlock per il caso nasce dal fatto che la tizia ha detto che "una parola" (il nome della vittima) le ha cambiato la vita. Questa è un'informazione che solo la vera figlia di Smith dovrebbe avere (seppur a livello inconscio), quindi non mi è chiaro come sia finita nell'inconscio di Euros! Per non parlare del fatto che Sherlock non riconosce la propria sorella... ora lo so che nella prossima puntata tireranno fuori una qualche spiegazione, ma dato che Gatiss & Moffat fino ad adesso non sono stati proprio dei maestri nel conservare la sospensione dell'incredulità nel pubblico, sono sicura al 100% che sarà una mezza stronzata. 

Fra l'altro lo so che è un film ecc. ecc., ma questo tipo di espedienti (malattia mentale selettiva: un individuo è perfettamente autosufficiente e in grado di prendersi cura di se stesso, ma al contempo è talmente malato da avere pesanti allucinazioni e non riconoscere più i propri immediati familiari) sono davvero cheap.

Ora non so che spiegazione proporranno per Sherlock in realtà, ma ho scritto questa cosa anche perché c'è un'altra serie molto famosa (che non nomino per non spoilerarla a chi voglia vederla) che ha usato lo stesso identico espediente. Ed è uno dei motivi per cui ho smesso di guardarla.
 
Ultima modifica di un moderatore:
Top Bottom